Articoli marcati con tag ‘Gattopardo’

Disperati dall’Africa: chi ci guadagna?

“Mare Nostrum”: alle strutture militari italiane è rimasta una modalità comunicativa, iniziata nel ventennio e proseguita negli anni delle guerra fredda. Utilizzare la nostra lingua storica: il latino. Allora Mussolini si proponeva di ricordare ad un paese di contadini ancora analfabeti al 40% quanto fosse rilevante il nostro passato romano. Oggi gli scopi non sono più questi, tutto è cambiato. L’impiego di motti latini però prosegue.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

10 Commenti


Renzi: il futuro suo e del Paese, dei nostri giovani, dei nostri figli

Intanto qui in Città Ideale ci sforziamo di considerare Renzi una possibile carta risolutiva perché il Paese riprenda equilibrio e riparta. Sarà difficilissimo, ha solo uno spiraglio stretto per passare. Ha anche aspetti del suo agire che sono critici, che portano dubbi sul suo comportamento. Ma è l’uomo che oggi ha la responsabilità e dice le cose da fare. Finora non le ha fatte: adesso è alla prova. Se passa bene. Se no se ne vada il prima possibile.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento


Debito pubblico Italia: destinati a soccombere?

Oggi siamo a 2.100miliardi di euro. DUEMILACENTOMILIARDI, basta vedere il contatore qui sopra, che prendiamo in prestito da IBL (la scuola di liberismo italiana Istituto Bruno Leoni). Da questa situazione partiamo per vedere cosa succede nei prossimi anni in base al DEF appena pubblicato dal governo Renzi (VEDI un malloppo di 150 pagine con tante parole e qualche tabella).

Il documento programmatico di economia e finanza espone il processo e gli intendimenti fino al 2018 (sono 5 anni pieni). Il PIL (il fatturato paese, in forma semplificata) in cinque anni aumenta del 6,5% circa (diciamo di 80 miliardi). Il nostro debito pubblico non si riduce in termini quantitativi, ma solo di qualche briciola in rapporto al PIL. Il debito rimane tutto lì.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti



SetPageWidth