Non vendete il futuro dei vostri figli per un tozzo di pane oggi.

Il voto: le possibilità d’errore, ma anche gli effetti di come si vota

La questione che viene dibattuta riguarda soprattutto il voto disgiunto. Di che si tratta? La possibilità per l’elettore di votare per un candidato sindaco e porre preferenze di candidati di altre liste. Rimane valida l’intenzione dell’elettore, sia  per l’indicazione del Sindaco, sia per le preferenze assegnate. Meno si parla degli effetti di questo comportamento; crediamo possa essere utile qualche riflessione. Parliamone.

Il voto al Sindaco, la X sul simbolo, va a cumularsi nella conta dei voti da cui emerge il sindaco. Voto determinante: UNO nel primo turno porta al ballottaggio o esclude dalla competizione il sindaco. DUE: la vittoria al ballottaggio assegna al sindaco (“Alla lista o al gruppo di liste collegate al candidato sindaco eletto sono attribuiti almeno il 60% dei seggi”) tre quinti dei Consiglieri, nel nostro caso 10 Consiglieri. I sei rimanenti vanno divisi fra le minoranze (quelle che superano il minimo di un rappresentante). Quindi il voto al candidato sindaco, quando eletto,  porta con sé  10 Consiglieri su sedici!

Leggi il resto di questo articolo »

3 Commenti


Candidato sindaco della sinistra, una cronistoria del mandato passato – parte IV

(Andrea Dalseno 06 Giugno 2017) Prosegue la nostra cronistoria sul mandato passato, sulla maggioranza che si ripresenta e sul suo candidato sindaco Rino Pruiti. Dopo una breve, ma significativa, carrellata sui fatti oggettivi più importanti (se non altro per l’entità di risorse impegnate) che riguardano Buccinasco, dall’asilo parrocchiale ad ATM, dal verde ai rifiuti, torniamo a occuparci di questioni soggettive.

Ci si potrebbe chiedere perché tanto interesse sulle questioni soggettive e la risposta è semplice: a livello locale si sceglie sì il partito, la coalizione, la bandiera, ma, soprattutto, si sceglie la “persona”, per cui è importante, direi fondamentale, capire chi è davvero il candidato sindaco. E’ capace? E’ competente? E’ in grado di mettere in pratica quel che promette? E’ affidabile? Mantiene le promesse che fa o è solo uno dei soliti fanfaroni bravi unicamente a riempirsi la bocca di vacui proclami?

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

2 Commenti


Candidato sindaco della sinistra, una cronistoria del mandato passato – parte III

(Andrea Dalseno 05 Giugno 2017) Ecco a voi la terza punta della nostra cronistoria che, come anticipato, si occupa di rifiuti e verde. Iniziamo dai rifiuti, l’appalto più importante, se non altro da un punto di vista economico, per il Comune e per il quale il vicesindaco, Rino Pruiti, in campagna elettorale prometteva vistosi risparmi (300.00 euro diceva). Come è andata lo sappiamo tutti: costi elevati, risparmi nessuno (VEDI) e la raccolta differenziata, il cui obiettivo era il 65%, ferma al 58% (dato fornito direttamente dal Comune).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Lascia un Commento


I moderati non si facciano male da soli ANDIAMO TUTTI A VOTARE

Le elezioni amministrative  2017 per Buccinasco possono davvero portare a una svolta reale, vera. Potremmo anche dire epocale perché senza precedenti. Per la prima volta si registra a Buccinasco la condizione di chiarezza mai verificatasi prima. I partiti storici da un lato,con l’aggiunta di M5S. Quest’ultimo un movimento nuovo, che si presenta come antitesi al sistema, ma portandosi dietro la nascita nazionale, con il dirigismo tipico dei partiti che pretendono di stabilire la linea alle espressioni locali.

Per il resto qualche lista se dicente civica che si presenta qui è là, come supporto ai partiti entro cui sono organiche. Liste che di civico hanno poco; pesa il condizionamento partitico che nascondono dietro un nuovo nome. I nostri Cittadini non sono fessi e hanno imparato da mo’ (come si dice a Napoli) a mettere tutte queste forme come prossime al sistema partitico: “sono la stessa cosa”. “siete tutti eguali”. Prima di conoscerci lo dicono anche di noi, ai banchetti.

Leggi il resto di questo articolo »

Lascia un Commento


Candidato sindaco della sinistra, una cronistoria del mandato passato – parte II

(Andrea Dalseno 05 Giugno 2017) Eccoci alla seconda punta della nostra cronistoria, questa volta più incentrata su questioni oggettive e meno su quelle soggettive. Mi limiterò agli accadimenti principali, affrontando alcune questioni fondamentali, che riguardano una larga fetta delle spese del nostro comune, quali ATM, asilo paritario, rifiuti e verde. In questa puntata asilo paritario e ATM, nella prossima rifiuti e verde.

Iniziamo dal primo capitolo, se non altro in ordine alfabetico, l’asilo paritario. Dopo una nostra battaglia, non appoggiata per non dire osteggiata da quella che poi sarebbe stata la maggioranza, siamo riusciti a far cambiare idea al Commissario prefettizio sulla questione della convenzione con l’asilo paritario di Buccinasco. La questione è essenzialmente pratica, non ideologica: Buccinasco non ha posti sufficienti, come buona parte della Lombardia (anzi dell’Italia), negli asili statali e quindi ha di fronte due scelte.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Lascia un Commento


Candidato sindaco della sinistra, una cronistoria del mandato passato – parte I

(Andrea Dalseno 04 Giugno 2017) Quella che segue è la prima puntata di una breve cronistoria di alcuni episodi significativi che hanno riguardato l’amministrazione uscente, in particolare il vicesindaco e ora candidato sindaco della sinistra, Rino Pruiti. Spero aiutino a inquadrare meglio il personaggio.

Uno dei primi atti dell’amministrazione uscente che oggi si ripresenta è stata lo stralcio di 100.000 metri quadri dal Parco Sud per la variante di Vignate. Il vicesindaco, sedicente ecologista, che fa? Approva! Tenta un abbozzo di difesa dicendo che è stata una decisione del Sindaco Maiorano, come se il sindaco fosse una sorta di monarca assoluto, come se non dovesse rendere conto alla propria maggioranza (che può mandarlo a casa quando vuole), come se non si potesse esprimere il proprio dissenso e la propria contrarietà dimettendosi! Il vicesindaco si è dimesso? No, ha scelto la cadrega! Ecologisti sì, ma con judicio. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

6 Commenti


Decisioni stataliste, burocratiche e costose: bisogna smetterla. Si può fare

Descriviamo una situazione: i servizi parascolastici. Costi suppletivi della scuola statale (ma non delle scuole parificate, che in materia se la cavano da sole o quasi). Questi riguardano una serie di interventi per ragazzi che necessitano di supporti didattici, oppure che presenziano il pre e post scuola, e cose del genere. Per questi servizi il comune si rivolge a una coop (di Busto Arsizio da quest’anno, di San Giuliano prima) pagando 1 milione l’anno.

Come funziona? La scuola che ha necessità di questo genere si rivolge all’Ufficio Tecnico, che si interfaccia con la coop, la quale provvede. Presumibilmente la coop avrà preso contatto con i responsabili scolastici per i dettagli del caso. La persona arriva e interviene nelle modalità opportune. Gli operatori interessati al problema del ragazzo  (dirigente scolastico, docenti, insegnante di sostegno) si relazionano? Non conosciamo, fatto sta che si instaura un rapporto con due o tre intermediazioni fra l’esigenza e il destinatario,  che burocratizza il processo.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Spesa pubblica, il cancro dell’Italia: guardiamo le pensioni pubbliche

Un disastro, una spaventosa voragine ci descrive un articolo de ilsole24ore (VEDI); l’argomento è affrontato anche da Repubblica (VEDI), in modo meno “economico” e per niente analitico sulle conseguenze che Davide Colombo illustra nel giornale di Confindustria. Il resto dei media non ritiene la notizia degna di pubblicazione, o quasi. Tenuti nella bambagia, ignoranti su aspetti fondamentali della spesa pubblica, restiamo uno dei paesi europei cui si può far votare di pancia ciò che si vuole.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Lascia un Commento


Comuni e aziende gestite: API di Rozzano occasione per riflettere

Nel Novecento europeo la stagione delle imprese “civiche”, ha avuto una lunga fase  socialisteggiante che ha dato luogo a attività “sociali” sottratte al libero mercato per farne una gestione controllata direttamente dal comune, con lo scopo, negli intenti,  di poter erogare vantaggi per i Cittadini, alle fasce meno abbienti: si pensava allora di trasferire il reddito d’impresa sul costo minore del servizio.

Questioni pubbliche che sono state anche nazionali,: hanno riguardato banche nazionali in dissesto nel ventennio, come pure le imprese siderurgiche cui se ne aggiunsero altre come il petrolio (ENI) , la chimica, gli alimentari (IRI), l’elettricità (ENEL), le banche locali, poi i telefoni. Non vogliamo ora allargare l’argomento a queste enormi nazionalizzazioni; il nostro orientamento è risaputo. Lo stato diventa più efficiente quanto più è leggero, e lascia libera la gestione delle imprese, al mercato, limitandosi al controllo e indirizzo. Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


I sindaci a confronto sul programma: modera SIoNO… bene sapere il comportamento del vicesindaco

La serata all’auditorium Fagnana ha avuto un’eco soprattutto per  la presenza di un “pubblico” targato, presente per tifare a danno dei competitor di…. Del candidato sindaco PD che per ora è vicesindaco, sedicente lista civica, ma responsabile pieno di tutto quanto combinato in cinque anni, nel bene (che è pochissimo), nel male (parecchio), nel non fatto (quasi tutto:  un record crediamo).

L’insieme della serata è stato sorprendente per il candidato BucciRinasco, che si è distinto per programma e concretezza, precisione e proposte innovative. Questo per tutti, i presenti come pure per SIoNO, che ha promosso e presidiato la serata. Che fosse andata male al vicesindaco uscente lo hanno avvertito in molti, ma amche e soprattutto l’interessato.

Leggi il resto di questo articolo »

Lascia un Commento


BucciRinasco RISPONDE A SI o NO: cultura e sport

Proseguiamo negli argomenti di programma sottoposti da SIoNO a tutti i candidati sindaci. Dopo un iniziale tentativo di buttarla in “politica”, nel senso deteriore del termine: fare polemiche strumentali, fatte di slogan emotivi, allo scopo di prevalere sulla voce,  rispetto ai contenuti, cui è seguito l’indirizzo di considerare la serata inconcludente e squalificata, adesso segue il silenzio.

Delle elezioni e della scelta che devono compiere i Cittadini sembra che i candidati che fanno riferimento a sovrastanti strutture nazionali, non siano più intenzionati a parlare. Che si intenda puntare sul basso profilo, perché i Cittadini non siano interessati all’evento. Sperano i soliti noti che se non si va a votare prevale la categoria dei “politicizzati”, termine pessimo con il quale si suole definire i votanti ideologici, disinteressati alle cose, al FARE. Decritti simpaticamente da Ferrini con la frase: “non capisco ma mi adeguo”.

Leggi il resto di questo articolo »

Lascia un Commento


Quando mai Pruiti potrà diventare un sindaco affidabile?

Il neo candidato del centrosinistra, quello che ha appena partecipato alle primarie del PD e che subito rifiuta la definizione. Rifiuta di definirsi di centrosinistra sostituendo il termine con uno più “innocente”: candidato “civico e democratico”. L’attuale, tuttora vicesindaco del mandato Maiorano, presa in mano la candidatura dal PD, il termine centrosinistra lo disdegna… spera cosi di convincere i Cittadini: che votino il Pruiti prendendolo per un “civico e democratico”.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

6 Commenti


BucciRinasco RISPONDE A SI o NO: costruzioni e politica edilizia

L’imprinting da cui si può far derivare la domanda, denota un’esperienza vissuta del far politica che ha avuto le sue fasi più rilucenti nei decenni Ottanta e Novanta. La domanda di abitazioni in crescita, la politica disposta a venire incontro all’aspirazione abitativa degli italiani senza casa, sostenuta con agevolazioni che calmieravano il costo; mutui agevolati, ecc.

Ne è venuto un punto classico di qualsiasi programma elettorale locale: promettere abitazioni per famigie in cerca della prima casa, è stato un tormentone utilizzato da tutti. Oggi la domanda non riguarda più i Cittadini in generale; a Buccinasco le abitazioni in locazione sono poca cosa, se si escludono le case a gestione comunale (meno di 300 appartamenti).

Leggi il resto di questo articolo »

Lascia un Commento


BucciRinasco RISPONDE A SI o NO: sicurezza

Il tema sicurezza è sentito a Buccinasco, per la crescente gravità di cui si ha notizia. Crescono le rapine notturne in casa e le notizia di effrazioni, furti, danni agli autoveicoli portano a inevitabile crescita di allarme sociale. Soprattutto in campagna elettorale diventa fonte di contrasti poiché il profilo dell’amministrazione uscente è stato, diciamo così, attenuante. Tema caldo al quale i Cittadini chiedono risposte e attenzione. La domanda posta ai candidati sindaci è la seguente:

2- La sicurezza è un diritto primario dei cittadini e deve essere garantito contro ogni fenomeno di criminalità presente sul territorio. Oggi si vive in una situazione di emergenza per i continui furti in appartamento e per tutti quei reati predatori che creano uno stato di allarme e un forte disagio alla popolazione. I cittadini si sentono indifesi ed assediati da malviventi che agiscono senza scrupoli. La gente non vive più tranquilla nemmeno in casa propria. E’ costretta a chiudersi dietro le grate e persino a barricarsi per poter fare un sonno  tranquillo.

Leggi il resto di questo articolo »

4 Commenti


BucciRinasco risponde a SI o NO: trasporti pubblici

Circa la serata tenutasi in auditorium Fagnana Mercoledì 24, Città Ideale ha avuto la disponibilità delle risposte preparare dal candidato sindaco ingegner Caterina Romanello. Riteniamo che possa essere utile la loro lettura vista anche la modesta presenza di Cittadini, l’assenza di un collegamento in streaming e soprattutto la organizzata canea di tifosi che si sono comportati come si fosse a San Siro in curva Sud.

Punto per punto riporteremo il brogliaccio che è servito da base al candidato sindaco di BucciRinasco, seguiranno man mano gli altri. cominciamo con i trasporti pubblici che la giunta uscente intende coprire con la comunicazione che vede addirittura il Sala e il segretario del PD metropolitano a promettere… come se il merito eventuale fosse loro…

Leggi il resto di questo articolo »

Lascia un Commento



SetPageWidth