Archivio di agosto 2015

Albo Pretorio, convenzioni e altri pasticci certificati dal verbale di Consiglio

L’idea di intraprendere una analisi per temi, crediamo che sia utile ai lettori. Lo stiamo riscontrando dagli accessi e ci fa piacere. Dal consiglio del 29 07 prendiamo questa volta l’argomento misterioso della convenzione sul Laghetto Santa Maria. Di cui la maggioranza ne ha preso atto da sola, risicatissima: 8 voti, Sindaco compreso. Che non è neppure maggioranza perché con il Sindaco che vota la base diventa 17, ed 8 su 17 non è maggioranza.

Faccenda che ha diversi aspetti di oscurità; sembra che qualcosa di nascosto ci sia. Come può vedersi da scorci del verbale allegati (VEDI). Che vi fossero cose strane lo abbiamo già rilevato (VEDI). Le richieste di chiarimenti  fatte dalla minoranza, hanno avuto risposte evasive e confuse, oltre che ben poco educate (si veda come si comportano il Consigliere presidente e il vicesindaco nei confronti del Consigliere De Palo). Ma riepiloghiamo. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

1 Commento


TASSA E SPENDI oppure meno tasse e più libertà?

L’articolo di fondo di Angelo Panebianco sul Corriere del 28 è identitario con  Città Ideale,  ciò che andiamo dicendo  da cinque anni;  mai con questa chiarezza ci pare che sia stato affrontato sui media nazionali. Discorso fino a ieri limitato a Blog e riviste di economia.  In due parole perché l’Italia metta a posto il suo stato deve ridurre le tasse, abbassando il costo dello Stato. La chiarezza dell’editorialista, viene dal taglio, dal punto di partenza:  ovvio, ma in questo caso fuoco del problema (VEDI).

Parliamo delle tasse come peso insostenibile e della conseguente riduzione della spes: finalmente. In Italia la concezione socialista storica si è sviluppata sul tema: riequilibrare le differenze sociali attraverso raccolta di tasse e redistribuzione.  Ha mutuato l’abito mentale del compito di delega e rappresentanza dei “deboli”, l’agire in nome e per conto, interpretando “correttamente” ciò che i “meno fortunati” sono incapaci di cogliere. Si sono fermati all’Italia di contadini analfabeti di 100 anni fa.  Fra l’altro, ecco cosa dice il professor Panebianco: Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

7 Commenti


Sindaco, Consiglio Comunale e Città Ideale.. qualcosa non torna

È palese e dichiarato che, ciò che riguardo a Buccinasco e alla sua gestione, descritto, esaminato, commentato o proposto da Città Ideale, per dichiarata affermazione degli amministratori, non trova alcuna accoglienza  dai medesimi. Non replicano in Città Ideale (salvo casi del tutto eccezionali), non scrivono su blog o social network pubblici o personali che siano. Dagli amministratori si intende dare il senso che Città Ideale non conta nulla, è ignorata.

Poco male: abbiamo i nostri lettori affezionati che ci seguono, noi ci rivolgiamo a loro, ai Cittadini. Se volessero entrare nel merito i nostri amministratori, criticando, spiegando, condannando, condividendo o che altro, sarebbe meglio per la Comunità. Più informazioni, punti di vista diversi che vengono affrontati e  chiariti. Insomma più informazioni diffuse, maggiore chiarimento reciproco. Rispetto per le posizioni diverse e per i Cittadini. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

9 Commenti


Proposte per la Comunità oppure l’alternativa Destra/Sinistra?

Un elenco robusto di proposte del M5S viene riprodotto su facebook da Alessandro Di Battista in questi giorni. Sembrerebbe una banalità, ma invitiamo i lettori a leggere il contenuto, di ogni singola proposta. Per rispondere alla condivisione (o utilità) della medesima, senza prima stabilire se questa sia di Destra o di Sinistra. Siamo praticamente certi che molte delle proposte saranno in linea generale considerate utili e positive.

Della classificazione su cui insistono i media, targando a prescindere i partecipanti ai talk show, definendoli all’inizio con il simbolo del partito, dell’ associazione. Insomma dando a ciascuno una caratteristica che nell’ascoltatore o lettore genera un pre-giudizio ciò che dirà sarà letto sul presupposto di appartenenza. Bisogna invece che da questo meccanismo noi Cittadini non ci si lasci accalappiare. Sforziamoci all’abitudine di una libertà di valutazione che ci rende più aperti al giudizio. Che  collettivamente ci rende migliori;  più forte la nostra espressione di voto, più motivata e meno ancorata sull’emotività.

- Se proponiamo il reddito di cittadinanza siamo di SINISTRA,
- se vogliamo regolamentare i flussi migratori siamo di DESTRA, Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

19 Commenti


Crisi di crescita e Cina: globalizzazione in divenire

Ne parlano tutti e tutti estraggono una spiegazione risolutiva; tutti a dare consigli alla banca centrale cinese. Se andassimo indietro di 7 anni: nel 2008, sempre nel mese delle crisi finanziarie globali, venne fuori il fallimento di Lehman Brothers, con l’esplosione dei sub prime (pacchetti di crediti da mutui vicini alla spazzatura, su acquisti di immobili a valori gonfiati) e tutto ciò che ne è seguito.

Tutto il globo si sta ancora leccando le ferite e sembra che si stia uscendo dalla crisi finanziaria USA. In questo periodo chi ha rappresentato l’ancora di salvataggio è stata soprattutto la crescita del mercato cinese. Crescita globale che ha trascinato lo sviluppo di tante nuove economie da paesi emergenti, in Asia e Sud America.

La Cina non è un paese, è un continente; qualcosa come 5 volte gli USA, 4 volte l’Europa; un assestamento della crescita (perché è di questo che si tratta) ha risvolti di grande impatto nel mondo. Soprattutto nei paesi cosiddetti emergenti, fornitori di materie prime, mercati di consumo per prodotti cinesi e occidentali, ma anche nella parte avanzata del globo, anche Europa, USA e Giappone ne risentono. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

4 Commenti


Sistema romano, sindaco Marino e PD: quanto pesano gli inquinamenti?

Ci ha sorpreso un riepilogo che Alessandro Di Battista (deputato del M5S) ha svolto sui voti raccolti dal Sindaco Ignazio Marino, analizzati con le preferenze che persone della lista PD hanno ottenuto nel primo turno. L’impatto del procedimento chiamato “mafia capitale” ha coinvolto una cinquantina di persone, fra le quali politici di un po’ tutti gli schieramenti (VEDI).

Come sarà noto, le preferenze ai candidati sono possibili solo nel primo turno. L’eventuale ballottaggio riguarda solo il voto al Sindaco e la composizione del Consiglio viene determinata in base alle preferenze del primo turno, con le correzioni che premiano la lista apparentata che ha presentato il candidato risultato vincente. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

2 Commenti


Rifiuti e tasse: successi (a Parma) e problemi (a Buccinasco)

I lettori di Città Ideale sono già informati per i reiterati articoli realtivi alla gestione dei rifiuti di Buccinasco. Un riepilogo veloce: l’appaltatore Aimeri (area para coop, finita male) ci lascia con qualche problema da sistemare. Per sei anni è costato 3 milioni l’anno, più la piattaforma ecologica. Il nuovo appalto promosso dal vicesindaco, cambia qualcosa?

Forse il carattere con cui è scritto il contratto. Vince AMSA a 2,85milioni l’anno + la piattaforma ecologica e altro, con un totale che non cambia. Buccinasco in termini di gestione rifiuti è un disastro. Non parliamo dei Cittadini che, nonostante il disinteresse dell’amministrazione sono più che virtuosi con un 65% di frazioni recuperate, valore all’incirca stabile da tempo. Spesa piatta come il mare d’Agosto: dai 3 ai 3,5 milioni. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Italiani per bene e le sinistre contro lo Stato

Queste considerazioni nel commento di Andrea relativo ai sindacati e all’articolo relativo di qualche giorno fa. Dalle posizioni incongruenti e dannose per il paese, guidato da vicinanza di schieramenti e comportamenti (sindacati e politica hanno quasi sempre presupposti dannosi per lo Stato, sentendosi depositari della verità democratica che ritengono progressista, ormai i soli a considerarla tale).

Dall’assurda pretesa degli insegnanti di avere diritto al lavoro sotto casa, vengono considerazioni centratissime, che riguardano comportamenti che si propongono lo sfascio dello Stato. Lo Stato è entità superiore ai partiti, che oggi ne occupano il potere, stravolgendo il loro ruolo. Lo hanno spogliato e pretendono di essere loro lo Stato! Chi si comporta da italiano va denigrato e sminuito. Chi invece lancia una bombola carica di gas a un mezzo dei carabinieri, diviene  intestatario di un’aula del parlamento!  Merita leggere per contrasto le notizia che riguardano Fabrizio Quattrocchi, in un’analisi oggettiva su Wikipedia (VEDI) Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Il sistema romano, il Sindaco, la mafia, i servizi

Bisogna scriverle certe cose, perché Città Ideale alle coincidenze non ci crede quasi mai. Sono comunque un incontro di eventi che deve essere scavato a fondo, sempre. Come ogni investigatore degno di questo nome ben sa. In questo caso le coincidenze sono come un filotto alla goriziana: un insieme impossibile che sia casuale. Proviamo ad elencarle.

1 -  Il Sindaco Marino di suo è un non romano catapultato in un ambiente che lo sente come estraneo e sta cercando in tutti i modi di sbatterlo fuori. Di suo è un apprendista stregone, che deve imparare troppo in fretta un mestiere cherichiede capacità relazionali non comuni, introduzioni in una serie di ambienti  romani ove apputo è un estraneo. Il sistema romano lo deve far fuori.

2 – I mezzi pubblici non funzionano, scioperi bianchi e dissesto dell’ATAC (e l’assessore dice che se ne va);

3 – I vigili fanno i malati in massa alla fine dell’anno perché si chiede il rispetto degli orari;

4 – I rifiuti sono lasciati in strada; la società comunale è anch’essa in dissesto;

5 – Scoppia mafia capitale e gli si da il segno di una incapacità del Sindaco (che c’è ma non c’entra proprio;

6 – Il prefetto, caldamente invitato dal “sistema romano” a commissariare il Sindaco, non se la sente; e non risolve il problema; Leggi il resto di questo articolo »

17 Commenti


Sindacato CISL e patrimoniale? Molto da discutere, quasi tutto

Il nostro Andrea B. sul fare sindacato in Italia ci fa avere una riflessione dal carattere più generale rispetto alla nostra valutazione, limitata ad una scelta specifica, nuova ma in parte inficiata dal suo porsi in parallelo al Governo, sulle prossime scelte autunnali relative al welfare e al coinvolgimento del sindacato. Insomma per una volta la CISL torna al suo ruolo di contraltare della confederazione cugina CGIL, a sostenere la rappresentanza di chi vive un rapporto di lavoro, impostandolo in chiave apertamente socialdemocratica.

Cosa è diventata la gestione sindacale “unitaria”, purtroppo dobbiamo considerarlo una tragedia. Divenuto indispensabile alla ripartizione del potere avere un contraltare sindacale introdotto entro la casta, a partecipare, contrattare e ottenere, l’autonomia delle confederazioni non si è vista più. Non solo perché soverchiata dal sistema cosiddetto democratico progressista, ma anche da attribuire a un modo d’essere che ha schiacciato le individualità di ciascuna costringendole entro accordi sovraordinati della politica. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

1 Commento


Buccinasco più: Sindaco dixit…. Il Sindaco, proprio lui

Ci eravamo ripromessi dopo il Consiglio di fine Luglio, di andare a controllare al riguardo quale era l’effettiva espressione del Sindaco che riguarda il pasticciaccio di Bucci più, sul quesito posto dal Consigliere Cortiana:

quale è il parere della Corte dei Conti sulla variazione al bilancio?

I lettori ricorderanno la modifica infilata di soppiatto nella relazione la bilancio, con la quale il comune accettava il “regalo” dell’area inquinata (discarica a cielo aperto, dice il tribunale) con un anticipo di 10 anni, nelle condizioni in cui si trova: bonifica integrale da fare e rifacimento della piazza. Obbligo del Soggetto Attuatore e dei suoi aventi causa, sia per la bonifica che per le perfette condizioni della piazza.

Ripetiamo per i Sindaco, gli amministratori tutti e i consiglieri come sta la situazione, sul piano giuridico, e cosa al riguardo dicono gli atti: Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

4 Commenti


Sindacati e paese: dalla CISL un segnale di cambiamento (flebile finora)

Non sarà certo Città Ideale a sparare  contro un sindacato (CISL, Annamaria Furlan) che compie per la prima volta in Italia uno sforzo di analisi e proposta in chiave non rivendicativa, ma propositiva con lo  scopo di far compiere al paese uno sforzo di rinnovamento. Perché, in ritardo di quasi un secolo,   si cominci a considerare il lavoro non solo come diritto a vuoto ma come conseguenza di un sistema economico che aumenti la capacità competitiva del fare impresa.

Facile dire “ERA ORA!”. Nessuno l’ha mai fatto e neppure ventilato, in Italia, a cominciare dalla CGIL; contrarissima per principio a qualsiasi forma di  condivisione della vita d’impresa. Questa area leninista per niente post, adotta ancora  lo scontro di classe. L’impresa è il succhiasangue padrone e chi lavora il soggetto dello sfruttamento che ha la missione “storica” di ribellarsi. Quindi si deve sempre e solo chiedere, rivendicare. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

3 Commenti


Buccinasco Italia e Pubblica amministrazione: le funzioni malate

Questa riflessione ci viene da un’analisi dell’Albo Pretorio on line e dalla sue caratteristiche d’oggi, parecchio inferiori rispetto alla impostazione precedente all’insediamento dell’amministrazione Maiorano. Queste “variazioni” sono tutte peggiorative in termini di completezza, certezza dell’esposizione e dei contenuti. Ne parleremo in un’apposito articolo, perché la descrizione aiuta a comprendere la posizione dell’attuale gestione rispetto ai termini di trasparenza e partecipazione (promessi e disattesi).

In senso ancor più generale, qui intendiamo spiegare di come la P.A. si può organizzare se si propone l’obiettivo della irresponsabilità (della politica e, per conseguenza, di tutta la P.A.). Riflettendo su Buccinasco sui criteri organizzativi che vengono adottati ci aiuta a comprendere i contenuti sistematici. I meccanismi che dovrebbero responsabilizzare i singoli su ogni aspetto dell’amministrare quasi annualmente emanati, da ogni governo da che l’Italia è repubblica. Possiamo dire che le volontà di bene amministrare non dovrebbe mancare. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

2 Commenti


PARTITOCRAZIA FATTA SISTEMA: LA DEMOCRAZIA CANCEROGENA

Il Partito: come detentore del potere, insieme agli altri a fare sistema che tutto occupa, spartisce, sostanzialmente condivide, riequilibrando i dettagli in funzione delle fortune elettorali. Dopo di queste si aggiorna la ripartizone. Lo dice Enrico Berlinguer nel 1981, con analisi e contenuti che non sono un’intervista qualsiasi ma una stesura preparata e ben ponderata.

“I partiti hanno occupato lo Stato e tutte le sue istituzioni, a partire dal Governo . Hanno occupato gli enti locali, gli enti di previdenza, le banche, le aziende pubbliche, gli istituti culturali, gli ospedali, le università, la Rai TV, alcuni grandi giornali.

“Insomma, tutto è già lottizzato e spartito o si vorrebbe lottizzare e spartire. E il risultato è drammatico. Tutte le “operazioni” che le diverse istituzioni e i loro attuali dirigenti sono chiamati a compiere vengono viste prevalentemente in funzione dell’interesse del partito o della corrente o del clan cui si deve la carica. Un credito bancario viene concesso se è utile a questo fine, se procura vantaggi e rapporti di clientela; un’autorizzazione amministrativa viene data, un appalto viene aggiudicato, una cattedra viene assegnata, un’attrezzatura di laboratorio viene finanziata, se i beneficiari fanno atto di fedeltà al partito che procura quei vantaggi, anche quando si tratta soltanto di riconoscimenti dovuti». (Enrico Berlinguer 29 07 1981)

Bruciano queste denunce, d’allora. Espresse da un conoscitore diretto del sistema, della politica materiale, reale. Non quella farlocca ufficiale e conosciuta: ma quella che non si fa in parlamento, di cui i giornali non parlano. Quella che non è più “politica”, che ne rappresenta il cancro profondo che la corrode e la riduce a semplice mercimonio finalizzato a ciò che è il “ritorno” per i partecipanti. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


PARTITOCRAZIA FATTA SISTEMA – TENIAMOLO PRESENTE, SEMPRE

Ricordare le cose che ci hanno colpito quando sono venute, che hanno, fra le altre, contribuito a formare il nostro modo di vedere la Società, la Comunità la vita per come deve essere vissuta, valori che fanno parte di noi stessi, richiede che nel tempo si ritorni a leggere, a reimmergersi nei momenti che  sentiamo parte del nostro essere. Ci consente di capirne i limiti e anche di aggiornare e aggiornarci dando nuova vita a ciò che permane e mettendo da parte quanto il tempo si è incaricato di considerare transeunte, superato. Pensiamo di fare cosa utile riproponendo ai lettori queste riflessioni d’allora.

“I partiti di oggi sono soprattutto macchina di potere e di clientela: scarsa o mistificata conoscenza della vita e dei problemi della società e della gente, idee, ideali, programmi pochi o vaghi, sentimenti e passione civile, zero. Gestiscono interessi, i più disparati, i più contraddittori, talvolta anche loschi, comunque senza alcun rapporto con le esigenze e i bisogni umani emergenti, oppure distorcendoli, senza perseguire il bene comune. La loro stessa struttura organizzativa si è ormai conformata su questo modello, non sono più organizzatori del popolo, formazioni che ne promuovono la maturazione civile e l’iniziativa: sono piuttosto federazioni di correnti, di camarille, ciascuna con un “boss” e dei “sotto-boss”. (Enrico Berlinguer 29 07 1981) Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento



SetPageWidth