Archivio del 3 aprile 2017

Evtushenko non c’è più: memoria mia (ma non solo)

Era il 1961… Guerra fredda che lasciava i primi segni di scongelamento (allora si usava il termine di disgelo). Un giovane Poeta russo di 28 anni, in Italia allora quasi sconosciuto, scriveva una poesia sorprendente per un mondo chiusissimo, nonostante Krusciov. “Babi Yar”, questo il titolo e il luogo.  In Ukraina, non distante da Kiev allora e nella seconda guerra mondiale parte dell’URSS. Eccone qualche stralcio:

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

1 Commento



SetPageWidth