Archivio di dicembre 2014

Maiorano (non senza vergogna): lo ha fatto

Appena eletto Carbonera uno dei primi atti fu sostituire l’architetto Gregoria Stano con un professionista di Abbiategrasso che non è il caso di nominare. L’architrave dello stravolgimento di Buccinasco più, 160mila mq di interramento (è il caso di usare il neologismo rifiuta mento) pagati dal comune. Già allora l’architetto Stano venne spostata ad una funzione innocua: l’ex Sindaco aveva capito che se fosse rimasta al suo posto, non gli sarebbe stato facile  dis-fare il progetto.

Ritorna al suo ruolo con la giunta di centro destra e, quando per le note vicende il comune viene commissariato, Francesca Iacontini (oggi Prefetto di Padova) le riconosce il ruolo di fedeltà alle regole, alla sua professionalità e, ribaltando la valutazione d’allora la pone in un ruolo di garanzia. La rende responsabile di tutto il settore legato al territorio e alle costruzioni. In questa occasione ha dato risalto,  esempio, al suo ruolo di funzionario, distaccato ed autonomo rispetto ai pro tempore.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

56 Commenti


LA SITUAZIONE E’ GRAVE, PER NIENTE SERIA

Riceviamo da Flavio Turin una analisi delle scelte di governo (VEDI), con gli effetti sulla finanza e sul paese, analitica, attenta in particolare alle scelte di tassazione dei redditi sugli investimenti privati e d’impresa. Interessante. Un aspetto vorremmo  solo precisare: privilegiare chi compra debito pubblico nella nostra condizione è una scelta quasi obbligata: in pratica le banche devono investire sul debito pubblico; sono obbligate.

L’immagine complessiva che ne risulta è drammatica: gestita senza alcuna attenzione alla gravità del probema. Licenziato Cottarelli, che aveva il compito di tracciare la riduzione della spesa dello Stato, le scelte alternative sono palliativi che nulla risolvono. Una presa in giro dei Cittadini, del Paese, dello Stato. La gravità il lettore di Città Ideale la legge già; riteniamo nostro dovere insistere, anziché mettere la testa sotto la sabbia. Buona lettura.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Buccinasco e la neve: stanno facendo strame delle regole?

Sembra incredibile ma anche su un lavoro come lo sgombero neve a Buccinasco questa amministrazione riesce a farci pasticci e combina danni alla Comunità. Mentre scriviamo (ore 11.30), da stamani, la intranet (rete interna al municipio) e internet (accessi esterni) è staccata. Si può pensare a un guasto che però sarebbe coincidente a pastrocchi sulla assegnazione dei lavori.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

15 Commenti


Nostalgia per le tangenti a Buccinasco?

Il PD della nostra Città Ideale ha un suo circolo fra i social network, frequentato da pochi eletti, ove fervono discussioni e auspici per le migliori fortune del post-comunismo nel terzo millennio (VEDI). Si sentono in casa e qualche volta si lasciano andare. Non troverete post o commenti di Città Ideale che, senza mai aver tentato di entrare è stata “bannata”: come si dice oggi  l’esclusione preordinata. Siamo alle antitesi di Città Ideale: noi siamo aperti a tutti, mentre PD e maggioranza ordinano di non scrivere nel nostro sito.  Loro fanno il contrario: pensate a che scelte porta la paura del pensiero libero.

Impossibilitati a scrivere,  ci è però “gentilmente” consentito leggere. Forse sentendosi così chiusi fra loro, a volte si lasciano andare: in discesa, sciolti i freni, pubblicano il loro pensiero più autentico, meno propagandistico. Capita allora al neo assessore alla cultura Arboit di pubblicare, senza alcuna considerazione, un post di Piero Sansonetti (ex direttore de l’Unità e poi di Liberazione – Rifondazione) dal titolo non equivocabile: Facciamo come gli USA: legalizziamo le tangenti. Ecco il link di Sansonetti (VEDI).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

4 Commenti


Con il 2015 l’Italia arriva al momento della verità

Siamo a fine anno; tempo di bilanci e previsioni. Se si va sui media audio video, non se ne ha traccia, salvo la melensa ripetizione di plauso verso il Governo Renzi. L’Italia però è un paese che non si rassegna all’omologazione. Il livello culturale medio è troppo alto per credere che tutto va bene, che basta battere i pugni sul tavolo di Bruxelles e tutto si sistema.

La favola delle tasse che calano, che il lavoro adesso può correre grazie al jobs act (un “di cui” non inutile, che da solo sposterà poco), che ciò consenta il superamento della criticità. La criticità resta, pesantissima ed è una sola, la base di tutti i problemi: il debito pubblico. 2.167miliardi di euro. Per Città Ideale è un ripetersi, il lettore questi concetti li ha sempre sentiti, fin da quattro anni addietro, quando abbiamo cominciato.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

1 Commento


NEWS NEWS NEWS DI NATALE

Ha cominciato a nevicare  a Buccinasco, ma per fortuna della nostra amministrazione ha smesso subito.

La fortuna sta nel fatto che il nostro Comune non ha ancora disponibile il servizio sgombero neve.

Grazie al cielo, almeno per oggi possiamo star tranquilli (stanotte non si sa).

Perché?

Dopo aver fatto un invito a Settembre, una gara a Ottobre riservata a cooperative di tipo B (per sgombero neve, come quelle di cui la stampa ci ha informato su Roma) dopo aver rifatto gli inviti, andati deserti, ecco che, con tempestività da Superman, arrivano a fare nuova gara per lo sgombero neve (VEDI)

pubblicata nell’Albo Pretorio in data

24 Dicembre 2014

Città Ideale  invita i Cittadini a non risparmiarsi nelle candeline accese davanti al presepe

Tag:

14 Commenti


BUON NATALE agli italiani che creano sviluppo

A Natale gli auguri sono per tutti, è una festa dell’umanità che si rivolge al mondo intero.  All’Uomo con la sua dignità quale che sia il suo credo, la sua funzione sociale. A coloro che stanno peggio, che non ce la fanno. Per coloro che il lavoro lo hanno perso. Oppure che temono di perderlo il prossimo anno. Per chi vive del lavoro; pubblico o privato che sia. Insomma, nessuno escluso. Oggi Città Ideale vuole rivolgersi ad una categoria che in questa immagine non viene ordinariamente compresa, che da noi in Italia è misconosciuta, quasi bistrattata. Riteniamo  giusto che a costoro, vada oggi la nostra stima, il nostro ringraziamento.

Parliamo della categoria di cui i nostri media,  intorno al Natale il nostro Paese parla meno, quasi nulla. Non solo, spesso e volentieri  è categoria descritta come poco etica: il vivere in modo autonomo, con la professione, l’attività artigianale, la creazione di impresa.  Persone che hanno qualcosa da nascondere, dipinti come coloro che sfruttano chi lavora, che si arricchiscono sulle spalle di chi “è costretto a lavorare sotto padrone”.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Natale e gli auguri all’economia: ne abbiamo bisogno

L’economia, la scienza triste: si insinua e valuta le conseguenze delle scelte che si propongono; anche per gli aspetti che potrebbero sembrare minori. Viene alla mente l’ipotesi di spalmare in aumenti mensili la tredicesima, operazione semplice e di primo acchito a esito pari. Poi l’economia ci fa riflettere sulla caduta che avrebbe nel rally spendaccione di Dicembre (di cui parla l’articolo) ma anche sulle imprese per le quali si tradurrebbe in una anticipazione, che incide sui flussi di cassa.

Il commento che segue (di un fondo di investimento)  riguarda il medesimo tema e le sue ricadute, partendo da una ipotesi “francescana” dell’attuale papa. Lettura interessante oltre che piacevole, anche se può dare l’impressione di un’applicazione in fenomeni tutto sommato dall’effetto limitato. Il risultato di questi esercizi sembra essere la tendenza alla conservazione, a vedere con diffidenza preoccupata il possibile cambiamento.  Dobbiamo vaccinarci e non tradurre la complessità in immobilismo. L’occasione per buone feste a tutti i lettori, a Buccinasco.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

5 Commenti


Trasparenza, controlli, gestione univoca dei dati: dal dire al fare

Lo Statuto e i Regolamenti dovrebbero uniformarsi a criteri che ormai sono diffusissimi, tendono a rappresentare uno standard. Qui a Buccinasco si stanno rifacendo; partendo da uno Statuto che la trasparenza e la correttezza di gestione la descrive in modo poco organico. Non basterebbe comunque la descrizione organica quale elemento che tutela la corretta gestione. Il fattore umano ha poi sempre un suo peso nel mandare tutto a monte:  peso che si riduce quando i meccanismi di controllo sono assidui e incrociati.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Burocrazia inefficiente: di chi è la colpa?

Siamo in periodo natalizio e il sito del vicesindaco ci regala una perla dietro l’altra. In data 20 dicembre, infatti, il nostro instancabile vice pubblica un post nel quale lamenta l’arretratezza del processo burocratico e auspica un ammodernamento delle procedure mediante l’impiego delle moderne tecnologie informatiche.

Quello che sorprende, però, è che il post, nel più classico degli scarica barile, dà la colpa di tutto ciò non agli amministratori, ma ai funzionari burocrati (!?)  Siamo sicuri?

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

3 Commenti


Casa dell’acqua e l’eguaglianza: quanto ci costa…..

Amministrare per conto della Comunità dovrebbe significare prendere decisioni equilibrate, nell’interesse di tutta la Comunità. Deliberare contributi e spese dal contenuto sociale in misura modesta e soprattutto in un’ottica dal ritorno in positivo della spesa. Per fare un esempio: per chi non ha lavoro si individua un insieme di azioni e iniziative utili che generano un corrispettivo, limitando a casi estremi la pura erogazione a perdere.

A Buccinasco si fa l’esatto contrario: chiunque può chiedere. Dalla verifica burocratica del municipio si individua “chi ha diritto”: e si paga. Poi se vi è qualche lavoretto da fare, altra spesa, altra uscita: si da un incarico, si fa un bando e si paga il fornitore. Chiaro che in questo modo chiedere aiuto che non comporta impegni fa crescere la domanda. Questione di tempo e il numero sarà destinato a salire, mai a scendere, crisi o non crisi.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

3 Commenti


Abetini di natale? Il vicesindaco cambia registro

Un buon augurio al vicesindaco. Va sempre apprezzato chi si fa una ragione di una scelta sbagliata e corregge il tiro: quest’anno la forestazione (un suo pallino) si farà in via Archimede (in fondo a via Vivaldi) allargando di altre mille piante un’area già in corso di forestazione (VEDI). Un migliaio di piante che verranno messe a dimora da una associazione (di cui parliamo più avanti).

Non dice il comunicato di quali piante si tratta (difficilmente si tratterà di abetini).  Non dice chi metterà a disposizione le piante: se l’associazione, la regione o dovremo pagarle noi di Buccinasco. Non è una notizia priva di interesse, ma confidiamo che l’ipotesi costosa per noi non si verifichi: finora non si vedono deliberazioni di spesa.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


La spesa pubblica in Italia: incoscienti e vergognosi

Nel 2014, ormai a fine anno, siamo al preconsuntivo. Bankitalia lo stima a 85 miliardi. Quindi abbiamo aumentato il nostro debito per questo importo: siamo entro il 3% di cui parlano politici e media. A chi può importare il dato percentuale? A Bruxelles si perché si tratta di un impegno assunto da tutti i paesi e votato all’unanimità. A noi italiani proprio non può interessare, soprattutto non genera soddisfazione aumentare il debito di 85 miliardi: si è amministrato malissimo.

Un esempio: se in casa, su entrate per  40mila euro, avessimo speso 41.500 euro  saremmo contenti o preoccupati, essendo già indebitati per oltre 55mila euro?  Con un debito da pagare che richiederà un decennio, se va bene? Bisogna ridurre le spese; la regiura deve contenere le spese, deve ridurre la paghetta ai ragazzi, l’auto la cambieremo quando si potrà e le scarpe andremo a comprarle al mercatino. Vita di tutti i giorni, anche a Buccinasco. Ma non nella P.A.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

7 Commenti


Mense scolastiche servizi monopolistici e pluriennali. Sbagliato!

Questo articolo viene da una riflessione che ci ha provocato l’innocente, pacifica domanda di un lettore (Cesare), il quale sul contratto della mensa scolastica si domanda sulle conseguenze che possono derivare da pagamenti anticipati, che fanno sorgere interrogativi su come si troverebbero i Cittadini che hanno anticipatamente pagato mentre il servizio potrebbe  degradarsi e i rimborsi diventare problematici.

Nel caso specifico il fornitore (gruppo francese Elior che da alcuni anni ha il controllo di Gemeaz), fa capo ad una struttura francese di rilievo internazionale, dalla solidità indiscussa. (5 miliardi di fatturato di cui la metà in Francia). Elemento che ha la sua importanza, da non trascurare.  Non siamo nel mondo delle cooperative che in forma ricorrente combinano guai e ci lasciano debiti e danni (come ci è successo nella gestione degli asili, per altro mal gestita dal nostro comune).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

2 Commenti


Municipio e mense scolastiche: cambiamenti ma informazioni ritardate

Cosa significa programmare nel nostro municipio appare competenza assente. Non avvertono mai prima, non informano, non attivano un’area informativa on line o in rete. Soprattutto  nessuna pianificazione e nessuna organizzazione preventiva. Ecco allora che si programma una gestione informatica delle mense (nelle aziende si fa da quando esistevano le schede perforate: 1970). Le famiglie che devono farne uso sono informati dieci giorni prima, in modo parziale e confuso (una circolare del fornitore da compilare).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

18 Commenti



SetPageWidth