Archivio del 1 luglio 2015

Europa: siamo in mezzo al guado, mettendo in conto passi indietro

La questione greca  sta creando schieramenti curiosi. Anti europei fino a ieri, promotori del ritorno al secolo scorso abolendo l’euro, che l’euro era forzatura che non poteva reggere, che bisognava tornare alle monete nazionali,  stanno diventando protettori della continuità europea,  con l’intento di ridurre le “resistenze” teutoniche sugli equilibri di bilancio. Salvare la Grecia abbonando debiti: ecco la soluzione semplice e facile.

Per contro i difensori dell’euro ad oltranza che utilizzano l’argomento con gli stessi obiettivi: l’uscita della Grecia significa la fine dell’Europa; non deve avvenire. Difendere l’euro significa farsi carico dei problemi di qualche paese che non ce la sta facendo. Un rischio che deve evitarsi ad ogni costo, per il migliore avvenire, per un futuro radioso dell’Europa unita. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento



SetPageWidth