Archivio del 6 luglio 2015

REFERENDUM AD ATENE. Una possibile riflessione mitteleuropea

Quando vi sono diversità di vedute è d’obbligo per coloro che ne sono coinvolti, cercare di comprendere le ragioni dell’altro. Buona norma per una analisi delle diplomazie, ma anche di persone abituate a trattative e transazioni. Cerchiamo allora di capire l’Europa del Centro Nord, quali sono le sue ragioni profonde, sul presupposto che per tutti l’Europa è un valore.

È ragionevole pensare che l’Europa è per tutti gli stati che ne fanno parte, allargati ormai a 29 oltre agli altri cinque o sei che chiedono di entrarvi, vedano l’unione del Vecchio Continente come parte non eliminabile del loro futuro. Sul piano economico e gestionale l’Europa è divisa in due macro aree. L’area di matrice riformata (protestante), è caratterizzata da una gestione seria dei paesi che lo compongono, che da una priorità rilevante all’equilibrio di bilancio.

L’area del Sud Europa  per contro (oltre all’Irlanda, forse non a caso non riformata), è tendenzialmente corriva a lasciar correre i cordoni della borsa, caratterizzata da indebitamenti fuori misura, che in questa fase oltretutto, richiede percorsi faticosi sul piano politico e del tenore di vita, alquanto indigesti. In questa situazione si iscrive la questione greca, che dell’area Sud Europa è parte. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

9 Commenti


Mozione di Coalizione Civica sulla ricerca di idrocarburi gas

Innanzitutto si deve dare atto che l’interrogazione ci è stata proposta dal Movimento Cinque Stelle di Buccinasco e i consiglieri di Coalizione Civica hanno fatta propria l’iniziativa, che quando scriviamo dovrebbe essere già depositata. La mozione è ampia e articolata (VEDI per i lettori interessati a documentarsene). Città Ideale ne fornisce una spiegazione motivata, con le sue osservazioni.

La legge cui si richiama la mozione va sotto il nome “Sblocca Italia”, termine col quale il premier ha inteso dare enfasi a un tentativo di superare la miriade di enti e pareri necessari per poter fare, per poter lavorare, per poter investire (VEDI, sempre per i lettori giudiziosamente interessati).  Fra la quarantina di articoli che prevede la legge, il 38 (Misure per la valorizzazione delle risorse energetiche nazionali) , al comma 2 dice quanto segue:

2. Qualora le opere di cui al comma 1 comportino variazione degli strumenti urbanistici, il rilascio dell’autorizzazione ha effetto di variante urbanistica. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

6 Commenti



SetPageWidth