Articoli marcati con tag ‘welfare’

Welfare sulle criticità o generosità associativa diffusa?

La vicenda dei passaggi di enti centrali e locali che impiega mezzo milione di nostre tasse per aiutare crescita e integrazione di 14 minori non accompagnati (senza familiari o comunque profughi privi di qualcuno che se ne prenda cura), ci fa tornare alla mente una riflessione sulla diversità fra lo Stato tutore del popolo e società nella quale lo Stato lascia alla libera volontarietà dei singoli e delle associazioni l’incombenza, incentivandola attraverso agevolazioni sulle imposte.

La riflessione sul tema la riteniamo importante perché sul tema si ragioni. Se l’obiettivo di chi pro tempore ha la responsabilità della gestione è l’ottimizzazione degli interventi e delle risorse disponibili, è bene che il bilanciamento fra impieghi pubblici (anche se esterni all’ente gestito), sia considerato con la resa ottenibile. Non si tratta di scelte valide di per sé. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento


Agenda Monti: cosa dice e prime impressioni. Mercato del lavoro e welfare

Oltre all’imperativo assoluto della riduzione del debito pubblico, la questione altrettanto importante per venir fuori dal pantano in cui l’Italia si trova riguarda il sistema del lavoro e delle sue regole. Non solo ma anche la analisi del welfare volta ad individuare quanto e cosa si deve conservare perché prioritario e cosa si può ridurre se le esigenze lo richiedono. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

12 Commenti


Il cancro che ci tiene fermi e manda a ramengo il Paese?

Ricevo da David Arboit (per chi non lo sapesse responsabile del PD a Buccinasco) un commento al mio precedente articolo. Il tema del lavoro, del posto fisso millantato, delle vie per uscirne in positivo è troppo Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , , , , ,

8 Commenti


Giovani e lavoro: accuso il sistema dei media, giornalisti in primis

 Voglio ripetermi e suggerire a chi almeno un po’ ama la lettura e voglia informarsi sul sistema del quarto potere in Italia, il volumetto  I Professionisti del Potere edito da Chiare Lettere, autore un giornalista di spicco che ha dovuto far uso di un nom de plume firmandosi Elio Rossi. Chi fra  i lettori di Città Ideale l’avesse già letto (200 pagine) capisce la materia e la mia reazione.

Sono indignato, veramente Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , , , , ,

Nessun Commento



SetPageWidth