Archivio del 29 luglio 2015

Al peggio non c’è limite: infatti…

Fra i partecipi del sito Sei di Buccinasco se…,  su fb, gruppo nel quale si è sviluppata una sensibilità crescente verso la sicurezza, con gli inizi di Luglio è nata la struttura Controllo del Vicinato, di cui abbiamo già avuto modo di parlare.

Una adesione entusiasmante e risultati concreti, efficaci. Il passa parola, l’attenzione, lo scambio di notizie e la reazione attenta del Carbinieri stanno dando risultati concreti e la partecipazione cresce. Una iniziativa che si sviluppa e sta concretizzandosi con una formalizzazione associativa e strutturata che avverrà entro Settembre. Leggi il resto di questo articolo »

3 Commenti


Consiglio comunale: prima di cominciare già ci sono problemi

Il Consiglio comunale si terrà stasera con inizio alle ore 2030. Per chi fosse interessato, potrà assistere da casa, con lo streaming (se funzionante). La convocazione è stata pubblicata in Albo Pretorio il giorno 15 Luglio, con un documento che reca la data 14 (VEDI). Nella stessa data (15) è stata inviata la comunicazione ai Consiglieri. La convocazione del nostro Presidente del Consiglio comunale non precisa se si tratta si riunione ordinaria o straordinaria, come dovrebbe, ai sensi di Regolamento e leggi, essere indicato, ma non è questo il punto di cui parlare.

Come i lettori di Città Ideale sapranno, il fatidico giorno 14 sono pervenute al Sindaco le dimissioni con effetto immediato del Segretario Generale Patrizia Bellagamba. Questo evento non è inserito nell’odg e al riguardo si possono fare ipotesi: UNO mentre è stata ordinata la pubblicazione, il giorno successivo, il Consigliere presidente non era a conoscenza dell’evento (perché non ancora comunicato dal Sindaco);  DUE l’avvenimento era conosciuto, ma ha nella sua autonomia ritenuto l’evento non di interesse per il Consiglio. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

1 Commento


La scuola: libera fa scandalo. Lasciata sospesa sul filo

L’articolo sulla sentenza di cassazione che ha dato luogo alla riflessione di Città Ideale (VEDI), ha dato motivo perché un nostro lettore Giovanni, abbia ritenuto doveroso dire la sua, da esperto in materia. Giusta e motivata l’esasperazione. Essere partecipe di una scuola paritaria comporta lo stato di un’attività sopportata, giudicata border line da una cultura statalista e monopolista.

Vorrebbero chiuderla, cancellare lo scaldalo di una scuola più efficiente e meritevole, molto meno costosa per lo Stato. Una scuola che rispetta i principi dell’istruzione definiti dal ministero adottandoli entro un progetto deciso da ciascuna. Su questa base selezionando docenti e coinvolgendo le famiglie entro il progetto educativo. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

20 Commenti



SetPageWidth