Archivio di giugno 2016

Protocollo della Legalità e … gruppo di lavoro: si cambia

Con il “solito” mese di ritardo viene diffuso a Coalizione Civica il verbale della Commissione speciale che il sindaco declassa a gruppo di lavoro (VEDI). C’è da rimanere sorpresi, perché nel verbale si parla d’altro, non del Protocollo della Legalità e dei suoi articoli da integrare nei regolamenti. Nel sintetico verbale vengono affrontate due questioni.

Questioni di cui il prolifico sito istituzionale non parla, così come non sono presentate in Buccinasco Informazioni. Si tratta: UNO di una prassi europea che in Italia fatica a introdursi: i Patti d’Integrità e, DUE  della nuova normativa sul codice degli appalti (ancora non interamente operante in attesa di integrazioni da parte dell’ANAC, l’ente anticorruzione di Carbone). Le questioni tuttora aperte e d’affrontare del Protocollo della Legalità, sembrano accantonate. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento


Lavoro a Buccinasco: farlo crescere aiutando a fare impresa

I nostri amministratori pro tempore, come tutti, vengono da una memoria storica, che traccia i loro comportamenti  secondo uno schema consolidato: amministrare l’ente locale per loro significa intervenire sul sociale, supportare le criticità fisiche, dell’età, sostenere l’infanzia, ecc.

Per ciò che riguarda il lavoro  sostegno a cooperative sociali e poco altro. Con il duemila si è cominciato a individuare forme alternative di supporto, con sportelli del lavoro e cose del genere. Il lavoro doveva venire di suo, dalla società… l’ente locale ha visto (e tuttora è così) il suo intervento nell’aiutare le criticità: con piccoli contributi o cose del genere. Da un anno si sono impiegati i voucher per assegnare piccoli lavori. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Rinnovabili e loro costi: gli errori non teniamoli sotto il tappeto

Che l’energia vada verso un futuro nel quale i fossili rappresentano una riserva da utilizzare con prudenza, sembra percorso obbligato. L’industrializzazione ha consentito crescita della ricchezza complessiva e individuale, aumento della popolazione da 1 a 7miliardi (e stiamo andando verso i 9). Non si può andare all’infinito così e le alternative vanno affrontate anche adesso.

Tuttavia il tema energia (e quello in generale del produrre e consumarne) non è di quelli che si risolvono con uno switch: sono cambiamenti che richiedono decenni e decenni, con un costante e continuo bilanciamento fra investimenti e sovraccosti. Occorre prudenza e misura, lasciando nel loro brodo i pasdaran della energia facile che risolve tutto, basta volerlo. Leggi il resto di questo articolo »

3 Commenti


Buccinasco: così mandano in Consiglio decisioni da deliberare

Il prossimo Consiglio (15 Giugno) è chiamato a deliberare su questioni diverse, nella quasi totalità prive di adeguata  documentazione e informazione, al fine di mettere i Consiglieri in condizione di poter valutare e decidere con cognizione sulle questioni proposte dall’amministrazione. Più di una affermazione di principio, di una corretta gestione, privata o pubblica che sia, crediamo che ai lettori aiuti a capire uno dei punti all’ordine del giorno:

PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI REDATTO AI SENSI DELL’ART. 58 L. 133 DEL 06 08 2008 – ANNO 2016 Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Il lavoro e la crisi: PRENDIAMO IL TORO PER LE CORNA!

Il lavoro è fondamento della democrazia italiana, al primo punto della nostra Costituzione. Non sappiamo quanto e come questo concetto sett’antanni fa fosse concretamente presente negli intenti dei costituenti. Probabilmente, qui come in altri aspetti, ciascuna delle forme ideali presenti in assemblea, ha dato al concetto la sua interpretazione (a sinistra come diritto a prescindere; nel centro e a destra come impegno a sviluppare le occasioni di lavoro, la crescita del paese).

Viviamo da un decennio il cambiamento globale che riguarda l’economia. I paesi occidentali che l’industrializzazione hanno visto nascere, su cui si sono sviluppati, sono al capolinea. Hanno aspettative di crescita quasi nulle e un debito pubblico in crescita preoccupante (l’Italia primeggia). Il lavoro cresce e si sviluppa nelle altre aree. Da noi sarà fatica mantenere i livelli raggiunti. Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Biblioteca: siamo al termine del pecorso: 300mila euro e passa

Esisteva a Buccinasco una biblioteca, che il comune ha gestito in autonomia, con un costo di struttura propria implementato negli anni. Per fermarci al mandato Maiorano, la biblioteca ci è costata 145mila euro nel 2015 (27mila libri; 25mila iniziative; 35mila fondazione Perleggere; 56mila personale).  Con il 2016 si cambia: il personale viene giudicato impreparato, trasferito al municipio. Doveva avvenire da Gennaio ma succederà da Luglio (salvo ulteriori ritardi).

Il piano di rinnovamento della biblioteca, non si sa ancora quanto è costato. Certamente parecchio: attrezzature e arredi diversi, rifacimenti d’impianti e locali, facciamo spese straordinarie per 150mila euro? Si è poi parlato di un investimento in strutture informatiche straordinarie che ci fornisce sempre la Fondazione Perleggere. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

5 Commenti


Assessore, conflitto d’interesse e promesse da… ?

Siamo ancora costretti a parlare di una questione che riguarda l’amministrazione, il Bene Comune, in definitiva l’interesse della Comunità. Città Ideale non riesce a farsi una ragione, di un amministrare la cosa pubblica in modo personale, delle scuse insensate, delle promesse non mantenute. Non se la farà mai, la ragione. (questo agire senza che neppure sentire il dovere di informare i Cittadini: quelli che pagano, quelli in nome e per conto di cui chi amministra, cui è chiamato a rispondere).

Al nostro eroe, grazie a un assist del gruppo Coalizione Civica (che resta tuttora incomprensibile), il 18 Aprile ha parlato per oltre mezz’ora leggendo dal computer (“mi sono preparato e documentato”) per giustificare la mancata informazione al Sindaco e Segretario (che già sapevano) e al Consiglio di un beneficio diretto a un suo prossimo familiare derivante da una ratifica per eccezione su un piano di lottizzazione entro il PGT. Il Consiglio ha approvato e deliberato non essendone informato. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

1 Commento


M5S sta diventando la nuova realtà di come si gestisce la cosa pubblica

Evviva, evviva, evviva, …la società civile, quella che viene definita antisistema (con ragione), l’alternativa ai sistema partitocratico, quello descritto in Città Ideale ancora pochi giorni or sono, la cosa nuova derisa quotidianamente sui media prezzolati, soprattutto nelle tivù pubbliche, proprio quella lì su cui si pontifica e certifica l’incapacità di amministrare, compie un enorme passo avanti e si radica nel territorio, nel paese.

L’esito di questa tornata di elezioni amministrative, non è solo da ricondursi nella prevedibile affermazione della candidata sindaco della capitale. Questa è una conseguenza del marcio più marcio che il sistema dei partiti ha generato e vi ha convissuto per decenni. Incapace il sistema partito di rinunciare al potere e alla sua manipolazione permette di tradursi in  potere. In modo abborracciato ci aveva tentato Marino: isolato e fatto fuori. Eliminato da tutti, con il PD nella veste di esecutore. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

24 Commenti


Comuni e politica locale: I PARTITI SI NASCONDONO

Città Ideale lo sostiene da quando è nata: la gestione locale deve essere gestita lasciando a casa i partiti. Gli interessi dei partiti nazionali non hanno proprio nulla a che fare con le esigenze di una Comunità. Lo scopo di una divisione basata sulle ideologie è durata mezzo secolo, sostenuta dai metodi e esigenze della guerra fredda, di un mondo diviso in due. Con tanto di condanna l’uno dell’altro.

L’esigenza ontologica (interna al partito stesso) di dover prima di tutto affermarsi, obbliga il partito a porre come obiettivo se stesso: quindi ogni azione che rafforza (o si crede che così sia) l’affermazione del partito viene prima di tutto. Naturale conseguenza di ciò, nelle scelte da assumere,  è mettere dopo, subordinare l’interesse dei Cittadini, del paese,della società. Ancora più in coda se le scelte sono limitate a un ente locale.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


FOIA in partenza: entra in vigore il diritto alla trasparenza

Freedom Of Information Act: una faccenda adottata oltre Atlantico nel 1966 (cinquant’anni fa!, nell’America ancora kennediana), arrivato in Europa nel 2000 (Regno Unito). L’acronimo adottato anche in Italia (FOIA), non è  propriamente felice, ma tant’è: si tratta della trasparenza! Del principio quasi ovvio e mai applicato:

le informazioni detenute dalla pubblica amministrazione appartengono ai Cittadini

Un principio assoluto, che si deve assolutamente pretendere e applicare. Che in Italia si sta cercando di adottare dal governo Monti, con un iter tormentato che si sfarina in piccole dosi. Il lettore abbia la pazienza di andare a leggersi il titolo del decreto appena approvato (VEDI), di cui si attende la pubblicazione : Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Il domani di Buccinasco: un progetto da rendere concreto

Oggi Buccinasco non ha un progetto, sembra a tutti evidente. Oppure si dovrebbe considerare un progetto il PGT approvato da questa amministrazione; ipotesi che è rimasta al palo, non avendo neppure fatto partire una delle ipotesi che il PGT , nella sua illustrazione del sindaco, si era ripromesso. I medesimi esponenti della maggioranza hanno poi dichiarato in Consiglio che, in effetti, il PGT era fermo, che alcune delle scelte di fondo si sono rivelate ottimistiche riguardo alla crisi dell’edilizia.

Abbiamo quindi un’ipotesi (piano generale) di territorio, che si è rivelato sbagliato. Pacifico ma non si è deciso nulla: l’Assessore alla partita fatto venire da Mediglia deve essersi chiesto: “che ci sto a fare?” e se ne è tornata a casa. Nel definire un domani di Buccinasco quindi, a meno che non si voglia proseguire nel nulla in cui siamo immersi,  il PGT va ripensato, partendo dalle criticità emerse dal progetto Maiorano, per impostare una visione nuova, che superi ciò che non ha funzionato. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Sicurezza e la piccola ma diffusa delinquenza a Buccinasco: intimidazioni a sproposito?

La vicenda della quotidiana piccola criminalità che ci perseguita, prosegue in questo periodo in prevalenza, ci sembra, prendendo di mira quanto sta all’esterno delle case (tuttora colpite, con una percezione minore). Già il fatto che la nostra Comunità non abbia (o non renda pubblica) l’analisi giornaliera di questi eventi, divisi per categoria, ore della giornata, luogo o via, ecc. è carenza di elementi che aumenta l’insicurezza.

Gli “open data” questi amministratori non sanno ancora cosa siano: per loro amministrare significa spendere, non curare e informare la Comunità, i Cittadini. Dobbiamo quindi far uso di stime, l’imprecisione che ci tormenta, che magari amplifica le sensazioni, quando si dovrebbe e potrebbe parlare del tema potendo avere dati e conoscenze a disposizione di tutti. Già questo dimostra l’importanza di una applicazione diffusa del sistema trasparente, del conoscere tutto messo a disposizione di tutti.

In questo periodo e in queste condizioni si succedono vicende del genere. Vicende che possono colpire tutti coloro che per una ragione o l’altra vivono o lavorano a Buccinasco (l’area di nostro interesse). In questi giorni ne è stata colpita l’impresa che ha l’appalto del verde (VEDI, l’articolo del Corriere). Far uso di questi spiacevoli avvenimenti per ventilare complotti non fa neppure ridere, tanto è banale.

Raccontiamo fra le altre vicenduole sul tema, qualcosa accaduto sempre a Buccinasco in questi giorni. Un pubblico esercizio della nostra cittadina (il nome non ha importanza) ha subito la “distrazione” (il furto) di sedie/poltroncine per i tavoli esterni. Caso che si è risolto in breve tempo poiché queste sono state “trovate” in cascina Fagnana, il luogo del comune ad uso di frequentatori durante il giorno, oltre che biblioteca (chiusa da ormai sei mesi).

Le sedie sono tornate al legittimo proprietario con soddisfazione di tutti i Cittadini e la questione potrebbe considerarsi chiusa. Del tutto chiusa non è, dato che i responsabili della “distrazione” non sono stati individuati. Forse saranno in corso le indagini, anzi senz’altro. Sulla vicenda intanto circolano racconti non confermati ma verosimili, che è il caso di riferire, visto che il sindaco, non si perita di esprimere suggestioni complottistiche.

Secondo questa  versione due: “casualmente” qualcuno deve aver dedotto quali potevano essere i responsabili e averli “convinti” nel loro interesse a rendere ritrovabile il maltolto (le sedie). Che infatti  sarebbero state rinvenute entro la cascina Fagnana, qui poste senza effrazioni agli accessi, senza che funzionasse il sistema di allarme (ancora…..).

Città Ideale non ha l’ardire di sostenere che a prendersi le sedie del pubblico esercizio sia stato un pubblico amministratore o un funzionario del comune che poi le ha poste entro quel luogo pubblico. Diciamo anzi, che escludiamo che questo possa neppure pensarsi. Questo racconto lo dedichiamo personalmente al sindaco perché, ripetendosi il caso, non si ripeta lui nel propalare ipotesi di complotto facendosi scudo del suo ruolo.

Tag: ,

Nessun Commento


M4, PGT di Milano, PUMS e Buccinasco: confusione (casuale?)

Il sindaco è uscito con un comunicato, nel quale indica speranze concrete, dichiara di attivarsi per una concreta attivazione della fermata M4 a Buccinasco. Cita progetti e tracciati che non trovano riscontri, mentre dalle carte risulta altro. Il che genera confusione; anziché chiarire fa nascere perplessità. I documenti di riferimento non sono banali: PUMS e PGT di Milano, proveremo a esaminarli, in ordine temporale.

Febbraio 2015 PUMS: abbiamo al riguardo la pianta che prevede l’ipotesi della stazione al RONCHETTO, al confine, entro Milano (VEDI). Maggio 2015. L’intervento della giunta che sostiene al PUMS l’ipotesi (VEDI), dichiarandosi disponibile nel realizzare parcheggio e deposito mezzi TPL: stravolge il PGT da loro approvato cancellando gli orti di via Alpini, senza neppure aver informato i Cittadini. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

31 Commenti



SetPageWidth