Archivio di agosto 2016

Sistema parti/coop: da Stato di Diritto a giustizia “in armonia”

Da tempo Città Ideale un dubbio se lo poneva, in modo crescente. Esposti diversi inoltrati a chi di dovere che vengono a conoscenza degli amministratori o loro entourage, tempo un giorno o due. Una volta può succedere; allora si percorre un’altra strada; con lo stesso risultato. La questione cambia quando il destinatario è, diciamo così, fuori dell’ordinario e del territorio.

Allora, prima che la notizia arrivi ci vule un po’ di tempo, ma poi si torna nella norma: chi è interessato viene a sapere.  Si cerca di metterci una pezza, in qualche modo, purché resti una dimostrazione di buona volontà (dopo anni di dimenticanza). Abituati a prendere atto della realtà, se ne prende atto.  Però si archivia e si ridispongono le carte, cercando di mettere a posto i tasselli, di sistema il puzzle perché la faccenda diventi chiara.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Partecipazione dei Cittadini: una forza straordinaria (a Buccinasco)

La piccola ma esemplare vicenda accaduta a Buccinasco è da raccontare. Bene che se ne parli, che sia conosciuta, perché dimostra in modo plastico quanto è possibile realizzare in un contesto che nasce dal basso, promosso da Cittadini attivi. Processo che fa sbocciare volontà di esserci e partecipare, come se questa fosse compressa e trovasse così un modo per manifestarsi.

Recentemente è accaduto a Buccinasco con i Cittadini del quartiere musicisti che, non trovando una risposta pronta e disponibile entro il Municipio, si sono organizzati per mettere ordine in un’area a prato abbandonata. Senza chiedere nulla, mettendoci la propria volontà, ripulendo e realizzando un ambiente più confacente (e civile), con soddisfazione di tutti.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

4 Commenti


Come realizzare un’economia statalista con il sistema Coop

Le cooperative sono nate e sviluppate in Europa dall’ultimo quarto di secolo dell’Ottocento. Siamo in un periodo di crescita trionfante dell’industrializzazione. Il capitalismo sta modificando profondamente la società umana: una economia contadina viene progressivamente posta in secondo piano nella produzione della ricchezza nazionale; collettiva e individuale. In Italia succederà più tardi (qualche decennio), ma il percorso è tracciato.

La combinazione della nuova classe di lavoratori (i proletari), e del capitale cumulato, che subentra all’economia contadina. Anche  questa comunque ne è parte: la “nuova classe”  comulando microcapitali, consente proposte associative di difesa e “riscatto”: nell’edilizia, nel piccolo commercio, nel risparmio, nei servizi semplici. Matrice  solidaristica, che bene si muove entro il processo economico: aiuta e fa crescere  società e benessere.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento


Antiriciclaggio: cosa dice Bankitalia U.I.F. al nostro Municipio

L’articolo riproduce quanto pubblicato il 12 Agosto. Agosto, siamo in ferie ma l’argomento è così importante per la nostra Comunità, che vale la pena ripeterlo (e forse ripeterlo ancora). Nel nostro comune è operante una “cosa” definita commissione speciale, con il compito di rendere operante il Protocollo della Legalità. Le ferie fanno passare il tempo; in attesa di tempi più efficaci per vantare legalità o forse si sta sperando che arrivi l’oblio, la dimenticanza. Questo articolo ricorda di che stanno trattando (anzi dimenticandosene) i nostri amministratori. Sulla legalità vera, operante, autentica, si scrive il futuro di Buccinasco. Buona lettura allora.

Altro argomento stranamente assente dai media, dal dibattito politico, dai teatrini pre referendum. Non ne parla proprio nessuno; un pochino più avanti è la maggioranza Maiorano che ha proposto almeno un indirizzo in materia. Finto, che non serve a niente se non a far dire che se ne sono interessati a parole. Eppure se si va a leggere il rapporto annuale Bankitalia/U.I.F., la questione è molto seria… quasi drammatica.

Sulle metodiche del contrasto all’antiriciclaggio di capitali illeciti c’è non solo scarsa attenzione ma, ed è inevitabile, un’ignoranza diffusa, non solo fra i comuni Cittadini se manca esperienza operativa nel mondo della finanza, ma anche e, possiamo dire, nella totalità dei nostri amministratori locali, come del Consiglio. Non è una colpa; siamo tutti ignoranti sulle cose che ci mancano d’esperienza e conoscenza dagli studi. Questa una ragione importante per parlarne, per insistere su questo tema.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

2 Commenti


Sistema coop e lo sconcio con il caporalato (e non solo)

Ogni sera riceve una mail o un sms da una coop milanese e da quel momento sa che domani dovrà essere a Pordenone, il giorno dopo a Udine, Sondrio, Genova, Roma, Bari.  Angelo passa la pistola col codice a barre  su una merce contrassegnata  e il display gli restituisce i numeri  di pezzi da verificare. Conta se ci sono tutti, per centinaia e migliaia di oggetti, per ore, per tutto il giorno, senza fermarsi….

“…noi siamo macchine pagate 800, 1000 euro mese”. I contratti sono fittizi,  il danaro lo ricevi in contante dal caporale e le ore lavorate sono almeno il doppio di quelle pagate…  Non ci sono malattie, ferie pagate, motivi validi per assentarsi; sei rimborsato 50 cent al km se usi un mezzo tuo…. È il pianeta delle coop di intermediazione di manodopera, che vincono appalti nell’alberghiero, pulizie, sanità, …logistica, facchinaggio, trasporti. (pag 105-106)

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

6 Commenti


Partitocrazia sprecona: le Regioni miliardi di nuovi debiti

Pagarli i debiti? Toccherà a noi Cittadini. Cittadini d’oggi e quelli di domani: i nostri figli e nipoti. L’amministrazione pubblica è troppo costosa e molto spesso inefficiente, in qualche caso solo poco efficiente, diciamo migliorabile. Far politica per questa congrega significa usare le nostre tasse per costruire consenso..

Ha bisogno di farne uso, per perpetuarsi, per continuare così. Incapace di farne a meno. Dovesse chiedere sacrifici, ha tanto scarsa credibilità che verrebbe presa a forconi. Il rischio di un assalto alla Bastiglia. Ogni giorno si scoprono nuovi buchi. Non vogliamo infierire circa il destino finale di questi nuovi debiti (ci sarebbe da dire); adesso intendiamo mettere a fuoco l’incapacità del sistema di far fronte a un indispensabile periodo di vacche magre.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Buccinasco: stakeholders, elezioni e gestione del municipio

In democrazia uno vale uno: ogni Cittadino ha diritto a un voto, non di più; tutti i Cittadini maggiorenni hanno il diritto a votare. Se dovessimo approfondire il criterio su cui si fonda il principio; sui pro e i contro, sulle sue pratiche applicazioni, non basterebbero i volumi di una Treccani. Questione dibattuta, su cui ci sarà sempre da discutere.

Semplificando e arrivando al nocciolo, per Città Ideale sarebbe opportuno l’inserimento di un filtro che si interponga fra il diritto di voto e il suo esercizio. Qualcosa del genere succede negli USA, ad esempio: il Cittadino che intende votare deve recarsi agli uffici elettorali e manifestare la sua volontà, iscrivendosi.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Cosa ci lascia il mandato Maiorano & Co.? L’esempio di come non fare

Maestri del nulla, così si sono caratterizzati i nostri amministratori. L’enorme somma di nostre risorse da gestire (135milioni nel quinquennio)  sono state spese tutte, impiegate tutte per la gestione ordinaria: tenere aperto il municipio, farlo funzionare alla meno peggio. Non un’opera è stata realizzata in cinque anni, neppure una.

Perfino la farmacia che adesso apre in via Don Minzoni è opera investita dalla amministrazione precedente. Hanno cercato di litigare con la proprietà sperando di risparmiare e alla fine ci hanno messo all’incirca 300mila euro in più. Quanto al resto…

Leggi il resto di questo articolo »

9 Commenti


Usi, Costumi, Civiltà e Libertà: ci vuole la legge?

La questione del vestire come identità in un altro paese, oggi relativa all’islam, vede in Europa un dibattito impantanato sulla liceità di usi da portatori di valori che si propongono estranei alla cultura europea. Non è questione da poco.

Chiunque può avvertire la delicatezza del tema, per come oggi dibattuto. Non ci sembra sufficientemente approfondito; su di esso l’Europa, o forse meglio, la cultura moderna, deve trovare una risposta condivisa e convinta.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Un grande italiano da non dimenticare: Paolo Baffi

Nacque a Broni il 4 Agosto 1911… centocinque anni fa. Entrato in Bankitalia nel 1936, nel 1945 fu nominato da Luigi Einaudi (allora Governatore) Capo dell’Ufficio Studi. Nel 1975 subentrò a Guido Carli  quale Governatore di Bankitalia. La conoscenza sui media viene da vicende politiche, raccontate in modo semplicistico. A Città Ideale piace ricordare ai lettori questo Italiano, un grande di cui andare fieri.

“Sventurata la terra che ha bisogno di eroi” questo aforisma che Brecht fa dire a Galileo, di cui si intuisce la sostanziale profonda verità, si attaglia sempre di più all’Italia come è venuta deperendo fra i suoi rappresentanti in etica e morale. Paolo Baffi è stato un eroe nel suo ruolo; è stato un grande nel recuperare credibilità a Bankitalia, nella dirittura professionale e etica con cui ha condotto l’istituto di emissione.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

1 Commento


Ciclo dei rifiuti in Italia… e a Buccinasco: tutto da fare e rifare

Cominciamo con la situazione di Buccinasco. Questa amministrazione ha iniziato con un contratto che stava terminando (fornitore una società legata al mondo coop PD), costo 3,2milioni l’anno. Ha riproposto un contratto fotocopia con una gara che ha vinto l’AMSA. Costo praticamente invariato. Nessun risparmio, nessun ritorno dall’eventuale migliore quota di riciclo dei Cittadini. Contratto che è stato  rinnovato e probabilmente dovremo tenerci per i prossimi tre anni.

Cifra che è uno sproposito; gestione standard, con criteri risalenti a vent’anni addietro. La gestione dei rifiuti e la pulizia delle strade è soggetta a una imposta specifica: con un contratto come quello in essere, i Cittadini pagano tutto con la tassa sui rifiuti (adesso si chiama TARI). Che sia giusto continuare così? No, è sbagliato, ce lo dice la legge, ce lo dice il rapporto CDP (VEDI alle pagine 41 – 50).

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Illuminazione negli enti locali: CDP illustra le inefficienze (anche di Buccinasco)

La situazione generale su scala nazionale, relativa all’argomento illuminazione pubblica, certifica inefficienza, incapacità, con lo spreco di risorse che ne conseguono. In definitiva un disastro al quale si deve mettere mano, farlo in tempi solleciti e con modalità il più possibile standardizzate. Buccinasco in questo contesto non si distingue, siamo immersi mani e piedi nel mare di inefficienza, che costa al paese 2miliardi l’anno.

Il rapporto di CDP dell’Agosto 2016, di cui abbiamo già accennato, va letto da tutti gli interessati e valiutato con grande attenzione (pagine 32 – 40: VEDI). Deve essere fatto proprio (metabolizzato) da amministratori e forze locali, fatto conoscere ai Cittadini perché partecipino, individuando il modo corretto e efficace di procedere perché si arrivi presto alla sua realizzazione.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Finanza locale e società partecipate nella P.A.

CDP (Cassa Depositi e Prestiti) è un’istituzione particolare. Sempre esistita, sempre con due funzioni principali: gestire la raccolta di danari dalle poste (circa 200miliardi di euro), quindi il finanziamento a opere di enti pubblici, a cominciare dai comuni. Realtà dei comuni che, almeno sul piano finanziario, dovrebbe conoscere bene.

Come sempre nel sistema di finto mercato in cui si trova l’Italia, i controllati hanno meccanismi di condizionamento del controllore. In questo caso il legame si ottiene con le fondazioni che hanno il controllo delle banche, diventate azioniste di CDP, dopo che questa è stata trasformata in S.p.A. (l’80% è del Ministero delle Finanze). Le fondazioni sono controllate dal sistema dei partiti: quindi a decidere sui finanziamenti ai comuni; sul controllo dell’utilizzo dei prestiti, la regolarità del rientro, sono…. i partiti.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


LEGA COOP MPS, PARTITOCRAZIA FUORI MERCATO (e legge?)

Che il sistema Lega coop (più le altre di espressione sindacale), MPS, Unipol e politica (sinistra in grande prevalenza, ma non solo) sia un tutt’uno intorcicato, tale da rappresentare nella sostanza il nocciolo duro entro il quale si cuoce la ripartizione degli affari pubblici, delle migliaia di appalti, con il “morto” al tavolo: l’antistato. Entro questo insieme avviene la ripartizione e il condizionamento reciproco.

Questa è la “politica” nel nostro paese… quella concreta. Se si mettono in fila le coop e gli appalti, anche prendendo le notizie quando vengono sui giornali, che raccontano gli interventi della magistratura, la sequenza fa concludere che il sistema è fatto così.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

2 Commenti


La storia nostra va conosciuta e preservata: a Buccinasco, e non solo

Questa riflessione prende le mosse da vicende di questi giorni, stimolate da un quadro (che non conoscevamo, neppure il pittore) riprodotto su fb da Flavio Turin. Qui ne abbiamo ripreso uno affine, per non ripeterci, l’immagine descrive le condizioni di lavoro a Boffalora Ticino nel 1828: una filanda che aveva 150 dipendenti. Quali fossero le condizioni di lavoro, ecco come sono descritte su Wikipedia:

Il lavoro della filanda era svolto principalmente da giovani donne e da bambine, che venivano chiamate filerine, filandere o filerande. I turni erano pesanti, potevano arrivare da 12 a 16 ore al giorno con durissimi controlli sulla quantità e qualità del prodotto lavorato; le filerine venivano multate se non rispettavano tali turni. Il lavoro faticoso e malsano (per via dei vapori delle vasche), le mani tenute nell’acqua calda (80 gradi), la polvere, i salari da fame: per aiutarsi a sopportare queste dure condizioni le filerine cantavano in coro.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento



SetPageWidth