Archivio per la categoria ‘Verde pubblico’

Gli orti comunali a Buccinasco: un esemplare metodo per sprecare nostri soldi

Ogni centesimo che la nostra amministrazione impiega nella sua gestione proviene direttamente dalle tasche di noi residenti. Bene ricordarlo sempre, perché capita sovente che se ne dimentichino i nostri gestori pro tempore. Non sono somme a loro disposizione: devono pianificare le spese, raccogliere il consenso, informare preventivamente sulle decisioni e infine: rendicontare.

“…. in un’ottica di supporto al reddito familiare. La volontà dell’amministrazione è proseguire a erogare” (parole di Assessore nel Consiglio del 23 novembre)

Che in passato  ci sia stato qualche primo Cittadino attento alla spesa, aspetto fondamentale della gestione in municipio, i Cittadini con più esperienza lo ricordano. La professoressa Francesca Arnaboldi, il sindaco Guido Lanati con la sua lista civica. Finiti quei tempi… quelli di adesso poi, stanno diventando addirittura prevaricatori.  Ad esempio l’Assessore antimafia e, sembra, anche dei servizi alla persona, sostiene che questi costi non li devono rendicontare.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Via Di Vittorio: ricordiamo quanto ancora c’è in ballo

Dopo l’assemblea pubblica svoltasi il cascina Robbiolo, la questione è stata sollevata nel Consiglio tenutosi tre giorni dopo, con una dichiarazione del Consigliere Caterina Romanello. Una dichiarazione che ha dato voce ai Cittadini. L’argomento è importante ma non faceva parte dell’ordine del giorno.

La Presidente del Consiglio ha applicato il regolamento e non vi è stata discussione ne voto. Tuttavia la spinta data ha avuto i suoi effetti. L’Assessore e il sindaco hanno ripensato al progetto aggiungendo 40 piante di alto fusto.. considerando l’ipotesi presentata da BucciRinasco molto bella ma esageratamente costosa (cosa che a noi non risulta)

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Via Di Vittorio, facciamo chiarezza

Andrea Dalseno ci fa avere le sue riflessioni, la sua analisi dall’isola di Malta, dove vive e lavora. La essenziale ma puntuale analisi dimostra che la distanza non reca alcun limite. Le domande e le carenze descritte, gli interrogativi sono tutti condivisibili. Il comunicato dell’assessore e del sindaco sembrano una timida apertura al confronto, il che va apprezzato.

Staremo a vedere i passi concreti, ufficiali, che seguiranno al comunicato. I cittadini, attenti e vigili, seguiranno senz’altro i passi successivi che l’amministrazione seguirà. la questione relativa agli alberi, che a nostro pare necessita di un chiarimento, è il piano di sostituzione. Riteniamo senz’altro proponibile un piano progressivo di alcuni anni che consenta di evitare l’abbattimento immediato e totale come sembra finora da quanto descritto. altro aspetto che deve essere approfondito.

Leggi il resto di questo articolo »

8 Commenti


Una Buccinasco che vogliamo migliorare: insieme, nel rispetto dei ruoli

Il contributo che ci ha mandato Uno che sa, un alias dietro cui si vela un buccinaschese doc, che Buccinasco conosce benissimo. La sua valutazione lusingihera sul progetto che ha presentato BucciRinasco sulla risistemazione urbana ci fa piacere, ci emoziona perfino.

Ciò che però riteniamo importante di questo scritto è la storia… il racconto di come, in altri tempi, fra Cittadini e amministrazioni (dell’una e dell’altra parte) si sono sviluppati, anche allora positivamente. Con vantaggio reciproco. Per la città e il suo sistema viario. Un precedente utile del quale ancora oggi possono andare fieri Carbonera, Lanati e  Cereda.

Un precedente che in questi dettagli non ricordavamo, che è utile porlo in evidenza. Un rapporto positivo e partecipe si può. Nel rispetto ciascuno dei rispettivi ruoli.  Un precedente che fa ben sperare. Un grazie e .. una buona lettura. Si assecondi l’invito a vedere la pianta di via Di Vittorio che qui riproponiamo (VEDI)

DI VITTORIO RESTI IL BIGLIETTO DA VISITA DI BUCCINASCO

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

6 Commenti


Via Di Vittorio: un evento nuovo che fa crescere Buccinasco

Non succede frequentemente che i Cittadini riescano a confrontarsi con chi ha il compito di amministrare la Comunità. In genere le amministrazioni che si succedono agiscono per scelte già fatte, illustrando e cercando di far passare ciò che è stato deciso. Deciso come? Sequendo quali suggerimenti o interessi ?

Già, perché il difetto delle decisioni assunte senza dibattito è che il potere è apicale. Il potere apicale e incontrollato è storicamente soggetto a indirizzi più o meno interessati, non solo economicamente, ma anche.

Leggi il resto di questo articolo »

3 Commenti


Il livello che dimostra il demerito ex sindaco, merita di essere descritto

Un ex sindaco che, a quanto se ne sa, non è chiaro a che debba la attribuzione del titolo “sindaco emerito”, tanto che sembra esserselo dato da solo (di questo parleremo in seguito),sulla questione del viale alberato via Di Vittorio, ha davvero esorbitato dal suo “non ruolo” e dovrà risponderne nelle sedi appropriate.

Miserabile di Montecristo e entrato nel merito della sua performance (VEDI), mettendo alcuni non banali puntini sulle “i”. Noi abbiamo aggiunto qualcosina pure non banale, quando ci è sembrato utile chiarire. Abbiamo ritenuto utile porre a confronto le affermazioni del “sindaco emerito” con i punti che ha messo a fuoco Miserabile di Montecristo….  Ecco la ricostruzione che ce ne da il nostro commentatore (le frasi del “sindaco emerito” sono distinte in corsivo):

CI SONO DELLE QUESTIONI NON CHIARE, A MIO AVVISO

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

3 Commenti


Di Vittorio, ancora. Un già sindaco che ha demeritato, la butta in caciara

Il nostro tentativo di analisi pacata, il contributo fornito agli amministratori e ai Cittadini, deve essere venuto bene; crediamo sia stato utile. Si è aggiunto alle tante sacrosante proteste, prima reazione dai contenuti emotivi, cui noi abbiamo cercato di dare un respiro sistematico, una riflessione.  Una settimana di silenzio è seguita, poiché il sindaco d’oggi non ha fatto altro che riproporre quanto aveva già sentenziato, con la solita manfrina: “non si poteva fare altro”.

Ragionare sulle cose, consente a tutti di capire di più e meglio; le soluzioni possibili sono diverse, molte delle quali, fanno vedere ipotesi interessanti. Entrare nel merito, discutere sulle cose, sarebbe utile per tutti, per i Cittadini prima di tutto. Se dai contributi e dalle proposte (ce n’è una promossa da BucciRinasco, su cui stanno lavorando professionisti), emergono ipotesi utili, a vincere è la città, siamo tutti.

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento


Viale Di Vittorio, urbanistica stradale e le soluzioni possibili

Quando si interviene sul sistema viario diventa probabile mettere in campo cosa prevede il PGT. Che in questa analisi non andremo a vedere. Anche perché un’eventuale modifica  dell’esistente comporta un passaggio in Giunta e Consiglio che la devono recepire. Il PGT insomma non è un Vallo di Adriano, ma una collinetta da superare. Se la scelta si rivela valida e condivisa dai Cittadini si può fare; ci vuole un poo più tempo.

Quindi, ciò che prevede il PGT, in un ripensamento della via Di Vittorio non può essere di ostacolo; è una delle variabili di cui tenere conto. Quanto al viale alberato, oggi ha una struttura a doppio senso di marcia, dotata di marciapiedi e di doppio senso di “piste ciclabili” (le virgolette le andremo a spiegare). Oltre agli ingressi viari dalla rotonda San Biagio, ha una traversa a metà con via XXV Aprile (senso unico da via Marzabotto), doppio senso nel lato Sud di via Flli Cervi.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Viale alberato Di Vittorio: cerchiamo di chiarire

Dalla serie di notizie che si sono succedute da parte dell’amministrazione vengono alla luce del sole alcuni parametri da rispettare. Cerchiamo di farne una analisi adesso, visto che queste conoscenze non sono state messe a disposizione.  Oggi intervengono con un secondo comunicato (conferma del precedente: (VEDI). Noi cercheremo di chiarire.  Obiettivo: comprendere le singole questioni per poi individuare le priorità nell’interesse della Comunità.

Nella via gli elementi in questione sono diversi. Non è  semplice individuare il mix ottimale e soprattutto la decisione al riguardo non può essere esclusiva dei tecnici o degli amministratori. I Cittadini, soprattutto coloro che vivono devono essere sentiti, partecipare alle scelte finali. Una panoramica fa emergere:

  • L’alberatura, lo stato, la conservazione, la sostituzione;
  • La natura del percorso auto: solo vetture; anche mezzi pesanti da lavoro; bus ATM;
  • Il percorso ciclabile: soluzione doppia per lato della via o singola; con interruzioni continue o ridotte, ecc.
  • il collegameto viario con le intersezioni e gli accessi a inizio e fine;
  • La soluzione da scegliere circa gli elementi di moderazione della velocità di transito;
  • I parcheggi: le auto in sosta: la quantità sostenibile,  come e dove posizionarle in funzione degli altri elementi

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Via Di Vittorio: pasticcioni allo sbaraglio. Tutti ne paghiamo le conseguenze

Mentre ieri sera si sgranava il rosario  dei funzionari a spiegare le ragioni “tecniche”… già prefigurando quanto sarebbe venuto poi, ci venne in mente in quella sala Robbiolo, la mostra di un piano urbanistico, un concorso presentato ai Cittadini con una decina di progetti esposti. Decine e decine di Cittadini a vedere, a chiedere spiegazioni, a capire.

Ci fu il vincitore, proclamato da una commissione d’esame. Poi non se ne fece nulla. Era il 2008. Non interessa qui l’esito, il giudizio sul risultato. Importante in questa ipotesi di una Buccinasco futura, è il metodo adottato: un concorso, diversi partecipanti, discussione allargata che ha coinvolto tutti i Cittadini. Senz’altro più approfondita fra i professionisti, gli esperti del settore, gli uomini di cultura, insieme a tutta la città

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

5 Commenti


Amministrazione discutibile: si trasforma una lunga via alberata in spianata di asfalto

Via Di Vittorio sappiamo tutti come si presenta a Buccinasco. Con viale Lombardia è l’unica strada quartierale (di uso locale per i residenti) che ha un’alberatura ben progettata, si potrebbe dire elegante.  Nella piantumazione, all’epoca, per Di Vittorio, quale alberatura si scelse la robinia, il che è anche gradevole, dalla chioma estesa. Porta con se alcuni limiti che in effetti si stanno manifestando.

La varietà che è stata messa a dimora dovrebbe essere Robinia pseudoacacia nella varietà bessoniana o umbraculifera. Adatta ai viali e ai parchi; in Italia si è acclimatata. Non è pianta di tipo perenne, “la relativamente modesta longevità della specie determina un deperimento relativamente precoce delle piante”.Ciò che sta succedendo, infatti, anche a causa di una manutenzione non proprio accurata.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

1 Commento


Associazione Orti Ecologici: chiusa e vuota… dopo trent’anni

La volontà pervicace del sindaco è diventata realtà. Dopo che i gestori hanno messo a disposizione i luoghi per le elezioni, cosa di cui si è avvalsa la lista Nicolò Licata, rifiutata dalla lista Pruiti, contrarissima a questa operazione, tanto che arrivo a minacciare verbalmente l’invio dei carabinieri. Un punto di non ritorno?

Puntuale la “vendetta” è arrivata, pochi giorni dopo l’insediamento: un’intimazione immediata, poi dilazionata, fino alla conclusione. Obbligo a lasciare i locali vuoti e chiusi. Per chi? ancora non si sa, deciderà il podestà, a suo piacere.

Leggi il resto di questo articolo »

8 Commenti


Come un invasore l’amministrazione procede distruggendo la storia

Domenica 24 settembre l’Associazione Orti ecologici propone la “Festa della concordia”.
L’associazione, da sempre attiva a Buccinasco in questi oltre vent’anni, ha generato opere di solidarietà di grande spessore culturale.
Dopo anni di tentate richieste di rinnovo della convenzione l’Amministrazione Pruiti ne decide il fermo legale. Tutti hanno ragione nessuno ha torto, ma il buon senso sembra non trovare una via d’uscita. Da fine settembre l’ambito bar e attività sociale, come gli spazi orti dedicati ai disabili chiude.
Ultima festa con raccolta firme “della concordia” con salamelle e musica. La festa c’è, a partire dalle 12,30 e non mancherà la tristezza di fondo da condividere.

L’Ufficio Tecnico ha dato il diniego. FESTA ANNULLATA

Il modo con cui opera questa amministrazione. Non ci viene il termine giusto che descriva l’impressione che suscita questa manchette presa da SIoNO. Vent’anni di storia che non ha creato mai problemi, che si è distinta per il ben fare. Ordine di chiusura dal 30 Settembre, così ci informa l’articoletto.

Non bastando il procedere che va verso l’esclusione e l’affido a gara senza badare all’esperienza, alla competenza, alla continuità come valore. Un evidente processo di estromissione, siamo facili profeti dell’esito. Ne abbiamo già parlato a Luglio (VEDI e VEDI)).

Naturale che i gestori sviluppino un’attività di difesa civica che prevede la raccolta di firme. Il periodico della zona ne da la notizia e informa della raccolta e di una festicciola che è un riunirsi per solidarietà e simpatia. Nulla di meno che civico e civile.

Non va bene la festa, per la nostra amministrazione. Chissà che ragioni avrà accampato l’Ufficio Tecnico che, come dice l’inserto, ha dato il diniego. Che è responsabilità dell’Ufficio Tecnico competente, perché il sindaco, il suo vice, la Giunta e tutta la maggioranza proprio non c’entrano. Loro sono estranei…

Metteranno in opera ogni strumento per distruggerli, su un presupposto formalmente abborracciato, che ha il significato concreto della protervia: se non sei con me, sarai distrutto. Questo il messaggio che sta dando “l’Ufficio Tecnico”

Noi  diffondiamo la notizia e ci permettiamo di invitare tutti i Cittadini che vogliano esprimere la solidarietà alla gestione dell’Associazione Orti di recarsi in via degli Alpini presso la sede per leggere e, se d’accordo, sottoscrivere. La Festa della Concordia che l’Ufficio Tecnico ha proibito, ci sarà negli animi dei presenti, con la solidarietà e una stretta di mano calorosa. Grazie per i vent’anni di serenità dati a Buccinasco.

DA CITTADINI CIVILI E DEMOCRATICI
DIAMO LA NOSTRA SOLIDARIETA’ ALLA
ASSOCIAZIONE ORTI ECOLOGICI
FIRMIAMO LA NOSTRA SOLIDARIETA’
OGGI 24 SETTEMBRE IN VIA DEGLI ALPINI

2 Commenti


Consiglio: giustificazioni del sindaco sugli orti di via degli Alpini

Si sarà già tenuto, oppure no, il “colloquio” con i gestori di cui il Sindaco ha dato notizia in Consiglio. Non ha importanza, come non dovrebbe averne conoscerla, perché il medesimo sindaco nel suo diktat  ha stabilito il contenuto del colloquio. Che riassumiamo in due parole: noi ascoltiamo tutti ma facciamo quello che vogliamo noi.

Ripetiamo la situazione: questa gestione associata degli orti ha vent’anni di vita. Finora proseguita ininterrottamente. Ultima conferma della convenzione fatta dal commissario, scaduta nel 2013. Vi sono stati reiterati solleciti durante il mandato Maiorano, richiedendo la regolarizzazione, con un nuovo mandato, un nuovo bando, un rinnovo o che altro era nelle disponibilità di Maiorano e Pruiti. Non hanno fatto nulla.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Gestione e decisioni di spesa: come è possibile migliorarle

Sindaco e esponenti della maggioranza si sono sprecati nel primo Consiglio in dichiarazioni di disponibilità e attenzione alle proposte che vengono dalle minoranze, dalle associazioni, dai Cittadini. Poi si sta andando avanti come prima, definendo gare e spese che vengono conosciute in modo già deciso e operativo, su cui non è più possibile alcuna  modalità d’intervento: un suggerimento, una proposta, un contenuto diverso, ecc.

L’unico modo con cui Cittadini e minoranze possono intervenire non può essere altro che l’analisi critica; se la decisione è ritenuta grave anche la protsta, oppure ci si può rivolgere al TAR. Non si può fare altro. Se poi le minoranze, le associazioni, i Cittadini, si permettono di esprimere e rendere pubbliche le critiche, ecco quale può essere la considerazione del sindaco:

“leggo con rammarico speculazioni politiche sul tema (74 migranti) da parte delle forze politiche di opposizione che non propongono soluzioni. Così non si fa certo il bene della città.” (Buccinasco Informazioni pag 7 n.5).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti



SetPageWidth