Archivio di febbraio 2015

Settore Marketing fasullo per punire un funzionario esemplare

Riceviamo e pubblichiamo volentieri la comunicazione del M5S Buccinasco, ancora per poco privo di rappresentanza in Consiglio: senz’altro sarà fra i protagonisti della prossima tornata elettorale. L’invenzione di un settore fantasma il Marketing, prima inesistente, conferito al funzionario con uno stanziamento di 30mila euro l’anno, l’incarico di soli sei mesi (?!? Cosa potrà mai fare, messo lì senza alcun preavviso, con un arco di tempo così limitato?).

Coalizione Civica su suggerimento di Città Ideale ha proposto un più serio budget ed uno schema di progetto molto più articolato, con 450.000 euro di dotazione(VEDI). Considerato valido dall’assessore ma… non attuabile. Se ne potrà parlare in sede di P.E.G. (una logica che sembra arbitraria poiché il P.E.G. è la certificazione delle spese deliberate in bilancio, non può contenere valori nuovi che non hanno avuto la ratifica del Consiglio).

Alla logica della nostra richiesta era difficile opporsi, allora si sono inventati una risposta “gesuitica” (con il più rigoroso rispetto dei medesimi). Resta la denuncia di un fior di professionista che questa amministrazione ha distrutto. Da 25 funzionari e un budget di milioni di euro gestito, al nulla indecoroso di 30mila euro gestiti ed un collaboratore. Con la stima confermata al funzionario I NOSTRI AMMINISTRATORI

MERITANO TUTTA LA NOSTRA DISISTIMA !

(Alberto Schiavone 26 Febbraio 2015) FACCIAMO CONOSCERE QUESTA STORIA : VOLANTINO REGISTRATO, CHIUNQUE PUÒ SCARICARLO, STAMPARLO E DIFFONDERLO O IMBUCARLO NELLE CASELLE POSTALI (evitando affissioni se non in luoghi privati). Grazie a tutti coloro che vorranno collaborate  intanto come M5S Buccinasco cominceremo a distribuirlo in città già da questo weekend.

Tag: ,

1 Commento


Buccinasco più e la sentenza sulla discarica: il pensiero di Andrea D.

Paolo Caimi si domandava il perché di una scarsa attenzione sulla sentenza di primo grado che ha individuato il responsabile politico della discarica abusiva.  Andrea ci fa avere la sua riflessione, stimolante. Ciò che rimane a Città Ideale e ai Cittadini di Buccinasco è una sorta di evoluzione strana, lontana dagli eventi e da quanto succeduto.

Vorremmo dire che il problema non sono i giudici, i tribunali, la giustizia. Quanto il sistema sia lontano, diverso rispetto al comune sentire, alla realtà. Sono trascorsi dieci anni dai fatti, dalla sequela annuale di oltre duemila camion di macerie industriali (con quanto connesso): ecco i risultati, finora. Come sempre in Italia non finirà qui, non finirà mai. Continuerà la storia di quello che è e resta uno sconcio per la nostra Buccinasco.

Adesso i nostri eroi che si dicono nemici dell’antistato fanno una settimana di recite. Le riflessioni di Andrea vengono a fagiolo, ricordando le cose fatte e la realtà, sempre dura a morire e molto più concreta su come la si pensa veramente rispetto alle pubbliche cerimonie. Pubbliche perché si ha bisogno di ricostruirsi una verginità della quale molti dubitano? Leggiamo cosa ce ne dice Andrea, anche in risposta a Paolo Caimi (titolo della redazione, ndr)

MA CEREDA, PERCHE’ HA GESTITO LA DISCARICA?   COSA CI HA GUADAGNATO? Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

14 Commenti


Buccinasco la cultura e la biblioteca: cosa si potrebbe far di meglio?

Questa riflessione ci viene da una deliberazione (VEDI) relativa allo scarto di libri, documenti  e materiale raccolto perché obsoleto. Si parla di un elenco allegato, che per altro non è pubblicato sull’albo pretorio. Non viene spiegato che fine fa questo materiale, la cui scelta fra l’altro sembra subordinata a decisioni consortili sovrastanti. Un atto che ha del burocratico, diciamo poco coinvolgente per la Comunità, per i Cittadini.

Faremo delle riflessioni, delle proposte. Ad esempio perché non proporre per un periodo dato che all’elenco dei libri da scartare sia data pubblicità rendendoli disponibili a chi ne volesse? Un modo per interessare la Comunità e diffondere conoscenza concreta dell’istituzione Biblioteca.  Se si va sul sito del comune (VEDI) si da una visione interessante, cui forse si potrebbe dare maggiore risalto, visibilità. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


L’impresa e il lavoro: chi comanda: Il sindacato e il PD ?

La domanda del titolo può sembrare inutilmente ovvia. L’impresa, o meglio, il datore di lavoro che sia privato o pubblico, è la struttura che ha la responsabilità della sana, efficiente gestione dei fattori di produzione, quindi anche il lavoro è soggetto alle decisioni di chi gestisce l’impresa (o l’ente pubblico). Su questo potremmo dire che non ci piove. Anche nelle economie statalistiche, pianificate (più o meno), chi deve fare cosa e come, lo stabilisce chi ha la responsabilità degli esiti (e paga di tasca propria).

Negli anni sessanta, in Italia uno dei primi governi di quello che allora era chiamato Centro-Sinistra, emanò la legge 300. Comunemente chiamata Statuto del Lavoratori. La legge stabilisce una serie di principi in sé giusti: il rispetto del pensiero, della fede religiosa o politica, delle origini regionali. Il rispetto della dignità personale, ecc. Aspetti che a ben vedere i codici tutelavano già. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


La sentenza Buccinasco più sulla discarica abusiva: l’analisi di Paolo Caimi

Un commento ricevuto il giorno 23, cui riteniamo corretto dare lo spazio che merita la materia. Lo riteniamo importante perché questa sentenza ha un carattere che può generare confusione. E’ successo al vicesindaco, ma lui in qualche modo ha interessi da difendere. Si ripete ora con Paolo Caimi che, sia pure corrivo nell’individuare le ragioni della sua parte, è autonomo e meno coinvolto.

Ricordiamo che la sentenza è relativa a una denuncia promossa dal Commissario Iacontini per conto del Comune. Imputati l’ex Sindaco Cereda, l’impresa e suoi esponenti o dirigenti (VEDI il testo integrale). L’aspetto curioso di questa sentenza riguarda il capo di imputazione:

“di aver realizzato e/o comunque gestito illecitamente una discarica senza autorizzazione, di rifiuti pericolosi e non pericolosi, attraverso ripetute operazioni di  riempimento con innalzamento del piano campagna da 3 a 5 metri … circa 150.000mc …. Costituiti da demolizioni civili e industriali e rifiuti industriali …”

Le note di Paolo Caimi  sulla sentenza discarica Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

14 Commenti


Il mondo delle cooperative: qualcosa da conoscere per capire

Di come opera e viene gestito il sistema cooperativo in Italia, se ne parla poco. Legate a filo doppio con il sistema politico le associazioni di categoria, le coop  diventa rende argomento delicato per il sistema dei media, che non poco dipende da contribuzioni, supporti finanziamenti, legiferazione su prezzi, IVA e altre forme di tassazione. Un argomento da prendere con le pinze, insomma.

Il sistema cooperativo regge su una serie di agevolazioni che ne riducono costi e tasse. La più conosciuta riguarda la tassazione degli utili di gestione che, per ogni azienda individuale, personale o società, prevede la tassazione immediata sugli utili. Per le cooperative gli utili sono tassati quando vengono distribuiti (cioè, praticamente mai). Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

4 Commenti


Commissione bilancio: buoni lavoro e costi del segretario generale

I temi sollevati dalla prima analisi di Città Ideale (VEDI), sono divenuti spunti per richieste di chiarimenti e argomenti trattati in commissione il giorno 10 Febbraio. Uno dei temi è stato sollevato dal consigliere Iocca, relativo ai 150mila euro dei voucher (o bonus lavoro); ne abbiamo già parlato. Presentato il 27 Gennaio come una sorta di aiuto alle imprese locali intenzionate ad assumere, dopo le nostre precisazioni, il 10 Febbraio la spiegazione dell’assessore ha corretto il tiro.

Se ne farà uso a cura del comune, per microlavori da assegnare secondo metodi e criteri da definire. I lavori verranno retribuiti mediante rilascio di un buono lavoro di 10 euro (per ogni ora di lavoro, incasso netto 7,50), fino ad un massimo annuo di 650 ore  per un medesimo dipendente. Se il datore di lavoro è il Comune, non sappiamo se e come questi buoni possano legittimamente essere impiegati per attività di ufficio entro il municipio. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento


Buccinasco più: scheletro nell’armadio di questa giunta

Non faremo la storia, che tutti conoscono a Buccinasco. L’oscena trasformazione di un quartiere residenziale rispettoso del territorio, con ampio parco verde, senza un camion di terra da trasportare, divenuto una discarica abusiva con 160mila metri cubi di macerie industriali messe giù, con una convenzione firmata da Finman, convenzione  che poco dopo è stata gestita da un consorzio cooperativo che ha assunto la proprietà del complesso.

Convenzione che, al fine di ridurre gli oneri di urbanizzazione alla controparte, assumeva a proprio carico la realizzazione e la manutenzione per 25 anni, trasferendo poi la proprietà e la gestione al comune.  Per acquisti intervenuti dagli acquirenti e dai singoli Cittadini che hanno acquistato case nel complesso, la proprietà della piazza e sue pertinente dovrebbe ora essere in capo al condominio, avvero alle proprietà (cooperative) che hanno acquistato da Finman, con gli oneri conseguenti. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

26 Commenti


Sinti, Ciclofficina e danari buttati. Non contenti del flop, si ripetono

Tre mesi fa Città Ideale ha denunciato(VEDI)  una gara farlocca (andata deserta)  fatta dal comune per regalare sei mesi di compenso in corsi di formazione (pagati sempre da noi, erogati dalla regione) riservati  ai Sinti.  Quali sono le caratteristiche per far uso di fondi pubblici destinati alla formazione per invio al lavoro? Soggetti svantaggiati, a rischio di emarginazione sociale, individuati dal settore servizi alla persona: testuale (VEDI).

Finalità della Concessione. L’Amministrazione Comunale, con la presente concessione, intende favorire l’inserimento lavorativo a termine di soggetti svantaggiati e a rischio di emarginazione appartenenti alla Comunità Sinta di Buccinasco, individuati dal Settore Servizi alla Persona del Comune di Buccinasco e che si trovino in accertato stato di disoccupazione, con contestuale soddisfacimento delle esigenze di relazione e di socializzazione di tali soggetti.

Fra le finalità non è che ci debba essere prima di tutto il comprovato interesse al lavoro in ciclofficina,  con preferenza per coloro che possano vantare una esperienza anche minima nel settore?  No! Non è richiesta: l’importanza è che si tratti di “soggetti svantaggiati destinati all’emarginazione sociale”. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Bilancio 2015. a go go cappelle gentilizie a schiera

Non sembra il caso dei sorrisi, anche se benevoli. Nel 2015 i nostri amministratori intendono dotare il nostro cimitero di 22 (ventidue) cappelle gentilizie (quella specie di casette familiari che contengono da 4 a 12 loculi): per questa bisogna vengono stanziati qualcosa come 770.000 euro. Fabbricati che saranno realizzati quest’anno a nostre spese, confidando che poi, auguriamo il più tardi possibile visto l’impiego, vengano acquistati da altrettante famiglie di Buccinasco (VEDI).

Diversi dei lettori avranno avuto modo di visitare il Cimitero Monumentale di Milano, ma anche altri diversi cimiteri, è avrà un’idea delle cappelle gentilizie: appare sempre e ovunque prevalente l’esigenza delle famiglie che all’epoca hanno inteso od oggi intendono realizzarle, di darne una immagine personalizzata, dalla forte connotazione stilistica che la caratterizzi. Realizzarle loro quando sarà il momento, secondo i loro gusti.

Non siamo al Monumentale e non siamo a Milano ove i più famosi architetti in duecento anni, iniziando da Carlo Maciachini, si sono esercitati in “cappelle gentilizie”, fino a Gio Ponti. Buccinasco non ha residenti di tanto spessore. Ma neppure abbondano i gentiluomini sempliciotti che, a futura memoria della famiglia per i Cittadini, comperano la cappella familiare realizzata a moduli schiera, fotocopia l’una dell’altra.

Da una amministrazione che agisca con principi di libertà, ci si aspetterebbe che il comune lasci spazi dedicati a chi intenda acquistarli, indichi i volumi e criteri di larga massima entro cui realizzare il progetto e fine. Nessun investimento del comune, nessuna anticipazione di capitali. Introiti netti eguali se non superiori. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

3 Commenti


Lavori STRAORDINARI 2015: scuola via Emilia

La scuola di via Emilia vede la definizione di manutenzione straordinaria, avendo in particolare in questo caso una condizione che di straordinario ha il ritardo ripetuto di lavori al punto da dover intervenire con opere  di sistemazione dopo che due aule scolastiche sono addirittura chiuse. Sembra che fra il manifestarsi della criticità e l’intervento risolutore passino interi anni scolastici (VEDI).

L’analisi dei costi e le superfici, rispetto alla descrizione iniziale sono più coerenti. Almeno è così per noi comuni mortali, che si trovano un vocabolario tecnico la cui comprensione è approssimativa.  Poi si va ai riepiloghi e si trova un 20% dei costi per progettazioni esterne e professionisti  (61mila euro per rifare la copertura impermeabilizzante, parziale, di un tetto ci sembra poco comprensibile). Medesima proporzione ma costo di 146mila euro! (progettazioni esterne e professionisti!)… che paghiamo noi. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Lavori STRAORDINARI nelle scuole: via Mascherpa

Guardiamo adesso le scuole, cominciando dalla scuola di via Mascherpa, per la quale si definiscono opere straordinarie di 1.150.000…. quasi un rifacimento. La scuola deve davvero essere malmessa, e forse anche realizzata in modo non proprio di durata secolare. Lo studio di fattibilità registra interventi ripartiti in tre aree (VEDI). Parliamo del tetto e delle infiltrazioni. Se si va a leggere la descrizione:

“La guaina (impermeabilizzante) non risulta a vista… e pertanto è difficile in tali zone, procedere a un intervento locale di rappezzo”… ….quindi si interverrà con rappezzi estendendo l’area circostante alle perdite. ….. per poi concludere  “si è valutato di non procedere all’intervento su tutta la copertura stante l’ingente onere economico, che si ritiene non giustificato”

Poi si va sotto a esaminare i capitolati dell’opera e sono indicati costi di una impalcatura diffusa per lavori  rilevanti sul tetto. Ma nello stesso tempo  si prevede l’intera copertura del tetto con l’eliminazione (4,86 euro mt) della  guaina bituminosa  e l’intero riposizionamento (euro 25,04mt) su  una superficie di 2.950mq!!  mentre la piantina a pagina 40 identifica opere inferiori a 1000 mq. Prezzi straordinari rispetto ai numeri normali che corrono; nel complessivo del tutto non coerente rispetto alla descrizione tecnica dei lavori.  L’impressione è che chi ha scritto la descrizione, non ha scritto i capitolati, che vi siano due mani diverse, due autori che non si sono parlati. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Lavori STAORDINARI 2015. I marciapiedi 500mila euro

Non è usuale pensare che nella nostra Buccinasco i marciapiedi siano un costo esorbitante. Quando si pensa alle strade, nel normale concetto si ricomprende anche la inevitabile presenza dei marciapiedi. Riguardo ai lavori previsti nella proposta di bilancio della nostra amministrazione, ci viene data una dimostrazione di quanto ci costino i marciapiedi, di quanto costino ordinariamente.

Basti far mente locale alla istituzione delle agevolazioni lungo i passaggi pedonali con la realizzazione dei raccordi che agevolano coloro che hanno difficoltà di movimento. Il nostro bilancio prevede, standard annuo, 100mila euro di spesa ordinaria. Adesso invece si sta lavorando su un lotto di marciapiedi ripensati in modo normalizzato in tutto il comune, e per questo definiti opere straordinarie. 500mila euro di opere straordinarie! (VEDI)

Andiamo allora a riportare il contenuto e le vie interessate, sempre al fine di facilitare una riflessione e un contributo della Comunità, dei Cittadini. Ricordiamo sempre che questi elementi ci sono stati messi a disposizione sull’albo pretorio dal giorno 12 Febbraio, dopo tre mesi che in commissione veniva approvata la spesa deliberata già ad Ottobre dalla giunta! Studi di fattibilità redatti a Gennaio 2015… ecco le vie interessate (nell’allegato vi sono anche le piantine, a maggior chiarimento):

Via Roma (marciapiede e area parcheggio c/o edicola)
Via Aldo Moro (seconda metà, la prima è di recente fattura)
Via Curiel (tutta)
Via Buozzi (tutta)
Via Valtellina (tutta)
Via Mascherpa (da Greppi a Grancino)
Via Modena (lato sinistro da mercato a via Emilia)
Via Garibaldi (corrispondenza area mercato ma lato opposto)
Via Siena
Via Greppi/Marzabotto (eliminazione tornelli e ceppaie e realizzazione nuova pavimentazione autobloccanti) Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Opere STRAORDINARIE 2015: lavori stradali bitumazione

Iniziamo un processo informativo sugli “studi di fattibilità” redatti con data Gennaio 2015, mentre sono stati approvati dalla commissione a Novembre 2014. C’è da sorpendersi delle due date: la commissione ha approvato le spese con gli importi, senza avere i documenti degli studi di fattibilità!! Putacaso poi le cifre grezze indicate dalla commissione trovano conferma esatta, all’euro: in questo caso 500mila, compreso IVA e imprevisti…. Quando si dice degli oroscopi che prevedono il futuro….

Veniamo allora ai lavori stradali, straordinari (VEDI): così come descritti. “ il presente studio di fattibilità, ha per oggetto i rifacimento del manto di usura di alcune vie cittadine che versano in particolare stato di degrado”.

Si tratta di opere straordinarie? A modestissimo parere di Città Ideale: NO! C’è anche da dire che la relazione dei revisori al riguardo non si sofferma sulla natura delle opere. I revisori ne prendono semplicemente atto. Ricordiamo che se non fossero straordinarie, queste opere dovrebbero trovare copertura con provviste ordinarie (salvo errore). Per facilitare i lettori e Cittadini interessati riportiamo l’informazione delle vie oggetto degli interventi:

Via Valtellina (tutta)
Via Siena (da via Fratelli Di Dio a scuola materna parrocchiale)
Via fratelli Di Dio (tutta)
Via Mascherpa (da via Grancino a via Greppi)
Via Indipendenza (da via Gramsci compresa, a via Morandi)
Via Scarlatti (tutta)
Via delle Azalee (da via dei Lavoratori a via dell’Artigianato)
Via Salieri (dal civico 21 a via Romagna)
Via dei Gelsi (da via Asiago a via Isonzo)
Via dei Pini (tutta) Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

2 Commenti


Manutenzioni: di straordinario hanno solo 5milioni di costi!!

Abbiamo parlato delle manutenzioni straordinarie già da tempo, da quando si è capito che i nostri amministratori  sembravano orientati a far uso degli oneri di urbanizzazione (attesi ma ancora da venire) si doveva impiegarli. Trattandosi di introiti di natura straordinaria, da un po’ di anni la legge non consente di far uso per spese correnti, cosiddette ordinarie.

Gli oneri di urbanizzazione rappresentano un quid di costi che derivano da nuove costruzioni: comprese strade, sistemi fognari, acquedotti derivati, illuminazione ma anche scuole pubbliche e altre dotazioni della Comunità. La definizione delle manutenzioni straordinarie è stabilita in senso generale dalla legge (VEDI). I principi di trasparenza e correttezza del bilancio li dovrebbe stabilire ciascun ente pubblico all’interno dei propri principi contabili. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

4 Commenti



SetPageWidth