Articoli marcati con tag ‘Rossi Ernesto’

Sinti e Buccinasco: cosa è pro e cosa manca

Questo il commento che ci ha inviato Apertamente in commento al nostro precedente articolo.Per il suo contenuto di ampio spettro riteniamo di lasciarlo integro, perché ciascuno possa valutare oggettivamente la situazione. I commenti circa il contenuto seguiranno, perché per qualcosa che viene detto, non poco rimane da chiarire riguardo al che fare. Buona lettura

APERTAMENTE SPIEGA IL SUO AGIRE E CERCA DI MOTIVARE

Queste future donne e uomini SINTI, generazione dopo generazione ci stanno dimostrando quanto valgono e la loro voglia di emergere dalla situazione in cui sono venuti a trovare. Le condizioni in cui non per loro scelta si trovano a vivere: in un accampamento di venti famiglie per 360 giorni all’anno, in situazione di promiscuità, in presenza di perenni tensioni interne ed esterne al quartiere. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

Nessun Commento


I Sinti, i costi e il processo di integrazione

Riceviamo da Apertamente e pubblichiamo. La situazione che viene descritta è più complessa di quanto appare da ciò che  deriva dalle posizioni assunte da Enel Sole S.p.A.  Non ci sembra chiaro un certo qual risentimento perché Città Ideale tratta il tema di quanto i Sinti  pesino sulle casse della Comunità. Il civismo non manca a Città Ideale, ma anche il senso civico: devono averlo tutti, amministratori e Comunità Sinti compresa.

 

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

12 Commenti


ApertaMente scrive a Città Ideale e spiega…

Naturalmente Città Ideale non ha alcun pregiudizio verso l’associazione ApertaMente. Come tutte le associazioni svolge attività non solo legittime ma spesso lodevoli. Attività che attestano il civismo e la sensibilità sociale così diffusa nella nostra Buccinasco. Il tema quindi non è questo, e del resto il commento che firmano i due principali esponenti  della associazione del resto lo riconosce.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

4 Commenti


DEMOCRAZIA IN CRISI: Ernesto Rossi ne parlava settantanni fa

Parleremo ancora di questo caparbio ma grande italiano; ateo convinto oltre ogni limite. Un decennio di carcere e confino nel ventennio fascista. In relazioni con Salvemini, Luigi Einaudi e molti altri di Giustizia e Libertà di cui fu fondatore. Poi con Parri fondatore del Partito d’Azione. Di Parri fu ministro nel primo governo dopo la liberazione. Quanto abbia pesato sulla mia formazione giovanile non so ora dire, ma certamente è stato di grande importanza. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , , , , ,

Nessun Commento



SetPageWidth