Archivio per la categoria ‘scuola istruzione’

SIoNO: informazione incompleta che diventa disinformazione?

Sentiamo l’obbligo di avvertire i lettori: non abbiamo pregiudizi o preclusioni verso nessun organo di comunicazione, in particolare ancor meno per il giornalino gratuito distribuito nella nostra area, che ormai da tempo ha alzato il tiro e aggiunto al suo nome il termine Giornale dei Navigli.

Non è un periodo facile per tutta la stampa e perfino per la distribuzione libraria, mentre si accrescono le difficoltà anche nelle edicole. Ne siamo coscienti: questa fase di crisi che, come sempre  è trasformazione che coinvolge tutto il sistema della comunicazione scritta.

Non vogliamo insegnare al gatto come arrampicarsi. Forse però la difesa del ruolo informativo locale passa anche per il mantenimento di una funzione di stimolo e indirizzo, in qualche modo neutralità, informativa e di orientamento, che abbia il sapore netto dell’autonomia. Solo così pensiamo, si possa  stimolare la ricerca del periodico e la sua lettura, farebbe anche più utile servizio verso le realtà locali.

Ciò detto dobbiamo richiamare un pezzo che, fin dal titolo, ha sapore pubblicitario: Progetti e numeri da record per il Piano di Diritto allo Studio 17/18. Aumentano i fondi per sostenere 102 alunni con disabilità che frequentano le scuole statali e paritarie. In pratica l’articolo è una rilettura piatta del comunicato dell’amministrazione, sostanzialmente neppure una sillaba che sia personale: dell’articolista o del giornale.

Se è comprensibile che questa amministrazione senta il bisogno di risalire la china della sua credibilità, l’imbarazzo dopo le denunce in Consiglio di Caterina Romanello di BucciRinasco, la funzione professionale di un giornale dovrebbe insegnare loro che travisare la realtà non solo convince pochi ma, insistendo, genera caduta di autorevolezza. Si sente il sapore di inutilità. Modalità e forme di comunicazione potrebbero essere più utili, funzionali al “cliente” e al giornale.

È questo il dato più importante del Piano di Diritto allo Studio 2017/2018 approvato nei giorni scorsi dal Consiglio comunale e prima discusso dalla neonata Commissione Istruzione ed educazione presieduta dalla consigliera Giulia Lauciello che ha invitato a partecipare ai lavori anche i dirigenti di tutti gli istituti scolastici di Buccinasco, proponendo progetti di collaborazione anche alle scuole paritarie, in particolare per aiutare gli alunni con disturbi di apprendimento.

L’articolo non si dice che il Piano è stato progettato e realizzato avendo un confronto con  le sole scuole statali; il fatto  che la Commissione sia avvenuta prima del Consiglio e che solo qui, a giochi già fatti, su insistenza di BucciRinasco siano intervenute le strutture pubbliche parificate, scritto in questo modo è disinformazione bella e buona. Raccontare la versione dell’amministrazione senza precisare, non è corretto.

Il Piano garantisce anche fondi per l’ampliamento dell’offerta formativa, la promozione sportiva e altri progetti proposti dall’Amministrazione comunale, oltre al contributo economico alla scuola materna parrocchiale don Stefano Bianchi nel rispetto della convenzione stipulata nel 2016.

Definire un “contributo” l’erogazione alla scuola d’infanzia parrocchiale è egualmente un falso. La convenzione è un contratto fra le parti, che garantisce al comune la copertura dei posti necessari ai bimbi. Con un vantaggio economico consistente per il comune: senz’altro positivo per tutti. Vendere questa scelta come un contributo alle scuole pubbliche parificate è giustificazione forzata del comune.  Riportarlo sul giornale senza chiarire, ha il significato di un favore che disinforma.

Proseguano pure l’Assessore vicesindaco e l’amministrazione a difendersi raccontando  storielle per giustificare un agire estraneo alle leggi e normative in materia. Continui pure a servirsi dei giornaletti compicenti per diffonderla. Città Ideale proseguirà, ad ogni uscita, a rimarcare ciò che riteniamo la verità, la sostanza di un agire che favorisce  Cittadini di serie A, che penalizza gli altri; oltretutto impiegando, facendo uso,  delle loro tasse.

Nessun Commento


Dicembre e Natale: eventi tutti belli. Ecco quello che ci piace di più

Dicembre e il Natale sono occasione tradizionale per eventi e occasioni di incontro che hanno l’anima dello stare insieme, in pace, volendosi bene. Buccinasco si trova in una condizione davvero straordinaria per numero di occasioni, tutte nella nostra località. Città Ideale nel mare di queste, è lieta di parlare di una in particolare che riteniamo straordinaria. Cerchiamo di motivare il perché.

Una questione forte, è il nostro amore per la Musica classica, strumentale e vocale; lirica o cameristica. Una scuola particolare ci vede attenti: queste sono le ragioni. Intanto la scuola e il corpo docente si compone di professionisti locali, di grande qualità. Scuola di musica vuol dire apprendimento, insegnamento ai principi dell’armonia nelle sue forme più evolute.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Piano allo studio a Buccinasco. Approvate le delibere: misero spettacolo

Lo sanno benissimo il vicesindaco e la sua maggioranza (sindaco compreso, anche se non  ha speso una parola per difenderlo), che con la richiesta di sospensione del Piano Diritto allo Studio, richiesta dal Consigliere Caterina Romanello si sono trovati spiazzati, proprio colti sul fatto in una decisione ingiusta che penalizza i Cittadini di Buccinasco che si servono delle scuole pubbliche parificate. Lo sanno tanto bene, così come hanno capito tutti i Cittadini (pochi) presenti direttamente alla sceneggiata che ne è seguita.

Hanno combinato un’ingiustizia  palese. Lo hanno fatto scientemente, pianificandola, come hanno fatto negli anni precedenti col mandato Maiorano. Possono ammetterlo? Potrebbero, così come potrebbero mettere riparo all’errore: sbagliare può succedere a tutti. E’ qui che le persone di giudizio si distinguono e ammettono, si correggono. Nella maggioranza sembra che di persone di giudizio non si trovi traccia. Il che sembrerebbe impossibile: forse qualcuno c’è, ma per paura o convenienza non si fa avanti (effetti del pensiero unico?).

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento


A tutta la maggioranza: BUTTATE NEL CESTINO L’IDEOLOGIA!

Nel Consiglio di Giovedì fra le diverse questioni emerse dalle posizioni di BucciRinasco così efficacemente presentate da Caterina Romanello, ve ne è stata una che ha suscitato un putiferio scomposto fra  i Consiglieri della maggioranza, proteste e urla che hanno costretto il Presidente del Consiglio a minacciare la sospensione del Consiglio. Vale la pena ripercorrerla, perché questo mondo fatto ancora di arcaico statalismo ideologico, si aggiorni e dimetta i preconcetti sbagliati fin qui percorsi.

L’argomento riguarda la Scuola d’Infanzia pubblica condotta da una coop parrocchiale, convenzionata. Raccontiamo l’antefatto. A estrarre dal cappello l’argomento è un Assessore (anche vicesindaco…), che replica alla richiesta di sospendere la delibera sul Diritto allo Studio, dai contenuti palesemente squilibrati, contrari ai principi di legge.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

12 Commenti


Scuola: Piano di diritto allo studio è fuori dalla legalità

Il piano di spese dell’anno scolastico in corso è stato presentato Martedì 14 ai Consiglieri, per la discussione in Commissione il giorno 16. Ventidue pagine con descrizioni interessanti. In particolare per le iniziative che aumentano contenuti e quantità di tempo che impiegano.

Manca un raffronto con gli anni precedenti, indicando e motivando le ripetizioni, le novità,  il costo unitario diretto (paga  il Comune) e quello che deriva da finanziamenti  sovraordinati (regione o ministero).  Manca l’indicazione se queste ore impegnate nelle attività ulteriori rientrano nell’orario scolastico normale o sono ulteriori (in totale oltre 1.700 ore). Dovrebbero essere  ore che vengono sottratte all’istruzione standard. Questi corsi scolastici autonomi che fanno parte del Piano per il diritto allo studio (VEDI).

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Mensa e la gestione pubblica in chiave statalista: la libertà e il rispetto dei Cittadini viene dopo

La questione della mensa a Buccinasco è una delle diverse cose mai compiute: generano questioni  che anno dopo anno portano problemi. Genitori e famiglie che si lamentano. Una cosa che ci sembra  maturata in particolare con la gestione Maiorano,  diventando sistemica.

Eppure la gestione Maiorano ha introdotto una gestione economica più efficiente, trasferendo in capo al gestore delle mense il rapporto economico fra famiglie e gestore. Si è così ottenuta una sensibile riduzione amministrativa (non informatizzata) ma soprattutto tutto l’apparato contabile negli incassi. Basti pensare al problema che ha avuto Errante  a Corsico che si è trovato con crediti più o meno piccoli che superavano il milione di euro (una benevolenza da neosocialismo umanitario acchiappa voti).

Leggi il resto di questo articolo »

3 Commenti


Parte l’anno scolastico e si comincia con le manutenzioni urgenti (e noi paghiamo)

Come è andato l’anno scorso lo sanno tutti a Buccinasco. In particolare le mamme e i bimbi per numerosissimi incagli cui si è intervenuti d’urgenza, spesso dopo giorni e giorni, ogni volta con assegnazioni spot. Inizia il nuovo anno, anzi in antemprima, a pochi giorni dalla partenza, ed ecco che nell’asilo Petrarca ci si accorge di un guasto al sistema di irrigazione per cui si deve intervenire d’urgenza (VEDI).

Una cosa da poco se si vuole ma indicativa di un modo di gestire le nostre cose, pagate da noi e da noi mantenute, con i nostri soldi, che fa venire un moto di stizza. Cos’è successo da quanto ci racconta la delibera di spesa (1.772,66 euro)?  Semplicemente si è scoperto che, attivando l’impianto di irrigazione, è venuto a galla un guasto con una perdita robusta.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


I giacimenti poco conosciuti di Buccinasco: la musica

Buccinasco è davvero una Città Ideale: una potenzialità ideale alla quale guardare. Su cui riflettere, per farne conoscere le peculiarità, le tante risorse che sono lì da mettere in ordine, farle conoscere, scoprirle. Cose che giacciono;  aspettano solo di essere scoperte. Dai laghi al tanto verde Cittadino, al parco Sud, ai quartieri residenziali di pregio. Anche alla solidarietà che esprime, alle competenze poco conosciute. Alla non trascurabile presenza di persone di vaglia.

Parliamo di una di queste, svelata Venerdì sera, patrocinata dal comune, una serata rievocativa e commemorativa di un Cittadino come tanti di noi, ma speciale, illustre. Ha vissuto a  Buccinasco per oltre vent’anni, avendone la residenza, con la  famiglia. Ma la sua vita ha avuto come scenario e luogo il mondo intero: l’Europa come il Sud e Nord America, come l’estremo oriente.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Spese per investimenti: per le scuole pubbliche siamo allo sfascio

Parole di vicesindaco nella relazione sul bilancio preventivo triennale. Partiamo dall’inizio: 2012. Se andiamo a vedere i bilanci, da allora il mandato Maiorano ha messo in programma lavori di sistemazione delle scuole pubbliche, classificando le opere come manutenzioni straordinarie. Ogni volta la quasi totalità dei lavori, di anno in anno è slittata all’anno successivo, perché sono venute meno in particolare le entrate straordinarie (da nuove costruzioni messe a preventivo).

Slittamenti che sono conseguenza del fallimento del PGT progettato e approvato. A consuntivo si può ben dire che è abortito il tentantivo di imporre a Buccinasco una visione teorica che prescinde dalle condizioni di mercato e dell’economia, nazionale e soprattutto locale. Slittamenti che, ce lo conferma il vicesindaco (pro tempore, in uscita), poseguiranno e saranno a carico delle gestioni future.

Leggi il resto di questo articolo »

4 Commenti


Un fenomeno dei nostri tempi che può far riflettere

“Completamento automatico delle parole”, leggendo la definizione molti dei lettori andranno col pensiero al proprio smartphone, che agevola e velocizza la scrittura. Uno dei ormai quotidiani miracoli dell’economia digitale sempre più spinta, innovativa, che ci obbliga al continuo aggiornamento. Una riflessione di Veronique Greenwood, (saggista e divulgatrice su Scientific American) ce ne fa una storia e ne da  una riflessione per l’evoluzione.

Il completamento automatico dello scrivere è nato con gli ideogrammi cinesi e le macchine da scrivere manuali negli anni cinquanta (2450 caratteri) che ciascuno poteva personalizzare a seconda dei testi e degli usi prevalenti. In Occidente il problema di una velocizzazione della scrittura attraverso il “completamento automatico delle parole” inizialmente dedicato all’agevolazione di persone disabili.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


NovaMusica si distingue e da lustro a Buccinasco: complimenti!

Una bella notizia, un riconoscimento concreto dalle istituzioni metropolitane a NovaMusica: seconda nella graduatoria su 26 enti e associazioni musicali  per il suo programma educativo e culturale in materia musicale. Riconoscimento sostanzioso, con la concretissima assegnazione di un pianoforte di prestigio, Schultze Pollmann, dal nome e fondatori tedeschi ma da ormai un secolo italiana. Ciò che va sempre ricordato è la assoluta, totale autonomia di NovaMusica, rispetto a contributi dall’amministrazione comunale. Ecco il comunicato:

NOVAMUSICA: PROGETTO VINCENTE

Con sommo orgoglio e soddisfazione vi annuncio che NovaMusica si è aggiudicata un meraviglioso pianoforte mezza coda della prestigiosa marca Schulze Pollmann e che sarà a disposizione dei nostri studenti per migliorare ed affinare ulteriormente le loro capacità e la loro preparazione.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Scuola Materna Romano Banco: gli iscritti aumentano? Il sindaco riduce i contributi

Sulla cervellotica struttura della convenzione imposta dalla giunta abbiamo già avuto modo di parlare quando è stato approvato il rinnovo (VEDI). Cominciamo a scusarci per il titolo, perché oggi l’istituzione che ha sede nella Parrocchia è, a tutto titolo SCUOLA D’INFANZIA PUBBLICA PARIFICATA: Pubblica, a tutti gli effetti. Svolge un servizio sociale primario, fondamentale, che il sindaco non è in grado di offrire.

Una scuola parificata, gestita al di fuori dello Stato, che si pone liberamente a confronto con le analoghe strutture, che assume a proprio carico il rischio della gestione, che deve richiedere ben di più in rette ai genitori. Ciononostante  rappresenta una condizione inaccettabile: genera  un raffronto che tutta la struttura pubblica non accetta. Non deve vedersi  l’inefficienza: questo è lo scandalo.

Leggi il resto di questo articolo »

7 Commenti


Suffragio universale: può generare la democrazia reazionaria di massa

La democrazia come sviluppata dal 1900 si ancora su due pilastri: i Cittadini hanno tutti diritto di voto, analfabeti compresi. Hanno quindi il diritto di eleggere, di scegliere loro i  politici cui affidano la delega di rappresentare i loro interessi. L’onda progressista sulle ali dello sviluppo economico senza fine dava a questa immagine ampia fiducia sul prevalere della crescita culturale, sociale, economica di tutta la società.

Le osservazioni critiche a questa visione non mancarono fin d’allora: il prevalere nei risultati di un far politica di demagoghi,  la vincita facile basta su proposte basate su argomentazioni troppo semplici, le promesse spesso impossibili, l’incitare verso soluzioni guerresche incolpando gli stranieri (o gli ebrei). La delega troppo ampia giustificata dal basso o nullo livello d’istruzione, che assegna eccessivo potere a questi eletti.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

12 Commenti


Scuola Civica di Musica: con due mesi di ritardo, la conferma (scontata)

Cominciamo con i soldi (nostri): l’amministrazione si è impegnata con 120mila euro (in tre anni), per la Scuola Civica di Musica. Comportamento statalista e di spreco, che altera pesantemente il mercato locale, nel quale sono operative diverse scuole private:  queste devono competere senza avere vantaggi di partenza,. Una alterazione del libero gioco del mercato per favorire attività considerate “vicine”.

Che questo sia o meno da considerare impiego dannoso di risorse pubbliche, lo stabiliranno i Consiglieri, se vorranno porre la questione. Sul piano strettamente economico è ingiusto; altera la libera competizione impiegando male le risorse (sempre le nostre).

Perché un Cittadino che iscrive i figli a una scuola di musica diversa
deve contribuire,  a finanziarne un’altra, mentre lui resta all’asciutto?

Leggi il resto di questo articolo »

11 Commenti


Istruzione a Buccinasco: scuole e doveri dell’amministrazione

Nel Consiglio di Mercoledì è giunta la ratifica del Piano per il Diritto allo Studio di quest’anno scolastico. Non sappiamo perché dopo mezzora di beghe da cortile del sindaco che, mestiere usuale, giustifica le criticità abitative d’emergenza attribuendo la responsabilità ad altri; latte, latte intero alle ginocchia e ce ne siamo disinteressati. Perdona loro perché non sanno quello che fanno; la frase è già sentita e riguarda altri ben più elevati momenti della storia dell’uomo, ma la frase viene a pennello.

Prendiamo l’argomento della scuola statale e gli adempimenti come li affronta il Comune.  I lettori penseranno a cosi implementali la cui assenza è sempre più avvertita come seria e indifferibile:  educazione civica pratica e diffusa; principi di programmazione informatica; uso funzionale di PC e tablet; principi di base dell’economia. Niente di tutto questo; se si esclude la lingua inglese, ecco cosa viene comunicato: Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti



SetPageWidth