Archivio per la categoria ‘Varie’

Buccinasco e il candidato che propone il male per Buccinasco

Sta nascendo una bufala gigantesca: la coalizione che presenta Nicolò Licata a candidato sindaco vuole cementificare Buccinasco!! Allarme rosso: Cittadini state distantie non votateli ecc. Siccome nel progetto costitutivo di BucciRinasco, uno dei programmi chiave è la riqualificazione urbana che metta ordine e distingua l’area residenziale dalle attività produttive e logistiche, in qualche modo questa rappresentazione da carnevale ci torna. Cominciamo con le dichiarazioni di tle he si propone quale sindaco:

No dai, ma fatemi capire, voi volete consegnare la nostra Buccinasco a chi vuole cementificare tutto? A chi dice che possono arrivare altri 3000 abitanti e che si devono abbassare le tasse per i costruttori? Il 25 giugno se voterete per Licata questo è il destino che ci attende. Chi lo dice? Lo dicono loro in video e audio. Rino Pruiti

Le dichiarazioni in Consiglio di Rapetti (allora Forza Italia, pesentatosi adesso in Fratelli d’Italia) vengono estrapolate dal contesto (l’argomento era l’ultimo bilancio del mandato Maiorano, con la maggioranza che cercava di giutificare.. il non fatto. Rapetti reagisce a suo modo, segnalando come e cosa si poteva fare diversamente, cosa c’è di concretamente possibile da progettare per rendere Buccinasco migliore, a fronte del nulla, riprendendo le confessioni di PGT insufficiente e sbagliato, che bisogna correggere (giustamente).

Leggi il resto di questo articolo »

8 Commenti


Ballottaggio e elezioni future: come migliorare Buccinasco?

Cittadino Stanco è un caro alias che saltuariamente ci propone riflessioni sempre utili. Succede anche in questo caso, che a botta calda, come è d’uso dire, affronta un tema di peso: le elezioni che ci aspettano al ballottaggio fra 10 giorni, e la possibilità di una svolta, di un cambiamento può ancora costruirsi.

Inseriremo in corsivo, argomento per argomento, le  puntualizzazioni che riteniamo opportune. Si tratta di materia opinabile e ulteriori contributi saranno utili ai lettori. Spazio ce ne sarà. Ciò che è importante riguarda il futuro della nostra Buccinasco, un tema non da poco, anche se la metà degli elettori hanno ritenuto di non esercitare il loro potere, il loro diritto.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Decisioni stataliste, burocratiche e costose: bisogna smetterla. Si può fare

Descriviamo una situazione: i servizi parascolastici. Costi suppletivi della scuola statale (ma non delle scuole parificate, che in materia se la cavano da sole o quasi). Questi riguardano una serie di interventi per ragazzi che necessitano di supporti didattici, oppure che presenziano il pre e post scuola, e cose del genere. Per questi servizi il comune si rivolge a una coop (di Busto Arsizio da quest’anno, di San Giuliano prima) pagando 1 milione l’anno.

Come funziona? La scuola che ha necessità di questo genere si rivolge all’Ufficio Tecnico, che si interfaccia con la coop, la quale provvede. Presumibilmente la coop avrà preso contatto con i responsabili scolastici per i dettagli del caso. La persona arriva e interviene nelle modalità opportune. Gli operatori interessati al problema del ragazzo  (dirigente scolastico, docenti, insegnante di sostegno) si relazionano? Non conosciamo, fatto sta che si instaura un rapporto con due o tre intermediazioni fra l’esigenza e il destinatario,  che burocratizza il processo.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Buccinasco e antimafia davvero: BucciRinasco c’è, gli altri meno

Bene che se ne parli in questa data, del 23 Maggio, memoria di un quasi coetaneo ucciso a Capaci 25 anni fa. Ci sono le elezioni a Buccinasco, quel paese periferico con 7mila abitanti allora, quando qui vennero condotti a “soggiorno obbligato” personaggi provenienti dalla ‘ndrangheta calabrese, che qui, a quanto pare , pur senza incidere nel tessuto sociale, avrebbero fatto fortuna.

Meglio detto, hanno  cominciato a fare fortuna, sempre estranei al territorio e ai nuovi insediati, con l’epopea dei sequestri. Qualche appoggio locale lo trovarono? È possibile. Qualche aggancio con politici locali, è sempre possibile. Condizionarono imprese edili e immobiliari durante  la cresita vertiginosa che porta Buccinasco prossima ai 30mila abitanti? Questo ancor più possibile.

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento


Municipio e sviluppo: cambiamenti e crescita per la nuova Buccinasco

I comuni fino a ieri e per un secolo almeno, hanno avuto la missione di gestire le spese correnti della Comunità: le scuole elementari (poi anche le medie), le strade, l’illuminazione, l’acqua potabile, la gestione dei rifiuti, l’anagrafe,  le forze della Polizia Locale, i trasporti locali. Un tran  tran ordinario. Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Scelto il candidato sindaco a Buccinasco per il PD e la coalizione uscente

Rino Pruiti: poteva esserci di meglio entro l’area sinistra, più o meno organica al  PD? Un tizio che è sempre stato coerentemente a sinistra ma giocando in proprio. Spesso in conflitto con lo stesso PD, senza se e senza ma. All’esterno i notabili PD hanno avuto cura di non far trasparire troppo la conflittualità con un personaggio che non si è mai dannato per attenuare i conflitti, per soddisfare il suo ego.

La gestione ora è tutta interna alla coalizione uscente: pro tempore in uscita, che si ripropongono con il nulla di fatto avendo speso 135milioni. Loro, il PD tutti insieme, hanno impostato e scelto i candidati e la terna da presentare. Escludendo Carbonera… c’è da rileggere come Maiorano ha descritto e pubblicato le candidature (26 Gennaio):

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

5 Commenti


Le primarie in generale, del PD e coalizzati in particolare

L’istituto delle primarie è di origine americana; le prime primarie avvennero in Pennsylvania nel 1847 (170 anni fa). Senza rifare la storia, negli USA le primarie sono un’istituzione alle quali possono partecipare non solo gli aderenti al partito, ma alla condizione di iscriversi in una specifica lista di “vicini”.  Regolate per legge. Il rischio delle primarie “aperte” porta con sé anomalie e distorsioni che è bene tenere sotto controllo. Negli USA i concetti che vengono descritti sono così sintetizzati in wikipedia:

…. le primarie di tipo “aperto”, consentono il voto a tutti i cittadini. In un sistema bipartitico (o bipolare) la primaria aperta tende a selezionare candidati più centristi rispetto all’elettorato (non rispetto ai militanti ) e a favorire maggiormente la partecipazione alle elezioni, ma è aperta al rischio di “inquinamento” da parte dei sostenitori del partito avversario.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

1 Commento


Elezioni a Buccinasco: quali le variabili in campo? M5S

Abbiamo assistito alla presentazione del Movimento Cinque Stelle  di Buccinasco. Occasione importante la presentazione della lista elettorale, con in testa quella del candidato sindaco. Prevedibile Alberto Schiavone, anima del movimento, persona più conosciuta e diffusore di iniziative venute dalla società civile, in modi dei quali deve riconoscersi l’efficacia.

I candidati  in lista sono tutti Cittadini di Buccinasco: persone estranee alla politica di mestiere. Tutti, candidato sindaco compreso, alla prima esperienza pubblica. Stimiamo 160 presenti complessivi compresi alcuni palesemente non d’area, interessati a capire. Una novità per Buccinasco rispetto alle precedenti elezioni amministrative, in grado di scompaginare l’usuale rappresentanza locale delle liste nazionali.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Programmi elettorali e bufale diffuse a man bassa

Le elezioni sono una cartina di tornasole della serietà personale dei candidati. In questo caso ci viene fatta pervenire una lettera circolare recapitata a domicilio nella quale l’autore si presenta e chiede il voto per le primarie del Centro Sinistra (sostanzialmente la maggioranza uscente) previste il prossimo 13 Marzo.

Chiedere un voto entro le primarie è operazione che ha i suoi aspetti delicati. In particolare se si intende ripresentarsi a conclusione di un mandato, tanto più dopo il nulla fatto. Non si può parlar bene, ma neppure condannare la compagine nella quale si è stati protagonisti. Quindi il nostro tipo  dichiara “… di aver fatto il possibile, ma anche la consapevolezza che non è abbastanza”…. se la cava così.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Elezioni e antimafia come mestiere acchiappa consenso. Sarà vero?

L’attività antimafia è strumento d’uso politico. Brandita come arma che santifica, qualcosa di simile alle immaginette (una volta si chiamavo santini) che celebrano san Giorgio che sconfigge il drago con la spada o la lancia, a seconda dell’interpretazione dell’artista (l’immagine ne illustra una quattrocentesca)Viene utilizzata, l’antimafia, allo scopo prevalente di farne un parallelo immaginario fra il Santo e il politico che l’antimafia brandisce.

Questo in prevalenza è l’utilizzo del tema a Buccinasco: manifestazioni a vario titolo e costo, purché asettiche, che non coinvolgono specifiche situazioni “intoccabili”. Quando succede sono iniziative che vengono da altri, da fuori (il bar ritual, su denuncia dei carabinieri, come descrive in una recente intervista il comandante dell’area Sud Ovest; il sindaco si è accodato dopo, nel segnalare al prefetto).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Bilancio rifiuti e raccolta differenziata: riciclaggio zero

Il filo rosso che lega in modo indissolubile le ormai dieci puntate di analisi di questo bilancio è… il nulla. Non fare nulla, subire gli eventi, pagare. Se qualche modifica si arriva a fare, è l’invenzione di qualche nuova spesa per eventi. Spese piccole ma mica sempre. Ad esempio la scuola civica di musica: l’ultima gara per oltre 100mila euro in tre anni contro lo zero (ZERO) che si spendeva prima.

L’argomento dei rifiuti parte da un assunto, da una prerogativa assoluta: la raccolta differenziata non deve in alcun modo generare un ritorno per i Cittadini di Buccinasco. VIETATO GUADAGNARE! Brave le famiglie a differenziare, a far crescere nella raccolta che genera ritorni di materiali che hanno valore, tutto per un omaggio disinteressato all’AMSA.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Bilancio e spese illogiche con finta sussidiarietà: ginnastica dolce

A Buccinasco la storia della ginnastica dolce merita una riflessione di sistema (esercizi dedicati a persone in età, di importanza massima per il mantenimento di una vita sana, controllando tono muscolare e mobilità: si veda in rete cercando “sarcopenia”). Come questo elemento rientri nell’interesse di un’analisi di bilancio, andremo a vederlo subito.

Fino al 2014 a Buccinasco il municipio ha prestato attenzione alla ginnastica dolce promuovendo accordi con operatori privati che garantissero una quota economica ragionevolmente sostenibile. L’accordo promosso dal Municipio ha avuto l’effetto di contenere il costo diffondendo un’abitudine salutare cresciuta nel tempo.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Bilancio. Il verde, nuovo appalto vecchi metodi

Il verde è un tasto delicato e doloroso per quest’amministrazione. Che ha visto il vicesindaco in prima fila, quale responsabile.  Ricorderemo solo l’inserimento di una clausola strana che si proponeva con tutta evidenza l’esclusione di candidature non gradite. Il cambiamento  in corso di gara entro la commissione con l’effetto di modificare radicalmente le valutazioni a favore di chi ha poi vinto.

Una gestione dell’appaltatore che, definirla approssimativa vuol dire andare col guanto di velluto. Alla richiesta di documentare i lavori da parte di Consiglieri, è venuta con decine di giorni di ritardo una ricostruzione palesemente ex post, improbabile. Non è il caso di descrivere il non fatto, i probabili danni, a strutture, alberi, impianti di irrigazione.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

1 Commento


Monte Paschi Siena: partitocrazia, comunicazione

Ci viene inviata una lettera, inoltrata ai giornali, che riguardo al problema MPS, che è comprensibile   ed ha la sua logica, perfino ferrea in uno stato di diritto parastatale (come è ancora oggi il mondo bancario, e non solo, in Italia). Denuncia i limiti perché i soggetti formalmente responsabili (i dirigenti di banca) non sono i decisori effettivi. Piuttosto gli esecutori d’ordini.

HO MANDATO QUESTA LETTERINA AI GIORNALI

Leggi il resto di questo articolo »

3 Commenti


Buccinasco Statuto: una clausola scritta in lingua incomprensibile

Bisogna andarsela a leggere questa deliberazione criptica. Ci siamo impegnati a decodificare in chiave logica, poiché sul piano letterale non riusciamo a comprendere. L’articolo inserito nello statuto, ci sembra di capire, si propone di mettere un divieto di nomina nella qualità di Assessore  a persone che abbiano carattere di dipendenza funzionale con imprese che hanno avuto rapporti di lavoro o d’affari con la P.A.

Vi  sono aspetti al riguardo che è giusto prevedere: per esempio (estremizzando), non è “elegante” che il sindaco nomini Assessore ai lavori pubblici il direttore generale (o ex, o suoi congiunti) dell’impresa Alfa (che ha svolto e svolge rapporti con il Comune). Se l’intento è questo, credo che siamo tutti d’accordo, in linea di principio, con la riserva che poi la situazione concreta debba essere esaminata caso per caso. Ecco, invece, come è stato approvato e inserito l’articolo:

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento



SetPageWidth