Archivio del 13 dicembre 2015

Debiti pubblici degli stati: allarme arancione (globale)

Non siamo ancora all’allarme rosso, ma ci si sta avviando senza rallentamenti. Stiamo parlando della globalizzazione: l’economia globale è sempre meno controllabile dal Fondo Monetario Internazionale; le crisi finanziarie (dei sistemi bancari) nell’ultimo decennio hanno portato all’esplosione dei debiti degli stati (debiti sovrani) sia per salvare i sistemi  che per sostenere la crescita globale, evitando la recessione.

Non solo, anche le economie emergenti hanno fatto esplodere il debito pubblico per sostenere la crescita industriale. Il crollo greco salvato dall’eurozona, cui quest’anno fa seguito quello di Portorico, stanno facendo riflettere: tutti, su un ripetersi del fenomeno. Il debito pubblico globale (la somma dei debiti sovrani) è fuori controllo e nessuno è in grado di individuare un piano di ridimensionamento: l’economia mondiale dovrebbe crescere almeno del  5% l’anno per 10 anni, mentre vi sono segnali di stasi prolungata, di tipo giapponese. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento



SetPageWidth