Archivio di febbraio 2016

Bilancio: si deve farne uno vero, un rendiconto comprensibile

C’è un’affermazione dell’Assessore al bilancio che, come uno squarcio illumina la situazione in cui è amministrata Buccinasco (e molto altri comuni è da supporre). Il bilancio chiesto dallo stato, questo sostiene, ha carattere “finanziario”, non “economico”. Parole neutre che la maggioranza dei Cittadini non è in grado di capire nel suo significato sostanziale (i lettori hanno presenti le clausole di un contatto di assicurazione?)

Spieghiamolo allora: il rendiconto finanziario chiesto dallo Stato significa questo:

caro Comune, io non entro nella utilità, nella logica economica di quanto spendi. Puoi pure spendere 100 euro per ogni rotolo di carta igienica, o 40mila euro per una scuola civica di musica che prima si autofinanziava. Puoi pure buttarli via i 27milioni di tasse e contributi che metti in tasca, basta che non ne spendi di più. Questo significa il termine “finanziario”: non devi sforare. Leggi il resto di questo articolo »

4 Commenti


Consiglio: si è approvato il bilancio. Parliamo su quanto nascosto

Non commentabile il bilancio oltre quello già detto in precedenza. Le incongruità saranno relazionate al collegio dei revisori e, ove non bastasse, alle autorità sovraordinate. Rimane in ogni caso la convinzione che, per noi Cittadini, un bilancio che sia degno di questo nome per la Comunità lo si potrà avere dopo che la società civile avrà nominato alla gestione Cittadini competenti che portino avanti davvero trasparenza e semplicità perché tutti possano capire cosa abbiamo, quanto spendiamo, quanto risparmiamo, quale è la resa degli investimenti.

In questo Consiglio aleggiavano argomenti di peso, su cui ci si aspettava che ci informassero i nostri servitori incaricati di amministrare le nostre tasse. Ne facciamo un elenco, delle questioni che riguardano le nostre istituzioni locali, di quelle che vengono prima di tutte perché ciò che conta su tutto è la assoluta probità del comportamento, l’autorevolezza naturale di chi deve rappresentare la Comunità. Non se ne è parlato.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Oscurità, non rispetto delle regole; il conflitto di interessi emerge

Assessore in conflitto di interessi, che non nomineremo: la questione è di legalità, di rispetto delle regole, per una gestione lineare e trasparente del comune. Lasciamolo nella sua ordinarietà della politica al tramonto, che presto finirà. Senza mai prima aver detto o scritto qualcosa al riguardo, da quando è diventato un pubblico rappresentante fino all’otto Febbraio, adesso parla della questione che lo riguarda.

Lo fa con una descrizione mista a punzecchiature e qualche offesa (non riesce a separare i fatti dalle “opinioni”). Costretto a parlarne perché un gruppo civico (BucciRInasco su FB), ma anche Città Ideale (VEDI) sollevano un problema serio: conflitto d’interessi fra decisioni assunte da Giunta, Consiglio, Responsabile della Trasparenza (ex segretario) e Responsabili dei lavori pubblici, senza che della condizione  nessuno abbia mai sollevato la questione. Leggi il resto di questo articolo »

6 Commenti


Gli orti del vicesindaco: in commissione è aperto a ogni soluzione

Il nostro articolo di qualche giorno addietro sul tema degli orti che occupano il parco pubblico Spina Verde fa dire in commissione al vicesindaco che “si leggono cose fantasiose” (naturale che si riferisca a Città Ideale, che ringrazia), anche se si guarda bene dal citarci.  Le fantasie sarebbero a suo dire le seguenti, con le nostre osservazioni.

UNO Gli orti di via Lavoratori hanno trovato il Parco Sud “non tanto favorevole e fu necessaria una deroga”: Non ci sarebbero stati contrasti e deroghe, semplicemente i servizi (che non avrebbero avuto autorizzazione).

DUE non c’è terreno comunale di fianco agli orti attuali e non si può farne. Forse si è dimenticato che di fianco agli orti sussiste un terreno comunale considerato verde pubblico e affidato nell’appalto per la sua manutenzione.

TRE “è in corso una operazione a Sud del campo sinti che ha posto sotto sequestro dei lotti”. Se non demoliscono le costruzioni “andranno lì con le ruspe”. Ove succedesse, il terreno verrebbe nella disponibilità del comune e allora si potrebbero fare qui gli orti. L’unica cosa fatta è una diffida inviata dal comune ai proprietari dei terreni interessati, il terreno non è recintato e non è sotto sequestro. La lettera del comune finora non ha avuto seguito, ha tutta l’apparenza di un atto dovuto per coprire  l’ amministrazione da responsabilità; probabilmente non faranno nulla. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Lavori pubblici triennali e bilancio: un bell’elenco

Cominciamo con l’elenco delle opere 2015 che sono solo formalmente iniziate nel 2015, che saranno realizzate nel 2016 mach non rientrano nel bilancio di quest’anno. Sorvoliamo sull’escamotage che ha permesso di considerale iniziate nel 2015… La commissione che si è tenuta il giorno 8, ha iniziato con l’elencare le opere dell’anno scorso, che qui riportiamo:

400.000 asilo Robarello            seminterrato

400.000 scuola via Alpini                         seminterrato

1.150.000 scuola via Mascherpa              opere straordinarie

Ancora in nessuna di queste è ad oggi partita sul piano operativo.  Siamo alla pubblicazione dei bandi o alle loro fasi pleriminari (visite di ASL o Vigili del Fuoco, o altre. Tutti lavori relativi a scuole, magari non recenti come Mascherpa,  altre meno come Alpini. Il responsbile confida he i lavori inizino  verso metà Aprile…  e’ da dare per scontato che si attenda  la fine dell’anno scolastico per partire. Per i lavori della Mascherpa, sarà un miracolo se tutto sarà pronto per Settembre. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Giorno del Ricordo: dieci Febbraio che dobbiamo conoscere

La vicenda che ha assunto il termine Foibe, che nell’immaginario la caratterizza, riguarda le mie terre d’origine.  Inevitabilmente la mia sensibilità è e resta intensa. Di questa giornata ciò che mi colpisce in particolare è l’esodo degli italiani di Istria, Dalmazia e Fiume.

Un evento conseguente all’epilogo di una guerra infausta e disgraziata e alla volontà dei vincitori di rimescolare le etnie con l’intento di evitare il ripetersi di conflitti generati da spinte nazionalistiche motivate dalle etnie. Le decisioni dei vincitori hanno riguardato diverse aree d’Europa. La Germania pesantemente, con lo spostamento di milioni di tedeschi dall’Est; la terra agli ebrei, ecc. L’Italia ha subito lo stesso trattamento riguardo all’Istria e alla Dalmazia.

Le foibe, il qualche migliaio di deceduti nel modo brutale di una guerra che oggi si fatica a ricordare, sono un evento importante che conta. Un di cui però, di qualcosa di più grande. Fa un po’ l’impressione di un parlar d’altro, perché la tragedia collegata dell’Istria e degli italiani d’Istria, quasi messa in secondo piano. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

2 Commenti


Opere pubbliche e orti urbani: basta descrivere per non capire

Senza risalire all’impiego dell’area in via degli Alpini, di decenni addietro, partiremo dal progetto del mandato Carbonera che nel 2006 realizzò in area Parco Sud un apprezzabile lotto di orti, che nell’impianto di progetto dovevano essere 100, poi ridotti, provvisoriamente a 50, rimandando a tempi seguenti il completamento, finora non intervenuto.

Quindi nei programmi comunali, salvo errore, dovrebbe già esistere un progetto quasi pronto per realizzare almeno 50 orti da assegnare a nostri concittadini che ne fanno domanda. La zona è adeguata, esterna rispetto al traffico e alle residenze, dotata di adeguati spazi per aree tecniche necessarie e parcheggi.  Pensare di realizzare nuovi orti quindi dovrebbe essere questione poco discutibile, semplice. Leggi il resto di questo articolo »

6 Commenti


Polizia Locale e bilancio preventivo: Settore gestito dal Sindaco. Una garanzia di pasticci

Vengono in mente i colloqui surreali fra Totò e Peppino de Filippo. In questo caso Città Ideale (con i Cittadini) assumono la veste di Peppino, che modestamente propone le sue domande semplici, Sindaco e Comandante della P.L. che con assoluta indiscutibile certezza dichiarano le cose più incomprensibili ed illogiche. Il che, fossimo nel film, fa scattare il riso. Trattandosi di nostri soldi, diventa una tragedia. Flaiano dice che in Italia le questioni sono gravi ma non serie….

Città Ideale, pazientemente, in questo guazzabuglio di dati e nomi di voci indicate nei  vari documenti ha fatto un riepilogo (VEDI). Un insieme di documenti ufficiali, che riportano dati non coerenti. Non sappiamo quanto conoscano di ragioneria (a parte il P.O. che il bilancio prepara)i vari pro tempore e responsabili: li informiamo che i numeri non sono parole, non possono essere tirati su o giù o pressappoco, sono numeri e devono quadrare. Dal prospetto si capisce solo che sulle voci e sui dati c’è confusione. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

5 Commenti


Apirozzano: la sua situazione e i riflessi per casa nostra

Di questa viecenda ne abbiamo parlato (VEDI). Un aggiornamento al riguardo è da ritenere opportuno, con le nuove documentazioni del caso. Intanto l’azienda: si tratta di società intestataria di patrimonio immobiliare del comune di Rozzano, interamente controllata dal comune stesso. Una condizione diffusa, questa delle società “private” (in questo caso una S.r.l.  soggetta alle normative del diritto privato), a controllo totale del comune.

A Buccinasco abbiamo un esempio analogo con ASB S.r.l. Serve per assegnare incarichi e stipendi in più Poi consente di  agire in condizioni di diritto privato: la legge norma le aziende di capitali privati partendo dall’assunto che naturalmente l’interesse dei soci si pone l’obiettivo naturale di vivere, perché se va in dissesto sono i soci ad andarci di mezzo. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

14 Commenti


Bilancio del comune, il DUP e …. parole, parole…

Il bilancio del Comune la cui struttura è per legge definita dallo stato, sta registrando alcuni cambiamenti, probabilmente a seguito di indirizzi europei. Esempio viene introdotto l’obbligo  di stanziare fondi sulla svalutazione dei crediti, si sta passando dalla gestione per cassa (inserisco un fatto quando c’è entrata o uscita) a quella per competenza (il fatto va a bilancio per il periodo in cui ha effetto).

Per cui adesso si dovranno inserire ratei e risconti. I lettori che di bilancio sanno qualcosa rideranno, che il Comune applichi adesso i principi di contabilità doppia diffusi nella Toscana del Trecento (l’immagine è di Francesco Datini da Prato, anno 1350, inventore dell’assegno): Incredibile. Comunque siamo ancora all’ABC: il bilancio resta sempre monco: manca lo stato patrimoniale! Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Welfare sulle criticità o generosità associativa diffusa?

La vicenda dei passaggi di enti centrali e locali che impiega mezzo milione di nostre tasse per aiutare crescita e integrazione di 14 minori non accompagnati (senza familiari o comunque profughi privi di qualcuno che se ne prenda cura), ci fa tornare alla mente una riflessione sulla diversità fra lo Stato tutore del popolo e società nella quale lo Stato lascia alla libera volontarietà dei singoli e delle associazioni l’incombenza, incentivandola attraverso agevolazioni sulle imposte.

La riflessione sul tema la riteniamo importante perché sul tema si ragioni. Se l’obiettivo di chi pro tempore ha la responsabilità della gestione è l’ottimizzazione degli interventi e delle risorse disponibili, è bene che il bilanciamento fra impieghi pubblici (anche se esterni all’ente gestito), sia considerato con la resa ottenibile. Non si tratta di scelte valide di per sé. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento


Finanziamenti e soldi sprecati: ciclabile Bucci Castello-Gudo

La situazione si presenta disastrosa, in modo eclatante. In un anno scarso un lavoro concluso è stato certificato dal comune, collaudato dal PASM e dalla Regione. Il Comune dovrebbe esere garantito da una polizza assicurativa (se non l’avesse annullata ritenendosi soddisfatto). Come è possibile che si arrivi ad un disastro del genere?

Città Ideale ha cercato di costruirne la storia che in sintesi forniamo. Si tratta di un programma intercomunale che coinvolge PASM, Buccinasco, Trezzano e Assago. Con un finanziamento regionale di circa 600mila euro. Di cui il tratto Bucci è di 186mila. Il percorso dovrebbe riguardare in più tempi sia il lato destro che sinistro della via De Amicis da Castello a Gudo; il primo step era realizzare uno dei due tratti. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

9 Commenti


Politica locale e conflitto di interessi: non si vuole, ma poi arriva il momento della verità

Sarebbe di gran lunga preferibile non parlare di questioni legate a possibile conflitto di interessi che riguardano cariche elettive di nostri pro tempore. Basterebbe che nei regolamenti comunali fosse inserita e normata la fattispecie del conflitto di interessi. Che a questa normativa interna si faccia ricorso ogni volta che è necessario. Insomma il Protocollo della Legalità, che il sindaco non firma.

Non è così e quindi, sulle questioni che poi si possono presentare, di potenziale conflitto di interessi, diventa inevitabile doverne parlare. Non faremo nomi, ce ne dispiace e ci dispiace in particolare se da quanto riteniamo giusto rendere pubblico dovessero sorgere ritardi o problemi a una iniziativa immobiliare, per quanto di valido possa avere. Non siamo giustizialisti, solo tuteliamo l’interesse della Comunità. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

46 Commenti


Una storia di casa nostra, esemplare per spreco di risorse

La questione in esame riguarda Buccinasco come soggetto pagatore, per cifre ancora da determinare ma consistenti. La ricostruzione dei benefici (dei costi)  che ne ricava la Comunità, la raccontiamo fin dalle origini, per  quanto possibile. In questa operazione sono impegnati soldi pubblici (nostre tasse). Situazione standard, se si vuole, con l’uso del sociale per consumare risorse in  associazioni o cooperative .

In questo caso si tratta di Associazione Villa Amantea (VEDI), che da 35 anni opera a Milano in via Giambellino per attività di supporto a extracomunitari scomodi (senza soggiorno, senza lavoro, ecc.) dalla sua cronistoria sul sito ha attraversato difficoltà ripetute per ottenere una convenzione con Milano.

Campa con difficoltà. Villa Amantea, presieduta fino a un anno fa da Fabio Bottero (sindaco di Trezzano SN), mentre coordinatore e legale di fiducia sarebbe tuttora il segretario generale, sempre di Trezzano SN, Diventa strumento per l’operazione  SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) ente di progetto europeo gestito dal Ministero dell’Interno, che prevede finanziamenti agli enti locali in particolare per accoglienza di minori stranieri non accompagnati.

Si fa notare anche per una iniziativa a Cesano Boscone, con un camper che in orari determinati, funziona come sportello legale per extra comunitari. Insomma gestisce le criticità ottenendo per questo fondi ed erogazioni pubbliche. L’ambito entro cui si muove è l’area vicina al PD, al mondo cosiddetto progressista.

Il ministero indìce un bando cui si presentano 60 progetti approvati (importo 180milioni). Fra questi il comune di Trezzano SN che è 9° in graduatoria. Importo di 335mila euro. Il Comune, con una procedura che la minoranza ritiene non rispondente alla legge sugli appalti, ne assegna la conduzione alla Associazione Villa Amantea. Il contenuto del progetto approvato qual è: assistere 14 (uno-quattro) minori (circa 25mila l’uno in media).

Ma non finisce qui: Villa Amantea non dispone delle strutture di accoglienza e queste vengono reperite in due unità immobiliari sequestrate alla malavita organizzata e assegnate una a Trezzano, l’altra a Buccinasco (via Nearco 6). Gli immobili però devono essere sistemati per l’uso che se ne intende fare. Il sindaco di Buccinasco aderisce prontamente e senza informare, senza coinvolgere Consiglieri o Cittadini, approva e stipula una convenzione biennale con Villa Amantea (facendo un favore al collega di Trezzano).

Il 30 gennaio si è tenuta una “festa interculturale” alla quale, a Trezzano, sul tavolo degli ospiti al sindaco Maiorano è stata data una sedia. Finora l’unico ritorno per Buccinasco… una visibilità della quale ha ritenuto di non informare. Sarà per modestia; o forse per imbarazzo nel descrivere l’impegno che chiede ai Cittadini amministrati. Prende, decide, approva e via: i Cittadini non devono sapere, non contano.

La delibera, con la bozza di convenzione è stata approvata in giunta (VEDI Albo Pretorio 29 01 16 del n.13). Non sappiamo ancora quanto costeranno le opere di sistemazione e adeguamento della villetta di via Nearco. Ipotiziamo 150mila euro? Che andranno sulle spalle di noi Cittadini. Omaggio a Villa Amantea, gestita da ambienti PD, un po’ troppo vicina al sindaco e al segretario di Trezzano SN.

A nessuno viene in mente che con molto meno, cifre del genere si potrebbero impiegare per  incoraggiare e finanziare un’adozione in famiglie disponibili, certamente fornendo un supporto e un ambiente molto, molto più indicato per il superamento di criticità e traumi, ricostituendo un ambiente famigliare in grado di ridare fiducia e speranza  a ragazzi con difficoltà di cui sono solo vittime?

Statalismo e centralismo sovietico di vecchio stampo che continua a sopravvivere, a prosperare, a generare pastrocchi, finanziando enti o associazioni nelle quali hanno le mani in pasta. C’è da scommettere: terminati i lavori, il sindaco Maiorano andrà con fascia tricolore e banda al seguito,  a inaugurare l’iniziativa, gloriandosene. Guardate Cittadini come siamo stati bravi (con i vostri soldi); senza alcun beneficio per la Comunità.

Tag: , , ,

4 Commenti



SetPageWidth