Archivio di febbraio 2018

Elezioni, confusione, scelte masochiste; oppure usuale politica ?

Riceviamo un notizia di cui sentiamo il dovere di parlarne ai nostri lettori. Ci si riferisce alle manovre che, una sull’altra, comprendono tutti gli schieramenti, con particolare riguardo a piccole liste e movimenti<,  quasi promossi da una persona sola. Hanno il problema di come mettersi: con chi e in qual modo, per “arrivare”.

Ci troviamo in una condizione particolare questa volta, con la nuova legge elettorale gli schieramenti sono ondivaghi, dal colore cangiante. Non perché cambiano le recite; soprattutto il cambiamento possibile ha affetto  personaggi che aspirano comunque a restare in sella. Uno degli effetti di questa legge elettorale.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento


Fascismo e Antifascismo in Italia: insieme a stupidaggini (interessate)

Cominciamo con un poco di storia. Uno Stato debole, una classe politica altrettanto tale, portò alla confusa gestione del  primo dopoguerra: un radicalizzarsi degli schieramenti. La domanda di ordine e giustizia si rafforzò e venne espressa da Mussolini e dal fascismo. Una quota maggioritaria dei votanti (solo maschi), in assenza di alternative, portò Mussolini al governo.

Espressioni di condivisione vennero in questo primo periodo da personalità di peso come Benedetto Croce e perfino Don Sturzo, che in preve presero poi le distanze dal Partito Fascista. In un contesto dalle criticità diverse cui la classe politica del tempo non riusciva a dare una credibile prospettiva di soluzione, fu così che un partito prima inesistente arrivò ad essere il primo.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Ndrangheta e le professioni: un nervo scoperto, ma anche altro

La Commissione parlamentare antimafia, quella presieduta da Rosy Bindi, qui a Cittaideale è stata citata per un episodio semiserio a Corsico (la Sagra dello Stocco), divenuto notizia nazionale con tanto di convocazione del sindaco Errante in una seduta tenutasi a Milano, per chiedergli spiegazioni.  Come molte commissioni e organismi partitici non la riteniamo il massimo della credibilità ed equilibrio.

Il 21 Febbraio (sotto elezioni, ma è una coincidenza) uscirà la relazione annuale della Commissione, di cui circolano già riepiloghi e anticipazioni. Un aspetto di grande importanza riguarda la presa di coscienza del diffuso coinvolgimento della ndrangheta dai colletti bianchi, di cui si può leggere un interessante articolo dell’ottimo Roberto Galullo su ilsole24ore già il 13 Febbraio (VEDI). Anche un’altra descrizione che ne fa pocketnews focalizzata sulla Lombardia  (VEDI).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Elezioni regionali candidatura di una professionista: Rita Amabile

Non è usuale trovare personaggi di spicco entro la P.A. che si fanno notare per la caratura nello svolgere ruoli di peso, che decidono lasciando il segno, che non sono disponibili a scambi di favori, che tirano dritto. Quando ci sono, succede raramente, ecco che diventano dei pezzi da novanta , tanto da divenire il punto di riferimento che superano le potestà del sindaco intelligente.

Perché qui, quando si arriva a incarichi politici di peso, succede qualcos’altro nella politica usuale della nostra politica di potere. Spesso, troppo spesso, il far politica è questione estranea all’amministrare, al gestire. In politica si impara a decidere in funzione del potere, soprattutto personale, o di partito. Ciò che conta è la fortuna personale, la scalata del potere. Il resto, l’esito della scelta, i suoi effetti sulla gestione di un ente o una società, vengono dopo, non interessano.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


PD e il debito pubblico: cosa dobbiamo aspettarci

Un’intervista che riguarda il debito pubblico fatta da ilsole24ore ai segretari dei partiti in corsa l’abbiamo trovata relativa a Renzi, pubblicata il giorno 10. Ci piacerebbe avere altrettanto dagli altri; che finora non l’hanno affrontata come argomento specifico. Vedremo di compiere, con tutti i nostri limiti, un’analisi di quanto ci sia da aspettarsi da un eventuale governo PD.

L’intervista ha un respiro non localistico (VEDI), affronta temi come la gestione dell’Europa, ma anche quello che lui definisce “austerità”, termine evocativo di sacrifici, che viene bene archiviare prima delle elezioni. Lasciamo le terminologie che sanno di strumentale e demagogico e veniamo alla questione che più interessa e coinvolge. Anche noi ma soprattutto l’Italia: il debito pubblico.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

2 Commenti


#Retelavoro e Sportello Lavoro del Municipio: incompatibilità?

L’iniziativa #Retelavoro promossa da Alberto Schiavone non ha avuto una buona accoglienza dalla maggioranza quando l’estate scorsa si sono svolte le elezioni comunali. Estranea  alla gestione Maiorano Pruiti, allora si pensava: fastidi di natura elettorale; cercare di mettere fumo su un’iniziativa di impatto sociale e comunicativo, che portava via voti.  La sinistra è da sempre gelosa delle iniziative “sociali”, convinti come sono che queste possono essere solo loro, sul lavoro poi…

L’iniziativa #Retelavoro è proseguita anche nel dopo elezioni: Pruiti vince, ma c’è questa proposta #Retelavoro che non è loro, che prosegue,  esterna alla maggioranza (Schiavone direbbe dell’opposizione). Il solo fatto che prosegue un’iniziativa che riguarda il lavoro, fuori da coloro che sono i depositari del lavoro, disturba. Disturba parecchio.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Movimento Cinque Stelle: il programma e la sfida da cogliere

Riceviamo osservazioni da un lettore, e amico, carissimo. Ci sottopone aspetti del programma M5S. “Qualche spunto (e non mi sembra necessario aggiungere altro)”. Si tratta degli aspetti che, per chi ce li sottopone, sono visti come problematici. In parte la stesura sarà anche forzata da esigenze di sintesi; dobbiamo per onestà verso noi stessi e i nostri lettori presentarli e coglierne i limiti; ciò che consideriamo errori. Anche seri.

Non che siano solo questi gli aspetti su cui verrebbe da discutere; praticamente su tutto ci sarebbe da limare, puntualizzare e precisare. Correggere o espungere (mettere fuori). Questi tuttavia bastano per una prima analisi, che non ha intento elettorale, a favore o contro. Ci muove ciò che riteniamo l’interesse del Paese.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

6 Commenti


Avanti con i regali ai sinti: i Cittadini pagano comportamenti incivili

Il 2018 deve essere un anno beneaugurale per i Cittadini residenti a Buccinasco che fanno parte della Comunità sinti. Solo per loro però… perché gli altri Cittadini sono chiamati a pagare con le loro tasse i costi dei benefici erogati ai concittadini sinti. Servizi, servizi esclusivamente a loro riservati.

È già successo con l’intero impianto elettrico, adesso vengono rifatti tutti gli impianti sanitari. Viene buttato via l’impianto di riscaldamento solare, da anni fuori uso, sostituito da riscaldatori elettrici per complessivi 350 litri… tutto pagato con soldi nostri. Gentile omaggio fatto dai Cittadini, per il 2018, ai nostri concittadini sinti?

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Concorrenza, liberalizzazione e crescita del mercato

L’Europa è in facimento: in parte opera un percorso di avvicinamento delle regole e delle economie; solo in parte però. Gli stati nazionali pesano ancora, e parecchio. Pesano soprattutto i due centrali Francia e Germania: le rispettive economie sono fortemente condizionate dallo stato, da uno stato che ha una efficiena rispettabile, anche quando è monopolista.

Questione e conseguenza di storia: di stati nazionali ben strutturati  e autorevoli, su cui la politica elettiva incide con misura e spesso è subordinata. Questa riflessione viene dalla vicenda Italo. L’Europa nei suoi principi di Stato Unito d’Europa, ha proceduto a emanare una serie di liberalizzazioni, dellestrutture nazionali. Fra queste le ferrovie: separando la gestione delle infrastrutture dai mezzi di trasporto.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

9 Commenti


Appalti a Buccinasco : proviamo con qualche suggerimento

Parliamo dei contratti di fornitura, in questo caso di servizi, perché è questo tipo di fornitura che maggiormente  ricorre con la P.A. Prendiamo in considerazione un aspetto dal carattere macroscopico, che avrà suscitato interrogativi ai  Cittadini.  In buona sostanza, la durata di un contratto che viene decisa in forma rigida  dall’ufficio tecnico da cui viene il bando di gara, in base a quali criteri viene stabilita?

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Sindaco: amministrare significa gestire, saper gestire. Solo questo: basta e avanza

Non faremo nomi, solo testimonianze. Saremo esemplari sul come riteniamo si debba amministrare; saranno i lettori a comprendere. Dunque: succede che per un evento non prevedibile che genera un’uscita a sorpresa nel bilancio preventivo (oppure manca un sufficiente fondo di copertura), si debba far approvare dal Consiglio una spesa fuori bilancio. Vediamo i comportamenti possibili di un sindaco tipo, anche Assessore al bilancio; come a nostro parere si deve comportare.

Sindaco coerente al suo ruolo super partes e alla sua funzione: “devo presentare questa uscita imprevista per un provvedimento dell’autorità giudiziaria che richiede la provvisoria esecuzione su una vicenda non generata da noi ma che riguarda il nostro comune. La cifra è provvisoria e potrà essere annullata dalla successiva decisione in giudizio cui abbiamo dovuto appellarci poiché non ha avuto esito una nostra proposta transattiva. L’importo non era prevedibile avendo il comune ottenuto, nella tornata precedente, una sentenza a noi favorevole. I fondi di bilancio sono insufficienti a coprirne l’importo (oppure: non è possibile coprire questa spesa con i fondi di bilancio esistenti). Chiedo pertanto al Consiglio l’approvazione, con l’impegno a informare dei successivi passaggi, che confidiamo essere al nostro comune favorevoli”.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Scuola di via degli Alpini: paghino i responsabili!

La gestione dei beni pubblici a Buccinasco fa acqua da tutte le parti: non è una battuta purtroppo. Sono anni che le scuole a proprietà e gestione comunale (cioè fatti e pagati con le nostre tasse) si trovano nella cronaca locale, con sequenze impressionanti di cattivo stato, gestione approssimativa. Segue il ripetersi dei medesimi guasti nello stesso luogo, più volte.

L’Amministrazione sta facendo investimenti incredibili relativi a manutenzioni non fatte per decenni, che ora richiedono interventi radicali, quasi un rifacimento. Eppure Buccinasco è città recente, le scuole più datate risalgono a trent’anni fa o poco più. Stiamo parlando di immobili, fatti per durare un secolo almeno… immobili pagati con le nostre tasse (ricordiamolo sempre).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

3 Commenti


Amianto a Buccinasco: la salute dei Cittadini è un optional ?

Nel Consiglio tenutosi il 25 Gennaio Alberto Schiavone per il gruppo M5S ha presentato un’interrogazione, articolata, nella quale chiede al sindaco di intervenire fattivamente perché al problema si metta mano, anche per sostenere le spese e ottimizzare i costi, ecc. (VEDI comprende la risposta del sindaco).

L’argomento è strettamente legato alla salute di tutti i Cittadini residenti. I lettori non ci crederanno, ma nel trattare l’argomento in Consiglio, l’aspetto della salute non è stato neppure sfiorato. Il peso che la presenza di amianto ha concretamente in termini di conseguenze, i numeri: i benedetti numeri che, unici, consentono di valutare nel concreto il problema. Problema attuale e prospettico.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


I terreni comunali venduti e l’ipotesi di una scuola media superiore

Bisogna parlarne ancora, perché l’impressione che se ne ricava ha un sapore artificioso. Fosse solo un giochino comunicativo per consumare terreno nostro, saremmo in un’area di quasi usuale strumentalizzazione del far politica: aggiungi qualcosa e parli d’altro, in questo modo l’operazione immobiliare sovrastante passa in secondo piano. Più facile che scivoli via l’operazione del mattone perché l’attenzione comunicativa e dei Cittadini passa ad altro.

La faccenda è decisamente complessa; non funziona la furbata di mettere in gioco la scuola media superiore a Buccinasco che: non fa parte del programma PD, neppure della lista Pruiti.  neppure e nei progetti del PGT: La scuola superiore è stata presentata e sostenuta solo dalla lista BucciRinasco, in un contesto compiuto e organico.

Che l’idea sia venuta senza adeguata riflessione lo dimostra il seguito di successive dichiarazioni e aggiustamenti del sindaco: l’Assessore alla partita, il vicesindaco Arboit, finora silente; il protrarsi di quello che sembra un disinteresse, sta assumendo il sapero di muta non condivisione.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Città Ideale trova l’ascolto del sindaco? Nei fatti sembrerebbe di sì

E di qualche giorno addietro  il nostro articolo relativo alla manfrina del sindaco suii terreni verdi di proprietà comunale, posti in vendita per fare cassa (VEDI il 29 Gennaio commentando il Consiglio del 25). Molte delle osservazioni da noi poste trovano tentativi di risposta nel comunicato uscito il 31 (dopo il previsto incontro con la Città Metropolitana).

Si veda il comunicato stampa sul blog del comune (VEDI), che andremo comunque a riprendere. Finalmente ci vengono fatti conoscere i numeri della questione, numeri finora ignoti, indispensabili per partire su un progetto, come molti altri numeri e dati che ancora mancano (la dimensione del comprensorio di zona sul piano occupazionale e delle specializzazioni attese; i pareri tecnici dalle università e dalle imprese; le dimensioni appropriate del plesso sul progetto che si andrà a compiere; e molte altre). Ecco i numeri locali:

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento



SetPageWidth