Archivio per la categoria ‘Varie’

Scelto il candidato sindaco a Buccinasco per il PD e la coalizione uscente

Rino Pruiti: poteva esserci di meglio entro l’area sinistra, più o meno organica al  PD? Un tizio che è sempre stato coerentemente a sinistra ma giocando in proprio. Spesso in conflitto con lo stesso PD, senza se e senza ma. All’esterno i notabili PD hanno avuto cura di non far trasparire troppo la conflittualità con un personaggio che non si è mai dannato per attenuare i conflitti, per soddisfare il suo ego.

La gestione ora è tutta interna alla coalizione uscente: pro tempore in uscita, che si ripropongono con il nulla di fatto avendo speso 135milioni. Loro, il PD tutti insieme, hanno impostato e scelto i candidati e la terna da presentare. Escludendo Carbonera… c’è da rileggere come Maiorano ha descritto e pubblicato le candidature (26 Gennaio):

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

5 Commenti


Le primarie in generale, del PD e coalizzati in particolare

L’istituto delle primarie è di origine americana; le prime primarie avvennero in Pennsylvania nel 1847 (170 anni fa). Senza rifare la storia, negli USA le primarie sono un’istituzione alle quali possono partecipare non solo gli aderenti al partito, ma alla condizione di iscriversi in una specifica lista di “vicini”.  Regolate per legge. Il rischio delle primarie “aperte” porta con sé anomalie e distorsioni che è bene tenere sotto controllo. Negli USA i concetti che vengono descritti sono così sintetizzati in wikipedia:

…. le primarie di tipo “aperto”, consentono il voto a tutti i cittadini. In un sistema bipartitico (o bipolare) la primaria aperta tende a selezionare candidati più centristi rispetto all’elettorato (non rispetto ai militanti ) e a favorire maggiormente la partecipazione alle elezioni, ma è aperta al rischio di “inquinamento” da parte dei sostenitori del partito avversario.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

1 Commento


Elezioni a Buccinasco: quali le variabili in campo? M5S

Abbiamo assistito alla presentazione del Movimento Cinque Stelle  di Buccinasco. Occasione importante la presentazione della lista elettorale, con in testa quella del candidato sindaco. Prevedibile Alberto Schiavone, anima del movimento, persona più conosciuta e diffusore di iniziative venute dalla società civile, in modi dei quali deve riconoscersi l’efficacia.

I candidati  in lista sono tutti Cittadini di Buccinasco: persone estranee alla politica di mestiere. Tutti, candidato sindaco compreso, alla prima esperienza pubblica. Stimiamo 160 presenti complessivi compresi alcuni palesemente non d’area, interessati a capire. Una novità per Buccinasco rispetto alle precedenti elezioni amministrative, in grado di scompaginare l’usuale rappresentanza locale delle liste nazionali.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Programmi elettorali e bufale diffuse a man bassa

Le elezioni sono una cartina di tornasole della serietà personale dei candidati. In questo caso ci viene fatta pervenire una lettera circolare recapitata a domicilio nella quale l’autore si presenta e chiede il voto per le primarie del Centro Sinistra (sostanzialmente la maggioranza uscente) previste il prossimo 13 Marzo.

Chiedere un voto entro le primarie è operazione che ha i suoi aspetti delicati. In particolare se si intende ripresentarsi a conclusione di un mandato, tanto più dopo il nulla fatto. Non si può parlar bene, ma neppure condannare la compagine nella quale si è stati protagonisti. Quindi il nostro tipo  dichiara “… di aver fatto il possibile, ma anche la consapevolezza che non è abbastanza”…. se la cava così.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Elezioni e antimafia come mestiere acchiappa consenso. Sarà vero?

L’attività antimafia è strumento d’uso politico. Brandita come arma che santifica, qualcosa di simile alle immaginette (una volta si chiamavo santini) che celebrano san Giorgio che sconfigge il drago con la spada o la lancia, a seconda dell’interpretazione dell’artista (l’immagine ne illustra una quattrocentesca)Viene utilizzata, l’antimafia, allo scopo prevalente di farne un parallelo immaginario fra il Santo e il politico che l’antimafia brandisce.

Questo in prevalenza è l’utilizzo del tema a Buccinasco: manifestazioni a vario titolo e costo, purché asettiche, che non coinvolgono specifiche situazioni “intoccabili”. Quando succede sono iniziative che vengono da altri, da fuori (il bar ritual, su denuncia dei carabinieri, come descrive in una recente intervista il comandante dell’area Sud Ovest; il sindaco si è accodato dopo, nel segnalare al prefetto).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Bilancio rifiuti e raccolta differenziata: riciclaggio zero

Il filo rosso che lega in modo indissolubile le ormai dieci puntate di analisi di questo bilancio è… il nulla. Non fare nulla, subire gli eventi, pagare. Se qualche modifica si arriva a fare, è l’invenzione di qualche nuova spesa per eventi. Spese piccole ma mica sempre. Ad esempio la scuola civica di musica: l’ultima gara per oltre 100mila euro in tre anni contro lo zero (ZERO) che si spendeva prima.

L’argomento dei rifiuti parte da un assunto, da una prerogativa assoluta: la raccolta differenziata non deve in alcun modo generare un ritorno per i Cittadini di Buccinasco. VIETATO GUADAGNARE! Brave le famiglie a differenziare, a far crescere nella raccolta che genera ritorni di materiali che hanno valore, tutto per un omaggio disinteressato all’AMSA.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Bilancio e spese illogiche con finta sussidiarietà: ginnastica dolce

A Buccinasco la storia della ginnastica dolce merita una riflessione di sistema (esercizi dedicati a persone in età, di importanza massima per il mantenimento di una vita sana, controllando tono muscolare e mobilità: si veda in rete cercando “sarcopenia”). Come questo elemento rientri nell’interesse di un’analisi di bilancio, andremo a vederlo subito.

Fino al 2014 a Buccinasco il municipio ha prestato attenzione alla ginnastica dolce promuovendo accordi con operatori privati che garantissero una quota economica ragionevolmente sostenibile. L’accordo promosso dal Municipio ha avuto l’effetto di contenere il costo diffondendo un’abitudine salutare cresciuta nel tempo.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Bilancio. Il verde, nuovo appalto vecchi metodi

Il verde è un tasto delicato e doloroso per quest’amministrazione. Che ha visto il vicesindaco in prima fila, quale responsabile.  Ricorderemo solo l’inserimento di una clausola strana che si proponeva con tutta evidenza l’esclusione di candidature non gradite. Il cambiamento  in corso di gara entro la commissione con l’effetto di modificare radicalmente le valutazioni a favore di chi ha poi vinto.

Una gestione dell’appaltatore che, definirla approssimativa vuol dire andare col guanto di velluto. Alla richiesta di documentare i lavori da parte di Consiglieri, è venuta con decine di giorni di ritardo una ricostruzione palesemente ex post, improbabile. Non è il caso di descrivere il non fatto, i probabili danni, a strutture, alberi, impianti di irrigazione.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

1 Commento


Monte Paschi Siena: partitocrazia, comunicazione

Ci viene inviata una lettera, inoltrata ai giornali, che riguardo al problema MPS, che è comprensibile   ed ha la sua logica, perfino ferrea in uno stato di diritto parastatale (come è ancora oggi il mondo bancario, e non solo, in Italia). Denuncia i limiti perché i soggetti formalmente responsabili (i dirigenti di banca) non sono i decisori effettivi. Piuttosto gli esecutori d’ordini.

HO MANDATO QUESTA LETTERINA AI GIORNALI

Leggi il resto di questo articolo »

3 Commenti


Buccinasco Statuto: una clausola scritta in lingua incomprensibile

Bisogna andarsela a leggere questa deliberazione criptica. Ci siamo impegnati a decodificare in chiave logica, poiché sul piano letterale non riusciamo a comprendere. L’articolo inserito nello statuto, ci sembra di capire, si propone di mettere un divieto di nomina nella qualità di Assessore  a persone che abbiano carattere di dipendenza funzionale con imprese che hanno avuto rapporti di lavoro o d’affari con la P.A.

Vi  sono aspetti al riguardo che è giusto prevedere: per esempio (estremizzando), non è “elegante” che il sindaco nomini Assessore ai lavori pubblici il direttore generale (o ex, o suoi congiunti) dell’impresa Alfa (che ha svolto e svolge rapporti con il Comune). Se l’intento è questo, credo che siamo tutti d’accordo, in linea di principio, con la riserva che poi la situazione concreta debba essere esaminata caso per caso. Ecco, invece, come è stato approvato e inserito l’articolo:

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Alla scoperta di un far politica che non ci appartiene, che deve essere conosciuto

Proprio non riusciremo a digerire, a subire questo modo del “far politica” locale, che fa uso di tutti i possibili sotterfugi per gestire i denari dei Cittadini, le nostre tasse. Lo scopo immediato di questo agire può anche non essere quello di metterseli direttamente in tasca, i nostri soldi. Non è necessario che si arrivi alla mala gestio; l’obiettivo primo è il consenso, la conferma del consenso, la diffusione di aggregazioni di area con lo stesso scopo.

Ci riferiamo al progetto Caffè dell’Oca che abbiamo trattato in questi giorni. Documenti alla mano, cifre di nostri soldi in ballo, bando di quest’amministrazione dalle clausole poco logiche se non sospette. I lettori che volessero rinfrescarsi in dettaglio: VEDI. Tutto confermato, del resto non si è fatto altro che descrivere contenuti pubblici.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Antiricilaggio a Buccinasco: siamo alla preistoria

L’argomento è di quelli tosti: rappresenta l’affare economico prevalente dell’antistato (‘ndrangheta) soprattutto nelle realtà del Nord Italia, meno assoggettabili all’antipotere che condiziona Cittadini e li sottomette. Questione di prevalenza, perché Cittadini più isolati, più timorosi, più deboli ve ne sono ovunque. Qui da noi però l’economia gira di più: quindi maggiori le possibilità di mettere in circolo danaro illegale (quello che l’antistato raccoglie).

L’argomento a Buccinasco è stato scoperto con una delibera improvvisa a metà Aprile, assunta dalla Giunta senza  neppure avvertire la costituita Commissione Speciale perché renda operante il Protocollo della Legalità. Dopo vent’anni di dimenticanza. Lavori fermi, per quanto è dato sapere, che la maggioranza cerca di compensare con un paio d’iniziative nell’ultimo Consiglio del 13 Luglio.

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento


Riduzione di oneri di urbanizzazione: come far male una decisione utile

Che fra le attività di un comune vi sia la possibilità di agire sulla tassazione locale quale sistema che aiuti le imprese, quindi il lavoro e l’occupazione, dovrebbe essere pacifico. Città Ideale lo ha sostenut oe lo sostiene da sempre. In particolar modo, subentrata al crisi del 2008 con conseguente stasi e decrescita, che in particolare ha colpito l’edilizia.

Una decisione in questa direzione viene proposta nel Consiglio comunale del 13 Luglio e noi, appresa la notizia, siamo stati in particolare gratificati per una scelta che, per una volta, viene incontro alle imprese a Buccinasco, dopo un PGT infelice, che si è dimostrato purtroppo un fallimento che  per tutta la durata del suo mandato fermo, ha tenuto il settore. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

7 Commenti


L’INIZIATIVA DEI CITTADINI E I NOSTRI AMMINISTRATORI

Ne abbiamo già parlato; la situazione descritta trova puntuale conferma anche da questa sottostante dichiarazione di Alberto Schiavone, che volentieri pubblichiamo. Anche qui una testarda aprioristica proprietà della gestione pubblica.

Una sorta di proprietà personale, seguita e con la presenza di amici e parenti di questi amministratori (o di ex), che fondano associazioni e prendono gestioni. Gestioni che generano soldi, ma tuttavia, si tratta di associazioni che non hanno scopo di lucro…. Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Sicurezza di Quartiere:il PD di Trezzano e quello di Buccinasco

A Buccinasco hanno buttato alle ortiche un’occasione d’oro per accogliere e rendere istituzionale la nascita dal basso del CdV (Controllo del Vicinato), contrastandolo perché la promozione era di Cittadini liberi fra i quali parecchi M5S. Sarebbeno arrivati a diffidare (il vicesindaco)  CdV  nazionale dal dare riconoscimento all’organizzazione nascente di Buccinasco. Obbligando così i Cittadini a dare caratterizzazione propria all’iniziativa: SdQ (Sorveglianza di Quartiere).

Cosa mai può combinare il pregiudizio ideologico: “o siamo noi a condurre la danza, con nostri Cittadini da noi nominati, o niente”. Il risultato lo vediamo: i Cittadini sono cresciuti, hanno fatto esprienza e lasciano il segno. Man mano i comuni della provincia (e non solo) stanno adottando il medesimo procedere di SdQ, con un’attenzione prevalente del mondo di M5S, naturalmente. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

4 Commenti



SetPageWidth