Archivio del 17 agosto 2019

Chi ha interesse a far guerra all’Europa?

L’attuale gestione di Washington sta spingendo in ogni modo il confronto con gli stati in termini economici (chiamate sanzioni). La guerra, adesso più che mai, si fa con le sanzioni, anche forzando i paesi alleati ad adeguarvisi. Un modo di agire meno sanguinario e disastroso: ciò che conta sono i risultati. Spinta che viene dalla crisi che colpisce l’Occidente a causa della globalizzazione, con la crescita delle nuove aree economico produttive.

Gli USA stanno cercando di risolvere i problemi loro (sostanzialmente il cronico deficit commerciale). Nel riequilibrio badano poco alle conseguenze che derivano sul mercato globale. In questo contesto variegato, è in crescita e sembra diventare primario l’obiettivo Europa. Anche trovandosi compagni di strada inusuali, come la Russia di Putin, che ha subito nei due decenni scorsi la spinta europea verso l’Est, fino all’Ucraina.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento



SetPageWidth