Archivio di giugno 2015

Terzo settore: chi agisce per il bene quando è la politica d’oggi la fonte di risorse

Forse riguardo al tema del titolo siamo arrivati ad un punto di non ritorno, o meglio: al capolinea. Ci troviamo in una situazione che non può ulteriormente procedere in questo modo. L’impegno e la volontà dei moltissimi che si impegnano nel sociale non può convivere con le ricorrenti schifezze di cui è permeata la politica, che tutto sporca ovunque decida e metta mani.

Nella vicenda  “mafia capitale” che forse più correttamente si dovrebbe chiamare “partitocrazia schifosa” anche questa vengono coinvolte organizzazioni che in qualche modo riportano al Vaticano e a cooperative sociali vicine al mondo Comunione Liberazione (o ancora tali). Un intreccio simile a altre analoghe strutture di diverso orientamento sociale o religioso. File rouge quello  del potere partitico che nelle decisioni  sempre coinvolge.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , , ,

Nessun Commento


Associazioni e Marketing territoriale a Buccinasco…. in ordine sparpagliato

Il Marketing Territoriale a Buccinasco, inventato dal Sindaco il 31 Dicembre scorso dovrebbe essere un contenitore di ampio respiro che comprende e valorizza il territorio, lo fa conoscere, ma anche altro. Far leva su qualità e competenze, attività sportive e associative, su volontariato e assistenza sociale che viene dalla Comunità per dare al logo Buccinasco un insieme di diamanti che  ne fanno il carattere.

Una cosa nata il 31 Dicembre (perché fino al giorno prima nessuno neppure sapeva di questa pensata, entro i nostri amministratori) richiede un lavoro progettuale che individui i soggetti potenzialmente interessati, che li metta in contenitori comuni di elaborazioni e sviluppi di idee, che ne seguano tracce  di programmi e obiettivi nel tempo: quali i ritorni e come questi possono impattare sull’economia locale e i suoi stakeholders, ecc. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Bucci + e Familismo amorale: notizie trasversali buone per i ciucci

Pensano di cavarsela! Crediamo che l’offesa fra le più serie possibile subire da un Cittadino, da uno dei lettori, sia il tentativo di giocarlo mediante sotterfugi puerili, pensando di farlo fesso. Compiuta sperando che lui se le beva le notizie che per relata refero, senza indicare la fonte, vengono fatte trapelare dai nostri amministratori per arrivare a Città Ideale, con cui assolutamente non vogliono un  contatto diretto.

In Grecia era l’ostracismo: un voto scritto su coccio ove era indicato il Cittadino da cacciare dalla città. Si contavano i cocci e, se la maggioranza scriveva il nome, questi era costretto a lasciare la città. Non si può fare oggi, ma crediamo che a loro non dispiacerebbe. Quando trovano le nostre documentate accuse, e devono precisare, si servono del familismo amorale: verbalmente si lascia trasparire che quanto da noi scritto è sbagliato, che le cose stanno in altro modo. Leggi il resto di questo articolo »

8 Commenti


Bucci piu’: i pasticcioni proseguono. Siamo alle comiche; tragiche


Su come far pagare ai Cittadini lo sconcio orrendo compiuto nel torno di tempo dal 2003 al 2006 sulla iniziativa edilizia di una giunta progressista (?!) che: ha accettato un modifica di progetto ripianando il terreno (facendo carico al Comune del riempimento); ha emanato una ordinanza senza termine e senza diffide (per cui si è andarti avanti a riempire una discarica abusiva a cielo aperto).

Questa amministrazione Maiorano & Co. si è da subito impegnata per arrivare a coprire lo sconcio in ogni modo. Facendo fare perizie che doveva dimostrare l’assenza di porcherie sottostanti; addossare tutti i costi di manutenzione dell’area alla Comunità ai Cittadini invece che al supercondominio che contrattualmente è tenuto alla manutenzione (il taglio dell’erba se non si sbaglia, è perfino nel capitolato del comune). Leggi il resto di questo articolo »

8 Commenti


Municipio e gestione delle risorse, del nostro personale: proprio assolutisti

Questa amministrazione in neppure tre anni di attività ha posto in essere due riorganizzazioni; ha cercato di dare  a ciascuna il carattere organico(?), definitivo(?!), motivando le scelte in vario modo (che le motivazioni siano logiche è altra faccenda, di cui parleremo dopo). Una intervenuta a fine 2012/inizio 2013, l’altra dodici mesi dopo. Lasciamo perdere su due riorganizzazioni che ciascuna delle quali smentisce e corregge l’assetto precedente: una gestione delle risorse umane sarebbe come minimo obbligata a spiegare e convincere amministratori e  dirigenti quale l’esigenza intervenuta e cosa ci si propone con il cambiamento, quali obiettivi darsi.

Solo dopo, chi gestisce da il nulla osta o stoppa; solo dopo che, il personale coinvolto discute e propone alternative, oppure no. Veniamo alla seconda riorganizzazione: questa è stata approvata dal Consiglio nel Febbraio scorso. I Consiglieri di minoranza sono stanchi di proporre e vedersi imporre la volontà della maggioranza senza un minimo di attenzione ai contenuti delle osservazioni, delle proposte alternative, delle correzioni. Leggi il resto di questo articolo »

9 Commenti


Giustizia non responsabile e comunicazione politica servile

Dei lettori non saranno pochi a conoscere Edmondo Bruti Liberati, Procuratore della Repubblica a Milano, con una carriera entro il CSM (organo di autogoverno dei magistrati), da sempre in MD, poi in ANM  (correnti politico sindacali dei giudici) di cui ancora adesso è segretario generale. Il contrasto con il procuratore Robledo è noto: questi oltre un anno addietro ha inoltrato al CSM un esposto. CSM ha il compito di assumere provvedimenti disciplinari quando emergano comportamenti censurabili. Fino ad ora non si ha notizia di decisioni al riguardo; una informativa del Partito radicale dice: “sembra che di questa pratica si siano perse le tracce”(VEDI).

Robledo, percepita una condizione restia ad affrontare i temi proposti, ha anche inoltrato una denuncia penale nei confronti di Bruti Liberati. Il primo effetto di questa, descritta sui media come lite da cortile, anziché questioni delicatissime nell’esercizio della attività giudiziaria, è stata una “casuale” inchiesta su intercettazioni telefoniche a Robledo che ha portato al trasferimento a Torino in qualità di giudice, non più  procuratore. Rimosso l’ostacolo,  non se ne parla più: Bruti Liberati rimarrà  al suo posto fino a fine 2015, quando andrebbe in pensione (ma non si sa mai.., per ora è una giustificazione per non rimuoverlo e/o sanzionarlo). Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

1 Commento


Scuola Civica di Musica: quanto ci costa e dove si trova?

Una delle innumeri decisioni “eccellenti “  del mandato Maiorano (con l’accoppiato vicesindaco a fare da spinta) riguarda la riorganizzazione della Scuola Civica di Musica fondata nel 1983, cui il comune ha negli anni riconosciuto l’uso dello stemma comunale e fornito qualche supporto di avvio. Scuola da sempre diretta dalla Professoressa Fiorenza Ronchi. Struttura che si pagava da sé con un nucleo di iscritti intorno ai 200 e più.

In pratica a questa scuola la Comunità può essere solo riconoscente per la qualità del sistema e i tanti giovani che hanno conosciuto e amato la musica imparandolo a Buccinasco. Neppure sei mesi dalle elezioni e passano la gestione a una associazione conosciuta solo per la vicinanza al vicesindaco, senza esperienza nell’insegnamento musicale.  Vengono erogati alla associazione circa 17mila euro (per sei mesi!).

Senza nessun preavviso proprio in questo periodo, ma  nel 2013, in occasione del saggio finale, il Sindaco comunica che il comune esternalizza il servizio e ha indetto una gara che si chiude in 20 giorni. Sarà affidata al migliore ribasso su una base di 30mila euro (contro lo zero dei costi precedenti!). I docenti scelgano se ci sarà posto presso chi vince il bando. Chi vince?  La prevedibile associazione precedente affidataria provvisoria che, ottiene oltre ai 27,5mila altri 15mila euro per… spese sostenute (?). Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

6 Commenti


Liste civiche: l’esperienza di Corsico sia di insegnamento

Oggi i partiti sono così mal messi, hanno una immagine talmente disastrata, che quasi non se la sentono di presentarsi con il solo loro marchio. Sorgono come funghi liste civiche che di civico hanno (forse) l’educazione, quanto al resto sono  paraventi che si propongono di catturare briciole di voti per ridurre la riuscita delle liste civiche promosse da Cittadini. Quelle  che ci mettono del loro e si propongono il superamento del sistema partiti, almeno a livello locale.

Vi sono poi gli “apparentamenti “ successivi alla prima votazione: liste civiche che si siedono con una o l’altra coalizione per “far contare” i voti ricevuti. Corsico, che ci serve come esempio,  ha visto il prevedibile accordo PD Maria Ferrucci, con le due liste civiche di Masiero, che al primo turno ha raccolto un 16%. Come questi comportamenti influiscono  sui Cittadini che hanno dato il voto alla lista civica in quanto autonoma, è facilmente intuibile. Rimane l’appeal della persona ma va a farsi benedire l’autonomia della Comunità rispetto al sistema partito con cui ci si apparenta.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

6 Commenti


Caserma carabinieri: i Cittadini FIRMANO PER LA SICUREZZA di Buccinasco

Volontà politica: lasciamo la definizione filosofica, entriamo al concreto e chiediamo a chi ci amministra cosa intende  fare per una presenza a Buccinasco adeguata alla dimensione dei residenti, alla serietà civile del luogo, alla tutela della indispensabile sicurezza. Qui non stiamo parlando di regalini, sponsorizzazioni, eventi quotidiani da solleticare alla ricerca di un consenso che non verrà. Si tratta di decidere sulla sicurezza:  non state facendo un bel nulla!

Cominciamo col Sindaco che a fine anno (2014) sostiene di essere disponibile a far crescere la presenza delle forze dell’ordine. Ci stiamo ragionando, non escludendo nessuna ipotesi: “ ci siamo messi a disposizione: realizzare una nuova caserma;  ampliare la caserma esistente; mettere a disposizione nuovi alloggi ai militari. (parola di Sindaco, virgolettata: VEDI). Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

3 Commenti


Buccinasco all’EXPO 2015 il 14 Giugno: una bella iniziativa

I lettori ricorderanno certamente l’istituzione di un settore nuovo messo in atto dal Sindaco con il 2015. Il Marketing Territoriale avente l’obiettivo di promuovere l’immagine di Buccinasco. Fra gli obiettivi addotti vi era fra l’altro lo scopo di individuare occasioni favorevoli  cercando, per quanto ancora possibile, di agganciarsi all’evento EXPO 2015. Sembra un miracolo ma l’ufficio, senza esperienze specifiche, senza un progetto degno di questo nome, si è impegnato e comunque è riuscito nell’intento.

Città Ideale ha sentito in giro i vari enti e strutture e può raccontarne la genesi. Siamo a Febbraio; sull’EXPO 2015 l’ANCI invita i comuni lombardi (fra questi Buccinasco) a redigere un progetto, con una ipotesi di presenza di una settimana ad un costo tutto sommato non rilevante. L’Ufficio Marketing progetta un evento, associato a Zibido San Giacomo, da farsi in coincidenza con la festa patronale di Settembre. Progetto che riceve l’approvazione dell’ANCI.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

3 Commenti


Bilancio e realtà a Buccinasco: riflessioni di mezza estate

Siamo ormai a metà anno 2015, c’è ancora tempo perché si arrivi al completamento dell’esercizio ma può essere il caso per fare il punto, per una riflessione. Già negli anni precedenti questa amministrazione ha messo a bilancio opere straordinarie, finanziate con gli oneri di urbanizzazione, arrivando poi a fine anno con un quasi nulla di fatto.

Ricordiamo che dai banchi della minoranza si sono ripetuti i punti interrogativi:  come si fa a mettere a bilancio introiti per oneri di urbanizzazione per 5,5 milioni quando l’anno precedente ci si è trovati con un quasi nulla di fatto? Un errore previsionale che deve far riflettere. Gli oneri di urbanizzazione non sono un evento teorico e sorgono da lavori che iniziano e proseguono nel tempo. Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Renzi, le riforme e il futuro politico in Italia

Lasciamo perdere le analisi degli esiti elettorali; le novità digeribili sono: UNO meno 10% nell’affluenza al voto che sarà difficile collocare nell’indifferenza: sostanziale rifiuto e ostilità verso la politica. Chi non vota sbaglia sempre. Però il non voto  un po’ lo si è voluto (un ponte di 4 giorni!), puntando su migliori risultati politici da chi al voto non rinuncia. DUE lo spazio sui media dato a Salvini in funzione anti M5S è riuscito male. Salvini ha intercettato voti dalla destra, certamente tolto parte di  voti al M5S. Voti  che non sono Lega: rappresentano rifiuto al sistema.

TRE Renzi ridimensionato sul territorio: il voto al PD oggi rappresenta più la scelta Renzi che voto al partito (il che non è un male: è l’evoluzione verso un voto sulle persone e la loro proposta; meno sull’ideologia). Attenti però:  fintanto che non si andrà alla elezioni il suo potere con l’attuale parlamento rimane pressoché  invariato. Vediamo ora: quali possono essere le tendenze? Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Registro delle unioni civili e matrimoni: vogliamo parlarne ancora ?

Città Ideale in questo periodo sta registrando una serie di conferme sulle posizioni assunte negli ormai cinque anni di attività. Nel sito tutto è documentato e rilevabile, come in questo caso. Su proposta di Fiorello Cortiana poco dopo l’insediamento della giunta Maiorano, viene discusso in Consiglio la proposta fotocopia, approvata dal Comune di Milano su proposta della giunta Pisapia.

Sembra passato un secolo, ma sono solo due anni e mezzo. La proposta aveva lo scopo di superare condizioni di criticità per unioni di fatto  (non solo omosessuali, si noti) individuando un percorso di parificazione al matrimonio, e per conseguenza alla famiglia (VEDI la proposta). L’impressione di Città Ideale è stata allora di un tentativo di giungere nel tempo, per scivolamento, ad  “parificazione di fatto” all’unione familiare. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

3 Commenti


Shoah e razzismo dopo settant’anni: il passato per una lezione nel presente

I nostri amministratori hanno accompagnato scolaresche di Buccinasco ad uno dei campi di sterminio diffusi in Germania e nei paesi occupati dai nazisti. Nel caso la visita ha riguardato un campo famigerato sito in Austria. Per colui che questa esperienza ha avuto,  che si è preparato leggendone le memorie e i documenti, che si è sforzato di capire, di farsi una ragione, l’esperienza è indimenticabile.

La questione che rimane di questi centri scientifici di sterminio pianificato è: perché?  Cui segue subito, inevitabile, l’azione: come agire perché non si debba ripetere la scientifica eliminazione dell’uomo. Il titolo del primo libro di Primo Levi ne da un segno: “Se questo è un uomo” che narra la sua esperienza in Polonia: Auschwitz li finito con la colpa di essere ebreo.

Dai commenti che si possono leggere su Buccinasco Informazioni, del Sindaco e dell’assessore alla cultura,  si ricava l’orrore. Termine più volte ripetuto. Cui fa seguito il compianto per chi è finito nell’ingranaggio; la colpa ai nazifascisti. La vittoria degli alleati: i buoni e i cattivi. Dopo settant’anni un po’ poco, con un pericolo concreto di fermarsi all’emozione.

Città Ideale ha altre sensibilità. Non si tratta di un tema qualsiasi, uno fra gli altri, fra i tanti. Qui il problema è l’Uomo e la sua infinita capacità di abiezione, se si realizzano le condizioni che lì portano. Perché questi comportamenti sono dell’Uomo fin dal tempi più lontani dell’Umanità.  Avvenuti in Europa settant’anni fa  in modalità più efficiente e traumatica: hanno visto coinvolto nel ruolo di carnefice un popolo fra i più colti e civili del globo. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

1 Commento


Rifiuti e gestione pubblica: sprechi e danni a nostre spese

Ne parleremo di questo tema. A Buccinasco ci costa tre milioni l’anno oltre ad ammennicoli vari. Nessun beneficio viene a noi Cittadini dalla raccolta differenziata. C’è un meccanismo contrattualmente insulso per il quale, se la differenziata aumenta, aumenta il margine per l’appaltatore. Quasi un invito ai Cittadini a lasciar perdere, a disinteressarsi.

Una descrizione da ilfattoquotidiano ce ne fa l’analisi su scala nazionale, ed è un disastro economico (VEDI). La firma Paolo Fior, è un giornalista che ben conosce il settore rifiuti ed energia. Quanto in Italia i rifiuti siano connessi ai termovalorizzatori (meccanismo che genera reddito grazie a conferimenti gratis dalle società che gestiscono i rifiuti). Il ciclo rifiuti e produzione energia è in effetti interconnesso in società a controllo municipale che sono fra loro legate. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento



SetPageWidth