Archivio di maggio 2018

A Buccinasco cambia il bilancio: spiegazioni? chiedetele in Consiglio

LA COMMISSIONE ALLORA COSA SERVE?

La Commissione bilancio del 28 Maggio ha lo scopo funzionale di informare i gruppi e i Cittadini (la comissione è sempre aperta al pubblico) spiegando cosa si andrà a trattare, informare sulle ragioni delle modifiche e motivarle. Dovrebbe essere così, ma in Commissione così non è stato. Curiosamente a spiegare il rifiuto di fornire dati numerici e quantità che generano i cambiamenti che l’Assessore al bilancio propone, è stato descritto dal Ragioniere Capo.

Avrà ragione? Non si sa… nessuno dei presenti si esprime su questo procedere; in particolare: la presidente della commissione, l’Assessore, il sindaco, tutti membri di maggioranza. Un consenso silente, che non può passare inosservato. Diciamo pure che questa amministrazione rifiuta di far conoscere i numeri dei cambiamenti del bilancio. Andiamo a spiegare qualcosa.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Italia: l’argomento su cui parlare davvero, con il quale misurarsi

Un’ efficace e sintetica lezione di Andrea Dalseno, che invitiamo a leggere, si dovrebbe dire  studiare e studiare bene. a ficcarcelo in testa. In economia non esistono scorciatoie, i debiti si pagano e non c’è niente da fare: i fallimenti li fanno anche gli Stati. Si: anche gli Stati falliscono. L’Italia è un grande paese e tutto il mondo ha interesse a che non avvenga il tracollo.

Solo degl istupidi insipenti possono però pensare che l’attenzione dei mercati a proteggere l’Italia oltre che aiutare a superare lo scoglio in questa fase tempestosa, possa tradursi in un botto: “azzeriamo il debito” e ricominciamo. Non può essere e non sarà così, chi lo lascia intendere oltre che un fanfarone è anche un delinquente. Di più se è pure un politico e propone cose del genere (o le lascia intendere).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

1 Commento


Amianto: in Commissione bilancio, si parla di quanto bolle in pentola

Non abbiamo capito perché ma non importa. All’ordine del giorno (28 Maggio) nella commissione bilancio vi era la variazione al bilancio n.2 con una serie dettagliata di elementi , fra  iquali la questione amianto non è prevista. L’Assessore alla partita anticipa tutti e vuole illustrare un’ipotesi di riduzione degli oneri di urbanizzazione per venire incontro ai costi cui saranno chiamate le imprese.

Cosa ragionevole in linea di principio. Si tratta di un intervento fisso (20% di minori oneri), con l’effetto distorcente che il grosso del beneficio lo avranno gli immobili più grandi, le piccole sistemazioni (ad esempio il tetto di un garage), avranno un minor onere poco significativo, mentre il costo, ancorchè basso potrà incidere di più.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Cambiare l’euro: da Europa stabile a svalutazione più ampia

Si può riprendere la dichiarazione di Savona pubblicata ieri in un commento, ma non è neppure necessario. Per spiegare cosa c’è in ballo basta tornare ai fondamentali. Investire facendo debito oggi non è compatibile con le norme su cui l’euro è nato. Regola che il nostro Parlamento ha messo nella Costituzione.

URRO: Una moneta stabile, che programma come svalutazione annua un 2,5% massimo. Oltre tutto sono anni che la svalutazione euro non riesce a raggiungere il 2,5%, il che ha effetti su una condizione che vede criticità e recessione in paesi periferici, i quali non riescono a controllare i propri bilanci, dovrebbero mantenerli entro i termini, oppure rientrare gradualmente se sono troppo indebitati (come l’Italia).

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Il nuovo che avanza: uomini nuovi che devono fare esperienza e l’Italia malata, seriamente

Europa, Euro, Germania, Italia: si sentono e leggono pareri che nulla hanno a che vedere con la realtà. Succede perché questi pareri vengono definiti “politici” dando così al termine la più sonora patente di  castroneria economica. Parole in libertà, con argomenti parzialissimi e ipotesi di soluzione prossime all’imbecillità (i minibond emessi solo dall’Italia per pagare i suoi debiti verso imprese e altri creditori nazionali,  di un “economista” della Lega, possibile ministro, ne è un esempio di questi giorni).

Detta in termini semplici: l’Italia dal dopoguerra ha fatto uso sistematico della svalutazione competitiva e la sua economia si è continuata a reggere sullo stampare moneta per poi ridurre il cambio con i paesi importatori dei prodotti italiani. Le imprese hanno imparato a gestire il sistema, la politica a considerare la spesa pubblica un pozzo senza fondo, che poi la svalutazione riduceva. Così fino alla nascita dell’Euro.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Comunicazione, Trasparenza, Partecipazione ? un esempio di come non fare

Parliamo dei principi su cui BucciRinasco (ancor prima Città Ideale), ancorano il loro essere gruppo che progetta un futuro possibile che valorizzi e faccia crescere Buccinasco; che lavorano perché si realizzi. Non a tutta la politica locale piace: questo proporsi trova sospetti e prese di distanza nei politici, interesse nei Cittadini.

Il far politica dei partiti, in qualche modo legati alle ideologie del passato, alla guerra fredda sembrano preferire l’adesione emotiva e ideologica, più semplice, facilmente gestibile. Quelli che ora hanno l’onere e l’onore di amministrare, che formano la maggioranza, sono di questo tipo.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Amianto: dai e dai, alla fine i Cittadini obbligano il sindaco a intervenire

Chi consultasse Città Ideale alla voce: amianto, troverebbe una ventina di articoli. Non stiamo lì a rifare la storia, limitianoci agli ultimi sei mesi: si può così capire la spinta, l’attenzione di BucciRinasco sul tema amianto, rivolta ai nostri amministratori. Che fino a ieri si sono letteralmente rifiutati di compiere qualcosa di concreto. Hanno sempre remato contro. Elenchiamo i titoli degli ultimi tre; chi vuole vada a leggere:

(VEDI) 20 Gennaio 2018 AMIANTO A BUCCINASCO: IL POCO O NULLA FINORA, SOSTITUITO DA UNA STRUTTURA EVANESCENTE
(VEDI) 04 Febbraio 2018 LA SALUTE DEI CITTADINI È UN OPTIONAL?
(VEDI) 27 Marzo 2018 L’AMIANTO CHE È IN GIRO A BUCCINASCO È COSA SERIA

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Come si impiegano le nostre tasse: la carità come sistema pubblico?

Un refrain la nostra attenzione sulle spese e la loro natura, che la nostra amministrazione inanella giorno dopo giorno. In questa occasione prendiamo in considerazione un’area di peso come impegno complessivo, distribuita in rivoletti, contributini, supporti economici, contrasti individuali alle criticità, agli anziani e quanto altro.

A propiziarci l’occasione un paio d’iniziative-eventi: una che troverà la sua manifestazione in Consiglio, l’altra per la quale ieri sera si è tenuno un incontro informativo e per la racoclta di contributi. Si tratta del Piano di Zona  triennale relativo al settore servizi alla persona. La Zona è composta, oltre Buccinasco, dei comuni Assago, Cesano Boscone, Corsico, Cusago, Trezzano (un totale di 120mila residenti).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

4 Commenti


I Cittadini che controllano e segnalano fanno parte del sistema sicurezza

Domani alle 18.30 si rende operante la riunione per la sicurezza, prefigurata dal Prefetto nel suo progetto d’insieme, con una circolare del 24 Aprile. Una riunione che vede la presenza di un  rappresentante del Consiglio per gruppo, oltre il sindaco. La circolare è importante per i suoi contenuti e indirizzi (VEDI). Riteniamo di fare cosa utile per i lettori la descrizione e le questioni che coinvolge.

L’accordo persegue l’obiettivo di valorizzare al massimo la collaborazione con i Cittadini che, in qualità di importanti e vigili sentinelle della legalità, potranno contribuire all’elevamento degli standard di sicurezza  della propria Comunità fornendo ogni informazione ritenuta utile alle Forze di Polizia statali e locali,anche mediante gli strumenti informatici, per assicurare l’avvio di un’immediata azione repressiva e l’avvio di una immediata attività info-investigativa da parte delle Forze dell’Ordine;

Il riconoscimento esplicito delle segnalazioni dei Cittadini che si attivano per il controllo dell’ambiente che loro sta intorno, come elemento qualificante e rilevante di contrasto alla criminalità, non poteva essere meglio descritto. Una maturazione che può portare al rafforzamento della sicurezza, che dve essere implementata.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Contratto di Governo per il Cambiamento: l’Italia è la prima

Lunedì un passaggio cruciale: il mandato del Presidente Mattarella a un Presidente del Consiglio incaricato. Può essere un nome proposto dai sottoscrittori del Contratto; se ne parla meno, ma può anche essere un nome diverso con un incarico limitato a un percorso elettorale entro pochi mesi. Quale che sia la scelta, gli effetti sulla politica europea (e non solo) saranno molto forti.

L’eventuale nuovo passaggio elettorale è probabile che generi un risultato ancora più forte delle forze anti-sistema (la Lega con il percorso compiuto si pone come alternativa, anche lei, al far politica delegata) che da un decennio almeno, in tutto l’Occidente e non solo, si è incapaci di affrontare. Sta mostrando la corda il far politica del secolo scorso. Le analisi di questa situazione si sprecano; poche lucide, a noi pare.

Leggi il resto di questo articolo »

8 Commenti


Pubblica Amministrazione: è pubblica (pagata da noi) ma non amministra

Informarsi, pensare, riflettere, valutare, per cercare di capire come funziona qulla cosa che si chiama Municipio, che assorbe trenta milioni ogni anno delle nostre tasse. Ogni tanto, anziché fermarsi sul caso singolo, specifico, è bene cercare di farsene una visione più ampia. Consente di trarne una valutazione di sistema.

La struttura del nostro Municipio fatta di Cittadini alcuni da noi eletti, altri funzionari, diventa soggetto di analisi, un di cui dell’insieme che costa i benedetti trenta milioni. Tutti svolgono un ruolo, bene o male. In termini organizzativi quali sono le regole che definiscono il loro agire? Chi sono i responsabili superiori cui devono rispondere?

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Buccinasco: i rapporti del Municipio con Cittadini e Consiglieri; parliamo delle strade

Un tema che è ricorrente, quello dell’orticaria che coglie il nostro Municipio quando si pongono questioni, domande, chiarimenti. Quando si fanno proposte, o suggerimenti. Che vengano da Consiglieri o Cittadini, formalmente corrette e in forma scritta, si fa di tutto per vanificarne il contenuto; diremmo per sterilizzarle: rese innocue.

BucciRinasco l’11 Aprile, sulla condizione disastrata delle strade, inoltra una richiesta di dati e informazioni, dal carattere sistematico (VEDI). Una richiesta dati analitica che ha l’evidente scopo di avere elementi chiari circa i costi unitari, l’eventuale rifacimento del manto stradale, entro quanto tempo trascorre fra l’una e l’altra operazione, i controlli ecc.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Bilancio, le spese e i risultati: un disastro annunciato

Cominciamo col bilancio conclusivo 2017, di cui abbiamo già parlato, che certifica spese superiori alle entrate per 1,2 milioni di euro. Andando a vedere il Conto Economico (la parte che registra entrate e uscite nell’anno) si scopre la pagina che riporta i dati qui riassunti nel prospettino:

(le entrate)                                     euro 19.292.919,19
(le uscite)                                       euro 19.905.288,36
DIFFERENZA      (perdita)        euro    -  612.369,17

(rivalutazioni)  +  euro 2.459.575,55

RISULTATO D’ESERCIZIO              +  euro 1.251.947,31

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Buccinasco e la sua politica locale: proposte serie o farsi usare senza rendersene conto?

Siamo alla seconda puntata del rendiconto sulle irregolarità territoriali maturate durante il mandato Carbonera. Anche l’area Scirea ha sforato nel parco Sud, con costruzioni; anche qui viene meno l’autorizzazione paesaggistica (non sanabile).  Il sistema polisportivo vede come sponsor politico locale Aldo Scialino (ne risulta vice presidente), Consigliere di Forza Italia. La struttura realizzata all’epoca, non ha visto grandi impegni di manutenzione e aggiornamento e deve essere rimessa a nuovo.

Adesso la Giunta ha promosso la realizzazione nella zona di un palazzetto dello sport coperto, con 500 posti.  Un progetto che dovrebbe vedere un ampio rifacimento della struttura (abbiamo già avuto modo di parlarne, anche recentemente). La struttura però si porta dietro un vulnus, una sorta di peccato originale trovandosi con opere in muratura entro il Parco Sud.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

1 Commento


Sicurezza, Cittadini e Istituzioni: la Comunità cresce e vince

Succede che lo Stato bagna il naso al nostro sindaco; succede. Bisogna rifare la storia dell’iniziativa promossa dai social network, in particolare “sei di Buccinasco se… “ condotta da Alberto Schiavone, a inizio Luglio 2015 vista la condizione di criticità sulla sicurezza, particolarmente sentita in quel periodo (ma anche ora) propone una prima organizzazione del Controllo di Vicinato.

Si può trovare qui in Città Ideale l’articolo del 17 Luglio 2015 (VEDI), di cui in poco tempo, tramite WhatsApp, realizza cinque gruppi territoriali di Buccinasco, condotti dai Cittadini. Subendo gli sberleffi e i contrasti dell’amministrazione Maiorano e in particolare del vicesindaco d’allora, tale Rino Pruiti. Ci piace ricordarli i Cittadini che si sono da subito impegnati, così come sono descritti nel nostro articolo:

1) Romano Banco: Alessandra Del Vescovo e  Christopher Tagliaferri
2) Musicisti: Alberto Schiavone e Patrizia Izzo
3) Rovido – I Maggio:   Zizzi Pascali e Manuel Lazzeri
4) Chiesetta – Buccinasco+: Paolo Verghetti
5) Spina Azzurra – Esselunga:   Mirko Landenna e Debora Fantini

L’associazione nacque con il nome Controllo del Vicinato; struttura di origine inglese, di cui Sei di Buccinasco se… mutua i principi e i comprotamenti, trovando iniziale collaborazione. Da subito sono intervenute azioni di contrasto dall’amministrazione. Compresa fra queste anche la diffida da parte dell’associazione sovrastante dall’appoggiare quanto si stava promovendo a Buccinasco.

Al punto che Controllo del Vicinato si vide costretta a togliere il suo appoggio. I Cittadini prontamente adottarono la sigla Sorveglianza di Quartiere SdQ, proseguendo in autonomia e aumentando le adesioni, promuovendo  una giusta e efficace azione di contrasto.  Sorveglianza di Quartiere  si è poi sviluppata e accresciuta con le sue gambe, fornendo azioni formative presso analoghe associazioni presso comuni vicini (e non solo), ma anche presso la Regione.

Ci fu anche un tentativo di Maiorano e Pruiti di promuovere un’iniziativa di contrasto, un inutile doppione. Con una serata che avrebbe dovuto essere l’inizio di un Controllo del Vicinato, una serata nella Sala Consiliare, pubblicizzata  e sostenuta, che è finita nel nulla. Allora la vicinanza di  diversi Cittadini con il M5S rappresentò un ostacolo evidente alla Sorveglianza di Quartiere.

Il successo e la diffusione di SdQ  adesso consentito una sorta di ratifica funzionale da parte della Prefettura  che si dichiara positivamente disposta a sostenere e le associazioni dei Cittadini che si confronti e parifichino la loro azione integrati e collaborativi con le istituzioni locali deputate alla sicurezza. Un riconoscimento di cui bisogna complimentarsi con tutti i Cittadini che partecipano, con coloro che lo hanno promosso.

Una curiosità: il nome per come individuato dalla dichiarazione del Comune, che promuove una serata per la sicurezza (cui partecipano solo un rappresentante per ciascun gruppo consiliare), ripristina il nome originario Controllo del Vicinato (VEDI). Per concludere non può mancare la totale retromarcia del sindaco che, cercando di far dimenticare il suo comportamento trascorso, ecco cosa dichiara:

…. come ho più volte detto anche in Consiglio comunale, sono favorevole a questa lodevole forma di volontariato se istituzionalizzata, come per altro ci propone la Prefettura che ci chiede di partecipare al progetto da coordinare con la nostra Polizia Locale e la partecipazione della stessa Prefettura che avrà il compito di monitorare periodicamente il progetto e valutare eventuali modifiche”.

Tag:

2 Commenti



SetPageWidth