Archivio del 1 gennaio 2016

2016: l’immanente, la fede, il dubbio e il tempo

La riflessione del nuovo anno ci pone, forse non casualmente, di fronte ad un tema fondamentale del vivere e dell’essere, attraverso auguri che in questo fine anno il Papa Francesco ci ha fatto conoscere. Questo è un personaggio certamente straordinario, se non unico, in un elenco di 260 predecessori, entro il quale uomini straordinari si sono frequentemente ripetuti (questo già dovrebbe far riflettere gli scettici).

Ognuno di costoro ha segnato il suo tempo, lasciandone l’interpretazione e innovando, o anche confermando e tornando alle origini: tutti però in grado di portare il trascendente  che da duemila anni permane come tradizione e novità con cui fare i conti. Di Francesco (crediamo che l’appellativo Papa, anche lui lo consideri non essenziale), adesso è il tempo, il suo. Il Natale e l’anno nuovo, è lui che li segna, con auguri e indirizzo alla Curia romana (VEDI), pensando al Natale. L’altro all’umanità per l’anno che arriva (VEDI)  .

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

1 Commento



SetPageWidth