Archivio del 11 agosto 2017

Avvocati e monopolio, prezzi fermi per non fare concorrenza

Che in Italia di avvocati ve ne siano troppi è risaputo. I dati 2016 ci dicono che ne abbiamo 4 per ogni mille abitanti; il secondo paese per intensità dopo la Spagna: 246mila. Sono troppi anche nel parlamento. La categoria dei legali è di gran lunga la più rappresentata. Fatto che è con tutta evidenza il motivo di un disegno di legge monopolistico del governo, emanato Lunedì 7 Agosto.

Ce ne avverte un editoriale di Istituto Bruno Leoni – IBL: la paura di una competizione libera sul mercato può avere una sua motivazione storica. In Italia il liberomercato, la possibilità per i più capaci di agire ad armi pari, di generare competizione sui costi e qualità di servizio è una novità per molte delle categorie professionali davvero protette. Notai e non solo. Da respingere al mittente: per il Consiglio dei Ministri una vergogna.

Avvocati: il sindacalismo dell’equo compenso

Quello che il Governo chiama ipocritamente “equo compenso”

non è altro che la reintroduzione delle tariffe minime

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento



SetPageWidth