Archivio del 24 giugno 2015

Partiti, programmi e leggi (riforme): l’Italia è questa, purtroppo

Una riflessione che ci invia di Franco Gatti, merita attenzione. L’insieme gattopardesco che è arduo definire Democrazia, genera cose di questa fatta: i partiti, i governi, una volta ottenuto il pallino della gestione, fanno ciò che vogliono, forse non fino ai paradossi che ci descrive, ma per certi aspetti anche peggio. La nostra, vista con occhiali netti, Democrazia non è.

Abbiamo ormai da tempo governi che non hanno ricevuto il voto dei Cittadini. I programmi possono essere inventati lì per lì, senza il consenso dei Cittadini. Si prendono le elezioni europee pere consacrare un premier. Questi cerca di rifare le regole a modo suo, cambiando in profondo la costituzione (mentre per una cosa del genere sarebbe bene fosse eletta una assemblea costituente, diversa dal parlamento), e via così. Leggi il resto di questo articolo »

10 Commenti



SetPageWidth