Archivio per la categoria ‘Consiglio Comunale’

Ora di educazione civica a scuola: Il sindaco non può nulla, dice. Lo smentisce il sindaco di Milano

Le minoranze, tutte unite, hanno presentato un odg unitario nel quale rilevano un silenzio imbarazzante di tutta la maggioranza, del sindaco, dell’Assessore alla partita (in questo caso Scuola e istruzione): VEDI. Fra le diverse motivazioni,anche per porre in evidenza l’assenza illogica di Buccinasco e del sindaco, della maggioranza tutta,  vien riportata la dichiarzione ufficiale del sindaco della Città Metropolitana Giuseppe Sala. Eccola

Che il Sindaco di Milano Giuseppe Sala così si è espresso: In più di una occasione ho dichiarato quanto sia necessario insistere sull’educazione di bambini e ragazzi al rispetto della città, e di tutto ciò che è bene comune. Muri imbrattati, giochi spaccati, cartacce buttate a terra, solo per indicare alcuni degli effetti della mancanza di educazione, ma anche ignorare i principi su cui si fonda la nostra Repubblica, a cominciare da quello di uguaglianza nei diritti e nei doveri, ci dicono che è il momento di tornare ad insegnare queste norme nelle scuole, come accadeva tanti anni fa. È l’opportunità per aiutare i nostri ragazzi la a formare un senso critico e a capire quanto la cura del luogo in cui abitano e il rispetto delle regole di convivenza siano fondamentali per essere veramente dei buoni cittadini. Per questo sosteniamo con convinzione la proposta di Anci e anche a Milano procederemo alla raccolta di firme” (20 Luglio).

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Consiglio Comunale: una parata della maggioranza, che fa ciò che vuole, senza freni

Ormai è un appuntamento: dopo il Consiglio ci viene la lettura semiseria che rendiconta gli argomenti e gli interventi. Pubblichiamo tutto, volentieri. Anche questa descrizione è utile per comprendere la sostanza di un sistema che di democratico ha pochissimo, praticamente nulla.

Tratteremo gli argomenti singolarmente (ve ne sono diversi) con il solito sforzo di analisi che riguarda i contenuti rispetto alle scelte, alla loro funzionalità, all’equilibrio. Si tratta di gestione dei nostri soldi, quelli che versiamo, direttamente e indirettamente. Fino all’ultimo euro vengono dalle nostre tasche, mentre il sindaco, da questa descrizione, fa la figura del maleducato sulla proposta dell’ora di educazione civica proposta dall’ANCI, ricordatagli dalle minoranze. Non riesce proprio a svolgere il ruolo che dovrebbe competergli.

#BUCCINASCO: PERLE DEL CONSIGLIO COMUNALE
(da ridere e condividere) Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Controllo di Vicinato (alias Sorveglianza di Quartiere) a Buccinasco: tener fuori i Cittadini

Buccinasco nel Luglio 2015; come evoluzione e  conseguenza di una manifestazione di Cittadini promossa da Alberto Schiavone (e credo anche Mirko Landenna) , sul tema della sicurezza, in quel periodo particolarmente caldo per la frequenza di piccoli e meno reati, a cominciare da furti in casa (anche nella forma di truffa o addirittura rapine).

Il sindaco d’epoca: Maiorano, chiuso in Municipio, non ricevette i rappresentanti dei Cittadini, accusati di fomentare apprensioni ingiustificate. Vennero sciorinati dati che dimostravano in Italia la riduzione delle denunce, ecc. Unica soluzione affidarsi alle forze dell’ordine e alla Polizia Locale. Insomma: il nulla; noi amministratori non possiamo fare nulla, voi Cittadini nulla potete fare.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


I fuochi del Sud Ovest, la risposta del sindaco: adesso Cittadini e minoranze coinvolgono il Parlamento

L’estate scorsa, in prevalenza le segnalazioni  e i disturbi ai Cittadini sono intervenuti durante il periodo estivo (Luglio – Settembre): fuochi nell’area parco risaie o confini. La situazione, particolarmente intensa, ha generato proteste e segnalazioni diverse, relative a miasmi e fumi nei quali era prevalente il sospetto di plastica e gomme.

Nel silenzio dell’amministrazione sono intervenute iniziative della minoranza: raccolta firme da  Cittadini vicini a M5S e Lega, ma anche un’interrogazione del Consigliere Caterina Romanello di BucciRinasco. L’interrogazione di Romanello denuncia al sindaco (seduta del 01 ottobre 2018): Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


ANCI lo propone. Buccinasco non vuole che si riporti nelle scuole l’ora di educazione civica?

Quasi casualmente, poiché l’operazione la compiamo raramente, troviamo su un settimanale comunale dell’hinterland di Milano un invito del sindaco ai suoi Cittadini perché si rechino a firmare la proposta di legge d’iniziativa popolare allo scopo di ripristinare l’ora di educazione civica (VEDI). un discorso pacato dal chiaro intento civico e civile.

Andiamo allora a verificare il sito dell’ANAC (associazione nazionale comuni italiani): (VEDI). Un’iniziativa partita quattro mesi addietro, promossa da una marea di capoluoghi e città, paesi d’ogni dove e tipo, che coinvolge tutta Italia. Il senso di vivere un progressivo degrado nelle scuole, nei luoghi pubblici, nei mezzi locali e nei treni, sulle strade, è percepito da tutti, quasi ogni giorno.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Il bilancio di Buccinasco e i rifiuti che aumentano di 55mila euro (sbagliato!)

Il sindaco nel presentare l’aumento nel bilancio 2018 lo spiega in modo “aggiustato” (VEDI le sue parole nel  nostro articolo del 14 Ottobre). Dice che aumentando il lavoro a causa dei trasferimenti da Calabria, Campania e Lazio, aumentano i costi… Mentre ad aumentare sono i ricavi per A2A! spieghiamo come, con l’aiuto di Milena Gabbanelli.

Lo spiega in un articolo de ilcorriere il 29 Ottobre (VEDI: molto interessante). La legge sblocca Italia di Renzi del 2014 stabilisce quanto segue:

“negli impianti di recupero energetico deve comunque essere assicurata la priorità di accesso agli impianti prodotti nel territorio regionale, fino al soddisfacimento del relativo fabbisogno e, solo per la disponibilità residua autorizzata, al trattamento di rifiuti urbani prodotti in altre regioni.”

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Buccinasco: Cosa non si fa per andare sui giornali

Amministrare un comune si può farlo come Musella di Assago. Ascolta tutti, si informa, discute e decide, senza fare dichiarazioni stentoree. Tiene il basso profilo, non condanna e non promuove.  Il suo agire lo definisce dopo cinque anni la Comunità dei Cittadini che amministra, che giudica i fatti, ciò che ha compiuto, poche, quasi assenti, le dichiarazioni, virgolettate sui giornali.

Poi ci sono i sindaci come il nostro attuale a Buccinasco: in Consiglio esprime giudizi sui Consiglieri che meriterebbero spesso la censura (che non viene mai). Esce ogni volta sui giornalini più o meno locali con il suo “quote”: la frase virgolettata, la dichiarazione personale che non spiega, ma giudica e sentenzia. Lui vede Buccinasco divisa in due: chi lo sostiene (una minoranza dei residenti e dei votanti) e gli altri: tutti gratificati da attacchi, critiche, condanne. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Palazzetto dello sport: 3,8 milioni + 250mila fanno 4.050.000

i 250mila del progetto sono da considerare già spesi. Lo ha deciso il Consiglio Comunale del primo Ottobre. Ci vuole questa cifra per avere un progetto esecutivo. Col progetto esecutivo in mano… si va a costruire? Si dovrebbe ma…  prima “bisogna chiudere la partita finanziaria” ci dice il sindaco.

“c’è una spesa ingente che è quella della progettazione dei lavori di ristrutturazione del centro sportivo Scirea che anticipiamo, quindi immediatamente gli uffici procederanno entro la fine dell’anno ad incaricare il progettista e quindi di fatto avremo, nei primi mesi del 2019 il progetto esecutivo …. perché come abbiamo già detto il palazzetto potrebbe costare intorno ai 3 milioni e 8, si andrà alla gara ed alla costruzione che dovrebbe terminare nel 2021.” Pruiti pag 50.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Palazzetto dello Sport: il comune fa l’imprenditore con le nostre tasse

Eppure nel Consiglio del primo Ottobre la faccenda è stata illustrata, esaltata. Una pensata della maggioranza, un punto del programma da realizzare che diventa concreto, ecc. Come fa a diventare concreto? Il sindaco ha il suo solito stile provocatore. Ne fa una questione di oggetto cult, che chiama Olimpia Buccinasco:

Chi vota contro questo, vota contro l’Olimpia Buccinasco, perché con questo metteremo le reti e i pali nuovi nelle palestre. Vota contro i Bionics Buccinasco, perché qua dentro c’è la tribuna ed il raddoppio. Vota contro le associazioni di questo Comune. Io non vi chiedo di votarla a favore, ognuno faccia come vuole, ma vota contro questa roba qua, non sta votando contro gli alberelli o contro altre stupidate che poi dopo andiamo a vedere. Sta votando contro l’associazionismo di Buccinasco. Quindi vi chiedo una riflessione su questo perché questo c’è scritto qua dentro, perché ogni posta ha una sua uscita e la sua uscita, siccome sta in piedi sia dal punto di vista conto capitale, che è già un miracolo, sia dal punto di vista spesa corrente, chi vota contro vuol dire che non vuole questa roba qui.. Sindaco pag 59.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Variazioni di bilancio: parola di sindaco in Consiglio con qualcosa da spiegare

Variazioni dei costi di preventivo in corso d’anno, nonostante il P.E.G. (piano esecutivo di gestione) che dovrebbe rendere quasi certe le spese di preventivo, tranne fattori imprevedibili o eccezionali. Fattori fra cui non può rientrare un programmato palazzetto dello sport dal costo di 3,5 milioni di euro, a noi sembrerebbe. Gli spostamenti fra un esercizio e l’altro possono esserci, ma cifre dovrebbero riguardare minuzie (questo è un altro discorso).

Ci sembra molto, molto più pertinente riguardo al Palazzetto dello Sport l’argomentare del Consigliere Iocca per Forza Italia: investimenti del genere è bene che il Comune li risolva col projet financing. Finanza di progetto di cui si fa carico il futuro gestore dell’impianto, finanziandone la realizzazione. La gestione Lanati con questa soluzione ha realizzato la piscina Azzurra. In genere si opera in questo modo:

  • il Comune evita investimenti;
  • chi realizza l’impianto è combinazione seria che punta alle entrate della gestione futura;
  • la Comunità beneficia della realizzazione a condizioni economiche predefinite e convenienti;

Che il Comune si metta a fare l’imprenditore di se stesso è questione al alto rischio di inefficienza (se non di dissesto futuro). Ne abbiamo esempi recenti nei comuni del milanese e lombardo, finiti male: ultimo Rozzano. Qui da noi sindaco e maggioranza tirano diritto; speriamo bene e vedremo il rapporto costi e benefici futuri. Ma c’è anche dell’altro da far notare; parole di sindaco a pagina 50 della trascrizione:

Aumento di 55 mila euro della previsione di spesa per lo smaltimento dei rifiuti.

Questo non vuol dire che è diminuita la raccolta differenziata, anzi è aumentata, ho i dati abbastanza recenti siamo al 62%.

Quello che è aumentato, anche qui bontà loro, è il costo degli impianti della Lombardia che sono più efficienti e molto più richiesti rispetto al resto d’Italia e quindi molte Regioni conferiscono i propri rifiuti in Lombardia.

Chiaramente questi impianti, avendo un surplus di richiesta aumentano inevitabilmente i costi e quindi ci dobbiamo mettere altre 55 mila euro.

Non sembra illogico? Il nostro fornitore incassa milioni per la gestione rifiuti. Siamo bravissimi e ricicliamo. Gli impianti AMSA A2A sono i più efficienti e altre regioni consegnano rifiuti per la gestione, la trasformazione in energia con i termovalorizzatori. Le altre regioni pagheranno al Gruppo A2A per questo, ovviamente. Ma forse faranno dei favori a “regioni amiche”? Perché l’operazione viene fatta in perdita ed allora AMSA A2A addebitano il maggior costo ai comuni lombardi!!! Per Buccinasco, ci informa il sindaco, versiamo 55mila euro in più.

Questo dice il sindaco, che con la sua amministrazione viene incontro e paga a piè di lista quanto richiesto. I casi sono due: o il sindaco si è espresso male dicendo le cose in modo impreciso, oppure siamo di fronte a una decisione che ha dell’assurdo, che deve esse contestata. Buccinasco deve rifiutare di pagare costi di gestione rifiuti che riguardano altre regioni.

Qualcosa si può capire da un articolo de ilfattoquotidiano di un anno fa (15 10 17: VEDI). In pratica Campania e Lazio non hanno inceneritori e vendono a noi i rifiuti. Occupano la capacità di assorbimento e i gestori aumentano i prezzi…. a comuni e imprese lombarde?? Sembra  una barzelletta.

Nel totale dell’elenco questa descrizione di mediocre perizia gestionale è passata, inosservata dal Consiglio, che sul merito non sembra aver espresso  osservazioni. Testo alla mano, lo facciamo noi ora, perché si sappia. Perché domani di fronte a pretese del genere la nostra amministrazione sia più avveduta (come ad altre analoghe del duo ATM Comune di Milano, subiamo sui mezzi pubblici).

Tag:

Nessun Commento


Revisori dei Conti nominati al comune di Buccinasco. Unico strumento indipendente di controllo

Sempre il primo Ottobre, il Consiglio viene informato dal sindaco dell’avvenuta nomina del nuovo Collegio dei Revisori. Nella presentazione parla di una presa d’atto del Consiglio. Cosa che invece non è perché la legge chiede la nomina formale da parte del Consiglio il quale soprattutto è chiamato a far emergere eventuali non compatibilità o possibili conflitti di interesse.

Intanto la nomina come avviene. La Prefettura dispone di un elenco di professionisti che chiedono l’iscrizione, su scala regionale. Perché regionale? Evidentemente si vuole evitare l’emergere di conoscenze o conflitti ove l’area di scelta fosse più ristretta. Sull’area regionale si effettua un’estrazione che viene proposta al comune. Se il comune (e il Consiglio che poi approva) non ravvisano contrarietà, i primi tre estratti sono nominati.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


L’industria del sociale che alimenta la precarietà, e i ritorni per le coop

Il sistema coop in Italia si è sviluppato molto e rappresenta oggi una delle realtà funzionali che ci caratterizzano, ma non solo in Italia. Nel mondo felice della crescita la cooperazione ha contribuito e occupato spazi importanti. Soprattutto in agricoltura e nella trasformazione dei suoi prodotti; nella distribuzione, nelle banche locali.

Nel decennio di crisi in Italia il sistema coop ha trovato adattamenti diversi soprattutto nel sociale: sanitario; supporto alle fasce deboli e alle categorie svantaggiate. Sviluppo che ha retto e si è sostenuto con risorse pubbliche che finanziano. Che cresce ancora oggi con meccanismi diversi di adattamento nelle forme cooperative e nel supporto che avviene in varie forme, che si adattano a situazioni particolari.

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento


Buccinasco e la comunità: una delegittimazione continua o un confronto sulle cose, nel rispetto delle regole?

Si è da poco chiuso l’ennesimo Consiglio nel quale non vi è Cittadino che possa ritenersi soddisfatto, che abbia capito qualcosa, che abbia spiegato ai Cittadini le cose da discutere e approvare, rimandare o annullare. L’elemento comune che prevale è, detta alla romana, la caciara. Con un crescendo di sberleffi, offese, insomma con l’obiettivo di delegittimare l’”altro”.

In questo esrcizio si distingue la maggioranza, primeggiano quegli esponenti che direttamente del Consiglio non fanno parte (assessori, Sindaco), che si aggiungono alla già numerosa schiera di Consiglieri che la maggioranza si vede assegnati, per la legge, maggioritaria appunto. L’essere in questa condizione amplifica l’effetto e genera la responsabilità primaria sul diffondersi di un agire sempre meno civile, che riduce il Consiglio in un ring di periferia, dai contenuti degradanti, per tutti.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Notizie da un Consiglio Comunale di ordinario politichese che allontana i Cittadini

Riceviamo dal capogruppo Alberto Schiavone (M5S), una sintetica e ilare descrizione del Consiglio che aveva argomenti di interesse. A noi ha colpito in particolare la pasticciata operazione (che dicono corrispondente alle norme) che trasforma una perdita di oltre un milione in un utile di un milione e mezzo, facendo uso di una rivalutazione di azioni CAP HOLDING. Società pubblica, azioni che non hanno mercato. Sarà legale ma i costi sostenuti hanno superato le entrate per 1 milione.

Ci importa inoltre una proposta di coinvolgimento dei Cittadini e dei Consiglieri nel caso di abbattimento di alberi (che sono della Comunità, dei Cittadini), il cui esito diamo per scontato, secondo il costume totalitario della democrazia di questa maggioranza. Poi c’è dell’altro, anche con un livello lessicale da facebook che ci obbliga all’uso di sinonimi… ma tant’è. Grazie a Alberto.

Perle del Consiglio comunale di Buccinasco da leggere , ridere e condividere

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Come si interpretano leggi e regolamenti a Buccinasco: è così la Democrazia?

Noi restiamo affezionati agli atti scritti, all’asettica ma indiscutibile realtà che un testo scritto registra, in modo assoluto. Priva dei toni, espressioni e cadenze che  emergono dalla registrazione vocale e visiva. Hanno un loro contenuto di verità, ma si portano dietro l’interpretazione degli aspetti di contorno. Lo scritto di un verbale, è lì e quello resta, indiscutibile.

Ci riferiamo all’ultimo Consiglio Comunale, quello del 26 Luglio, nel quale, su proposta del sindaco, si è discusso delle mdofiche al Regolamento (ne abbiamo già parlato: VEDI). Dopo due mesi abbondanti ai Consiglieri è stato reso disponibile il verbale trascritto… due mesi. Il periodo feriale non può giustificare un ritardo simile.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento



SetPageWidth