Archivio di novembre 2017

Buccinasco e “lavoro nero”: una buona azione, ma poi?

L’iniziativa delle forze dell’ordine è stata coordinata e ben gestita. Non si sono avute fughe di notizie (cosa che ogni tanto capita, sia per errori di qualcuno ma anche perché c’è chi trova il modo di far sapere, a chi può essere interessato). In questo caso non c’entrava la ‘ndrangheta, ma l’insediamento irregolare era grosso (VEDI).

Almeno 55. semi schiavi in un’azienda di “marketing” che svolgeva consegne di volantini pubblicitari. Oltre a ciò dentro la struttura era operante  anche un deposito smistamento di merci per minimarket, gestito da due pakistani. Presumibilmente prodotti destinati a piccolo commercio etnico nordafricano e mediorientale.

Leggi il resto di questo articolo »

3 Commenti


Promuovere le imprese che vengono a Buccinasco… siamo ai primi passi

Della proposta presentata in Consiglio, davvero senza precedenti a Buccinasco: prima volta dopo la crisi del 2007. Le imprese fino ad allora venivano da sole.  In seguito perché le subentrate gestioni stataliste non si sono dimostrate favorevoli, o non si sono accorte che la crisi richiede un cambio di marcia.

Imprese e capannoni che hanno chiuso; i  posti di lavoro decrescono, aumentano disoccupati, locali o dal capoluogo. La risposta è stata l’elemosina, o al massimo investendo oltre 100mila euro l’anno  su uno sportello lavoro che si aggiunge ai numerosi altri, gratuiti, che sono sul territorio.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Antimafia di parata; operatività concreta e qualche scheletro

Presentata da Alberto Schiavone per M5S  la proposta di conferire la cittadinanza onoraria a Antonino Di Matteo.  Magistrato a Palermo con processi di peso di cui è stato giudice e PM (Falcone Borsellino e altri). in particolare, uno dei processi riguarda la trattativa Stato-mafia, nei quali si è scontrato con politici di grande peso, fra cui perfino Giorgio Napolitano.

Magistrato bandiera della associazione Agende Rosse (Cittadini palermitani e non solo, che sostengono la quasi provata trattativa Stato-mafia: l’agenda rossa è quella scomparsa dall’auto di Borsellino). Ecco una recente intervista a Di Matteo (VEDI). In Consiglio eravamo attenti sull’atteggiamento del PD e della maggioranza.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

1 Commento


Gli orti comunali a Buccinasco: un esemplare metodo per sprecare nostri soldi

Ogni centesimo che la nostra amministrazione impiega nella sua gestione proviene direttamente dalle tasche di noi residenti. Bene ricordarlo sempre, perché capita sovente che se ne dimentichino i nostri gestori pro tempore. Non sono somme a loro disposizione: devono pianificare le spese, raccogliere il consenso, informare preventivamente sulle decisioni e infine: rendicontare.

“…. in un’ottica di supporto al reddito familiare. La volontà dell’amministrazione è proseguire a erogare” (parole di Assessore nel Consiglio del 23 novembre)

Che in passato  ci sia stato qualche primo Cittadino attento alla spesa, aspetto fondamentale della gestione in municipio, i Cittadini con più esperienza lo ricordano. La professoressa Francesca Arnaboldi, il sindaco Guido Lanati con la sua lista civica. Finiti quei tempi… quelli di adesso poi, stanno diventando addirittura prevaricatori.  Ad esempio l’Assessore antimafia e, sembra, anche dei servizi alla persona, sostiene che questi costi non li devono rendicontare.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


A tutta la maggioranza: BUTTATE NEL CESTINO L’IDEOLOGIA!

Nel Consiglio di Giovedì fra le diverse questioni emerse dalle posizioni di BucciRinasco così efficacemente presentate da Caterina Romanello, ve ne è stata una che ha suscitato un putiferio scomposto fra  i Consiglieri della maggioranza, proteste e urla che hanno costretto il Presidente del Consiglio a minacciare la sospensione del Consiglio. Vale la pena ripercorrerla, perché questo mondo fatto ancora di arcaico statalismo ideologico, si aggiorni e dimetta i preconcetti sbagliati fin qui percorsi.

L’argomento riguarda la Scuola d’Infanzia pubblica condotta da una coop parrocchiale, convenzionata. Raccontiamo l’antefatto. A estrarre dal cappello l’argomento è un Assessore (anche vicesindaco…), che replica alla richiesta di sospendere la delibera sul Diritto allo Studio, dai contenuti palesemente squilibrati, contrari ai principi di legge.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

12 Commenti


Buccinasco: dopo sei anni la sinistra scopre l’impresa

È successo ieri sera a Buccinasco. Un Consiglio a suo modo storico. Che a Buccinasco l’amministrazione di sinistra finalmente si accorge che esitono le imprese, i commerci, gli artigiani. Che la crisi ha pesantemente fatto pagare la loro sopravvivenza.  Ci si accorge che da noi  si è visto fin troppe volte un passaggio di gestione verso personaggi dal facile e misterioso arricchimento.

Tutto questo nell’indifferenza, nel lasciar fare alle cose come andavano, probabilmente non mancando l’interna muta soddisfazione per le difficoltà, le chiusure, i capannoni vuoti: fare impresa vista come nemico del quale godere se è in difficoltà… Tutto questo, se è stato, da ieri ha visto un cambiamento di attenzione. Anziché aumentare la platea degli assistiti senzalavoro distribuendo elemosine (che feriscono la dignità), ecco che la tendenza s’inverte.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


l’Europa “espressione geografica” e Milano

Il termine Italia espressione geografica è fatto risalire a Klemens von Metternick, conte plenipotenziario a Vienna, ove il dopo Napoleone ridisegnò l’Europa. Quanto all’Italia è alle ipotesi di possibili semplificazioni nei diversi staterelli, uscì la frase che avrebbe pronunciato L’Italia non è un paese, ma una semplice espressione geografica.

Frase che si può dire oggi dell’Europa nel terzo millennio. Divisa in staterelli: mentre la globalizzazione avanza, incapaci di trovare una sintesi, ciascuno alla ricerca del proprio tornaconto a danno degli altri. Stretegie, economie e futuro sono su scala come minimo continentale e l’Europa continua nell’immagine di 29 galletti in un pollaio mentre la vita è nel mondo che sta fuori.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

2 Commenti


Gestione all’italiana del risparmio: i cambiamenti di cui poco si conosce

Se ne parla poco dei P.I.R.  (Piani Individuali di Risparmio). In pratica con una legge del 2017 è possibile per ogni individuo investire fino a 150mila euro esentasse se il 70% dell’investimento viene fatto in aziende che operano in Italia per la durata minima di 5 anni (moltiplicabile per ogni familiare). VEDI la descrizione de ilsole24ore, che ci sembra puntuale.

Finalmente qualcuno a Roma è riuscito a vincere le fortissime resistenze verso una normativa che agevolasse l’investimento in aziende italiane da parte dei risparmiatori. Non c’è mai stata da noi, mentre  in tutti i paesi più avanzati (USA e Regno Unito su tutti) sono operanti da anni e questo fenomeno porta a investimenti del risparmio privato per migliaia di miliardi, a generare lavoro e ricchezza nel paese.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Piano per il diritto allo studio: proviamo con un’analisi, per migliorare

Circa le condizioni che lo rendono al limite se non oltre la legittimità abbiamo già detto (VEDI). Per capire di che stiamo parlando, in due parole, si tratta di una parte dell’attività scolastica, interna al piano d’istruzione standard (riportiamo quanto dice il documento presentato):

la quale ha introdotto il regime di autonomia scolastica, attribuendo all’Amministrazione Comunale, funzioni e competenze, in precedenza affidate allo Stato, per interventi rivolti all’offerta formativa sul territorio, mentre alle scuole ha concesso autonomia in merito all’adozione del calendario scolastico nel rispetto di un monte ore annuo e di un programma didattico.

Quindi per legge, gli indirizzi circa l’offerta formativa sono compito dell’amministrazione comunale. Gli indirizzi… perché la concreta attuazione dei medesimi, di cui le scuole pubbliche vengono informate (magari avendoe con loro collettivamente discusse), competono poi alle singole scuole che propongono stipulando singole convenzioni.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Via Di Vittorio: ricordiamo quanto ancora c’è in ballo

Dopo l’assemblea pubblica svoltasi il cascina Robbiolo, la questione è stata sollevata nel Consiglio tenutosi tre giorni dopo, con una dichiarazione del Consigliere Caterina Romanello. Una dichiarazione che ha dato voce ai Cittadini. L’argomento è importante ma non faceva parte dell’ordine del giorno.

La Presidente del Consiglio ha applicato il regolamento e non vi è stata discussione ne voto. Tuttavia la spinta data ha avuto i suoi effetti. L’Assessore e il sindaco hanno ripensato al progetto aggiungendo 40 piante di alto fusto.. considerando l’ipotesi presentata da BucciRinasco molto bella ma esageratamente costosa (cosa che a noi non risulta)

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Un bando di gara per dare lavoro a due sinti: durerà nove anni… ci costerà una cifra

La sopresa ce la comunica una determina tecnica che fa seguito a una delibera di Giunta del 04 Ottobre (VEDI). Il problema che ci si trova di fronte è: cosa si può fare della ciclofficina costataci 100mila euro (della Regione), immobile completato nel 2013 e finora chiuso, inutilizzato?

L’idea di questi manager della politica “sociale” ma privi di competenze gestionali, era allora di trovare un artigiano ciclista che assumesse 3 sinti (poi ridotti a due) per farne una ciclofficina. Scelta presa così, d’intuito. Che abbiano fatto due conti preventivi, quanto costano, quanto ci si può aspettare in termini di incassi in modo che si potessero coprire le spese, ecc. Non è stato fatto…

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

3 Commenti


Scuola: Piano di diritto allo studio è fuori dalla legalità

Il piano di spese dell’anno scolastico in corso è stato presentato Martedì 14 ai Consiglieri, per la discussione in Commissione il giorno 16. Ventidue pagine con descrizioni interessanti. In particolare per le iniziative che aumentano contenuti e quantità di tempo che impiegano.

Manca un raffronto con gli anni precedenti, indicando e motivando le ripetizioni, le novità,  il costo unitario diretto (paga  il Comune) e quello che deriva da finanziamenti  sovraordinati (regione o ministero).  Manca l’indicazione se queste ore impegnate nelle attività ulteriori rientrano nell’orario scolastico normale o sono ulteriori (in totale oltre 1.700 ore). Dovrebbero essere  ore che vengono sottratte all’istruzione standard. Questi corsi scolastici autonomi che fanno parte del Piano per il diritto allo studio (VEDI).

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Whistleblowing. Il pubblico funzionario da oggi è garantito

Una legge arriva finalmente a dare la dovuta protezione ai funzionari o dipendenti pubblici che “soffiano il fischietto” (segnalano alle strutture sovraordinate fatti o ipotesi di illeciti a loro conoscenza). Ieri la Camera ha  votato in via definitiva la legge che determina questa protezione garantendo anonimato e copertura da interventi in qualche modo punitivi nei loro confronti.

Una procedura che negli USA è legge, pensate un po’, fin dal 1863, assicurando anche a chi “soffia sul fischietto”  una percentuale di quanto recuperato dallo Stato. Quanto sia importante un agire severo e conseguente contro i reati che colpiscono la P.A. e perfino ovvio.  In quasi tutti i paesi europei esiste la normativa che protegge  le denunce da Cittadini e da dipendenti che informano su decisioni, atti, comportamenti che recano danno a tutti (VEDI: whistleblowing nel mondo).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Pagamento degli stipendi al Sud: M5S si scontra con l’economia del Sud

Un candidato alle regionali siciliane per il M5S, non eletto, un imprenditore alberghiero dell’agrigentino, è stato arretato per estorsione. Estorsione: sostanziata da una busta paga ove sta scritto 100, ma il dipendente percepisce 80… La differenza se la intasca la proprietà… se la intasca in nero.

Tutta la stampa fa uso del termine “estorsione” (VEDI ad esempio lastampa), ma quasi nessuno descrive la sostanza come viene riportata da ilfattoquotidiano (VEDI):

Secondo il procuratore Luigi Patronaggio, che coordina l’inchiesta con il pm Carlo Cinque, i due fratelli minacciavano i due dipendenti di licenziamento nel caso non avessero accettato uno stipendio inferiore a quello che risultava in busta paga. “I dipendenti, parti offese del reato”, ha dichiarato Patronaggio, “hanno offerto riscontri documentali ed audio alle loro dichiarazioni accusatorie nei confronti degli indagati. Il fenomeno delle ‘false buste paga’ è particolarmente diffuso nell’agrigentino e oggetto di particolare attenzione investigativa da parte dell’Ispettorato del Lavoro oltre che delle forze di polizia. Nei prossimi giorni ci sarà l’interrogatorio di garanzia da parte del gip Stefano Zammuto”.

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento


Buccinasco: Polizia Locale al lavoro, senza notizie

Quanti sono gli addetti alla Polizia Locale di Buccinasco? come cambia il numero degli incaricati? Quante sono le funzioni operative esterne e quali sono? Vi sono turnazioni? Quanti sono coloro che non possono svolgere mansioni esterne per ragioni di salute o altro?

Andiamo più sulle generali: quali sono i compiti demandati alla Polizia Locale? Per ciascuno di questi compiti quante sono le persone impiegate? Esiste un programma di presenza sul territorio, diviso per mansioni? La Polizia Locale è una funzione importante, svolge compiti essenziali che fanno da spina dorsale sul controllo del territorio, con effetti sul comportamento civile, sul rispetto del codice della strada, sulla regolarità delle attività svolte, commerciali, degli esercizi  o d’altra natura.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento



SetPageWidth