Archivio del 2 luglio 2018

Quest’Europa delle nazioni dove mai andrà a finire?

Vi sono temi che ci vengono addosso, che avvertiamo pressanti e di primaria importanza, mentre non ne troviamo traccia o quasi nella pubblicistica italiana, ma anche europea, per quel che è dato conoscere. Uno di questi è il progetto Europa. Qualcuno si ricorda di Lisbona del 2.000 con il progetto fino al 2020? Qualcuno ci fa conoscere lo stato in cui siamo? cosa è superato, quanto c’è da cambiare, cosa è in programam per un riesame? Silenzio, silenzio: si procede day by day.

Le fasi di crisi fanno emergere sempre i lati deboli di ciascuno di noi: la paura del domani ci fa tirare i remi in barca, guardare con sospetto i vicini, sfruttarne le debolezze a proprio vantaggio. È sempre stato così, con gli occhi della storia è un deja vu, prevedibile. L’Europa però ha una storia di almeno sessant’anni  nella quale si è pianificato il superamento degli stati nazionali.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti



SetPageWidth