Archivio del 2 giugno 2017

Comuni e aziende gestite: API di Rozzano occasione per riflettere

Nel Novecento europeo la stagione delle imprese “civiche”, ha avuto una lunga fase  socialisteggiante che ha dato luogo a attività “sociali” sottratte al libero mercato per farne una gestione controllata direttamente dal comune, con lo scopo, negli intenti,  di poter erogare vantaggi per i Cittadini, alle fasce meno abbienti: si pensava allora di trasferire il reddito d’impresa sul costo minore del servizio.

Questioni pubbliche che sono state anche nazionali,: hanno riguardato banche nazionali in dissesto nel ventennio, come pure le imprese siderurgiche cui se ne aggiunsero altre come il petrolio (ENI) , la chimica, gli alimentari (IRI), l’elettricità (ENEL), le banche locali, poi i telefoni. Non vogliamo ora allargare l’argomento a queste enormi nazionalizzazioni; il nostro orientamento è risaputo. Lo stato diventa più efficiente quanto più è leggero, e lascia libera la gestione delle imprese, al mercato, limitandosi al controllo e indirizzo. Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti



SetPageWidth