Archivio del 7 gennaio 2016

Amministratori, favori preelettorali , bilancio e civismo a Corsico

Corsico ha un sindaco che per Città Ideale è un amico. Lo ammetiamo candidamente e tale rapporto condiviso lo manteniamo e, anzi, oggi ne siamo se possibile ancor più sicuri e confortati. Con la sua lista si è presentato entro una coalizione ove l’area moderata e di destra è prevalente. Situazione che sembra contrastare con il back ground delle esperienze sindacali  di Filippo Errante.

Si tratta invece di una delle ormai numerose dimostrazioni della spinta dei Cittadini a scegliere persone conosciute, meno disposte a turarsi il naso per dare il voto ai partiti ideologici. Soprattutto localmente conta sempre di più la persona. La proposta di una politica di servizio viene premiata. Non succede sempre che poi l’eletto nella sua azione metta sempre davanti il servizio  ai Cittadini; in questo caso possiamo dire il contrario, senz’altro per quanto visto finora. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

48 Commenti


Antistato, voto di scambio e Democrazia

L’Italia è un paese sotto attacco dall’antistato, ha cominciato a esserlo dal 1948, per certe aree del Sud nelle quali politici privi di senso dello Stato cominciarono a costruire rapporti con l’antistato quale strumento di lotta politica. Operazioni che allora furono “giustificate” dall’emergenza delle guerra fredda;  rapporti di vicinanza condizionati dai rapporti internazionali dell’epoca. Ovvero utilizzando questo tipo di “giustificazioni” per intrattenere relazioni con l’antistato.

Iniziò così un rapporto sostanziale quanto sottotraccia fra politica (che fece uso di alcuni apparati dello Stato come mediatore osmotico) sempre millantando lo stato di necessità e opportunità “costretto” da forze esterne… Gli anni passarono; nel tempo le relazioni individuarono l’insieme dello  scambio nelle diverse forme. Perché a un favore chiesto o offerto deve corrispondere il do ut des. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

4 Commenti



SetPageWidth