Articoli marcati con tag ‘Sinti’

Ciclofficina: 100mila euro nel nulla. Adesso non sanno cosa farne e spenderanno ancora

Verranno nuove spese? È probabile e saranno sempre spese che servono a dare lavoro alla “popolazione Sinta”. La delibera di Giunta di questi giorni risale alle origini (2010, Giunta Cereda), come ci racconta la solita prolissa delibera di Giunta (n. 172 del 04 10 2017, pubblicata il 06: VEDI). Viene richiamato in questa delibera un provvedimento del 27 02 2010 (sempre gestione Cereda), relativo a (testuale):

progetto esecutivo relativo ai lavori urgenti di completamento presso il  campo Sinti finanziato interamente dalla Prefettura di Milano

Provvedimento che, dice la delibera (con un salto logico che ci sembra confuso), a seguito del finanziamento viene assunto in gestione dal Provveditorato Opere Pubbliche, con la denominazione  modificata in: “Lavori urgenti di completamento presso il Campo Sinti in Comune di Buccinasco – realizzazione Ciclofficina”.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

7 Commenti


SINTI E ENEL a Buccinasco:paghiamo tutto noi? vogliamo la verità

Per occasioni di lavoro ci è capitato di avere a che fare con un tecnico dell’ENEL che ci ha descritto ciò che è a sua conoscenza relativamente a Buccinasco nel rapporto e consumo di energia elettrica che riguarda il campo sinti posto nella rotonda di via Lavoratori. Riferiamo quanto abbiamo appreso, avvertendo che non siamo in grado di riscontrare le notizie.

Cominciamo con il rapporto economico di fatto (non sappiamo se supportato da un contratto): dell’energia prelevata ai contatori (si tratta di cifre non trascurabili: soprattutto d’inverno il riscaldamento è elettrico), il 50% viene supportato dal comune, l’altra metà dovrebbero pagarla gli utenti Sinti. In base a quale disposizione emanata dall’amministrazione? Non è dato sapere, ma ci viene descritto, e ribadito, che questa è la situazione.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

3 Commenti


Residenti aggiornati e manovre elettorali (o forse no?)

Torniamo a qualche annetto addietro, sulla questione dei sinti, ad un articolo di Città Ideale che affronta la quetione e le residenze di costoro in un luogo che è illegale, in una quantità di iscritti che è dubbia, in condizioni altrettanto dubbie di residenti (perché tasferitisi in altro luogo) ma non presenti,  che tuttavia a loro è riconosciuto il diritto di voto (VEDI 12 Dicembre 2014).

Fra i commenti d’allora uno di particolare interesse di Andrea Dalseno che tratta le normative la riguardo. La questione ce la fa tornare in mente una delibera di Giunta del 19, ma pubblicata il 21, a ridosso del convocato Consiglio Comunale per il 26, che rende difficile ai Consiglieri lo svolgimento della loro funzione di controllo, mancando i tempi.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Profughi, migranti e Sinti? Il sindaco propone un cambio al Prefetto

Il 27 Settembre a inizio Consiglio il sindaco fa dichiarazioni, come sua facoltà. Prendiamo in considerazione la più corposa e consistente, anche per gli effetti  sulla nostra Buccinasco: una, come dire?, relazione, o meglio  interpretazione del sindaco e della sua partecipazione, nello stesso giorno 27 ad un incontro presso la Prefettura di Milano, che ha come argomento l’emergenza dei clandestini.

Clandestini, che significa stranieri in Italia senza permessi, una volta chiamati sans papier; clandestini (appunto come una nota canzoncina Sud americana), elevati al termine generico di migranti. Migranti non è un sinonimo, ma un uso distorto dell’italiano. Anche noi abbiamo avuto migranti, dal settecento in poi, in Europa, a guadagnarsi il lavoro, a fare impresa, esuli perché patrioti (nell’Ottocento), antifascisti (il secolo scorso).

I clandestini sono altra cosa; ancora peggio se si definiscono profughi:

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

3 Commenti


Sinti a Buccinasco. Ci troviamo di fronte a un buco nero?

Una storiaccia la gestione degli italiani senza residenza stabile, accolti a Buccinasco. Ricordiamo che nelle liste elettorali ultime (2012), gli aventi diritto al voto (cittadinanza italian, maggiore età e assenza di condanne che prevedono l’esclusione dei diritti civili), risultano 52. Quanti siano effettivamente abitanti nel luogo di via Lavoratori 2, gli effettivi abitanti che comprenda tutti, non è dato sapere.

In pratica è un  ghetto: non è una parolaccia, il termine corrisponde a un’area recintata destinata a una etnia specifica. Gli attuali pro tempore hanno per molto tempo cercato di sostenere la realizzazione della medesima struttura su case  in muratura. Motivata da ragioni sociali la richiesta di allargamento entro il parco Sud della costruibilità ha questo senso; no casualmente l’area è stata definita quartiere Terradeo. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

3 Commenti


Buccinasco e nomadi: ci sono i sinti e… gli altri. Due pesi e due misure?

I lettori conoscono che a Buccinasco vi sono due insediamenti di Cittadini senza fissa dimora. Il campo Sinti in via Lavoratori, nel Parco Sud, in luogo illegale (dichiarato dallo stesso sindaco): cui forniamo energia, strutture, contributi vari, l’assistenza di Apertamente e quanto altro. Un consesso che si compone di più di qualcuno dai precedenti non commendevoli…

Vi è poi un insediamento in area  pubblica in via Pacinotti, giostrai che vengono dall’Alto Adige (o dal Trentino). Hanno gestito per decenni le estati con giostre e quant’altro. Quindi si sono insediati lì dove sono ora. Il nostro sindaco, con un moto dell’animo generoso e comprensivo riconosce a tutti la residenza di Buccinasco. Questa volta non nel Parco Sud, ma in uno slargo pubblico in una zona industriale in fondo a via Vivaldi. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

11 Commenti


Gestione, eventi e trasparenza: Sinti e la polvere sotto il tappeto

Andando a vedere il sito istituzionale  oppure Buccinasco Informazioni, sembra di vivere nel “Paese dei Balocchi” di memoria scolastica. Un evento via l ‘altro, a illuminare le autoesaltazioni di iniziative che sono e restano un evento fine a se stesso. Riguardano la gestione solo per la componente del costo che si portano dietro. Il fare, il gestire, intervenire dove necessario (strade, scuole, illuminazione, marciapiedi, piste ciclabili, la sicurezza, il fare impresa, il lavoro, ecc.)  sono marginalizzate se non tenute fuori.

Poi emergono eventi che ci riguardano da vicino, su cui la Comunità è dovere che venga informata, con tutti i chiarimenti del caso. Purtroppo la selezione degli argomenti non la fa l’incaricata dell’Ufficio Stampa, ma sindaco e suo vice. Le questioni che possono dare un minimo di ombra, oppure che non generano ritorni di immagine e consenso, queste non devono passare. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

6 Commenti


Legalità a corrente alternata: proteggendo i sinti

Il nostro Sindaco viene sovente citato nelle sue frasi “storiche” nei comunicati dell’ufficio stampa pubblicati sul sito del Comune. Fra l’altro i lettori ricordano per caso,  una volta, di aver mai letto il pensiero di un rappresentante della minoranza? della società civile? Non esiste neppure in ipotesi entro questa concezione sovietica della gestione politica: democrazia trasformata in dittatura dei PD, dei “progressisti”, moderna interpretazione della leninista dittatura del proletariato.

Veniamo a cose più lievi, ma non dimentichiamo, cari lettori, la concezione dittatoriale di questa amministrazione, che si avvale della legge maggioritaria (con il supporto del Consigliere UDC, bene ricordarglielo). I quote (le dichiarazioni virgolettate) del sindaco sono frequentemente approssimative in modo interessato, come ad esempio la frottola delle tre croci, di cui ci siamo occupati qualche giorno fa: Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Centomila euro per la sicurezza finiti in una ciclofficina (vuota)!

Ovunque si metta mano e si rifletta sulle decisioni di chi amministra Buccinasco, ogni volta, si trovano soldi spesi male.  Utilizzo distorto, scarsa o nulla efficacia nella spesa. Il tutto condito con l’irresponsabilità di un procedere (Nessuno che risponda). Questo esempio sembra un’allucinazione: lo andremo a descrivere passaggio per passaggio. Le disposizioni che richiamiamo, si possono rintracciare tutte nell’Albo Pretorio. La faccenda ha questa sequenza:

(Governo Berlusconi) 2008 legge 133/08 art 68 comma 18. “Per l’anno 2009 è istituito nello stato di previsione del Ministero dell’interno un apposito fondo, con una dotazione di 100 milioni di euro, per la realizzazione, sulla base di apposite convenzioni tra il Ministero dell’interno ed i comuni interessati, delle iniziative urgenti occorrenti per il potenziamento della sicurezza urbana e la tutela dell’ordine pubblico” Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

6 Commenti


Giorno della Memoria e i sinti: Città Ideale (e Buccinasco) non ci sta

Non ci stiamo no, a questa presa in giro, con un uso strumentale di un evento fra i più tragici dell’era moderna intercorso per un ventennio in Europa, sviluppatosi in Germania e proseguito, in seguito perseguito in Italia. La storia, soprattutto la memoria di questa tragedia dell’uomo, non si può usare per polemiche di bottega.

Ancora meno nel corso di una ricorrenza che dovrebbe far riflettere sul modo tragico di affrontare la diversità entro gli umani; soprattutto e su tutto sulla conseguenza di un portato culturale escludente che ha tracciato l’Europa nei confronti del popolo ebraico. Ciò che qui viene combinato non è storia: così non si informa, non si chiarisce, non si indirizza verso i valori non razzisti. Anzi si crea superficiale confusione. Interessata!

Questa Memoria a Buccinasco non assolve i nostri pro tempore sui sinti senza fissa dimora: cui hanno assegnato la residenza, per cui hanno impiegato somme considerevoli in una quindicina d’anni.  Noi italiani non abbiamo responsabilità, o  colpe verso i sinti italiani, che in Italia non sono stati oggetto di persecuzione. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Sinti: situazione illegale conosciuta, protratta, nulla facendo

Ci sono pervenuti nel tempo,  qui a Città Ideale, documenti che riguardano l’area assegnata al campo sinti, con conseguenti situazioni e criticità.  Fra le numerose ci soffermeremo alle più recenti tra quelle nella nostra disponibilità. Perché farle conoscere? Intanto perché i Cittadini devono conoscere le questioni della nostra Comunità: è un diritto.

Sono i Cittadini che in definitiva sono chiamati a decidere. Sono loro che pagano: la delega agli amministratori locali non è una rinuncia, ma l’incarico a gestire nel rispetto della volontà popolare. Di fronte a questioni di rilievo, certamente quella del campo sinti lo è. Chi amministra deve decidere informando: deve informare, coinvolgendoli i Cittadini. Se del caso anche consultandoli. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

2 Commenti


Sindaco, sinti, case mobili e codice penale

Dobbiamo una spiegazione ai lettori, dovendo ritornare su questioni che coinvolgono i sinti. Succede frequentemente e, diciamo, ciò può far comodo a chi non si trova d’accordo con Città Ideale, per sbrigativamente accusarci di razzismo, insensibilità, l’essere prevenuti verso Cittadini deboli, poveri, senza difese.

Chi ci segue da tempo confidiamo che abbia già chiara la posizione di Città Ideale, che riteniamo utile ripetere, per sciogliere ogni dubbio al riguardo. I Cittadini italiani sono tutti eguali nei diritti e nei doveri: sinti  compresi ovviamente. I sinti sono etnia mobile per definizione; non amano case stabili e per millenni si sono spostati secondo le stagioni, gli eventi, l’attività da fare. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

15 Commenti


Le case mobili per i sinti: il sindaco fa il tonto?

Su proposta di Città Ideale, Coalizione Civica ha presentato interpellanza al sindaco perché ci facesse sapere lo stato della situazione e soprattutto se vi fosse attenzione sulle case mobili acquistate dal Comune e in proprietà della Comunità: se rimanessero in luogo e se ne controllasse lo stato (VEDI l’articolo con l’interpellanza).

Il sindaco ha fatto pervenire la risposta (VEDI) all’ultimo secondo e in Consiglio non se ne è parlato. La minoranza non ha inteso (non ha fatto in tempo) chiedere spiegazioni e porre le questioni che sorgono, che sono diverse e importanti. Proviamo a porle noi, intanto: ci farà sapere? Crediamo di no perché l’imbarazzo è evidente. Nel merito: il sindaco certifica che, tranne una  dai pagamenti regolari (ma lo verifichiamo noi, lui non lo dice),  le altre 5 non sono pagate regolarmente.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

7 Commenti


Sinti a Buccinasco, Apertamente e legalità da ripristinare

Le iniziative di Città Ideale, la proposta di denuncia che ha raccolto firme numerose  da parte del M5S di Buccinasco, è logico e umano, stanno provocando comportamenti reattivi da parte della compagine Maiorano & Co. che per la bisogna si serve dell’associazione Apertamente (questa è la nostra lettura dei comportamenti). A fine Agosto è uscita una comunicazione pubblicizzata su fb, immediatamente rimbalzata sul Pd Buccinasco,  ed inviata anche a Città Ideale, pubblicata nei commenti.

Non staremo a fare una analisi di contenuto; dobbiamo solo riprendere  una affermazione che ci riguarda, perché Città Ideale esce con un articolo che commenta la decisione della regione Emilia di non erogare più supporti per l’assistenza ai nomadi (VEDI). In questo contesto riportiamo la frase: Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

19 Commenti


Agosto a Buccinasco: istruzioni per creare le emergenze

Ci vorrebbe davvero un manualetto ben fatto, ordinato per argomenti, con le criticità che quotidianamente si sviluppano nel municipio;  in particolare ciò che le origina. Un libretto di istruzioni su cosa non fare se si vogliono evitare problemi, presunte irregolarità, interventi  di GDF o CC, chiamate per dare spiegazioni, ecc. A Buccinasco se ne sente la mancanza. Dovrebbero studiarlo a memoria coloro che si candidano per amministrare.

Così proprio non si può andare avanti: ogni giorno una. Quando non sono due. Parliamo dell’ambiente sinti: il ghetto di residenti chiusi nel quale ciò che avviene all’interno, le loro regole, le “discussioni” e i giudici, sono tutti in casa. Ci dicono che una “signora” che abita in una roulotte con i figli, per questi ultimi che mettono su famiglia, si trova ad essere di troppo e i figli la mettono fuori. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

19 Commenti



SetPageWidth