Archivio per la categoria ‘Pubblica Amministrazione’

INPS: il bilancio “sociale” 2017… quante cose s’imparano!

Su questa relazione nei media di ieri (compresi radio e tv, per quelle che abbiamo ascoltato) non è apparso nulla, al bar sport si direbbe “una bella fava”. L’unica eccezione trovata è un succoso rendiconto in un articoletto di Italiaoggi (VEDI). giornale dedicato a professionisti, non certo conosciuto dal grande pubblico.

Eppure questi dati (alcuni ne riporteremo) meriterebbero di essere conosciuti da tutti, diffusi e stampati nella mente. Di chi lavora e versa, ma anche di funzionari e dipendenti INPS, delle imprese (ma queste anche se non precisa, la situazione l’hanno ben presente). I politici lo sanno già, ma loro sono interessati al consenso, ai voti.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Governo del Cambiamento? Il debito pubblico non basta, avanti con le assunzioni pubbliche

L’editoriale di IBL (Istituto Bruno Leoni) è piano, descrittivo,  semplice. Una descrizione puntuale di buona parte delle regole, leggine e normative che negli ultimi decenni i politici pro tempore hanno emanato. Tutte prive del benché minimo effetto. Il Governo del Cambiamento vede adesso come Ministro alla P.A. l’avvocato Giulia Bongiorno, il quale se ne esce con un Programma della concretezza.

Non anticipiamo ciò che alla fine della descrizione, l’editorialista descrive sul contenuto di una proposta di legge; per fortuna siamo alla proposta… quindi gli effetti per i nostri conti non sono ancora operanti: ci vorrà il suo tempo perché l’iter di legge diventi “concretezza”. Per nostra fortuna.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Buccinasco: i dipendenti, le qualifiche, le responsabilità i danni che paghiamo

Esiste un ambito del sito di Buccinasco che si chiama Amministrazione Trasparente (VEDI), istituito per legge dall’allora Ministro Brunetta. Quanto sia aggiornato non è data sapere perché nei documenti esposti non è riportata la data dell’ultimo aggiornamento. Secondo il principio,  non scritto, che ferreamente tutela i P.A.: ciò che non è esplicitato dalla normativa non è dovuto. Fa niente che nel più semplice e piccolo degli artigiani, non esiste un documento che sia privo di data (se un documento è privo di data, secondo i codici è da considerare anche privo di efficacia).

Entro questo sito si può trovare il Costo del personale a tempo indeterminato (aggiornato al… 2013!). Si può trovare il titolo Retribuzione Annua Lorda del Segretario Comunale. Solo il titolo perché mancano gli allegati! Sono elencate otto Posizioni Organizzative (che vorrebbe dire responsabili di servizio); queste sarebbero aggiornate, compreso il Responsabile Lavori Pubblici: assunto dal Sindaco a termine, che a lui risponde. I dipendenti e l’assenteismo sono aggiornati fino a Settembre.

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento


L’acqua a Milano; Cap Holding riduce le tariffe? Sarà da vedere…

Com’è risaputo da molti, una delle iniziative del Contratto di Governo è relativa alla proprietà pubblica della gestione dell’acqua come prevista dal referendum del 2011: uno dei punti che sostiene M5S, o forse la sua ala più statalista. Fatto sta che ci stanno lavorando, e dobbiamo attenderci novità.  Viene lamentato un eccesso di utili che restano nelle società mentre si dovrebbero ridurre le bollette. Si dovrebbero smontare le società municipalizzate facendole diventare direttamente attività comunali (o regionali)?

Ora la gestione degli acquedotti in Italia, salvo una minoranza dei casi, fa parte delle proprietà pubbliche attraverso società municipalizzate, ovvero società di capitale apparentemente private (S.p.A. o S.r.l.) ma dal controllo pubblico totale (100%), o pressoché tale. Spiegare agli statalisti M5S che un controllo di questo genere non cambia in nulla la proprietà, non dovrebbe essere difficile (VEDI comunicato M5S). sarebbe bene invece che si preoccupasse dell’infrazione dell’Europa,sullo stato dei nostri sistemi di distribuzione e fognari, per i quali paghiamo multe salate).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Servizi pubblici locali: la rivoluzione in Italia comincia da Roma?

Teoricamente già la legge 142 del 1990 aprì il settore, sia pure timidamente, a dinamiche concorrenziali, sotto la spinta dell’influsso comunitario. La riforma del Testo Unico sugli Enti Locali (l. 448/2001) si spinse oltre, definendo come “prioritario” l’obiettivo dell’apertura al mercato nei servizi pubblici locali. E così via, di riforma in riforma, senza tuttavia riuscire a intaccare la sostanza: oggi come trent’anni fa, nei servizi pubblici locali le società a partecipazione pubblica rappresentano la stragrande maggioranza degli operatori attivi sul mercato.

Le aziende comunali, provinciali o regionali in Italia sono nella quasi totalità a controllo pubblico (fanno capo ai comuni; alcune sono tanto grandi da essere quotate in Borsa, mantenendo il controllo pubblico sostanziale). L’Europa, la vituperata Europa, sono ormai trent’anni che ha sviluppato indirizzi “di mercato” sul presupposto che la condizione di concorrenza porta a ridurre sovracosti e sprechi. Nei servizi pubblici si voleva portare a migliori servizi con costi minori per i Cittadini.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Imbecilli a posti di responsabilità? Capita che siano utili perché descrivono realtà

Che un funzionario dello Stato di nomina politica, affermi diktat palesemente fuori da leggi e normative costituzionali, che lo faccia (in modo voluto o accidentale) così palesemente come una registrazione ufficiosa, anzi di fatto ufficiale, lo pone nella condizione di essere posto nella categoria degli imbecilli (termine d’origine latina, frequente l’uso nel francese imbecile) che ci piace nella definizione che ne dà il Devoto Oli:

Imbecille (agg. Sm e f): Persona dalla limitata capacità di discernimento e di buon senso o dal comportamento stolido.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Genova, il ponte e il governo del cambiamento che fa? il conservatore?

Scopo di questa riflessione è far capire chi e cosa è il concessionario che ha l’obbligo di mantenere e gestire in sicuezza le reti autostradali dello stato. Indispensabili le conoscenze su strutture per capire le responsabilità. Cominciamo dalla proprietà: una finanziaria Atlantia S.p.A. , società italiana, sede a Roma. Daremo qualche numero, e invitimo i lettori a leggere Wikipedia.

La società concessionaria è Autostrade per l’Italia S.p.A. (di cui Atlantia ha il 100% delle quote). Siamo nel tipico caso di gestione unitaria con medesima proprietà. Il fatturato 2017 del gruppo è stato di sei miliardi ma nel 2018 una complessa operazione ha unificato altri gruppi (Abertis spagnola e Hochtief, ingegneria, tedesca). Il complesso del sistema dovrebbe raggiungere i 12 miliardi di fatturato. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento


CONSIP: un fallimento, e che fallimento! un errore che spaventa

L’idea e il progetto sembrerebbero validi; c’è (o si dovrebbe) star tranquilli su una legge efficace e ben composta, che si propone di blindare gli appalti della P.A. rispetto a infiltrazioni dell’anti-stato nelle sue diverse e multiformi espressioni nel territorio nazionale. Qui siamo in Liguria, terra nella quale la ‘ndrangheta ha fiorito e fiorisce tuttora e non solo d’inverno a Sanremo.

Siamo al 2016 e la CONSIP assegna una gara per la fornitura di ticket restaurant a enti della P.A. la vince una società “ics”, il nome lo spiegheremo poi. Assegnato l’appalto, una serie di P.A. acquistano ticket restaurant da questa società che ha un’introduzione tutto sommato discreta (ogni dipendente anno comporta una spesa per la P.A., e un’entrata per l’azienda fornitrice, di circa 1.440 euro, ma potrebbero essere anche di più, la nostra è una stima).

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Anticorruzione e riciclaggio: la politica ha trovato la soluzione….

Dobbiamo scusarci con i nostri lettori, perché questa riflessione ci fa venire alla mente una delle frasi attribuite al compianto Andreotti: “a pensar male si fa peccato, però spesso ci s’indovina”.  Riepiloghiamo un poco:  a fine anno scorso viene approvata in via definitiva la legge che istituisce il whistleblowing (la denuncia anonima): la possibilità per dipendente o Cittadino che ha rapporti con la P.A. di inoltrare denuncia anonima.

Negli USA la denuncia anonima è legge da 150 anni! non solo. Ma chi inoltra denuncia e fa recuperare soldi all’amministrazione, oltre all’anonimato, ha diritto a una percentuale consistente. Da noi èdiventata legge su proposta di un deputato M5S, presentata nel 2013…: Francesca Businarolo, che ci piace ricordare di nuovo (VEDI qui l’articolo 17 11 2017).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Identità digitale: a cosa serve. Perché Buccinasco deve averla

Vi sono argomenti importanti, anche vitali se guardiamo al nostro futuro prossimo, che sono bellamente “dimenticati” dal sistema dei media, non parliamo poi dei partiti, dei candidati alle prossime elezioni. Uno di questi è l’identità digitale. Definizione che ha carattere non semplice, riconducibile a un principio fondamentale: rendere certo il rapporto nella rete wifi fra i soggetti pubblici e privati, imprese e enti.

Il limite, finora mai affrontato seriamente, di una rete che consente contatti con tutti in tutto il mondo è la certezza dell’identità e la riservatezza dei dati, limitata ai soli contatti ricercati: oggi imposibile. Wifi finora è una piazza nella quale c’è tutto e il suo contrario; quindi viene meno la credibilità dell’interlocutore, la sicurezza nei rapporti quando è indispensabile come: pagamenti, richiesta e rilascio di documenti pubblici, transazioni, partecipazioni a gare, ecc.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento


Consiglio Straordinario sulla SICUREZZA! Lo chiede BucciRinasco

Il Consiglio Comunale del 25 Gennaio, ha parlato di…. ordinaria gestione del Municipio … dimenticandosi di affrotnare il tema più importante e urgente che ci troviamo qui a Buccinasco. in apertura di Consiglio Caterina Romanello ha chiesto la parola per fare una dichiarazione di metodo. L’assenza dell’argomento SICUREZZA! Nonostante le quotidiane criticità che ogni giorno i Cittadini si trovano ad affrontare.

Non affrontare questo tema per parlare di altri argomenti, anche importanti forse, ma certamente più lontani rispetto al sentire dei Cittadini. Con scelte di questo tipo si realizza il distacco fra Amministrazione e Cittadini: il sindaco ha mostrato disinteresse, non rendendosi conto che lui è il primo nella responsabilità di questa assenza, del distacco rispetto ai problemi concreti di Buccinasco. Riportiamo l’interrogazione, perché merita il rilievo e l’approvazione dell’iniziativa da parte dei lettori.

Ingegner Caterina Romanello – Gruppo BucciRinasco
Dichiarazione Consiglio 25 Gennaio 2018

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Sprechi e efficienza: sanità e programmi elettorali

Un giorno sì e l’altro pure non manca il politico candidato che illustra l’efficienza del sistema sanità all’italiana, ripetendo il ritornello che, in rapporto al totale della spesa pubblica, l’Italia è il paese che investe una quota  percentuale minore, mentre viene considerato il più generoso nel coprire i servizi sanitari; il cosiddetto SSN (servizio sanitario nazionale).

per l’Italia sale al 7%, dice il rapporto. Il Ssn è un “datore di lavoro” di massimo peso nella Penisola, tanto che nel 2015 gli occupati nel comparto sono stati 1.796.000. Ma a questo dato ufficiale i ricercatori stimano di dover aggiungere 3-400mila lavoratorori “‘neri o grigi’ che si annidano soprattutto nell’area della cura alla persona”. Tutto compreso, dunque, nel settore lavora quasi un occupato su dieci nel Paese.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento


Whistleblowing. Il pubblico funzionario da oggi è garantito

Una legge arriva finalmente a dare la dovuta protezione ai funzionari o dipendenti pubblici che “soffiano il fischietto” (segnalano alle strutture sovraordinate fatti o ipotesi di illeciti a loro conoscenza). Ieri la Camera ha  votato in via definitiva la legge che determina questa protezione garantendo anonimato e copertura da interventi in qualche modo punitivi nei loro confronti.

Una procedura che negli USA è legge, pensate un po’, fin dal 1863, assicurando anche a chi “soffia sul fischietto”  una percentuale di quanto recuperato dallo Stato. Quanto sia importante un agire severo e conseguente contro i reati che colpiscono la P.A. e perfino ovvio.  In quasi tutti i paesi europei esiste la normativa che protegge  le denunce da Cittadini e da dipendenti che informano su decisioni, atti, comportamenti che recano danno a tutti (VEDI: whistleblowing nel mondo).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Nel silenzio del Municipio, la storia la racconta Nando Dalla Chiesa

Parliamo di via Nearco: la villetta confiscata al boss, confisca che è a mezzo servizio. Un piano rimane alla proprietà, il resto assegnato al comune, che la concede gratis alla Coop sociale Villa Amantea. Fino a ieri anche l’Assessore antimafia  e tutti, a cominciare dall’ex sindaco, ci dicevano che si trattava di sei profughi siriani, minori non accompagnati.

Sul perché di questa confisca a metà nessuno ci ha mai spiegato bene chi l’avesse deliberata, chi l’avesse decisa. Fino a ieri: adesso ce ne racconta la vicenda, in un articolo stile libro Cuore, il professor Nando Dalla Chiesa, su ilfattoquotidiano (VEDI). da leggere, perché interessante, anche per le novità contenute.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

1 Commento


Quattro cosette che un sindaco demerito dimentica (o forse no)

Antefatti: UNO in piena campagna elettorale il “demerito”, in un evento presso i sinti, se ne uscì accusando BucciRinasco come congrega di delinquenti , qualcuno lo ricorderà. DUE dopo l’evento sul viale alberato Di Vittorio, è stato sentito parlare con altri su simili espressioni, nei confronti di un esponente di BucciRinasco. Richiesto di spiegazioni, ha cambiato discorso. La notizia gira sui social e, evidentemente, ha ritenuto di “giustificare” i termini utilizzati nelle due occasioni.

Sempre il medesimo poco dopo esce con una sua  “considerazione” che di fatto ha il senso di  un attacco violento all’imprenditore, quasi a giustificare il suo comportamento poco civile. Un modo trasversale di “suonare la tromba” senza aprire la bocca. Qui riprenderemo la questione, senza fare nome, per raccontare le cose (i fatti, non le interpretazioni dei medesimi).

Leggi il resto di questo articolo »

6 Commenti



SetPageWidth