Archivio del 16 marzo 2015

Partito pesante a Buccinasco e dintorni. Una delle conseguenze

Il  termine “partito pesante”, e suoi sinonimi vari si sostanzia per le strutture centrali chiuse, in mano a pochi, nel controllo rigido delle strutture discendenti, dalla segreteria al più piccolo centro locale. Se il sistema non riguarda un partito solo, se le strutture tendono ad assomigliarsi, siamo ad un gestione politica chiusa che si può definire partitocrazia: potere e partiti diventano una cosa sola.

La struttura tende a occupare, sempre più profondamente, ogni articolazione del far politica. Dappertutto deve esserci il partito, che determina le scelte e i comportamenti. Così esistono architetti e ingegneri “di un certo partito”,  che danno fiducia al partito di riferimento e vengono utilizzati e girati fra revisori, consulenti, assessori e via così. Lo stesso capita a dipendenti organici al partito che percorrono la carriera politica, che vengono nominati nel ruolo per meriti di “partito”. Il merito va a farsi benedire, conta la fedeltà alle direttive del partito. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

5 Commenti



SetPageWidth