Articoli marcati con tag ‘Rozzano’

Rozzano e Buccinasco: il disastro ha qualcosa di Comune

La vicenda API Rozzano di cui ci siamo già più volte occupati, sembra giunta (di nuovo) alla svolta traumatica di un fallimento.  Doveva già succedere agl’inizi del 2015: un progetto rivelatosi strampalato di rete riscaldamento, finanziato da MPS, che poi si è coperta con contratti swap a interessi robusti, si aggiunge a mancati versamenti ai dipendenti, che promuovono l’istanza di fallimento. Ferma da tre anni, con un cambio di tre liquidatori, che hanno lasciato.

Ne abbiamo parlato all’epoca (VEDI, VEDI). Ne parliamo ora perché a Rozzano siamo a un’ulteriore svolta traumatica. Nei due anni trascorsi i diversi tentativi di trovare una soluzione non hanno avuto successo. La situazione si è trascinata fino al possibile, senza risultati. La condizione di MPS non può in questo periodo trovare appoggi più o meno politici. Si è rifiutata di accettare una proposta di concordato preventivo (VEDI).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento


Democrazia e divisione dei poteri: ma non per il PD, a quanto pare

Non parleremo di Buccinasco, oggi. Tratteremo di una vicenda che mette a confronto due città, entrambe storicamente amministrate dall’allora PCI, quindi PDS e ora PD. Stiamo parlando di Rozzano e Livorno. Una città dell’hinterland con 50mila abitanti; un capoluogo toscano con 160mila. Le differenze sono sensibili, ma entrambe sono unite da una vicenda che andremo a riepilogare.

Rozzano nella gestione trascorsa mette in atto una scelta “imprenditoriale” di stile sovietico. Trasferisce a una società monopolistica la gestione di tutti i servizi e la realizzazione del teleriscaldamento. Investimenti di diverse decine di miliardi, definiamoli non prudenti (si potrebbe dire sballati) che generano un buco sui 30 o 40 milioni almeno entro le società controllate dal comune. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

11 Commenti


Rozzano: aziende pubbliche e ricadute per i Cittadini

A Buccinasco abbiamo la nostra azienda a controllo comunale (ASB) che ora limita la sua attività alla gestione farmacia; il comune ha investito per crearne altre. Ora una seconda deve partire. Per una valutazione corretta dell’investimento effettuato (circa 1milione) assunto finora dal comune, si vedrà fra un anno o due. I conti ASB sono in ordine, finora.

Si ricordi comunque che, una controllata 100% totalmente interna ai conti del comune, dovrebbe obbligare  il bilancio consolidato, che annulla le partite fra le parti(se la controllante non fosse un ente pubblico). Ciò non avviene e, può portare a situazioni gravemente distorte del bilancio dei comuni.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

2 Commenti



SetPageWidth