Archivio del 10 febbraio 2019

manolete riesce a scrivere seicento parole senza essere triviale (ma non è lui…)

manolete si-fa-per-dire è incapace di scrivere di suo? Sembra così. Dalla performance che ci ha inviato, che ha per bersaglio il Consigliere di BucciRinasco Caterina Romanello. Facciamola breve: ha letto un articolo su Libero, autore Fabrizio Maria Barbuto: un giovane calabrese noto per aver scritto un libro che ha per tema l’inversione dell’usuale sentire: buono è male; cattivo è bene.

Da alter  ego,del sindaco,  deve averlo colpito l’articolo apparso su Libero Venerdì  8. Probabilmente colpito dal tema che lo ha intrigato, lo manipola e ne fa uso, contro la sua “nemica” politica. D fatto, se si fa uso semplice della psicologia, sta parlando di se stesso. Rendendo pubbliche queste pulsioni, attribuite a altra persona, ne diffonde il contenuto, che dell’invidia nella sostanza fa le lodi.

Questo sindaco è davvero curioso; portatore di stranezze e reazioni inusuali. Ricordiamogli una regola semplicissima del far politica: si discute sui contenuti, suoi progetti come sulle decisioni. Le posizioni e i pareri vanno affrontati nel merito. La descrizione che ne fa lui è strampalata per qualsiasi personaggio; contraddittoria. Caterina Romanello è serena, aperta, solare (come è d’uso adesso), davvero un’altra persona. Siamo convinti che sorriderà della pedestre copiatura.

Ma l’alter ego del sindaco, davvero non si rende conto di dare, in modo preoccupante, un’immagine penosa, miseranda del nostro primo Cittadino? Gli fa fare figuracce davvero evitabili (copiando testi altrui). Noi,  finché il sindaco non prenderà le distanze dal suo si-fa-per-dire, continueremo a prenderlo sul serio. Perché questo alias manolete è un presenza seria che plana sul municipio di Buccinasco. Se ne rende conto il sindaco?

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento



SetPageWidth