Archivio per la categoria ‘Energia’

Illuminazione negli enti locali: CDP illustra le inefficienze (anche di Buccinasco)

La situazione generale su scala nazionale, relativa all’argomento illuminazione pubblica, certifica inefficienza, incapacità, con lo spreco di risorse che ne conseguono. In definitiva un disastro al quale si deve mettere mano, farlo in tempi solleciti e con modalità il più possibile standardizzate. Buccinasco in questo contesto non si distingue, siamo immersi mani e piedi nel mare di inefficienza, che costa al paese 2miliardi l’anno.

Il rapporto di CDP dell’Agosto 2016, di cui abbiamo già accennato, va letto da tutti gli interessati e valiutato con grande attenzione (pagine 32 – 40: VEDI). Deve essere fatto proprio (metabolizzato) da amministratori e forze locali, fatto conoscere ai Cittadini perché partecipino, individuando il modo corretto e efficace di procedere perché si arrivi presto alla sua realizzazione.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Rinnovabili e loro costi: gli errori non teniamoli sotto il tappeto

Che l’energia vada verso un futuro nel quale i fossili rappresentano una riserva da utilizzare con prudenza, sembra percorso obbligato. L’industrializzazione ha consentito crescita della ricchezza complessiva e individuale, aumento della popolazione da 1 a 7miliardi (e stiamo andando verso i 9). Non si può andare all’infinito così e le alternative vanno affrontate anche adesso.

Tuttavia il tema energia (e quello in generale del produrre e consumarne) non è di quelli che si risolvono con uno switch: sono cambiamenti che richiedono decenni e decenni, con un costante e continuo bilanciamento fra investimenti e sovraccosti. Occorre prudenza e misura, lasciando nel loro brodo i pasdaran della energia facile che risolve tutto, basta volerlo. Leggi il resto di questo articolo »

3 Commenti


Acqua pubblica (statale): referendum e 65 miliardi di buchi

Il referendum per l’acqua pubblica, per escludere le società private che, non sia mai, puntano al profitto, l’acqua gestita dallo Stato senza fini di lucro è giunto al capolinea. Buttato nel cestino: lo Stato non è capace di una gestione efficiente, non può destinare 65 miliardi di investimenti per adeguare la rete alla normativa europea, su cui paga, e chissà per quanti anni pagherà una multa all’UE.

Città Ideale aveva avvertito: non esiste un servizio gratis, se per renderlo disponibile occorrono investimenti per realizzare e mantenere reti efficienti. Qualcuno questi capitali li deve tirar fuori: se la gestione è statale (pubblica è un sinonimo che attenua il termine statale) bisogna destinare danari dalle tasse dei Cittadini, in una coperta sempre corta, che deve reperirle tagliando altri servizi. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

2 Commenti


Il lato positivo dei termovalorizzatori

Il Comunicato di Rossano Ercolini, fatto proprio da M5S che ce l’ha inviato e pubblicato pochi gioni fa, ha dato vita a considerazioni preoccupate e dubbiose di Andrea. Rinaldo Sorgenti ha poi fatto pervenire queste considerazioni, che vedono la situazione dall’altra parte. La visione “energetica” dei rifiuti: giusto farla conoscere ai lettori per una riflessione non di parte, una crescita delle conoscenze.

Da una prima analisi delle documentazioni fornite, sorge l’esigenza di un approfondimento, per tutti. Diventa essenziale ed anche qui il sistema di comunicazione in Italia è inadeguato se non assente. Quanto sia importante la diffusione delle conoscenze fra i Cittadini per avere risultati migliori, ridurre costi e migliorare le rese, portare i volumi da discarica sotto il 10%, è intuitivo. Ne parleremo ancora. Ecco il contributo (titolo della redazione, ndr) Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Mozione di Coalizione Civica sulla ricerca di idrocarburi gas

Innanzitutto si deve dare atto che l’interrogazione ci è stata proposta dal Movimento Cinque Stelle di Buccinasco e i consiglieri di Coalizione Civica hanno fatta propria l’iniziativa, che quando scriviamo dovrebbe essere già depositata. La mozione è ampia e articolata (VEDI per i lettori interessati a documentarsene). Città Ideale ne fornisce una spiegazione motivata, con le sue osservazioni.

La legge cui si richiama la mozione va sotto il nome “Sblocca Italia”, termine col quale il premier ha inteso dare enfasi a un tentativo di superare la miriade di enti e pareri necessari per poter fare, per poter lavorare, per poter investire (VEDI, sempre per i lettori giudiziosamente interessati).  Fra la quarantina di articoli che prevede la legge, il 38 (Misure per la valorizzazione delle risorse energetiche nazionali) , al comma 2 dice quanto segue:

2. Qualora le opere di cui al comma 1 comportino variazione degli strumenti urbanistici, il rilascio dell’autorizzazione ha effetto di variante urbanistica. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

6 Commenti


Buccinasco e il suo bilancio: parliamo dell’energia?

Un discorso complesso che richiederebbe un piccolo trattato. Limitiamoci alle situazioni macroscopiche per capire le dimensioni del problema e cercare di individuare le alternative possibili allo scopo di contenere i costi e migliorare i risultati. Faremo quindi solo un accenno alle tematiche su cui lavorare, tuttavia crediamo che fra i lettori non saranno pochi quelli che si sorprenderanno.

L’energia nel nostro comune riguarda l’approvvigionamento elettrico, il gas o più in generale il riscaldamento dei locali in gestione la comune (che comprendono anche le scuole statali, ma non quelle parificate); inoltre  l’illuminazione pubblica. Fermiamoci qui anche se si potrebbe aggiungere il settore dell’acqua (proprietà di società municipalizzata, quindi pubblica che la Comunità ha a loro conferito), e altre questioni annesse. Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Acqua pubblica: soldi buttati e sanzioni UE da miliardi

L’acqua è pubblica, è di tutti. Mettiamo il coltello nella piaga e ricordiamo le stupidaggini nobilitate a slogan insulsi per un referendum che aveva lo scopo di lasciare la gestione degli acquedotti in esclusiva a enti e aziende pubbliche. Pubbliche in senso di monopoli statali autoreferenziali.  Tutto nelle mani del sistema partitocratico.

Il doppio senso del termine “pubblico”, nel senso di bene di tutti e nel contempo di “monopolio statale” ha preso per i fondelli i Cittadini che sono andati a votare avendo a cuore il primo significato. La politica, i partiti progressisti alla soviet che sull’ambiguità hanno convinto a farsi votare la loro proprietà esclusiva del sistema acqua. Tutti felici e contenti: il nostro vicesindaco su tutti, con un peana usuale oltre ogni limite. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

11 Commenti


Riduzione della spesa: l’esempio di Cottarelli trova adesioni

Città Ideale sul tema dell’illuminazione ha ripreso e commentato con favore una questione che il commissario per la inglese spending review (l’italiano riduzione della spesa, fa paura ai nostri politici) ha postato sul suo sito (VEDI il 28 agosto). Il tempo di una analisi di massima e la municipalizzata A2A ha giocato la sua carta. Ce ne chiede il rilievo dovuto Rinaldo Sorgenti, con piacere.

Viene bene anche per farsi pubblicità e l’annuncio ha un filo eccessivo di trionfalismo, ma l’esito dell’investimento è concreto. Giusto riconoscerlo. Forse non tutto sarà fatto così velocemente; forse i risultati saranno un po’ gonfiati, ma non c’è dubbio che il risparmio arrivi. Non è chiarito il costo degli apparecchi a led e chi li pagherà (sembra di capire che sia il Comune di Milano). Il dato consentirebbe di stabilire per i Cittadini il punto di ritorno dall’investimento.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

3 Commenti


ENERGIA, ELETTRICITA’, ILLUMINAZIONE IN EUROPA E IN ITALIA

Rinaldo Sorgenti, da esperto del ramo energia, ci fa avere le sue riflessioni al riguardo, che possono sembrare diverse, ma non lo sono. L’ottica con cui esamina la situazione ed i dati che ci fa avere, molto interessanti, riguarda l’impiego nazionale dell’energia. Utile la riflessione, che paradossalmente rende ancor più marcato lo spreco nell’illuminazione pubblica viste le differenze produttive e di costi.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

7 Commenti


Sprechi e tasse nascoste. Illuminazione: chi ha paura del buio?

Il titolo è in parte preso dal sito di Carlo Cottarelli (il responsabile della Spending Review, nominato da Letta, non proprio in sintonia con il dichirante-nullafacente Renzi). Un sito che contiene non moltissime ma succose considerazioni, che invitiamo i lettori a seguire (VEDI).

Chi ha paura del buio?

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

5 Commenti


Parco Sud Milano: si ripete la faccenda di Vignate?

Cominciamo col parlare di TERNA. Gestisce le reti alta tensione in Italia. Già ENEL, controllata ora da Cassa Depositi e Prestiti (Min Finanze). Monopolista delle reti di distribuzione.  Quotata in borsa, in questi giorni ha ceduto il 35% (senza gara) al gruppo statale cinese: State Grid per 2,1 miliardi. Nel 2013 ha fatto 1,8miliardi di ricavi e 1,4miliardi di Ebit (utile sostanziale).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento


Il gap dell’Italia aumenta: le energie rinnovabili penalizzano le imprese

Dobbiamo a Rinaldo Sorgenti,  specialista del settore, una serie di considerazioni di questo periodo che girano intorno ad una piccola finta riforma di Renzi. I media televisivi manco ne parlano e sui giornali vi sono articoli dal contenuto specialistico. Abbiamo riunito per la loro omogeneità gli articoli che ci ha sottoposto L’amico Rinaldo. Richiedono una buona mezz’ora di lettura ma, avendone tempo, vale davvero la pena (VEDI).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

4 Commenti


ACQUA SPRECATA: Buccinasco lo mette in Statuto

Il nostro Statuto certifica che a Buccinasco l’acqua è pubblica. Come se qualcuno avesse mai proposto di privatizzarla (risalendo fino a Noè, quando il diluvio ne aveva data davvero troppa). Anche l’acqua prelevata dalle “sorgenti” o dalla seconda falda (a 100 metri, è la stessa minerale) e venduta in bottiglia è pubblica. Ciò che viene pagato dal consumatore non è l’acqua ma il confezionamento, trasporto e pubblicità.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

3 Commenti


Energia: dal Progetto Energia Buccinasco all’Italia

L’Energia, tema di uno stato riguardo ad autonomia, approvvigionamenti, dipendenza strategica del Paese, è questione che in Italia è trattata solo da riviste specialistiche di geopolitica o di macroeconomia. Non fa parte degli argomenti di cui la nostra politica (e i nostri media di conseguenza) si debba preoccupare. Anzi: meno se ne parla, meglio è.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

5 Commenti


Chi fa cosa? Progetti a tutto gas!

(Andrea Dalseno 20 Febbraio 2014) Leggo in questi giorni che il vicesindaco, che per inciso non dovrebbe più avere la delega in materia, (ri)propone l’apertura di un distributore di gas (sia GPL sia metano) corredato di colonnine per la ricarica delle auto elettriche.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

31 Commenti



SetPageWidth