Non vendete il futuro dei vostri figli per un tozzo di pane oggi.

Anti riciclaggio a Buccinasco: facciamolo sapere a tutti che non siamo in grado di farci nulla

È appena terminato il mese dell’antimafia con Sindaco e Assessore che all’antimafia è dedicato) sugli spalti delle barricate. Dichiarazioni in Consiglio da conducator col mento sollevato a 45 gradi rispetto alla posizione naturale, con un Consigliere pronto a proporre l’adesione di tutto il Consiglio. La convocazione della Giunta in casa d’altri pur di fare ammuina su una questione civile di diritto condominiale, ecc.

Nel frattempo la Giunta approva il Piano triennale di Prevenzione della Corruzione. I giornali locali mobilitati, con tanto di foto del boss, ecc. La descrizione di un agire indomito: con questi l’anti-stato non ha spazio. Tranne per il contrasto al riciclaggio. Non lo diciamo noi ma lo stesso Piano Anticorruzione appena approvato. Riportiamo ciò che descrive il documento (pag 5, punto primo: esame del contesto esterno). Leggi il resto di questo articolo »

Lascia un Commento


Lavoro nero. Fatta la legge se ne fa pubblicità. Poi tutto procede come prima

Questa faccenda torna curiosa a Buccinasco Città Ideale, perché a sollevare la questione  siamo stati  noi  a metà Novembre (VEDI). un mese dopo veniva approvata in commissione una proposta giacente in parlamento  da anni, diventata legge sotto elezioni. Però, le norme applicative sono subordinate a un’intesa fra i soggetti  (sindacati,  Confindustria, banche e poste) sulle procedure da attuare.

Finora non se n’è fatto nulla e chissà ancora quanto tempo trascorrerà. Il sistema romano è fatto  così: organizzato perché le leggi scomode all’uno o l’altro dei  soggetti partitici , si fa in modo che non entrino in funzione.  Ce ne informa un articolo puntuale e ben descritto  (VEDI) che riteniamo opportuno riprendere. Terremo sotto controllo l’evoluzione e ne informeremo i lettori.

False buste paga, da luglio stop agli stipendi in contanti

Lo stipendio arriverà solo attraverso le banche, per avere tracciabilità dei flussi. Manca però la convenzione, che doveva esser scritta entro la fine di marzo, tra governo, banche, Confindustria e sindacati per pubblicizzare la normativa

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Lascia un Commento


Palestina è Israele? Percorso incompiuto, da risolvere

Siamo abituati a considerare il territorio che storicamente è stato chiamato Palestina (lo storico greco Erodoto nel quinto secolo A.C.), all’incirca come da noi inteso, l’area a Ovest del Giordano dal Libano all’Egitto. Per gli ebrei, in quel passato, l’equivalente di Palestina corrispondeva al Sud dell’attuale Israele, mentre la Bibbia, vede Eretz Yisrael, la terra d’Israele nella parte superiore.

Questa è storia (cui si richiamano i contendenti odierni). Israele come patria per gli ebrei è spuntata nel corso della prima guerra mondiale la dichiarazione del ministro degli esteri inglese Artur Balfour al banchiere Rothschild nella quale  riconosce la possibilità di un’area nella quale gli ebrei dispersi in altri stati potessero qui trovare una Comunità (non uno stato propriamente detto). Eravamo nell’epoca del colonialismo delle cannoniere….

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Lascia un Commento


Globalizzazione in crisi? Certo, in Occidente ma non solo

Da qualche mese, diciamo pure dalla gestione Trump, per semplificare: giornalisti specializzati, economisti diversi , insomma il mondo dei media, sta suonando un piffero: la globalizzazione è in crisi e bisogna correggere. O addirittura tornare indietro. Un movimento così rivoluzionario come la globalizzazione, in mezzo secolo sviluppatosi al galoppo, diciamo dopo la caduta del muro di Berlino, è un miracolo senza precedenti che sia avvenuto senza guerre.

Un evento che riguarda tutto il globo, tutti i paesi in tutti i continenti, è impossibile senza che nel suo percorso non richieda aggiustamenti. Che nel procedere si presentino esigenze di correzione è inevitabile; obbligato. Quindi ben venga un ripensamento circa una serie di aspetti, ma anche, in particolare,  circa  i tempi  di avanzamento.

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento


M5S e l’economia pubblica: si comincia ed è bene prestare attenzione

Succede che il candidato in pectore (come un cardinale, dato il ruolo atteso) per il MEF, ministero economia e finanza per il M5S. professor Andrea Roventini, docente alla normale di Pisa, pubblica sul blog (VEDI) un piano d’azione chiarissimo e determinato su un tema economico di grande, enorme rilievo. L’aspetto relativo ai nominati nelle aziende pubbliche.

Si tratta di 60 aziende che cubano 120miliardi di fatturato; come dice l’economista (di area Keynesiana viene qualificato, il che non entusiasma, nel terzo millennio). Chissà se l’economista si rende conto di star trattando del nocciolo (le noyau dur, in francese) dell’intrico di potere reale che sta sopra, di fianco, e tutto comprende del potere reale: l’occupazione dello Stato divenuto cosa loro.

Non si dovrà avere paura di riconfermare i manager che hanno ben operato e di congedare quelli che hanno deluso. Tutto ciò dovrà avvenire nella massima trasparenza, evitando logiche politiche spartitorie che possano promuovere manager appartenenti a circoli di potere, che affondano le radici nella Prima e Seconda Repubblica, e cercano di riciclarsi anche oggi, o fornire una comoda poltrona agli amici degli amici, o un buen retiro per i soggetti (es. capi di gabinetto, consiglieri di stato, direttori generali, etc.) non più graditi e privi delle competenze necessarie.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

11 Commenti


Welfare e Workfare: in Italia le idee non sono chiare. Per niente

Il termine abbinato viene da una tendenza crescente nell’Occidente sviluppato a spostare le risorse dal classico welfar state (di natura puramente assistenziale, come il reddito di cittadinanza) alle politiche work fare state, alternativo all’assistenza, finalizzato ad evitare gli effetti disincentivanti sull’offerta di lavoro che il welfare ha prodotto. In pratica collega il trattamento welfare allo svolgimento di un lavoro.

L’attenzione dal welfare state al workfare si propone di ottimizzare le risorse destinate alle fasce marginali che rifiutano o tendono a rifiutare il lavoro, spostando l’investimento pubblico verso un’attività lavorativa. Paesi in cui l’offerta di lavoro c’è ma fatica a trovare personale, paesi insomma che sono a un livello di disoccupazione residuale, alla piena occupazione  quasi. L’Italia ha il problema, perché fasce di popolazione vivono di attività assistenziale, incoraggiate anche da proposte politiche rivolte al futuro ed oggi sostanzialmente non praticabili.

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento


Anticorruzione e riciclaggio: la politica ha trovato la soluzione….

Dobbiamo scusarci con i nostri lettori, perché questa riflessione ci fa venire alla mente una delle frasi attribuite al compianto Andreotti: “a pensar male si fa peccato, però spesso ci s’indovina”.  Riepiloghiamo un poco:  a fine anno scorso viene approvata in via definitiva la legge che istituisce il whistleblowing (la denuncia anonima): la possibilità per dipendente o Cittadino che ha rapporti con la P.A. di inoltrare denuncia anonima.

Negli USA la denuncia anonima è legge da 150 anni! non solo. Ma chi inoltra denuncia e fa recuperare soldi all’amministrazione, oltre all’anonimato, ha diritto a una percentuale consistente. Da noi èdiventata legge su proposta di un deputato M5S, presentata nel 2013…: Francesca Businarolo, che ci piace ricordare di nuovo (VEDI qui l’articolo 17 11 2017).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Lascia un Commento


L’amianto che è in giro per Buccinasco è cosa seria: si deve intervenire

…riteniamo che solo un’azione coordinata e professionale possa facilitare la bonifica degli edifici dalla presenza di amianto oltre che evitare facili allarmismi e disinformazione.
….per quanto riguarda i privati, abbiamo una mappatura completa: peraltro a norma di legge è stata inviata la comunicazione dell’obbligo laddove sia necessario intervenire”

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Lascia un Commento


Democrazia del terzo millennio: l’esempio svizzero di democrazia diretta

Sembra un paradosso il titolo di una riflessione di Carlo Lottieri su iltempo, ripresa da IBL (VEDI). La riflessione invece porta a considerare in modo critico, nel terzo millennio, lo stato nazionale centralistico. In particolare riguardo al concetto del vivere democratico, a tutte le criticità, gl’intoppi l’incapacità di rappresentare e fare da stanza di compensazione fra le categorie (o le classi, come si può dire).

Fatto sta che, il trascorrere dei secoli, sta portando in auge una centralità del localismo in una struttura statuale leggera, che molto corrisponde al consenso e alla tenuta sociale anche in una fase come quella che sta attrversando l’Occidente. Siamo ai primi passi di un’analisi sulla Democrazia del terzo millennio, ma il pensiero di Carlo Lettieri sembra cogliere nel segno, indica un percorso.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Bilancio a Buccinasco: approvato il Piano Esecutivo di Gestione. Con quel che segue

Primo elemento da rilevare: il P.E.G. quest’anno lo troviamo accompagnato dal Piano delle Performance (in azienda si chiamerebbe budget, insomma gli obiettivi economici, spesa, risultati e quantità di servizi erogate, con un costo unitario e il conseguente obiettivo entro cui rimanere). Quello presentato, che merita una scorsa (VEDI), non è così. Non esistono obiettivi di merito, l’unico cui attenersi è nel bilancio del P.E.G.

La stesura descrittiva ha un impianto predisposto, che si pensa dovrebbe essere compilato per intero. Non è compilata nei suoi componenti numerici, manca un raffronto con gli anni precedenti. Così c’è la riga (che deve essere prevista da qualche obbligo), con tante caselle in bianco; …. lasciate in bianco. È lì da vedere; a chi ha esperienza di amministrazione o di gestione d’impresa, questi vuoti fanno impressione. Che siano stati approvati all’unanimità dalla Giunta, senza alcuna spiegazione, sarà regolare?  Sarebbe scandaloso.

Leggi il resto di questo articolo »

3 Commenti


Il mestiere dell’antimafia politicizzato pensando al consenso: cattivo servizio allo stato di diritto

Pruiti, nostro sindaco grazie all’appoggio datogli da PD (se no, con la sua lista avrebbe avuto forse un Consigliere), pensa di irrobustire la sua immagine facendo ammuina con la provocazione sull’antimafia. Ne abbiamo già parlato (VEDI), continueremo a farlo perché sia chiara l’illogica sua posizione, costruita sulla sabbia, inventandosi eventi e trovando giornali che gli danno spazio (VEDI).

Replichiamo qui e, per quel che serve, invieremo queste considerazioni al giornale su cui le notizie sono apparse:

Rocco Papalia ….  vuole poter utilizzare il cortile della villa di via Nearco, dove vive con la moglie, ma che per metà gli è stata confiscata.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

3 Commenti


Strade, neve, danni, comunicazione: BucciRinasco chiede efficienza

Signori Consiglieri, invio in allegato una comunicazione urgente di Buccirinasco sulla condizione delle strade di Buccinasco.    Data l’urgenza e la mancata convocazione del Consiglio Comunale di Marzo,spero possa servire come esortazione ad agire con tempestività, al fine di provvedere alla risoluzione del problema.    Chiedo Quindi una condivisione da parte di tutti.     Grazie per l’attenzione. Cordialmente. Caterina Romanello

BucciRinasco

AL SINDACO Del Comune di Buccinasco Rino Carmelo Pruiti

All’assessore ai LP, David Arboit

Al Responsabile del Settore, Dott.ssa Rossana Gnasso

Buccinasco 20 Marzo 2018    COMUNICAZIONE URGENTE

Oggetto: stato pericoloso delle strade (anche a seguito dei due giorni di neve trascorsi)

PRESO ATTO CHE

Diverse strade di Buccinasco si trovano oggi in uno stato davvero precario, con numerose e spesso profonde buche lungo il percorso, senza interventi significativi nonostante la crescente condizione di degrado:

CONSIDERATO CHE

La situazione è seria, tale da poter essere causa di mancata tenuta di strada o di improvvise e imprevedibili spostamenti dei mezzi nel tentativo di evitare le buche, con conseguente pericolosità per la circolazione e per le persone;

RILEVATO CHE

Fino ad oggi nessun avviso risulta esposto (o comunque non è stato rilevato da nostre verifiche);

SI RICHIEDE

L’immediato urgente intervento in sequenza, che riguardi:

Ø l’immediata messa in sicurezza nei modi proprio che la Polizia Locale riterrà opportuni, anche escludendo dal transito le aree più pericolose ove necessario;

Ø la sistemazione provvisoria ad effetto immediato provvedendo alla copertura;

Ø la sistemazione definitiva nella modalità più efficace ed efficiente per il ritorno alla normalità:

INOLTRE E IN PARTICOLARE

Tra i percorsi stradali oggi così ammalorati vi sono anche tratti di recente totale o parziale rifacimento del manto stradale, diciamo negli ulti 36 mesi;

Il sindaco e l’amministrazione consideri inoltre doveroso provvedere a un esame sistematico, nello specifico di queste strade, rivolgendosi agli uffici tecnici esterni, mediante carotaggio, granulometria e ogni altra verifica volta ad appurare la perfetta esecuzione dei lavori, all’epoca eseguiti e regolarmente saldati dall’amministrazione pro tempore.

Operazione preliminare ma doverosa e opportuna al fine di richiedere, come senz’altro bandi e capitolati prevedono, il totale e perfetto rifacimento delle opere che l’indagine tecnica dovesse rilevare carenti o difformi da un lavoro eseguito a regola d’arte.

Distinti saluti

BucciRinasco Il Consigliere  Caterina Romanello

Nb Copia della presente interrogazione urgente è inviata a tutti i Gruppi perché possano condividere e comunicare l’adesione alla richiesta, nell’interesse della cittadinanza tutta

3 Commenti


Social Housing a Buccinasco: chi ci andrà ad abitare? Poco o nulla viene detto

Il termine social housing (all’inglese), o come si usa nelle decisioni dei nostri  amministratori. Housing Sociale (né italiano né inglese), sta assumendo un sapore non gradevole, quasi sinistro. Fa nascere preoccupazioni. Subito si pensa cosa mai stanno pensando e decidendo. Il nostro sindaco a cosa sta pensando adesso?

In un anno ha usato questo termine per un’opera residenziale sull’area di via Resistenza (ex seme fiorito), non sappiamo con quanti nuclei potenziali di residenti. Poi non più ripresa ma neppure smentita. Adesso nell’approvazione del bilancio 2018 in versione definitiva (P.E.G.: piano esecutivo di gestione) pubblica in Albo Pretorio altre operazioni che portano la denominazione: progetti di housing sociale. vediamoli:

immobile confiscato sito in via Odessa n. 3: ipotesi di utilizzo per servizi e progetti di housing sociale, in collaborazione con il Settore Servizi alla Persona. Estinto il mutuo, l’Ente dovrà intervenire sulla struttura mediante l’effettuazione dei lavori necessari per modificare le caratteristiche peculiari dell’immobile e adeguarlo alle nuove esigenze (bene utilizzato dal precedente concessionario quale asilo nido), al fine di avviare il procedimento per l’affidamento in concessione. Il servizio affari generali è chiamato a predisporre il nuovo avviso pubblico per la concessione del bene e a curare tutto l’iter successivo per l’aggiudicazione e la stipula del relativo contratto.

Leggi il resto di questo articolo »

Lascia un Commento


Cronaca di gestione fatta nella nebbia: anche pasticciata

Meno male che c’è una legge che regola la pubblicazione delle decisioni della Giunta comunale sull’Albo Pretorio. Sito on line per norma di legge, reso di accesso non proprio facile e semplice, rispetto al suo compito di rendere noto a tutti un fatto, una decisione dei nostri amministratori. Se potessero, i nostri attuali, di certo eviterebbero di render note le discussioni, le divisioni interne.

Veniamo al fatto che abbiamo rilevato. Il giorno 14 (Mercoledì, come d’uso) alle 14.30 si riunisce  la Giunta che approva otto delibere: dalla n.55 alla n.62 compresa. Fra queste anche di complesse e di peso, come il rendiconto di gestione 2017 e il P.E.G. (piano esecutivo di gestione 2018). Prima curiosità certificata negli atti è la verbalizzazione dell’ora: tutto, dalla prima all’ultima, è avvenuto, per tutti gli atti, alle ore 14.30 in punto.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Lascia un Commento


La sagra dell’antimafia o una politica seria di contrasto?

L’Ingegner Caterina Romanello, quale rappresentante in Consiglio del gruppo BucciRinasco ha ricevuto dall’Assessore Antimafia, l’invito a partecipare alle ormai abituali manifestazioni annuali, previste  per Marzo. BucciRinasco non si riconosce in questo modo di affrontare il tema, che ha molto di rituale, ben poco di propositivo. Si sarebbe potuto   Discutendone sulla proposta, il silenzio, lasciando fare, ci è sembrata una risposta insufficiente.

Ecco che abbiamo ritenuto di rende formale e ufficiale il nostro modo di vedere questo tema. Questione che riteniamo seria, tanto seria da dover prendere una posizione netta. Il silenzio rischia di venire indicato come indifferenza o spesso (come capita nella polemica spicciola) una sorta di vicinanza, di possibile connivenza, con ambienti che all’anti-stato di Buccinasco sono vicini. Meglio quindi mettere i puntini sulle “i” per obbligare chi oggi ha il compito di amministrare, a prendere posizioni serie, concrete. Ecco la posizione di BucciRinasco.

BUCCIRINASCO

Risposta ad Invito della Rassegna Culturale Buccinasco contro le mafie del 18 marzo 2018

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

2 Commenti



SetPageWidth