Archivio per la categoria ‘Pubblica Amministrazione’

Pubblica Amministrazione incartapecorita. Proviamo a cambiarla? Buccinasco se ne frega, e assume

Un articoletto in fondo pagina a Corriere Economia, il 3 Ottobre, ci informa di un’iniziativa congiunta del Corriere e dell’Università Bocconi ma anche del Comune di Milano: una competizione aperta agli studenti di tuti gli atenei. La trasformazione digitale della P.A. I progetti migliori verranno presentati il primo Dicembre  al   Pavaglione Unicredit (faccio uso del termine italiano tuttora in uso a Bologna e non solo, non comprendo l’inglesismo pavilion) di Piazza Gae Aulenti.

Sorprendente la presenza di un ente pubblico P.A. come il comune di Milano, in una iniziativa del genere.  Assenti ministeri; ma le università pubbliche dove sono?È risaputo da chiunque si occupi di organizzazione che nel mondo pubblico in Italia con oltre 3 milioni di addetti, l’eccesso di personale ha una misura che va da un quarto a un terzo del totale (dal 25% al 33%), se non oltre.

Leggi il resto di questo articolo »

8 Commenti


AI CORROTTI IL 416 BIS? Confindustria deve avere coraggio, ma anche l’Assessore antimafia a Buccinasco

In Parlamento, per una volta, è riuscita a passare (27  settembre)una legge che, riguardo al connubio mafia/partitocrazia/imprese, ha messo a fuoco un meccanismo che mette a fattor comune la mafia dai colletti bianchi con il sistema che rende praticabile il riciclo del danaro sporco oltre agli affari diretti che coinvolgono la P.A. Una sorpresa che è anche un azzardo, sarà da seguire nella sua evoluzione.

Le spinte perché la “corruzione” (nelle sue tipologie: imprese e area politica) non sia considerata penalmente entro il 416bis saranno enormi, insistite e di varia natura. I ministro della giustizia Orlando sarà subissato di pressioni, consigli, messaggi, saggi e trattati perché faccia un passo indietro. Come sempre alla approvazione della legge, devono seguire le disposizioni attuative…. Senza le quali la legge c’è ma è come se non ci fosse. Sarà così anche in questo caso?

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


‘ndrangheta a Buccinasco: Piazza Affari del Nord lo spiega la DIA

Il giornalista del Corriere (Cesare Giuzzi)  autore dell’intervista a tutta pagina nella quale campeggia il titolo Buccinasco Platì del Nord, intervista ove si riporta l’affermazione del sindaco che la coalizione Nicolò Licata sindaco (ex maresciallo dei carabinieri in quiescenza) ha ricevuto i voti della ‘ndrangheta a Buccinasco. Da noi seriamente contestata (VEDI)

Proprio lui, quello che ci ha fatto la lezioncina su facebook per confermare lo slogan e la pervasività dell’anti-stato a Buccinasco, dichiarandosi disponibile a discuterne. Invitato qui a dibatterne e dimentico, assente (da Luglio. Sarà ancora in ferie?),.Vedremo di stanarlo noi, visto che ci ha gratificato di queste espressioni:

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

7 Commenti


Pubblica Amministrazione italiana: ci distinguiamo nel mondo

Ilsole24ore pubblica una rubrica giornaliera chiamata “infodata”, nella quale sono proposti numeri e comparazioni che spesso, molto più di tanti discorsi e osservazioni,  danno l’idea più convincente che viene dalle cifre.  Quasi sempre si scoprono aspetti interessanti, resi più chiari, di fenomeni complessi. Un aiuto a capire, spesso utile.

Ciò che questa volta ci colpisce è la comparazione dell’efficienza della burocrazia di un paese, messa a confronto con gli altri. L’Italia ha una P.A. considerata inefficiente e sovradimensionata: detto così è però un giudizio generale, un’impressione che somma il ripetersi di esperienze personali diffuse;  fatti, comportamenti che raccontano i media.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


La corruzione: un tema che oggi non si può eludere

Interessa anche Buccinasco? Le sue elezioni amministrative? Lasciamolo decidere ai lettori; per ora riteniamo utile parlarne qui. Non fa parte del programma elettorale, di nessun programma elettorale. Sarebbe assurdo che una qualsiasi coalizione dovesse assicurare gli elettori che non praticherà la corruzione: che non sarà collusa o concussa.

Ne parliamo anche perchè ce ne invoglia Piecamillo Davigo (uno del team mani pulite degli anni Novanta), con un suo libricino IL SISTEMA DELLA CORRUZIONE:  da poco uscito, con un veloce passaggio in TV a mezzo giorno (?), quasi nessuna recensione. Basta questo per capire che non è gradita l’analisi compiuta dal magistrato (oggi presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati) dal sistema che oggi tutto avvolge e domina.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

3 Commenti


Democrazia partecipata che non c’è: non è stata voluta

La chiamano, nel titolo, DISCIPLINA DELLA PARTECIPAZIONE POPOLARE. Di fatto regolamenta i modi con cui i Cittadini (quelli che pagano, gli azionisti) possono e sono autorizzati a chiedere informazioni, a formulare proposte, a interloquire con la P.A. (con i nostri concittadini eletti, che hanno l’onere di gestire le nostre risorse). Già il termine è indicativo del metodo.

Si tratta soprattutto di contenere, limitare, subordinare le modalità con cui ci si può avvicinare alla gestione della nostra Comunità. Noi dobbiamo pagare, loro sono “il potere”; al massimo, nel rigoroso rispetto del Regolamento che hanno appena approvato (all’unanimità del Consiglio) concedono che si suggerisca e siano loro a decidere cosa fare.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Berlino: Stampa e Cittadini sono giudici severi; l’Italia assolve e perdona quasi tutto

Un articolo di sei anni fa. Andando a rileggere quanto pubblicato si trovano sorprese. In primis lo scrivere migliorabile, poco chiaro, o perfino con qualche errore che sono portato a giustificare con la fretta, Con il 2017 si entrerà nel settimo anno di Città Ideale e la memoria sempre in linea, necessariamente dovrà ridursi. Sarà romanticismo residuo, sentire che parecchi dei post conservano la loro validità, a distanza di anni? Eccone uno che riteniamo possa meritare la rilettura, scritto il 03 Febbraio 2011….

Quattro esempi recenti  che devono far riflettere

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , , ,

8 Commenti


Ex sindaco scacchi e altro: informare sull’esito è un dovere

Loris Cereda non lascerà un segno indelebile nella vita della Comunità di Buccinasco, almeno riguardo al mandato per il periodo che ha condotto.  La faccenda che copre ogni  altra fu un intervento da squadre anticrimine di serial tv, avvenuto di notte, con elicotteri e mezzi militari diversi. Non è il caso di ripetere la storia.

Vicenda che ha visto tutti gli altri incolpati (o quasi) a patteggiare o a trovare poi soluzioni sminuenti o positive sul piano penale. Loris Cereda no! Non raccontò ciò che gli inquirenti e i giudici da lui volevano: non ammise colpe e subì conseguenze quali arresti preventivi e infine, sulla questione di Buccinasco più, rimane unico colpevole (finora, è da sperare).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

7 Commenti


Elezioni si avvicinano a Buccinasco: molti si fanno notare in negativo

Vengono in mente le stampe delle elezioni del Settecento inglese, allora basate sul censo (chi non pagava tasse non aveva diritto al voto). Candidati allegrotti e alticci, elettori altrettanto sbragati, scambio di banconote, ecc. Già allora, la nascente democrazia moderna non si distingueva molto dagli oratori ateniesi del 550 A.C. che promettevano salsicce. Insomma è un difesso costitutivo del voto per delega, c’è sempre stato.

Ciò non vuol dire che nel terzo millennio si debba continuare facendo uso dei medesimi deplorevoli metodi. Oggi la democrazia ha la possibilità di superare queste miserie. Anzi, le deve superare se non vuole suicidarsi. Il far politica di mestiere, per farsi gli affari propri o manovrando per essere eletti al fine di eseguire affari altrui è giunto al suo traguardo, anzi al binario di testa. Deve alzare l’asticella e, grazie alla più elevata cultura media dei Cittadini, trasformasi in espressione reale della volontà popolare.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Giunta comunale: un campione delle decisioni a suo modo istruttivo

Città Ideale esamina qui le deliberazioni o determine di Giunta pubblicate il primo Settembre. Dati i contenuti abbiamo ritenuto di dover condividere queste delibere, ciascuna con sue caratteristiche proprie. Ci può aiutare tutti a agire in modo più razionale e coerente, a migliorarci: lo auguriamo anche a questa Giunta.

Cominciamo con una lamentela dell’estate: l’illuminazione pubblica. La Giunta delibera di rimettere in funzione due pali: uno in via Duse (le poste) l’altro in via Emilia. Perché per ogni palo sembra sia richiesta la delibera di Giunta. Sembra di capire che il contratto di fornitura, preveda un contratto flat (tutto compreso, pure l’energia) privo della manutenzione o il cambio delle illuminazioni. Ma le altre spente di cui più volte si registrano lamentele ?

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Buccinasco: unioni civili e matrimonio. La Presidente del Consiglio vorrebbe obbligarci

Come l’ex Consigliere Errante (ora sindaco di Corsico) Città Ideale ha sostenuto e indirizzato Coalizione Civica perché la proposta di Fiorello Cortiana marcasse la differenza fra matrimonio e unione civile. Sono due cose diverse e questo abbiamo sostenuto. Il matrimonio, dice la Costituzione (art. 29):

«La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio. Il matrimonio è ordinato sull’eguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell’unità familiare».

Come ha sostenuto qualche politico, un giorno in cui, quando si è alzato, ha dimenticato il comprendonio nel comodino: la Costituzione non specifica  il sesso dei coniugi. Viene da ridere tanto è puerile, ma sembra che il parlamento abbia considerato questa mancata specifica (del 1948)per far passare la parificazione costituzionale fra unioni civili e matrimonio. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Sistema parti/coop: da Stato di Diritto a giustizia “in armonia”

Da tempo Città Ideale un dubbio se lo poneva, in modo crescente. Esposti diversi inoltrati a chi di dovere che vengono a conoscenza degli amministratori o loro entourage, tempo un giorno o due. Una volta può succedere; allora si percorre un’altra strada; con lo stesso risultato. La questione cambia quando il destinatario è, diciamo così, fuori dell’ordinario e del territorio.

Allora, prima che la notizia arrivi ci vule un po’ di tempo, ma poi si torna nella norma: chi è interessato viene a sapere.  Si cerca di metterci una pezza, in qualche modo, purché resti una dimostrazione di buona volontà (dopo anni di dimenticanza). Abituati a prendere atto della realtà, se ne prende atto.  Però si archivia e si ridispongono le carte, cercando di mettere a posto i tasselli, di sistema il puzzle perché la faccenda diventi chiara.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Buccinasco: stakeholders, elezioni e gestione del municipio

In democrazia uno vale uno: ogni Cittadino ha diritto a un voto, non di più; tutti i Cittadini maggiorenni hanno il diritto a votare. Se dovessimo approfondire il criterio su cui si fonda il principio; sui pro e i contro, sulle sue pratiche applicazioni, non basterebbero i volumi di una Treccani. Questione dibattuta, su cui ci sarà sempre da discutere.

Semplificando e arrivando al nocciolo, per Città Ideale sarebbe opportuno l’inserimento di un filtro che si interponga fra il diritto di voto e il suo esercizio. Qualcosa del genere succede negli USA, ad esempio: il Cittadino che intende votare deve recarsi agli uffici elettorali e manifestare la sua volontà, iscrivendosi.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Italia (e Buccinasco?): inefficenza e corruzione ci inchiodano

Questa volta a mettere il dito sulla piaga è uno studio della BCE (quella governata da Mario Draghi). Il bollettino bimestrale è uno studio che, partendo dall’economia e finanza europea, abbraggia in generale tutti i fattori mondiali significativi che permettono di avere un quadro di riferimento sulle scelte da compiere.

L’ultimo è uscito ieri, 4 Agosto, con scarsa eco nei media principali, economici, nazionali, radio tv. Lo si trova in nel sito di Bankitalia (VEDI). Un condensato (158 pagine) che richiede conoscenze diffuse, interessi finanziari e economici, ma anche inevitabilmente politici, per i loro effetti che vengono pacificamente presentati, senza polemiche, nella fredda analisi dei dati (banchieri ed economisti sono portati a questo stile, che è più serio, anche se non ci sarà mai garanzia di verità scientifica). Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Borsellino e il 19 Luglio: facciamone una commemorazione vera

Una delle date che ogni anno ci ricordano Cittadini esemplari. Sono troppi, a farne i nomi non si finisce più. Quelli che, come Borsellino, diventati icone dell’Italia pulita e per bene, altri che tali non sono perché meno efficaci nell’immaginario anche se altrettanto esemplari: gli uomini delle scorte su tutti. Se ci si riflette, a queste commemorazioni si affianca spesso un moto di stizza; solo un attimo fugace ma che ci resta dentro.

Commemorazioni che hanno il senso del rituale vuoto. Per avere un significato vero, ciascuno di noi Cittadini, ma soprattutto coloro che hanno funzioni pubbliche fino ai reggitori dello Stato, dovrebbero presentare un rendiconto, farsi l’esame di coscienza e chiedersi:

cosa abbiamo fatto quest’anno perché il sacrificio di Borsellino sia onorato da norme e procedure che continuino oggi il percorso, il suo agire, il suo dovere al Paese, a noi cui ha consapevolmente offerto la sua vita?

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

6 Commenti



SetPageWidth