Archivio del 17 febbraio 2018

Fascismo e Antifascismo in Italia: insieme a stupidaggini (interessate)

Cominciamo con un poco di storia. Uno Stato debole, una classe politica altrettanto tale, portò alla confusa gestione del  primo dopoguerra: un radicalizzarsi degli schieramenti. La domanda di ordine e giustizia si rafforzò e venne espressa da Mussolini e dal fascismo. Una quota maggioritaria dei votanti (solo maschi), in assenza di alternative, portò Mussolini al governo.

Espressioni di condivisione vennero in questo primo periodo da personalità di peso come Benedetto Croce e perfino Don Sturzo, che in preve presero poi le distanze dal Partito Fascista. In un contesto dalle criticità diverse cui la classe politica del tempo non riusciva a dare una credibile prospettiva di soluzione, fu così che un partito prima inesistente arrivò ad essere il primo.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento



SetPageWidth