Archivio del 5 febbraio 2016

Bilancio del comune, il DUP e …. parole, parole…

Il bilancio del Comune la cui struttura è per legge definita dallo stato, sta registrando alcuni cambiamenti, probabilmente a seguito di indirizzi europei. Esempio viene introdotto l’obbligo  di stanziare fondi sulla svalutazione dei crediti, si sta passando dalla gestione per cassa (inserisco un fatto quando c’è entrata o uscita) a quella per competenza (il fatto va a bilancio per il periodo in cui ha effetto).

Per cui adesso si dovranno inserire ratei e risconti. I lettori che di bilancio sanno qualcosa rideranno, che il Comune applichi adesso i principi di contabilità doppia diffusi nella Toscana del Trecento (l’immagine è di Francesco Datini da Prato, anno 1350, inventore dell’assegno): Incredibile. Comunque siamo ancora all’ABC: il bilancio resta sempre monco: manca lo stato patrimoniale! Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento



SetPageWidth