Archivio di aprile 2018

Macro-politica nell’Occidente: capire la crisi, soprattutto le necessità di cambiamento

Un’altra riflessione da massimi sistemi, che può sembrare distante dai nostri interessi. Fin dal nome questo blog riguarda Buccinasco, ne siamo coscienti. Quando però su temi di fondo si avvertono distacco o silenzi, crediamo utile, viene da dire doveroso intervenire. La crisi della democrazia nell’Occidente: parliamone.

Tutti i commenti su media e dai politici sono focalizzati sulla crisi della Democrazia, sui partiti storici, i governi, le maggioranze: stanno perdendo appeal, credibilità. I Cittadini allora vanno alla ricerca di nuove formazioni. L’Europa in particolare come istituzione si trova, ed è facile bersaglio per le colpe di ciò che non va, particolarmente debole e poco credibile rispetto a spinte nazionalistiche e euroscettiche che crescono.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Residenza la Cicogna: al sindaco non piacciono le imprese di Buccinasco

Alla presentazione di questo progetto ricordiamo di aver partecipato lo corso anno, nei locali dell’Associazione Granaria, presente il promotore, diversi responsabili delle singole componenti della realizzazione, tecnici e docenti in materia, con la presenza del vicesindaco Arboit, il quale si complimentò per l’iniziativa e i suoi aspetti innovativi, sottolineando l’attenzione dell’amministrazione verso gli aspetti qualitativi del progetto.

Personalmente andammo a stringere la mano all’imprenditore, augurandogli una buona riuscita, il successo, apprezzando il coraggio di un investimento che ha per fondamenta la qualità del vivere. Una sfida trattandosi anche di costi anticipati, che nel tempo poi dovrebbero essere destinati a un ritorno positivo in minore spesa di gestione dell’immobile: un percorso interessante insomma.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Spese per energia e illuminazione pubblica: una cosa è certa, noi paghiamo

Come si dice: “.. a piè di lista”. Il fornitore presenta il conto e il Municipio paga. Il costo energia del nostro comune compnde diverse componenti, che dovrebbero essere valutate in modo organico e unitariamente. L’illuminazione pubblica, il riscaldamento e condizionamento delle sedi comunali, di tutte le scuole (asili compresi). Energia che comprende elettricità e gas, fors’anche gasolio (se a Buccinasco si praticasse ancora il carburante pesante). Su questo insieme dovrebbe ragionare chi amministra.

Il costo di tutto questo sistema può misurarsi intorno a 1,5 milioni l’anno. Tema energia sul quale il Municipio, già da un decennio avrebbe dovuto riflettere, per darne una valutazione sistemica e approntare un “piano energia” di Buccinasco: ottimizzando i tre aspetti di fondo che lo riguardano: l’autoproduzione fotovoltaica e riscaldante; l’ottimizzazione dei contratti distinti per le singole materie; gli obiettivi sostenibili (il ritorno dagli investimenti).

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Casaleggio, Rousseau, e M5S… e la Democrazia: qualcosa ancora non torna

Che la Casaleggio Associati sia il motore, il perno su cui si è sviluppato M5S è palese e nelle cose. Farne una distinzione chiamandosi fuori dalla politica M5S come ha fatto Davide Casaleggio in una intervita su ilsole24ore (VEDI, la lettura vale la pena), è troppo facile definirlo una boutade: ecco cosa ha detto

Sia la Casaleggio Associati che l’associazione Gianroberto Casaleggio non hanno nulla a che fare con la politica. Sono entità, come ribadito più volte, totalmente estranee al M5S. Il mio impegno nell’associazione Rousseau è gratuito e non ha nulla a che vedere né con l’azienda che presiedo né con l’associazione in nome di mio padre, che ha uno scopo preciso: trovare spunti di dibattito e idee per capire il futuro. Una cosa che accomuna l’associazione Gianroberto Casaleggio e l’associazione Rousseau è che non hanno fini di lucro.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

4 Commenti


Auspicare l’eguaglianza: progressisti o pasticcioni?

Argomento che ci fa tornare ab ovo, alle origini. Il far politica progressista, da quando la democrazia moderna  è ri-nata nel Settecento in Inghilterra, ha avuto come faro acchiappa falene il proposito della società di eguali, la riduzione delle disuguaglianze, ininterrotta  fino all’obiettivo finale sintetizzato da slogan immortale di Karl Marx:

DA CIASCUNO SECONDO LE SUE POSSIBILITÀ
A CIASCUNO SECONDO I SUOI BISOGNI

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Sinti e costi di gestione: l’esempio di Vicenza costa meno e rende di più

Sul tema della Comunità sinti la nostra amministrazione ha messo a bilancio per quest’anno un progetto che dura nove anni. Che prevede l’utilizzo della ciclofficina (pagato con un finanziamento regionale) chiusa da cinque anni e inutilizzata (magari qui potrebbero essere trasferiti i minori accompagnati di via Nearco, in caso di necessità, non obbligata, però).

Un ente si propone di condividere un progetto con il nostro comune (o viceversa), perché in nove anni rimetta in ordine la cultura arcaica sinti, fatta di espedienti per vivere, rifiutando il lavoro da dipendenti. Sostanzialmente vivono di questi espedienti ed inoltre beneficiano di vari supporti e erogazioni dei comuni, compresi contributi economici, bollette (che tendono a non pagare), ecc.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Anti riciclaggio a Buccinasco: facciamolo sapere a tutti che non siamo in grado di farci nulla

È appena terminato il mese dell’antimafia con Sindaco e Assessore che all’antimafia è dedicato) sugli spalti delle barricate. Dichiarazioni in Consiglio da conducator col mento sollevato a 45 gradi rispetto alla posizione naturale, con un Consigliere pronto a proporre l’adesione di tutto il Consiglio. La convocazione della Giunta in casa d’altri pur di fare ammuina su una questione civile di diritto condominiale, ecc.

Nel frattempo la Giunta approva il Piano triennale di Prevenzione della Corruzione. I giornali locali mobilitati, con tanto di foto del boss, ecc. La descrizione di un agire indomito: con questi l’anti-stato non ha spazio. Tranne per il contrasto al riciclaggio. Non lo diciamo noi ma lo stesso Piano Anticorruzione appena approvato. Riportiamo ciò che descrive il documento (pag 5, punto primo: esame del contesto esterno). Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Lavoro nero. Fatta la legge se ne fa pubblicità. Poi tutto procede come prima

Questa faccenda torna curiosa a Buccinasco Città Ideale, perché a sollevare la questione  siamo stati  noi  a metà Novembre (VEDI). un mese dopo veniva approvata in commissione una proposta giacente in parlamento  da anni, diventata legge sotto elezioni. Però, le norme applicative sono subordinate a un’intesa fra i soggetti  (sindacati,  Confindustria, banche e poste) sulle procedure da attuare.

Finora non se n’è fatto nulla e chissà ancora quanto tempo trascorrerà. Il sistema romano è fatto  così: organizzato perché le leggi scomode all’uno o l’altro dei  soggetti partitici , si fa in modo che non entrino in funzione.  Ce ne informa un articolo puntuale e ben descritto  (VEDI) che riteniamo opportuno riprendere. Terremo sotto controllo l’evoluzione e ne informeremo i lettori.

False buste paga, da luglio stop agli stipendi in contanti

Lo stipendio arriverà solo attraverso le banche, per avere tracciabilità dei flussi. Manca però la convenzione, che doveva esser scritta entro la fine di marzo, tra governo, banche, Confindustria e sindacati per pubblicizzare la normativa

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Palestina è Israele? Percorso incompiuto, da risolvere

Siamo abituati a considerare il territorio che storicamente è stato chiamato Palestina (lo storico greco Erodoto nel quinto secolo A.C.), all’incirca come da noi inteso, l’area a Ovest del Giordano dal Libano all’Egitto. Per gli ebrei, in quel passato, l’equivalente di Palestina corrispondeva al Sud dell’attuale Israele, mentre la Bibbia, vede Eretz Yisrael, la terra d’Israele nella parte superiore.

Questa è storia (cui si richiamano i contendenti odierni). Israele come patria per gli ebrei è spuntata nel corso della prima guerra mondiale la dichiarazione del ministro degli esteri inglese Artur Balfour al banchiere Rothschild nella quale  riconosce la possibilità di un’area nella quale gli ebrei dispersi in altri stati potessero qui trovare una Comunità (non uno stato propriamente detto). Eravamo nell’epoca del colonialismo delle cannoniere….

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento



SetPageWidth