Archivio per la categoria ‘Verde pubblico’

Buccinasco e i suoi parchi: preveniamo i danni, parliamone

Buccinasco  ha la fortuna di aver salvaguardato il verde, di essere ricca di parchi e aree che fanno una delle qualità del territorio. Una condizione di cui dobbiamo essere riconoscenti alle amministrazioni che ci hanno preceduto, a cominciare dagli anni Sessanta (3.500 residenti)  fino ad oggi. Uno dei valori che ci caratterizzano: possiamo affermare di rappresentare forse il polmone più verde vicino a Milano: una fortuna.

Di questo verde una parte non trascurabile si compone di parchi pubblici, ve ne sono almeno undici che sono anche dotati di impianto di irrigazione. Il totale della superficie irrigata dei nostri parchi è di  circa 20 ettari ed ha richiesto l’impegno di diverse amministrazioni (commissario compreso, come può vedersi dal prospetto elaborato da Città Ideale si dati che riteniamo attendibili (VEDI). Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Democrazia meno delegata: i primi passi già si vedono

Media (tutti) e politica, governanti locali e nazionali, mettono la testa sotto la sabbia, come si dice faccia lo struzzo per non vedere il pericolo. Parliamo di cosa sta succedendo nel mondo riguardo alle interconnessioni globali che consentono ai Cittadini  di avere a disposizione tutto, di sapere, di conoscere, quindi  di esprimersi riguardo alla società e alle Comunità locali.

Si tratta del cambiamento epocale che sta avendo l’umanità intera. Gli effetti dello sviluppo nelle comunicazioni individuali e globali è portano ad una conoscenza e trasparenza della gestione della cosa pubblica, che inevitabilmente rendono profondamente diverso il sistema della delega rappresentato dalla politica e dai partiti, dalla forma partito. Si crea un cortocircuito comunicativo che è destinato a cambiare il modo d’essere dell’uomo. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

7 Commenti


Penale al gestore del verde: i lettori non si mettano a ridere. Tutto vero

Saranno in molti a ricordare l’intemerata del vicesindaco sulle inadempienze contrattuali, tali da minacciare l’interruzione del contratto. Posizione che ha colpito perché invertiva di 180 gradi un atteggiamento di tutela e difesa, di affermazione e sostegno verso l’appaltatore: cosa mai aveva causato questa inversione di tendenza dato che l’appalto da quando è partito non ha modificato in nulla le sue carenze e inadempienze?

Mah! Sceso dal letto dal lato sbagliato, una cattiva notte, chissà che altro sarà capitato al nostro vicesindaco. Si sarà reso conto che un’azienda che risiede a Monza, che lì ha strutture, funzionari, tecnici, esperti, non può fisicamente essere in grado di garantire la presenza assidua e continua delle persone che il capitolato d’appalto prevede, con una guida e intervento funzionale. Leggi il resto di questo articolo »

24 Commenti


Verde a Buccinasco: agli sbagli non c’è limite, purtroppo

La questione dell’appalto del verde sta diventando una farsa triste (perdonate  l’ossimoro); fosse seria si potrebbe parlare di nemesi. Fin dalla gestione del bando ne hanno fatte di tutti i colori. Dovendolo rifare perché impostato male (ricorso che prospetta illegalità) lo ripresentano inserendo una clausola che non centra nulla con il verde, sperando di lasciar fuori qualche partecipante non gradito. Non funziona, perché chi doveva partecipare riesce a mettersi in regola.

Si inventano allora una accusa di falso verso il partecipante, che poi devono ritirare, ma intanto una denuncia è in corso. Quindi rivoluzionano la struttura dei P.O.  che vengono raddoppiati, guarda caso arrivando a cambi di nomina in corso di gara per togliere il potere di delibera a chi lo aveva e si era pronunciato per la non ammissione di diversi fra cui  di quello che poi sarebbe risultato l’assegnatario.

Vince quindi un operatore che sta a 30 km da Buccinasco ed è inevitabile, al di là di pareri professionali, che agisca con ritardi e fatica. Non fa nulla: lo sostengono a spada tratta contro il coro sempre più forte e generale di proteste e denunce di ritardi e lavori mal fatti. Pagano le fatture anche in via anticipata.

Leggi il resto di questo articolo »

13 Commenti


L’appalto del verde a Buccinasco: è nato sfortunato

Da quando sono venuti da Monza per lavorare a Buccinasco ai nuovi appaltatori non ne è andata bene una, o quasi. Nonostante l’aperta disponibilità e condiscendenza del Comune; i pagamenti anticipati, delle fatture, le contestazioni su lavori non fatti o malfatti; la crisi che colpisce e si vocifera che riguardi anche l’appaltatore, con il municipio che chiude gli occhi e paga anche se non potrebbe.

Siamo a un anno esatto dalla assegnazione. Non intendiamo fare il punto; situazione tanto imbarazzante da sembrare una cattiveria. Le potature degli alberi in particolare, hanno caratteristiche non proprio da botanico professionista. Ma lasciamo perdere. La faccenda per la quale il tema diventa di interesse è come viene gestito l’appalto.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


IL VERDE NEL MIRINO DELLA FINANZA

IN COMUNE QUATTRO ORE DI INTERROGATORI E SEQUESTRO DI DOCUMENTI

di FRANCESCA SANTOLINI  su ilgiorno-  BUCCINASCO – 13 Gennaio 2015 - LA FINANZA fa capolino a Buccinasco. Nel mirino delle fiamme gialle, ancora una volta, sembra esserci la vicenda del verde, «croce e delizia>> del comune alle porte di Milano.  Sebbene il segreto istruttorio gravi su quanto avvenuto ieri mattina al terzo piano del palazzo, alcune indiscrezioni parlano di acquisizione di documentazione.

Nello specifico, ulteriori accertamenti sarebbero stati effettuati circa un subappalto effettuato le ultime settimane di agosto. SOTTO LE PRESSIONI dei Cittadini che si lamentavano per l’erba troppo alta e la presenza di ambrosia, l’azienda vincitrice della gara avrebbe dato mandato a un’altra azienda senza le necessarie autorizzazioni. Al vaglio degli investigatori, ora, potrebbero esserci i vari passaggi dell’operazione e l’individuazione delle responsabilità di quanto accaduto.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

9 Commenti


Il verde a fine stagione: facciamo il punto?

A Novembre una ineffabile delibera comunale assegna all’appaltatore che ha in gestione il verde una sanzione per i ritardi e i minori sfalci rispetto al capitolato. Un Cittadino ottimista direbbe: ecco, avevamo ragione che questi non stavano lavorando bene, giusto che ci sia la sanzione.  Se qualcuno ci fosse, così fiducioso verso l’amministrazione,  lo dobbiamo deludere, e ci dispiace.

Ricordiamo la richiesta di accesso agli atti e la rincorsa distorta a sistemare la mancanza di controlli, compilando e fotografando a posteriori, consegnando documenti che portano un numero di protocollo palesemente fuori logica (quindi il documento non da garanzie di contenuto, può essere anche fatto ex post) ? andiamo a leggerlo allora: (VEDI e vedi anche i precedenti sulla direttrice Verde Pubblico).

Leggi il resto di questo articolo »

18 Commenti


Abetini di natale? Il vicesindaco cambia registro

Un buon augurio al vicesindaco. Va sempre apprezzato chi si fa una ragione di una scelta sbagliata e corregge il tiro: quest’anno la forestazione (un suo pallino) si farà in via Archimede (in fondo a via Vivaldi) allargando di altre mille piante un’area già in corso di forestazione (VEDI). Un migliaio di piante che verranno messe a dimora da una associazione (di cui parliamo più avanti).

Non dice il comunicato di quali piante si tratta (difficilmente si tratterà di abetini).  Non dice chi metterà a disposizione le piante: se l’associazione, la regione o dovremo pagarle noi di Buccinasco. Non è una notizia priva di interesse, ma confidiamo che l’ipotesi costosa per noi non si verifichi: finora non si vedono deliberazioni di spesa.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Buccinasco, vicesindaco e illegalità: le descrive lui (16 mesi fa)

Il vicesindaco sembra smentire clamorosamente il Sindaco “pompiere” che sostiene tutto in ordine e sotto controllo, in un comunicato del comune del Luglio 2013. Poi, ricordando qualcosa, si va a cercare; internet è una biografia immensa e si trova un articolo confessione del 10 Luglio firmato dal vicesindaco, il quale racconta delle illegalità riscontrate nel Parco Agricolo Sud (VEDI). Da esaminare anche  gli allegati, tutti datati 09 o 10 Luglio, che sono interessanti.

Sembrerebbe quindi, stando alle dichiarazioni del vicesindaco riportate anche dai giornali, che allora sia iniziata la raccolta degli elementi e inviate le intimazioni a ripristinare la situazione esistente. Per chi non ottemperasse prevista la denuncia penale, così scrive ilgiorno. Oggi viene da domandarsi: è stato fatto?

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

8 Commenti


Sindaco, vicesindaco e ambrosia: PROVARE per poter credere

Circa il comunicato stampa del Comune, Città Ideale ritiene opportuno indicare l’antefatto che lo ha provocato. Il due Settembre, terminato il periodo di gestione del fenomeno ambrosia, rilevando segnalazioni ripetute di presenza della pianta che genera raffreddori e febbri, abbiamo inoltrato una richiesta all’amministrazione di descrivere come e qualmente si era proceduto al rispetto dell’ordinanza del Sindaco (VEDI). Nello stesso giorno, per combinazione, un’analoga richiesta era inoltrata dal Movimento Cinque Stelle.

La richiesta era motivata, oltre che dal verde maltenuto e ridotto a fieno, spesso lasciato su aiuole e parchetti, dal non aver notato presenze di incaricati al controllo, sia del verde, che dell’ambrosia. Fatti trascorrere tutti i 30 giorni, (massimo consentito entro cui si deve rispondere) ci perviene la risposta firmata dai tecnici (VEDI).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

79 Commenti


GLI AMMINISTRATORI MENTONO AI CITTADINI

Quale sindrome masochistica hanno i nostri amministratori per assumere posizioni, fare dichiarazioni, che poi i fatti si incaricano di smentire?  Ma… si tratta di spinta compulsiva ad essere smascherati dalla realtà oppure della  concezione podestarile del loro ruolo, che hanno bisogno di dimostrare superiore alle leggi, alla realtà dei fatti ? Forse un po’ l’uno e un po’ l’altro.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

13 Commenti


Buccinasco: il PD polemizza con i Cittadini

Il segretario o coordinatore o comesichiama, il responsabile locale del PD scrive su Buccinasco Informazioni nello spazio del PD.  “La questione del verde”: anche dal titolo si coglie l’aspirazione a farne una analisi sistematica (VEDI pag 15). Sbagliato il titolo: del tutto fuori logica l’analisi (che ha avuto repliche diverse sul sito del PD).  In conflitto con la logica le repliche della maggioranza: anche la presenza di un anonimo che Città Ideale ricorda utilizzato a suo danno sul sito del vicesindaco, dall’alias: “professore..” alla Cattolica!!).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

14 Commenti


Buccinasco e personale: si va di fretta. Spese in aumento

Col primo Agosto è  arrivato in municipio il dirigente che viene da San Giuliano. Pubblicato sull’Albo il 30 Luglio, il primo Agosto in servizio. Una tempestività sorprendente e anomala. Certo non in linea con l’attesa di 15 giorni della pubblicazione: delibera di giunta pubblicata in giornata, è resa operante  dopo due giorni! Anche se immediatamente esecutiva non rispetta le procedure amministrative.

Anche perché nella delibera non vi è traccia che giustifichi l’urgenza, come non sembra giustificata la procedura del comando che sostituisce quella già in essere della mobilità (con i problemi sindacali che  si portava dietro). Un insieme di situazioni che fanno pensare ad esigenze di turn over improvvise;  o forzate dal dover parare il fianco a criticità delle decisioni precedenti.

Ricordiamoci allora che sulla gara del verde pubblico è in corso una procedura penale; che questa procedura è interconnessa con i cambiamenti di incarico ai membri della commissione di gara.  Su queste nuove nomine, recentissime,  si interviene chiamando da fuori a tamburo battente un dirigente per sovrapporsi?  Per sostituire recenti nomine?  Qualcosa come una autodichiarazione del genere: “abbiamo sbagliato tutto, dobbiamo rifare di corsa”.

Non solo questo, a fare degli ultimi giorni di Luglio, una volata di cambiamenti  potenzialmente correlati alla faccenda: a cominciare da un rifacimento del piano triennale anticorruzione 2014-16 approvato a Gennaio (di cui non sono evidenziati i cambiamenti). Per continuare l’opposizione al TAR  contro un dipendente che  ha ritenuto di dovervi ricorrere. Non hanno trovato un rapporto civile interno alla struttura (tutto pubblicato in albo fra il 30 e il 31 Luglio). Compreso, per finire,  il piano delle performance 2014 a fine Luglio!).

Piano delle performance che determina l’assegnazione dei premi per l’attività svolta nell’anno  e che dovrebbe essere operante già a Gennaio, parte integrante del PEG: il piano esecutivo di gestione, approvato a Marzo. Determinare il piano delle performance quando mancano quattro mesi di lavoro pieno a fine anno, può succedere solo nella  P.A. (in contemporanea con l’inserimento di un dirigente che comincia il giorno dopo;  solo una curiosa coincidenza). Sarà regolare?

Parliamo poi del’ “nuovo acquisto” a prezzo d’affezione. Ci dicono che il prescelto beneficia di un contratto da dirigente (che a Buccinasco non può essere normativamente considerato). Quindi funzionalmente è operativo come quadro ma, .. a  condizioni economiche invariate, da dirigente. Non basta: ha diritto allo spostamento da San Giuliano a Buccinasco e ritorno, due al giorno per 21 giorni: 60 km a  2,5 euro fanno 2.500 euro mese (indennità di spostamento).

La decisione della giunta, all’unanimità. A carico di chi sarà andato il costo? A noi Cittadini, naturalmente. Decidono all’unanimità su due piedi, con inizio il giorno successivo, deliberando costi che poi chiederanno a noi di  coprire.  Tutto per non riordinare in casa rimettendo a posto il pasticcio che hanno combinato a Marzo.

Sempre dalle voci raccolte (quindi, se vogliamo, con beneficio di inventario), il dirigente a San Giuliano è considerato un funzionario  di area PD da tempo immemore. Era a ruolo quando il Commissario Iacontini nel 2011 ha assunto la funzione di commissario. Posto subito  in posizione defilata.  Nel PD succede spesso che esistano due anime: quella cui è partecipe il funzionario ora divenuto nostro, è in questa fase definita minoritaria.

Non ci interessa se renziani o civatiani: sono differenze interne.  Chi conduce è in conflitto ed è stato ben felice di liberarsi di un costo e funzionario la cui permanenza è  considerata ingombrante. Ricordiamoci poi dell’alzata di ingegno  dell’amministrazione di San Giuliano con la holding  comunale Genia che in pochi anni ha generato un buco di trenta milioni. Insomma un curriculum di successi: secondo i nostri pro tempore.

LORO DECIDONO E NOI PAGHIAMO

OH SIGNÙR VARDA GIÒ

GH’EM  BISOGN DE LA SUA MAN SUL CO’

Tag: ,

19 Commenti


Ancora sul verde e sui documenti rilasciati o consegnati al comune

Perché insistere su una questione già trattata, che sembra venire a noia tanto è ripetuta e bombardata? Una risposta logica viene dalla lettura delle carte pervenute dall’accesso agli atti. Ogni giorno emerge qualche curiosità, qualcosa che appare strana o incongrua. Parliamo ad esempio del protocollo. Per principio di ogni amministrazione che ha dimensioni e addetti non limitati a pochi, ogni documento ricevuto, in entrata o uscita, deve avere un processo di registrazione.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Appalto del verde: magistrati indagano. Si va avanti malissimo

La prima risposta nell’articolo di qualche giorno addietro (VEDI) ha avuto un esito sorprendente: nessuna reazione, di nessun tipo. Eppure Città Ideale pone una questione dalla gravità assoluta. Nella gestione della gara sono in corso indagini di natura penale che coinvolgono diversi entro il Comune; PENALE! Il primo lotto di documenti fa emergere contraddizioni macroscopiche, alle quali i nostri Sindaco e suo vice devono rispondere. Silenzio e riservatezza…

Leggi il resto di questo articolo »

51 Commenti



SetPageWidth