Articoli marcati con tag ‘Zingales Luigi’

Globalizzazione: quando la crisi può diventare globale

L’interdipendenza fra i singoli stati che si allarga alle aree continentali, è l’evoluzione dell’economia, della scienza triste, che sembra lasciare la briglia a scelte innovative e sperimentali, ma che poi riporta, obbliga tutti a toranere con i piedi per terra. Le variabili da affrontare, vista l’interdipendenza  sono sempre più complessi. Anche andando su siti specializzati vengono esaminate questioni parziali; manca la riduzione a sistema.

Non siamo ancora in grado di impadronici delle complessità trattandole dal punto generale, per poi scendere ai comparti sottostanti o alle categorie economiche specifiche. Non solo le strutture globali che più potrebbero essere deputate (ONU, FMI, OCSE, ecc.) tendono a parcellizzare le questioni in funzione degli interessiche più sono all’interno presenti, ma nelle loro funzioni tendono a non vedere il problema che sta sopra. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

1 Commento


Italia e segnali d’allarme: il 2016 fa balenare rischi seri

…. non si dimentichi che si è operato in un Paese che ha perso un quarto della produzione industriale,   si dovrà fare presto una vera bad bank che ne tenga conto SENZA REGALI,    proprio per consentire alle banche di finanziare l’economia sana,   si dovrà farlo giocoforza senza chiedere permessi europei preventivi


Questa dichiarazione è contenuta nell’editoriale del primo dell’anno de ilsole24ore.  Un editoriale che come al solito, non viene ripreso da alcuno. Eppure il suo contenuto è autorevolissimo. La firma è del Direttore del giornale, il contenuto, la fonte, è quasi per intero proveniente da Bankitalia, come può confermare chiunque frequenti i media e per mestiere debba farne l’analisi, rincorrere le motivazioni (VEDI).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Corruzione a casa nostra: bastano poche regole certe

Se si va vedere il sito del nostro comune, troviamo che oltre la metà è colmo di richiami alla trasparenza, al controllo, ai principi anticorruzione, ecc. se un Cittadino qualsiasi vuole capirci qualcosa deve diventarne un esperto di norme, richiami alle leggi, compatibilità, e altro. Il che è più di un esempio ma certifica che il nostro insieme di regole denuncia una diffusione di comportamenti  illeciti e la sostanziale inefficienza delle norme che lo contrastano.

Sul piano nazionale sul tema vengono alla mente due episodi: il Presidente del Senato Pietro Grasso, ex responsabile antimafia, appena entrato al Senato, il 15 Marzo 2013, deposita la proposta di legge sull’anticorruzione, su cui il Parlamento ancora discute.  L’altro è l’intervento dell’ambasciatore USA John Phillips alla scuola superiore di Pisa che ha affrontato l’argomento (VEDI Città Ideale),passato sotto silenzio dai media. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Banca d’Italia: le riflessioni di Zingales

ZingalesFlavio Turin ci segnala un interessante intervento di Luigi Zigales, economista italiano che insegna all’Università di Chicago ed è stato uno dei promotori di Fare per Fermare il Declino, pubblicato il 20 dicembre scorso su Il Sole 24 Ore e riguardante lo spinoso problema della rivalutazione delle quote della Banca d’Italia che tanto ha fatto infuriare il M5S. Il testo integrale dell’intervento, in inglese, dal titolo “Saying No to the Markets Is a Gift to the Banks” (Dire no ai mercati è un regalo alle banche), è disponibile sul sito del Sole (VEDI).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

12 Commenti


Italia e la globalizzazione: la campana suona per noi

L’importanza del tema economico industriale è così elevata che ci si deve tornare. Ci aiuta a farlo una riflessione decisa come è il suo stile, quanto efficace e convincente nel suo spoglio discorso, che bada la sodo, da parte di Luigi Zingales.  Notissimo economista, fra i fondatori di FARE per FERMAREILDECLINO, tuttora impegnato nella sua azione di analisi e stimolo verso l’Italia (VEDI in un articolo su ilSole24Ore a firma di  Alberto Orioli).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

1 Commento


FARE per FERMAREILDECLINO : si riparte

Finita la traversata nel deserto dopo l”infortunio” mediatico di Oscar Giannino che ha portato ad un passaggio nella condizione, ormai da mesi il movimento è guidato da Michele Boldrin, con mano sempre più sicura. La comunicazione e le iniziative crescono, si sta consolidando ed è bene che se ne parli e  si faccia conoscere; soprattutto si partecipi.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

9 Commenti


Giannino: ‘Dimissioni irrevocabili da presidente Fid’

Il piacere di vivere una storia nuova, fatta da persone nuove e diverse, che adottano comportamenti trasparenti e conseguenti. Con la più trasparente e chiara corrispondenza a ciò che si deve fare. Irrevocabile nelle dimissioni Giannino, nonostante le contrarietà espresse dalla totalità o quasi dei presenti (compreso Zingales, in videoconferenza da Chicago). Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

29 Commenti


FARE per FAREILDECLINO: la prova finestra dimostra trasparenza

Guardiamo in viso alla realtà, noi di Città Ideale che fra i primi abbiamo colto la novità di FERMAREILDECLINO (allora si chiamava così, ma è solo l’Agosto scorso), l’abbiamo posta all’attenzione dei lettori; abbiamo cercato di diffonderne la conoscenza, abbiamo partecipato al suo costituirsi partito per una sfida così determinante come l’attuale tornata elettorale. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento


Agenda Monti: prime impressioni. FERMAREILDECLINO (Luigi Zingales)

Con qualche giorno di ritardo Città Ideale ha pescato da ilsole24ore il commento apparso il 27 scorso che qui si riporta. L’analisi sembra coerente e corretta. Parla chiaro e le problematiche che vengono dalla agenda (ve ne sono) non sono nascoste. Accanto però ad un giudizio generale che fa emergere il senso di novità della proposta e di principi (che sono il succo di un programma per il  Paese). Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

16 Commenti


FERMAREILDECLINO: come sta andando? Quali le iniziative: ecco un esempio

I media comunicano poco, quasi non esistesse la vera novità politica di questa estate:  il movimento dei Cittadini che si stanno impegnando per realizzare un vero e serio cambiamento del nostro far politica, oggi presidiata da un insieme di cui non andar fieri. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , , , ,

4 Commenti


FERMAREILDECLINO: un impegno per il futuro d’Italia

Esce oggi una lettera a la Stampa di Torino, che ha il pregio di una dichiarazione di intenti che se possibile aiuta ancora a chiarire meglio l’obiettivo che si propongono i promotori. Obiettivo che senza riserve Città Ideale fa proprio, scommettendo e mettendoci la faccia come i firmatari e altri promotori, con orgoglio e fiducia nell’Italia, nei tanti italiani per bene, così diversi, così “altri” rispetto a Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , , , , ,

11 Commenti


FERMAREILDECLINO: una sfida difficile ma l’unica vera per salvare la Patria

Una riflessione che fa seguito ad una intervista di Luigi Zingales che va su ilfattoquotidiano. Chi ci legge si sarà accorto che FERMAREILDECLINO dal sistema dei media è oscurato. Oscar Giannino, una figura presente, quasi un sale e pepe nei talk show che trattano di economia e crisi, è stato scaricato. Rimane con la sua rubrica alla Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

1 Commento


FERMAREILDECLINO: SIAMO QUI PER RESTARE

>>>>>>>>><<<<<<<<<<<

 

SIAMO  QUI  PER  RESTARE

 

Qualcuno ci ha scritto di aver avuto la sensazione di essere stato presente ad un evento epocale. Forse è eccessivo, ma rende l’idea dell’entusiasmo che ha riacceso l’incontro di Milano, ieri sera al Dal Verme. Di sicuro è stata una serata epocale per il nostro movimento. La prima grande uscita porta sempre con sé tanti dubbi, paure e punti interrogativi. I numeri c’erano: oltre 2.000 adesioni alla settimana in un paio di mesi estivi, decine di migliaia persone con cui discutiamo tutti i giorni sul sito, Facebook, Twitter, Google+, LinkedIn.

Ma passare dal virtuale alla presenza in carne ed ossa è un’altra cosa. La manifestazione di ieri è stata un successo inaspettato che ha trasformato l’iniziale emozione di persone non abituate a fare politica nella certezza di aver fatto la scelta giusta mettendosi in gioco.

Sala strapiena, 1.500 posti a sedere, tanta gente in piedi e 400 persone fuori ad ascoltare dai maxischermi le due ore di discussione. Inizia Alessandro De Nicola dicendo che Fermare il declino nasce “dalla disperazione per la situazione politica e per dare una voce alle tantissime persone perbene di questo paese, ha ricordato che a luglio erano solo 7 persone che si sono autotassate per pubblicare il manifesto sui giornali, raccogliere Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

Nessun Commento



SetPageWidth