Archivio del 11 maggio 2014

Ancora sul verde pubblico… diventato fieno

Capiterà, prima o poi, che il ritardo cumulato, il lavoro partito tardi a pezzettini e bocconi, alla fine giunga a compimento, magari entro il mese di Maggio. Inevitabile, come qualsiasi fatto naturale: prima o poi si conclude. Bisogna però ricordare ai nostri amministratori che un appalto è certo una obbligazione di fare (come dicono gli avvocati) ma che riguarda non soltanto il compimento ma anche il modo, il rispetto delle obbligazioni, e dei tempi.

Se ci si mette due mesi a compiere ciò che si deve fare in uno, non si è adempiuto alla obbligazione. Si devono riconoscere i danni, anche se poi i si mette una pezza (di cui parliamo). Il ricordo di queste quisquilie che sono decine di migliaia di euro di danni per la Comunità, ci suggerisce il Sindaco che non sono di pertinenza dei pro tempore, perché la gestione è tutta nella responsabilità degli uffici tecnici: scelte di gestione che sono (per legge) compito della burocrazia comunale e non dei politici. Bene allora: ci pensino loro, prima che arrivino richieste di danni.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti



SetPageWidth