Articoli marcati con tag ‘Mercuri Simone’

Buccinasco e riqualificazione: PGT o ci limitiamo al recupero giardini degradati?

Lo stesso giorno la maggioranza che governa Buccinasco, su un tema appena deciso da far conoscere, sul quale viene convocata un’assemblea pubblica per discuterlo con la cittadinanza, esce con due comunicati, dal sapore non proprio identico, anzi diverso.

Il primo che troviamo è un rticolo de ilgiorno nel quale il sindaco si fa fotografare (lui non manca mai) con la Presidente del Consiglio Comunale (numero due della lista del sindaco), con l’Assessore all’urbanistica Guastamacchia (VEDI).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Consiglio, vicepresidente di maggioranza: dissidi silenti

Avevamo raccontato del Consiglio di Ottobre nel quale la maggioranza doveva eleggere il proprio vicesindaco dopo le improvvise dimissioni di Pansini. Sul tema la maggioranza non fece alcuna comunicazione, nessun dibattito. Certamente incontri devono essere avvenuti. Si tratta di un incarico formale, più un riconoscimento dell’esperienza ed equilibrio; una indicazione del tipo: se domani dovessimo designare un nostro presidente del Consiglio comunale, questo potrebbe essere il nostro candidato.

Viene indicato il punto all’odg, il Consigliere oggi presidente non fornisce spiegazioni, dei capogruppo della maggioranza nessuno ha dichiarazioni da fare.  In silenzio si va ai voti (vota la sola maggioranza presente, trattandosi del loro vicepresidente); escono ) voti per Arceri, dell’UDC, due voti a altrettanti consiglieri del PD, dispersi . Non c’è la maggioranza assoluta, viene meno la nomina, bisogna ripetere. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

31 Commenti


I giovani: impegno sociale e la politica oggi

Ci motiva sull’argomento una lettera di auto-presentazione del più giovane consigliere (PD)  di Buccinasco, entrato per sostituirne altro, divenuto assessore. Un Consigliere a 24 anni! Oggi quasi un miracolo; ben diverse le condizioni mezzo secolo fa, quando la vita lavorativa iniziava dopo le medie inferiori o addirittura prima.  Al di là dell’anagrafe che oggi rende adulto il 18enne, mentre allora la maggiore età era compiuta a 21 anni.

Riflessioni che paiono esterne al tema: gioventù e impegno sociale; a ben penarci non è proprio fuori tema. Intanto: non si nota la contraddizione sociale fra una giovane età anticipata e una maturità ed autonomia sostanziale che continua a protrarsi, sempre più spesso vicino i trenta (ed oltre): nell’uomo come nella donna. Nell’anteguerra un terzo dei matrimoni vedevano sposa una giovane ancora teenager, sotto i vent’anni.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

11 Commenti



SetPageWidth