Archivio del 5 gennaio 2018

Competenza: gestione tecnica (e politica): il bilancio fa acqua

La democrazia del diritto di voto universale, porta alle cariche elettive Cittadini che: scelti dagli elettori, non sono tenuti a possedere alcuna competenza di gestione. Se può andar bene nel paesino da un centinaio di residenti, la cosa diventa molto diversa in casi come Buccinasco, quando si deve amministrare una struttura complessa che cuba quasi 30 milioni di tasse da gestire.

In uno Stato degno di questa definizione, il compito delle competenze dovrebbe toccare alla struttura stabile: l’organico del Municipio a cominciare dai responsabili tecnici. Che per questo dovrebbero essere autorevoli e autonomi rispetto all’eletto pro tempore. Uno Stato che, nelle sue articolazioni,  questi incarichi  li forma, seleziona, promuove, tutela (ma anche declassa o estromette).

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento



SetPageWidth