Articoli marcati con tag ‘Via Nearco’

Nel silenzio del Municipio, la storia la racconta Nando Dalla Chiesa

Parliamo di via Nearco: la villetta confiscata al boss, confisca che è a mezzo servizio. Un piano rimane alla proprietà, il resto assegnato al comune, che la concede gratis alla Coop sociale Villa Amantea. Fino a ieri anche l’Assessore antimafia  e tutti, a cominciare dall’ex sindaco, ci dicevano che si trattava di sei profughi siriani, minori non accompagnati.

Sul perché di questa confisca a metà nessuno ci ha mai spiegato bene chi l’avesse deliberata, chi l’avesse decisa. Fino a ieri: adesso ce ne racconta la vicenda, in un articolo stile libro Cuore, il professor Nando Dalla Chiesa, su ilfattoquotidiano (VEDI). da leggere, perché interessante, anche per le novità contenute.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

1 Commento


‘ndrangheta: a Buccinasco chi ci comanda? Tutti stanno zitti

Un argomento che sembra diventato “delicato” per questa amministrazione, dopo che il sindaco ha ricevuto una lettera dal “boss”.  Ne abbiamo già parlato (VEDI). Con un tempismo sorprendente: il nostro articolo messo l’11, con evasione programmata il 15, è stato anticipato il 12 da un’uscita in Cronaca di Milano, del Corriere per dire…. ( VEDI andate a vedere, che adesso commentiamo).

Letto? Allora riepiloghiamo i fatti. Nel 2016 apprendiamo dal sindaco Maiorano, in Consiglio,  che il ministero ha in via definitiva assegnato l’immobile di via Nearco alla gestione del Comune alla fine di un procedimento lungo e tortuoso. Nella stessa occasione ci informa che l’immobile dovrà essere risistemato e che a ciò provvederà l’associazione Libera. Cosa che avviene. Sempre in quel torno di tempo il sindaco Maiorano stipula una convenzione che assegna la gestione dell’immobile alla Coop sociale Villa Amantea come luogo abitativo e formativo di sei siriani minori non accompagnati.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

9 Commenti


Sindaco chiamato a chiarire: risposta infastidita e fuori luogo

Che le decisioni del sindaco, con una certa frequenza, presentino aspetti critici, succede spesso. Si potrebbe dire quasi sempre. Quando poi viene chiamato a chiarire, a risponderne, adotta tecniche e criteri poco istituzionali, irrituali. Fa uso di dichiarazioni improvvise, su cui i Consiglieri sono chiamati a esprimersi senza aver avuto modo di riflettere e prepararsi. Fa uso dell’effetto sorpresa e spesso gli va anche bene.

Città Ideale è però un luogo nel quale l’effetto sorpresa non funziona. Scripta manent: la cosa scritta resta nella sua concretezza, non interpretabile ma oggettiva; qui l’esame dello scritto finisce col dover assumere una sorta di analisi che mette a nudo le criticità, le incoerenze. Questa che andremo a descrivere è a suo modo esemplare. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Una storia di casa nostra, esemplare per spreco di risorse

La questione in esame riguarda Buccinasco come soggetto pagatore, per cifre ancora da determinare ma consistenti. La ricostruzione dei benefici (dei costi)  che ne ricava la Comunità, la raccontiamo fin dalle origini, per  quanto possibile. In questa operazione sono impegnati soldi pubblici (nostre tasse). Situazione standard, se si vuole, con l’uso del sociale per consumare risorse in  associazioni o cooperative .

In questo caso si tratta di Associazione Villa Amantea (VEDI), che da 35 anni opera a Milano in via Giambellino per attività di supporto a extracomunitari scomodi (senza soggiorno, senza lavoro, ecc.) dalla sua cronistoria sul sito ha attraversato difficoltà ripetute per ottenere una convenzione con Milano.

Campa con difficoltà. Villa Amantea, presieduta fino a un anno fa da Fabio Bottero (sindaco di Trezzano SN), mentre coordinatore e legale di fiducia sarebbe tuttora il segretario generale, sempre di Trezzano SN, Diventa strumento per l’operazione  SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) ente di progetto europeo gestito dal Ministero dell’Interno, che prevede finanziamenti agli enti locali in particolare per accoglienza di minori stranieri non accompagnati.

Si fa notare anche per una iniziativa a Cesano Boscone, con un camper che in orari determinati, funziona come sportello legale per extra comunitari. Insomma gestisce le criticità ottenendo per questo fondi ed erogazioni pubbliche. L’ambito entro cui si muove è l’area vicina al PD, al mondo cosiddetto progressista.

Il ministero indìce un bando cui si presentano 60 progetti approvati (importo 180milioni). Fra questi il comune di Trezzano SN che è 9° in graduatoria. Importo di 335mila euro. Il Comune, con una procedura che la minoranza ritiene non rispondente alla legge sugli appalti, ne assegna la conduzione alla Associazione Villa Amantea. Il contenuto del progetto approvato qual è: assistere 14 (uno-quattro) minori (circa 25mila l’uno in media).

Ma non finisce qui: Villa Amantea non dispone delle strutture di accoglienza e queste vengono reperite in due unità immobiliari sequestrate alla malavita organizzata e assegnate una a Trezzano, l’altra a Buccinasco (via Nearco 6). Gli immobili però devono essere sistemati per l’uso che se ne intende fare. Il sindaco di Buccinasco aderisce prontamente e senza informare, senza coinvolgere Consiglieri o Cittadini, approva e stipula una convenzione biennale con Villa Amantea (facendo un favore al collega di Trezzano).

Il 30 gennaio si è tenuta una “festa interculturale” alla quale, a Trezzano, sul tavolo degli ospiti al sindaco Maiorano è stata data una sedia. Finora l’unico ritorno per Buccinasco… una visibilità della quale ha ritenuto di non informare. Sarà per modestia; o forse per imbarazzo nel descrivere l’impegno che chiede ai Cittadini amministrati. Prende, decide, approva e via: i Cittadini non devono sapere, non contano.

La delibera, con la bozza di convenzione è stata approvata in giunta (VEDI Albo Pretorio 29 01 16 del n.13). Non sappiamo ancora quanto costeranno le opere di sistemazione e adeguamento della villetta di via Nearco. Ipotiziamo 150mila euro? Che andranno sulle spalle di noi Cittadini. Omaggio a Villa Amantea, gestita da ambienti PD, un po’ troppo vicina al sindaco e al segretario di Trezzano SN.

A nessuno viene in mente che con molto meno, cifre del genere si potrebbero impiegare per  incoraggiare e finanziare un’adozione in famiglie disponibili, certamente fornendo un supporto e un ambiente molto, molto più indicato per il superamento di criticità e traumi, ricostituendo un ambiente famigliare in grado di ridare fiducia e speranza  a ragazzi con difficoltà di cui sono solo vittime?

Statalismo e centralismo sovietico di vecchio stampo che continua a sopravvivere, a prosperare, a generare pastrocchi, finanziando enti o associazioni nelle quali hanno le mani in pasta. C’è da scommettere: terminati i lavori, il sindaco Maiorano andrà con fascia tricolore e banda al seguito,  a inaugurare l’iniziativa, gloriandosene. Guardate Cittadini come siamo stati bravi (con i vostri soldi); senza alcun beneficio per la Comunità.

Tag: , , ,

4 Commenti



SetPageWidth