Non vendete il futuro dei vostri figli per un tozzo di pane oggi.

Rileggiamo la storia come ci fa comodo o parliamo di ciò che serve ai Cittadini?

Il mandato Maiorano non passerà alla storia, questo è poco come partenza, ma questo mandato è ciò da cui si dovrebbe partire.  Tutti i candidati sindaci sono impegnati  chiedere il voto dai Cittadini su un programma per il prossimo quinquennio. Qualsiasi programma deve partire dalla situazione esistente: tutti quindi devono partire da qui. Comprese le casacche e le persone in uscita, che intendono riproporsi.

Da questi ultimi sarebbe logico attendersi: l’approvazione di quanto compiuto; l’elenco delle realizzazioni effettuate; la promessa che si proseguirà così. Sarebbe curioso e illogico che infatti, adesso si mettano a promettere che cambierà tutto, senza spiegare perché cambiano. Hanno fatto bene? lo spieghino ai Cittadini, se ne sono convinti e promettano loro che proseguiranno così.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Lascia un Commento


Torniamo sulle spese illogiche di fine mandato: è ora di finirla

Ne abbiamo già parlato dell’impianto di riscaldamento e condizionamento del Municipio. Non abbiamo chiaro il perché di stesura e pubblicazione buplice dei contratti nell’arco di uno o due mesi, con personaggi e progettisti che non sempre sono i medesimi. Ciò che non cambia è l’impianto e soprattutto i costi. La pubblicazione di questi giorni si distingue dalla precedente?

Non andiamo neppure a vedere sul centinaio di pagine cosa è confermato e cosa cambia. Cominciamo col dire che la pubblicazione partecipativa ha un senso se la ripubblicazione rende evidente il cambiamento. Sarebbe bene una stesura sinottica, con l’evidenza grafica o del carattere che distingue: cancellazione, nuova aggiunta e modifica.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Lascia un Commento


Monopolio statale e inefficienza. Il sistema Roma difende i suoi pascoli

Il monopolio statale, come ben sanno i lettori di Città Ideale, genera una gestione autoreferenziale, che si approva da sola, perché vengono a mancare nel mercato fornitori con i quali competere. Inefficienza che non si percepisce chiaramente, perché i bilanci sono sempre in utile, in equilibrio. I costi del servizio o fornitura prestati trovano il loro compenso nei “prezzi amministrati”.

In pratica coloro che sono pro tempore alla gestione dello Stato stabiliscono il “prezzo politicamente equo”, “per sensibilità verso le categorie sociali svantaggiate”. Di fatto i prezzi sono così pilotati e generano sovracosti per le imprese, maggiori oneri per i Cittadini (quasi sempre comprendono anche  “gli svantaggiati”, che però sono un bacino elettorale e vivono in una riserva).

Leggi il resto di questo articolo »

Lascia un Commento


Pruiti candidato PD: i fatti del suo mandato trascorso

L’elenco minuto porterebbe a un lungo articolo che poi stancherebbe i lettori. Scopo nostro è farsi leggere, per trasmettere i concetti di fondo e argomentare con ordine.  Quindi parecchie cosette poste in essere o sostenute dal candidato sindaco (oggi vicesindaco) verranno a galla dai lettori. Probabile che verranno loro in mente e  non ne mancheranno.

Lavori in casa senza il rispetto delle norme: 2012 il signorino è appena eletto che presenta un lavoro nella sua abitazione cui fanno seguito una serie di note dagli uffici e mancati controlli dalla P.L. finché la situazione esplode. Alla fine la questione si conclude con una SANZIONE  che sistema pagando una sanzione (senza iscrizione; così il certificato penale è lindo). Comportamento che per uno che si candida a sindaco rappresenta un serio handicap.

Leggi il resto di questo articolo »

6 Commenti


Pruiti candidato sindaco PD si autocelebra con certificati: e i fatti?

Questo personaggio ha caratteristiche peculiari, che quasi mai lo distinguono nei lati positivi (ammesso che vi siano, il che non è certo). Sta uscendo da una amministrazione di cui è stato il vice, secondo responsabile. Non parla di ciò che ha fatto, di ciò che non ha fatto, di ciò che ha sbagliato, di ciò che è stato positivo nel suo agire.

No! Fa l’elenco delle carte: in un sistema nel quale una montagna, diciamo una collina di situazioni consentono la non iscrizione, oppure la prescrizione (da cui si esce immacolati) per lui importa il certificato penale. Mentre per un candidato sindaco dovrebbero valere e anzi escludere dalla possibilità di concorrere: precedenti (o perfino processi in essere ante sentenza), che riguardano corruzione, concussione, furto, malagestio (pubblica o privata),  ecc.

Leggi il resto di questo articolo »

Lascia un Commento


M4, altro argomento elettorale fatto di fumo. Senza arrosto

Arrivano le elezioni e il sistema dei partiti si muove per ventilare aspettative da “paese dei balocchi”. Far sognare gli elettori, con ipotesi (IPOTESI!) su cui si dà comunicazione. L’obiettivo è la comunicazione, giocando sull’equivoco che si genera fra un incontro propedeutico in ipotesi e la percezione (sperata) di attribuire l’esito concreto dell’ipotesi l al candidato che ne parla.

Qualsiasi progetto che richieda milionate di euro resta un’ipotesi finché non vengono i soldi (le chiamano risorse). Per decenni i nostri pubblici amministratori hanno fatto da pompieri aspiratori di soldi dagli enti che stanno sopra: Provincia, Regione, Ministeri vari, da destinare a opere pubbliche che portano voti. Voti che vengono perché le opere pubbliche portano lavoro, portano strade, portano servizi, portano M4.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Sistema coop e suoi riflessi sul sociale: pesanti criticità. Si deve cambiare

340 licenziamenti di soci lavoratori alla Unieco, che si aggiungono a altri persi man mano. Normale vita di un’impresa, che di coop ha la forma ma non la sostanza. Si tratta di una delle decine e decine, centinaia di coop che fanno parte del sistema Lega coop, Unipol, banchette locali, ecc. avrebbe dovuto far parte del sistema anche una banca nazionale (l’obiettivo BNL è fallito, subentrava MPS, ma questa ha compiuto operazioni poco economiche e molto politiche che l’hanno portata al dissesto, da cui ancora non è fuori).

Un polmone finanziario importante resta Unipol, secondo gruppo assicurativo in Italia, ma non è sufficiente. Così come, sui livelli raggiunti dal sistema coop, si sta rivelando in tutta la sua inefficienza il connubio coop PD. La qualità dei manager è, dovrebbe essere. come quella richiesta al gatto: mangiare topi. Fare il suo mestiere senza condizionamenti; non essere gradito e carezzevole per la segreteria del partito.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Lascia un Commento


Buccinasco più e le elezioni: proviamo a ragionare col buon senso

Argomento che sul piano elettorale è delicato: si tratta di 500 famiglie, un migliaio di elettori potenziali , almeno. Quindi finora i casi sono due; dell’argomento non si parla, ritenuto pericoloso, oppure si conferma la linea dei pro tempore uscenti: sono i Cittadini tutti che devono pagare lo sconcio.

I comportamenti del vicesindaco in uscita e dell’Assessore Baldassare sono palesi, da loro  confermati a ogni pie’ sospinto (l’Assessore oltre tutto in potenziale conflitto di interessi sulle decisioni che riguardano la materia, essendosi ufficialmente dichiarato loro condomino nell’ultima serata pubblica dei pro tempore con i Cittadini). La loro tesi: il Comune è obbligato a intervenire; l’unico responsabile è un’impresa fallita; quindi paga Pantalone (cioè noi).

Leggi il resto di questo articolo »

10 Commenti


Il Comune di Milano o la Città Metropolitana trattano di casa nostra?

A fine anno 2016 la Giunta della Città di Milano ha approvato le linee di indirizzo del PGT e degli altri usuali documenti che ne fanno parte (delibera 2282 del 29 12 2016: VEDI). Riguarda la città di Milano e si potrebbe dire: legittimi affari loro, almeno per le questioni che non intervengono nei sistemi viari e nei piani di sviluppo delle linee pubbliche MM e di superficie che impattano con il  confine di Buccinasco.

Il documento è pubblicato “aggiornato” il 27 Marzo scorso e si da tempo fino al 14 Aprile perché Cittadini e le diverse componenti sociali ed economiche esprimano le loro osservazioni . Riguarda Milano e gli interessati devono essere milanesi, o così dovrebbe essere. Finora Buccinasco non è coinvolta e del resto siamo ai primi passi di un processo lungo, durante il quale gli argomenti di nostro interesse possano essere verificati, discussi ai tavoli appropriati, dalla nuova amministrazione, magari entro un paio d’anni o più..

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Lascia un Commento


Comincia la democrazia diretta, finalmente! Grazie a M5S!

GianRoberto Casaleggio, scomparso un anno fa, nel 2012 venne invitato al Forum Ambrosetti a villa Olmo, sul lago di Como, per illustrare la sua visione della politica nell’epoca della rete globale. La rete globale è strumento che consente a tutti di conoscere e partecipare alle decisioni: concetto semplice anche se la sua applicazione pratica e funzionale richiede affinamenti e progressione.

I sistemi di democrazia delegata (o rappresentativa) finora hanno fatto finta che non ci fosse questa possibilità di contatto permanente e in tempo reale fra i Cittadini e gli amministratori. Che fosse possibile rendere a tutti conosciuto ciò che bolle in pentola e si decide in municipio. E’ evidente che una gestione politica nella quale le informazioni sono liberamente disponibili a tutti, comodamente sullo smartphone o nel terminale del computer di casa, riduce il potere decisionale della politica, lo condiziona in modo via via crescente.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Lascia un Commento


La realtà dell’acqua pubblica: disastro e sprechi di stato

Un referendum che molti ricorderanno alcuni anni fa, ha stabilito che la gestione dell’acqua sia statale, sia monopolistica. I prezzi siano definiti in base a criteri “politici” (sinonimo di anti economici). Slogan del tipo l’acqua è un diritto, l’acqua è di tutti, e via stupidando, con la loro semplificazione hanno avuto successo, hanno convinto i Cittadini di concetti che con la gestione idrica nulla hanno a che vedere.

In questo modo l’Italia, economia di mercato per modo di dire, ha una gestione idrica statalizzata. Che il gestore sia un ente locale, un consorzio, una società di forma privata, nulla cambia: sempre mano statale è. Ne consegue che la gestione idrica deve sottostare a criteri statali e politici. Cominciando dal costo per metro cubo. L’Italia è il paese europeo dove l’acqua costa meno, spesso molto meno.

Leggi il resto di questo articolo »

Lascia un Commento


Evtushenko non c’è più: memoria mia (ma non solo)

Era il 1961… Guerra fredda che lasciava i primi segni di scongelamento (allora si usava il termine di disgelo). Un giovane Poeta russo di 28 anni, in Italia allora quasi sconosciuto, scriveva una poesia sorprendente per un mondo chiusissimo, nonostante Krusciov. “Babi Yar”, questo il titolo e il luogo.  In Ukraina, non distante da Kiev allora e nella seconda guerra mondiale parte dell’URSS. Eccone qualche stralcio:

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

1 Commento


Impiego di nostri soldi sbagliato: le giustificazioni confermano

Fra le spese improprie della compagine in uscita (che intende riproporsi, nonostante il disastro nel quale lascia Buccinasco) una delle tante riguarda lo sportello lavoro. Ne abbiamo già parlato, con motivazioni che a noi paiono indubitabili. In sostanza sono stati impiegati importi da centinaia di migliaia di euro, in quattro anni, per svolgere un compito che sul territorio è già svolto da istituzioni e operatori diversi.Fra questi anche i comuni del milanese che si coordinano garantendo una presenza (questi però costano, anche se molto, molto meno).

Interessano i numeri che dal comune vengono sbandierati? Per niente. Prima di tutto perché l’attività svolta non ha nessun valore economico. Non c’è alternativa misurabile: chi può sostenere che i risultati (molto miseri del resto) non sarebbero intervenuti per i beneficati? Davvero pensano di avere il monopolio delle offerte per Buccinasco?

Leggi il resto di questo articolo »

Lascia un Commento


I giacimenti poco conosciuti di Buccinasco: la musica

Buccinasco è davvero una Città Ideale: una potenzialità ideale alla quale guardare. Su cui riflettere, per farne conoscere le peculiarità, le tante risorse che sono lì da mettere in ordine, farle conoscere, scoprirle. Cose che giacciono;  aspettano solo di essere scoperte. Dai laghi al tanto verde Cittadino, al parco Sud, ai quartieri residenziali di pregio. Anche alla solidarietà che esprime, alle competenze poco conosciute. Alla non trascurabile presenza di persone di vaglia.

Parliamo di una di queste, svelata Venerdì sera, patrocinata dal comune, una serata rievocativa e commemorativa di un Cittadino come tanti di noi, ma speciale, illustre. Ha vissuto a  Buccinasco per oltre vent’anni, avendone la residenza, con la  famiglia. Ma la sua vita ha avuto come scenario e luogo il mondo intero: l’Europa come il Sud e Nord America, come l’estremo oriente.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Lascia un Commento


Ciclabile Gudo–Buccinasco: si determina il rifacimento, costoso e poco coerente

I lettori conosceranno la vicenda: un appalto che regge su un finanziamento regionale inferiore a 200mila euro, strutturato con sede propria e separata dal percorso stradale, modificato per disposizioni della Polizia Locale che ha deciso l’annullamento della sede propria, limitando la distinzione a catarifrangenti, in poco tempo scomparsi per un serie di successivi eventi lavorativi.

Il percorso ciclabile/pedonale è naturalmente stato progettato con un carico di fondo decisamente inferiore alla parte destinata a veicoli, anche di lavoro. L’assenza di una distinzione vincolante del traffico ha inevitabilmente causato il degrado della sede ciclabile. Non ci voleva molto a comprenderlo, ma volontariamente o no questo è poi successo.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

14 Commenti



SetPageWidth