Archivio di dicembre 2018

Il reddito di cittadinanza; quello della dignità. Ecco un esempio serio

Proprio ieri è stata approvata, insieme al bilancio Italia dei prossimi tre anni, la provvidenza per coloro che sono senza lavoro denominata reddito di Cittadinanza. Un’ipotesi che da molti anni è stata ventilata e sostenuta dal M5S. proposta che nelle intenzioni è stata pensata come soluzione generalizzata valida per tutti.  Parte costitutiva di un’ipotesi (viene difficile attribuirle contenuti ideologici) del contesto anti globalizzante e de-industrializzazione, ch passa sotto la denominazione di decrescita felice.

Decrescita Felice è per la verità un movimento torinese che ha compiuto dieci anni, fondato da Maurizio Pallante, ex tecnico nell’energetica. Fatto proprio sul piano politico da Grillo nel 2013, allora promotore di ciò che avrebbe diventato M5S. sembra ieri ma è cambiato un mondo. Decrescita felice che fa sempre parte del programma M5S, ovviamente anche per la componente di consenso che si porta dietro.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento


Il meglio dell’Italia nel mondo. Proviamo a tirarci su (almeno un po’’)

Fra le numerose, esiste in Italia una che si chiama Symbola. Fondazione Symbola, nata nel 2005 per iniziativa di Ermete Realacci: ambientalista del PD. Non più deputato dal 2018. Symbola ha per scopo la cura e lo  sviluppo dell’ambiente (VEDI). Una delle numerose fondazioni collaterali alla politica, che hanno quale scopo, pure questo collaterale, di mantenere politici ex o che della politica fanno parte del sottobosco (a proposito di ambiente).

Scopriamo Symbola per un articolo che pubblica ilsole24ore, che ci fa piacere e invitiamo a leggere (VEDI). Symbola si propone in dieci punti, di segnalarci e ricordarci quali sono le qualità che ci distinguono: noi italiani e il Paese. Il decalogo delle qualità primato, non solo europee è davvero interessante, ricco di dati e percentuali. Ne riportiamo qualcuna delle meno note, ma invitiamo a riprenderle per intero dal quotidiano di Confindustria. Siamo il paese che nel mondo è la quinto posto per saldo (entrate/uscite) di prodotti manifatturieri esportati. sopra i 100 miliardi di saldo nel 2017!

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Quand le bàtiment va, tout va. Infatti: a Buccinasco siamo fermi

Una frase di metà Ottocento di un costruttore francese; divenuta mondiale e tuttora considerata attendibile (anche se meno automatica). Significa che quando le costruzioni tirano, tutta l’economia viene dietro. Le costruzioni muovono un po’ tutti i settori manifatturieri, fra questi attività a intenso assorbimento di occupazione, anche a livello alto, come architetti, ingegneri civili e progettisti.

Il settore edile sta attraversando un cambiamento poco visibile ma importante, che riguarda le modalità di costruzione delle diverse componenti, alla ricerca della maggiore qualità in coibentazione e durata, integrazione e standardizzazione di locali di servizio (cucina e bagni); impiantistica energetica e relativi apparati; autoproduzione solare, e molto altro.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


M5S e Lega eguale CGIL e Gilda scuola? pare di sì!

“Sono state ripristinate le modalità di trasferimento precedenti dopo la confusione generata dal sistema della ‘Buona scuola’. È stata data così una risposta concreta a migliaia di docenti”, spiega Francesco Sinopoli, segretario generale della Flc Cgil. (ilfattoquotidiano: VEDI).

La spiegazione che ne da CGIL Scuola è da manuale. Nel sito proprio del sindacato il risultato se lo attribuiscono direttamente:  “Dopo una trattativa di due mesi, grazie al contributo determinante della FLC CGIL è stato trovato l’accordo sul CCNL mobilità.” Il tentativo del governo Renzi di smontare l’assurda gestione nazionale dei posti di lavoro nell’istruzione, sottoposta a ritocchi e attenuazioni che ne hanno ridotto l’obiettivo, denominato “buona scuola” è così archiviato.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Auguri all’Italia col Governo del Cambiamento, perché cambi davvero

Il mondo intero sta entrando in un periodo problematico. Un periodo di stagnazione, se non di recessione, nel nostro Occidente è fra gli eventi prevedibili se non probabili. Proprio ieri un economista di vaglia ritiene che forse il 2019 la sfanghi… forse. La speranza di spostare un poco più in là l’orso dell’economia (che non è solo borsa o finanza, ma riguarda tutto, lavoro compreso.

Noi in Italia non ce ne siamo accorti del decennio felice che ha riguardato USA, Europa e tutto il globo, con una crescita annuale del 2%. Questo periodo è la dimostrazione di quanto siamo stati inetti in Italia. I nostri governanti sono stati molto al di sotto dei compiti che richiedeva il periodo, più volte sollecitato da Draghi: far uso del denaro facile immesso sul mercato, che non costava molto, per ridurre spese e investire sullo sviluppo.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Economia globale o economia dell’Occidente? Dobbiamo scegliere l’Uomo

La globalizzazione sta affrontando una fase di crisi, piuttosto seria. Dopo mezzo secolo di sviluppo nei traffici internazionali, esploso con il coinvolgimento del continente cinese, si sta verificando una crisi di crescita, che forse imporrà uno stop o un rallentamento (che è da augurarsi non prolungato, da non protrarre). La crisi del mercato globale coinvolge principalmente l’Occidente; ne ripetiamo i meccanismi.

La Globalizzazione in due parole è lo sviluppo e integrazione del pianeta. La liberalizzazione dei mercati ha generato un miglioramento globale dello sviluppo. Un dato essenziale: il pil pro capite (in $) è passato da 3.800 del 1960 a 11.000 nel 2018 (VEDI), con una tendenza di lungo termine a crescere (in calando verso l’1%) del 2% per almeno 25 anni.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Presidente del Consiglio Comunale. Il ruolo, la politica, l’onestà

Abbiamo l’impressione che si stia agendo perché la criticità da noi più volte evidenziata circa il ruolo di garanzia e conduzione del Consiglio Comunale si trasformi in avversione personale (odio!). Questa visione (che ha del visionario) nell’intenzione di chi la porta avanti, si ripromette di distogliere l’attenzione dal tema suscitato (il ruolo e come viene gestito), per poter così proseguire. Nel contempo lo spargere maldicenze e offese, trova la sua giustificazione: “sono loro che ci odiano, dobbiamo difenderci”.

Non è così, ovviamente. Descrivere le debolezze nella conduzione di un ruolo, è fatto politico e civico. La domanda di correzioni, di chiarimenti; non è “parlar male”. Altre volte abbiamo dovuto sottolineare un Consiglio che esce dalla democrazia, lasciato andare in un crescendo di improperi, offese, che riducono l’istituzione a convegno estemporaneo nel quale prevalgono emozioni e risentimenti, riducendo a contorno le materie da trattare. Ne abbiamo messo in fila una ventina.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

1 Commento


Buccinasco: si riesce a cogliere di che ridere; ma Democrazia e Regolamenti fanno acqua

Classica ormai la lettura del Consiglio che ne fa Alberto Schiavone, che ringraziamo per l’invio e volentieri pubblichiamo. Il sorriso fa pensare, in questi casi poiché coglie elementi e pochezze dei Consiglieri (di maggioranza), insieme a parole davvero in libertà.

Come la solito si è assistito a cose ben più serie, come il rifiuto di fornire una risposta formare in Consiglio a una richiesta di spiegazioni venuta dal Consigliere di BucciRinasco Caterina Romanello. Ne parleremo di seguito, perché merita. Il rifiuto di rispondere da chi è venuto? Dal Consigliere Martina Villa che ha all’uopo dismesso il suo compito di Presidente …. Ne parleremo ancora.

BUCCINASCO: PERLE DEL CONSIGLIO COMUNALE
(da leggere , ridere e condividere)

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


SINTI: Sindaco e amministrazione cambiano registro: la Convenzione non è più l’argomento?

Il sindaco si ripete alzando i toni; evidentemente non ha funzionato quel cercare di spiegare in modo diverso ciò che è scritto nella Convenzione approvata.  Coinvolge M5S: colpevole di rendere nota la Convenzione. Si deve esser reso conto dei deboli argomenti;  ecco che  per giustificare la scelta di questa Convenzione  estrae argomenti strani: interpreta a suo modo il programma elettorale di BucciRinasco e accusa le minoranze….

“…DI GIOCARE SULLA PELLE DEI NOSTRI CONCITTADINI PIÙ DEBOLI E DISPERATI, FREGANDOSENE DELLE CONSEGUENZE”

Un semplice notabene: mai questa amministrazione, neppure la precedente, ha messo sul tavolo quanto è costato alla cittadinanza l’insieme delle “agevolazioni” e altre regalie erogate ai nostri “concittadini deboli e disperati”.

Dopo questi impieghi delle nostre tasse sono ancora adesso deboli è disperati? Per causa di chi? Chi li mette in queste condizioni?
a)    Le minoranze che sostengono una parità di trattamento come unica via d’uscita, senza penalizzazioni o favori?
b)     Oppure queste amministrazioni che da anni continuano a impiegare le nostre tasse per sostenerli, senza avere risultati?  L’amministrazione che adesso mette in gioco altri 700mila euro in nove anni?

Non c’è altro da dire riguardo al concreto; solo prendere atto dell’evidente imbarazzo che emerge da questo tipo di uscite Altro invece sarebbe da disquisire su clausole e condizioni previste da questa Convenzione approvata, nella quale la Coop Spazio Aperto, che già da anni ha consistenti appalti di servizio si vede prescelta, senza gara. Si trova assegnato l’ulteriore servizio a lunga scadenza.

Nessun Commento


La Convenzione sui sinti è un FALSO! Lo affermano esponenti della maggioranza: la rifacciano

Questa amministrazione ha combinato una convenzione che definire pasticciata è poco.  Ci siamo limitati a render noto il documento ufficiale della Convenzione (VEDI), riportando parola per parola, cifra per cifra, il suo contenuto sta creando evidente imbarazzo in casa loro, sorrisi amari e disistima da parte dei Cittadini.

Nessuna precisazione formale, del responsabile o della amministrazione. Nessun comunicato. Devono aver deciso che qualche spiegazione si doveva  darla e allora… stanno usando social network,  esponenti diversi (Presidente del Consiglio, un Consigliere) e altri notoriamente della squadra, per propalare denigrazione, parlando di falsi. Riteniamo che questi FALSI che smentiscono la Convenzione, meritino di essere conosciuti e a nostra volta li pubblichiamo (in corsivo le giustificazioni e accuse).

LA MAGGIORANZA ACCUSA DI FALSO CITTA’ IDEALE E BUCCIRINASCO

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Il centro sportivo Scirea, il Palazzetto dello Sport: una risorsa o un debito?

Non stiamo parlando di infrastrutture continentali, ma di Buccinasco, è ovvio. Non  miliardate a decine, ma di quattro milioni come ci illustra il progetto di fattibilità tecnica e economica del Palazzetto dello Sport approvato, con un allegato pdf di 126 pagine. Parliamo della fattibilità tecnica… per quanto ci capiamo.

La prima pagina dell’allegato riusciamo a vederla parzialmente è ci sorprende per la figura in verde che delimita  il complesso: tutte le strutture sportive, con le relative coperture quanto previste, si trovano entro il PASM (Parco Agricolo Sud Milano). Avranno ottenuto l’approvazione oppure saranno certi di averla. Il perimetro del PASM ha un margine in nero così definito: Adeguamento al piano territoriale del parco agricolo Sud Milano, ecco cosa ne dice la relazione (segue la motivazione):

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


L’Europa che non funziona e su cui l’Italia non agisce

Il cambiamento lo stanno incastrando nelle beghe di casa nostra i governanti che lo dovrebbero  praticare. Pensano alle prossime elezioni, e l’Europa è argomento elettorale facile. Intanto in Europa chi è interessato al proprio paese si fa gli affari propri. Colpa dell’Europa o dei paesi fondatori messi fuori e inchiodati sul debito pubblico?

L’Europa è fatta di 28 Paesi, alcuni in qualche modo condizionabili dai due big Germania (reale) e Francia (molto meno), ma altri, e non sono pochi, certamente disponibili a un discorso di crescita condivisa, dalla politica unitaria che punti alla crescita continentale. Ma l’Italia una strategia per l’Europa ce l’ha? Senza temere smentite, si può dire no.

Italiaoggi (VEDI) ci fa conoscere un problema potenzialmente rilevante, che l’Europa spazza sotto il tappeto, riguardante soprattutto Deutsche bank: 26mila miliardi il fatturato, poco meno di 100mila dipendenti è una banca globale, ancorché non pubblica. Passato da 40 euro nel 2015 il titolo è ora di poco superiore a 7 euro. La valutazione Standard & Poor è BBB+.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

6 Commenti


Sinti: quanto costano ai Cittadini di Buccinasco? uno sproposito!

Documento  tanto straordinario che merita la integrale lettura delle burocratiche 14 pagine entro cui sono immersi elementi e numeri che davvero sono incredibili. Li descriveremo per gli aspetti principali, cominciando da un principio di fondo, ponendo ai nostri amministratori la questione, che dovrebbe essere ovvia:

Sant’Ambrogio è festa a Milano ma non a Buccinasco. Il Municipio è aperto ed efficiente, tanto che il 7 Dicembre  l’ufficio Socio Assistenziale, con determina 824, approva unaa bozza di convenzione a favore dei sinti perché siano inclusi nell’attività lavorativa, con un contratto della durata di nove anni con la denominazione “Bella Bucci  tu fai la differenza” (VEDI) la convenzione.

I CITTADINI DI BUCCINASCO SONO EGUALI E MERITANO CONDIZIONI DI PARITA’
IL DIRITTO AL LAVORO È DIRITTO DI TUTTI
A PARITÀ DI CONDIZIONI

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Solitudine, terza età e povertà: un mix che denota anche miseria sociale

Probabilmente è l’età e l’aver vissuto da ragazzo, in prima persona, la vita nella famiglia patriarcale contadina, ancora presente in modo diffuso negli anni Quaranta in un paese che aveva un PIL nel quale i prodotti agricoli erano la dimensione prevalente.  Descriviamola la mia famiglia d’allora, nel Friuli. Quella materna.

La casa colonica della famiglia era un piccolo complesso su quattro piani, solaio compreso (enorme) con vasti ambienti comuni al piano terreno. Nei piani superiori erano presenti le camere degli adulti, maritati o meno, nelle quali vivevano anche i figli, fino alla pubertà. Poi questi andavano in un ambiente comune, mi sembra di ricordare maschi e femmine separati. Il piano sovrastante era adibito a solaio, ambienti per l’allevamento dei bachi da seta, le scorte e quanto altro.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Governo del Cambiamento: M5S si accorge delle imprese, siamo alle promesse

Il convegno degli imprenditori, i produttori di PIL reale, a Torino: l’insieme delle associazioni di chi fa impresa deve aver colpito. La Lega con Salvini ha reagito immediatamente, andando subito al sodo. Far partire le grandi opere bloccate, agevolare investimenti, ridurre il peso fiscale. Il suo elettorato ha una radice storica nel Nord e il rischio di perdere consenso ha allarme maggiore, si sente subito.

Trascorsa una settimana qualcosa deve essere maturato anche nel pensatoio dei Cinque Stelle e una prima reazione che supera le battute da titoli di giornale, nel tentativo di sminuire un’iniziativa nuova, quasi senza precedenti, può vedersi in questa lettera che ha del formale per i modi e il destinatario, compiuta direttamente dal vicepremier.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti



SetPageWidth