Articoli marcati con tag ‘Liberazione’

Liberazione – Quarantacinque di Pier Paolo Pasolini

Quaranta cinque

Trascinando i piedi nella polvere  -   ciechi di stanchezza,

vanno via i Tedeschi,                     -   pecore nella nebbia.

Vanno tra le macerie                      -   tra le acacie bagnate,

Trascinando i fucili nel fango,          -   per le strade più nascoste.

Sul borgo una campana               -   batte il Mattutino,

E i giorni ritornano                 -   com’era prima.

Sui borghi le campane       -   suonano a festa,

Per le corti ben spazzate,     -   per la fresca campagna,

Dove sciami di bambine,       -   con la treccia che gli luce,

Per gallerie di venchi,     -   vanno allegre alla messa.

E dietro i ragazzetti,       -   appena confessati,

Coi calzettoni bianchi,     -   e i biondi capi ben tosati.

Lunedì, Lunedì di Pasqua  !   -   quando corrono ridendo

I più bei giovincelli         -   sul ponte del Tagliamento,

Con le loro biciclette       -   e le magliette bianche,

Sotto i blusoni inglesi,     -   che sanno di arance!

Un poco ubriachi cantano,     -   alla mattina presto,

E sulle loro sciarpette       –   gli gela il fiato la bora,

Giù per Codroipo, Casale     -   per le praterie

Piene di posteggi         -   e di compagnie,

Di gente che gioca, grida,     -   tutt’intorno alla pianale,

Dentro i fiammanti spacci   -   del primo ballo dell’anno.

Il Signore ci ha vestiti     -   di allegria e di pietà,

una corona di amore       -   ha messo sul nostro capo.

Il Signore ha voluto       -   abbassare rupi e monti,

Colmare le vallate,         -   fare eguale tutto il mondo,

Perché il suo popolo       -   contento cammini

Per la quieta terra,     -   del suo quieto destino.

Il Signore lo sapeva       -   che nel nostro cuore,

Dietro il nostro scuro,                        -   c’era il Suo splendore.

VIVA LA LIBERAZIONE

VIVA L’ITALIA

nb: la visione distorta della Liberazione ci fa ritenere obbligato, cosa dovuta, riproporre questa poesia di Pier Paolo Pasolini. Nel 1945, con il fratello Guido da poco ucciso dai partigiani “rossi”. Illustra il senso di pieno recupero per tutti, perfino per i vinti tedeschi che se ne vanno, della vita civile e libera: parla di Liberazione, non di Resistenza….

Tag: , ,

18 Commenti


Maiorano e il 25 Aprile: la divisione fatta sistema. Finché dovremo far finta?

La Repubblica nata dalla Resistenza… una delle frasi simbolo, forse quella più simbolica, che nella Repubblica vede il compiersi di un nobile  risultato della guerra partigiana. Ecc. Insomma siamo all’icona nobile di un Paese salvato dai partigiani, dalla Resistenza.

Nobile ricostruzione tentativo di ridare dignità al paese distrutto. Annullato dalla disgraziatissima guerra dichiara a ridosso della Francia occupata, un maramaldata.  Parigi evacuata dal governo in quel tragico 10 Giugno 1940. Decisione conclusasi col fallimento.  Tutti coloro in cui si identificava la Nazione e lo Stato, che avevano il dovere di rappresentare il Paese, gli italiani. Tutti, proprio tutti: falliti. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

1 Commento


La Liberazione in casa Pasolini – parte seconda

Guido Pasolini, partigiano con il nome “Ermes”,  ormai i lettori lo avranno capito, rientra fra i 17 partigiani delle Brigate verdi Osoppo, giustiziati dai partigiani della Garibaldi Natisone, anzi dai Gappisti (Gruppi di Azione Partigiana), equiparabili a nuclei scelti per le operazioni più rischiose. La sua storia personale va raccontata, per il Venticinque Aprile, per capire da cosa l’Italia  si è liberata. Per avere il senso della Liberazione percepito dal fratello Pier Paolo. Ecco una cronaca (derivata dai processi successivi): Ermes, Guido Pasolini …

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , , ,

Nessun Commento


il 25 Aprile e sussidiario.net : Chi sgombrerà le macerie?

Il sussidiario.net è un giornale che si può definire di area prossima al mondo cielle.  Nel sito si definisce quotidiano di informazione che fa riferimento alla “Fondazione per la Sussidiarietà”.   Ovvio che sia attento alle tematiche legate al mondo delle attività che alla sussidiarietà fanno riferimento, che fra queste sia importante  la scuola pubblica (sottolineo pubblica), che svolge servizio Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

Nessun Commento


Parliamo del Venticinque Aprile: una data che unisce (che non deve dividere)

Il nostro paese nel secondo  dopoguerra ha avuto pochi statisti degni del termine. Un atto che viene alla mente e che ogni tanto ritorna  è un provvedimento Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

3 Commenti



SetPageWidth