Archivio per la categoria ‘Bilancio Comune’

Variazioni di bilancio: parola di sindaco in Consiglio con qualcosa da spiegare

Variazioni dei costi di preventivo in corso d’anno, nonostante il P.E.G. (piano esecutivo di gestione) che dovrebbe rendere quasi certe le spese di preventivo, tranne fattori imprevedibili o eccezionali. Fattori fra cui non può rientrare un programmato palazzetto dello sport dal costo di 3,5 milioni di euro, a noi sembrerebbe. Gli spostamenti fra un esercizio e l’altro possono esserci, ma cifre dovrebbero riguardare minuzie (questo è un altro discorso).

Ci sembra molto, molto più pertinente riguardo al Palazzetto dello Sport l’argomentare del Consigliere Iocca per Forza Italia: investimenti del genere è bene che il Comune li risolva col projet financing. Finanza di progetto di cui si fa carico il futuro gestore dell’impianto, finanziandone la realizzazione. La gestione Lanati con questa soluzione ha realizzato la piscina Azzurra. In genere si opera in questo modo:

  • il Comune evita investimenti;
  • chi realizza l’impianto è combinazione seria che punta alle entrate della gestione futura;
  • la Comunità beneficia della realizzazione a condizioni economiche predefinite e convenienti;

Che il Comune si metta a fare l’imprenditore di se stesso è questione al alto rischio di inefficienza (se non di dissesto futuro). Ne abbiamo esempi recenti nei comuni del milanese e lombardo, finiti male: ultimo Rozzano. Qui da noi sindaco e maggioranza tirano diritto; speriamo bene e vedremo il rapporto costi e benefici futuri. Ma c’è anche dell’altro da far notare; parole di sindaco a pagina 50 della trascrizione:

Aumento di 55 mila euro della previsione di spesa per lo smaltimento dei rifiuti.

Questo non vuol dire che è diminuita la raccolta differenziata, anzi è aumentata, ho i dati abbastanza recenti siamo al 62%.

Quello che è aumentato, anche qui bontà loro, è il costo degli impianti della Lombardia che sono più efficienti e molto più richiesti rispetto al resto d’Italia e quindi molte Regioni conferiscono i propri rifiuti in Lombardia.

Chiaramente questi impianti, avendo un surplus di richiesta aumentano inevitabilmente i costi e quindi ci dobbiamo mettere altre 55 mila euro.

Non sembra illogico? Il nostro fornitore incassa milioni per la gestione rifiuti. Siamo bravissimi e ricicliamo. Gli impianti AMSA A2A sono i più efficienti e altre regioni consegnano rifiuti per la gestione, la trasformazione in energia con i termovalorizzatori. Le altre regioni pagheranno al Gruppo A2A per questo, ovviamente. Ma forse faranno dei favori a “regioni amiche”? Perché l’operazione viene fatta in perdita ed allora AMSA A2A addebitano il maggior costo ai comuni lombardi!!! Per Buccinasco, ci informa il sindaco, versiamo 55mila euro in più.

Questo dice il sindaco, che con la sua amministrazione viene incontro e paga a piè di lista quanto richiesto. I casi sono due: o il sindaco si è espresso male dicendo le cose in modo impreciso, oppure siamo di fronte a una decisione che ha dell’assurdo, che deve esse contestata. Buccinasco deve rifiutare di pagare costi di gestione rifiuti che riguardano altre regioni.

Qualcosa si può capire da un articolo de ilfattoquotidiano di un anno fa (15 10 17: VEDI). In pratica Campania e Lazio non hanno inceneritori e vendono a noi i rifiuti. Occupano la capacità di assorbimento e i gestori aumentano i prezzi…. a comuni e imprese lombarde?? Sembra  una barzelletta.

Nel totale dell’elenco questa descrizione di mediocre perizia gestionale è passata, inosservata dal Consiglio, che sul merito non sembra aver espresso  osservazioni. Testo alla mano, lo facciamo noi ora, perché si sappia. Perché domani di fronte a pretese del genere la nostra amministrazione sia più avveduta (come ad altre analoghe del duo ATM Comune di Milano, subiamo sui mezzi pubblici).

Tag:

Nessun Commento


Bilancio consolidato 2017 di Buccinasco: regna l’oscurità, non mancano i dubbi

Andiamo subito al sodo: il bilancio 2017 chiude con una perdita sostanziale di 1.000. Nel 2016 la perdita era stata di 1.439.000 (lo certifica la relazione dei revisori: VEDI). Con qualche avvertenza. Nel 2016 i lettori ricorderanno che la perdita era stata corretta riducendo gli avanzi di gestione (cioè le somme accantonate in precedenza a causa del “patto di stabilità”). Nel 2017, finito il fieno in cascina ci si è inventati un altro “trucchetto contabile”.

Spieghiamo il “patto di stabilità”, intanto. I paesi europei hanno deciso di  rendere omogee le regole nella stesura dei bilanci, definendo limiti e criteri sulla stesura. Fra queste è stato inserito il criterio che coinvolge i bilanci degli enti locali. Infatti sarebbe troppo facile truccare il bilancio dello stato dando meno soldi ai comuni e regioni: questi enti sono in perdita ma il bilancio centrale è più bello. La regola del “patto di stabilità” obbliga gli enti locali che hanno margini da spendere a non fr uso se il bilancio centrale sfora il deficit. Regola che è stata attenuata dal 2016 e infatti Buccinasco, che aveva fermi 6milioni, li ha fatti fuori in due anni.

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento


Lo SPRAR… a Buccinasco si realizza il programma… anche se non verranno soldi ?

Adesso è partita la gara per il programma di integrazione che riguarda migranti della cui natura non conosciamo nulla, almeno finora, con un progetto che si chiama SPRAR . La sigla ce la spiega dopo il Documento Unico di Programmazione allegato al bilancio preventivo triennale. Si tratta di un programma di spesa deciso dal Ministero Interni (precedente, Minniti), con il quale si finanziano i comuni perché questi “migranti ospiti” si integrino.

Il Ministero Interni si trova a gestire somme che vengono dai singoli stati europei che non rispettano le quote del tratato di Dublino. Questo trattato stabilisce che ogni stato europeo si obbliga a accogliere un numero definito. Se non lo fa, paga una sanzione, la quale va a finire al “paese di prima accoglienza”, che questi Cittadini è obbligata a tenerseli. Un compenso forfait per i costi che l’Italia è costretta a tenersi.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


A Buccinasco cambia il bilancio: spiegazioni? chiedetele in Consiglio

LA COMMISSIONE ALLORA COSA SERVE?

La Commissione bilancio del 28 Maggio ha lo scopo funzionale di informare i gruppi e i Cittadini (la comissione è sempre aperta al pubblico) spiegando cosa si andrà a trattare, informare sulle ragioni delle modifiche e motivarle. Dovrebbe essere così, ma in Commissione così non è stato. Curiosamente a spiegare il rifiuto di fornire dati numerici e quantità che generano i cambiamenti che l’Assessore al bilancio propone, è stato descritto dal Ragioniere Capo.

Avrà ragione? Non si sa… nessuno dei presenti si esprime su questo procedere; in particolare: la presidente della commissione, l’Assessore, il sindaco, tutti membri di maggioranza. Un consenso silente, che non può passare inosservato. Diciamo pure che questa amministrazione rifiuta di far conoscere i numeri dei cambiamenti del bilancio. Andiamo a spiegare qualcosa.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Bilancio, le spese e i risultati: un disastro annunciato

Cominciamo col bilancio conclusivo 2017, di cui abbiamo già parlato, che certifica spese superiori alle entrate per 1,2 milioni di euro. Andando a vedere il Conto Economico (la parte che registra entrate e uscite nell’anno) si scopre la pagina che riporta i dati qui riassunti nel prospettino:

(le entrate)                                     euro 19.292.919,19
(le uscite)                                       euro 19.905.288,36
DIFFERENZA      (perdita)        euro    -  612.369,17

(rivalutazioni)  +  euro 2.459.575,55

RISULTATO D’ESERCIZIO              +  euro 1.251.947,31

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Giorno della Liberazione: lottiamo per liberarci dal dissesto, cominciando dai comuni

Lasciamo perdere le questioni originarie cui ci richiama la Festa della Liberazione; giova ricordarle ma urge oggi individuare il contenuto attuale di cui ha urgente necessità il nostro Paese. Invece di una commemorazione che inevitabilmente porta a dividersi sulle origini, data l’incapacità finora dimostrata dalla politica italiana di aggiornarsi, facciamo lo sforzo di guardare onestamente quale è oggi l’obiettivo che il Paese deve porsi.

Ci viene incontro un articolo de ilsole24ore di qualche giorno fa (VEDI). L’esame della struttura del debito pubblico che gli enti locali hanno accumulato negli anni e hanno fatto esplodere, che sta diventando insostenibile. Negli anni passati il debito di regioni e comuni era diventato critico. Siccome non i potevano sforare e gli avanzi di gestione, per recuperare liquidità corrente, hanno rimandato i pagamenti ai fornitori di beni e servizi.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Il Collegio dei Revisori batte un colpo. Finalmente, ma si tratta di Trezzano

Con i bilanci che passano le revisioni a Buccinasco: l’analisi puntuta e ripetuta sulla regolarità delle spese, la rispondenza delle percentuali di copertura, l’equilibrio della gestione, anche se abbiamo uno sbilancio di parte corrente di 1,7 milioni; più uscite che entrate. In un’azienda si direbbe una perdita e gli azionisti sarebbero per lo meno arrabbiati per la perdita di valore della loro società. Da noi se ne prende atto e tutto fila liscio.

Al massimo fanno una nota nella quale chiedono un fondo di copertura di 300mila euro per gli imprevisti. Del bilancio, della relazione della Giunta (a propostito, fatta prima l’una o l’altra? visto che nel documento dei Revisori non troviamo note sulla relazione della Giunta?). Forse  ci sbaglieremo, perché la P.A. sembra un altro mondo rispetto all’economia  aziendale, ma riguardo alla relazione al bilancio, i revisori dovrebbero valutare la descrizione dei fatti aziendali: se è chiara, completa e comprensibile.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Il bilancio di Buccinasco: cinque giorni per valutare 30 prospetti, senza un raffronto sul prima e sul dopo.

Sta diventando una fissa la nostra analisi di come sono gestite le nostre tasse? Qualcosa di illogico nella nostra richiesta di dover documentare l’efficacia, l’efficienza della gestione ? Quanto si è risparmiato a speso in più per il tale servizio, per unità e complessivo, con le motivazioni che giustificano la variazione?

I lettori dovranno crederci, se non vanno subito nel sito del comune a prelevarsi il bilancio consuntivo 2017, (nel file DOCUMENTI CONSIGLIO COMUNALE  da cui, al solito,  saranno tolti il 19, giorno successivo al Consiglio). I documenti si compongono quest’anno di qualcosa come 28 file distinti, che i Consiglieri (per la più parte non dotati di competenze proprie), devono compulsare, rivolgersi a propri esperti di fiducia, confrontarsi, chiedere chiarimenti, ecc., per poter esprimere un voto con coscienza di causa.

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento


Bilancio a Buccinasco: approvato il Piano Esecutivo di Gestione. Con quel che segue

Primo elemento da rilevare: il P.E.G. quest’anno lo troviamo accompagnato dal Piano delle Performance (in azienda si chiamerebbe budget, insomma gli obiettivi economici, spesa, risultati e quantità di servizi erogate, con un costo unitario e il conseguente obiettivo entro cui rimanere). Quello presentato, che merita una scorsa (VEDI), non è così. Non esistono obiettivi di merito, l’unico cui attenersi è nel bilancio del P.E.G.

La stesura descrittiva ha un impianto predisposto, che si pensa dovrebbe essere compilato per intero. Non è compilata nei suoi componenti numerici, manca un raffronto con gli anni precedenti. Così c’è la riga (che deve essere prevista da qualche obbligo), con tante caselle in bianco; …. lasciate in bianco. È lì da vedere; a chi ha esperienza di amministrazione o di gestione d’impresa, questi vuoti fanno impressione. Che siano stati approvati all’unanimità dalla Giunta, senza alcuna spiegazione, sarà regolare?  Sarebbe scandaloso.

Leggi il resto di questo articolo »

3 Commenti


Dopo un mese modifiche al Bilancio 2018: in fretta, poi è da rifare

…. noi siamo corsi ad approvare il bilancio di previsione 2018 prima della fine del 2017 per due motivi. ….. perché questo ci avrebbe poi permesso di comprare le auto, fare più corsi per i dipendenti, come ha chiesto giustamente parte della minoranza. E quindi stiamo rispondendo a una serie di bisogni.

Parola  di sindaco. In risposta a osservazioni dei Consiglieri, quindi sintetica, ma proprio perché sintesi, essenziale.  Oltre a questa aveva parlato in precedenza di 45mila euro investite per creare una navetta che colleghi mattina e sera la zona industriale di via Azalee al comune, con una giustificazione del costo che è da incorniciare:

……non ci siamo rivolti ad ATM, perché ATM costerebbe troppo. Stiamo parlando di 4 euro a chilometro. Quindi di fatto, visti i chilometri previsti, e la frequenza delle corse, sarebbe costato intorno ai 154, 155.000 euro, ammesso che poi ATM avesse dato il suo parere favorevole, cosa che non è scontata. Mentre in base d’asta la gara che si farà sarà intorno, vado a memoria, a 70, 80.000 euro all’anno (la previsione a bilancio è di 45.000: l’ATM costa oltre 4 volte di più!)

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Bilancio 2018 a Buccinasco: altre sorprese e novità oscure che richiedono chiarimenti

Degli allegati al bilancio 2018 (nella delibera di Giunta ve ne sono 24), in una sequenza molto burocratica da cui poco si comprende, stilata secondo le norme richieste dallo Stato, del tutto incomprensibile per i Cittadini. Ricordiamo che sono loro, i Cittadini, gli azionisti che le casse del municipio ogni anno rimpolpano mettendoci 28 milioni di proprie tasse. Macroscopico esempio di non trasparenza.

I medesimi allegati sono stati riproposti nella delibera del Consiglio Comunale che il bilancio 2018 approva. Con eguali lettere, dalla A alla Z per ciascun allegato. Nella versione approvata di allegati ne troviamo altri quattro che, consumate tutte le lettere dell’alfabeto sono denominati tutti: “allegati delibere determine” tutti con il medesimo nome (VEDI Delibera Consiglio 70 del 20 12 2017). A nessuno viene in mente che un allegato nel suo contenuto va indicato con precisione? se non richiamato specificamente nell’atto (qui nessuno lo è), l’allegato va nominato, non basta un codice.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Migranti e loro gestione a Buccinasco: per ora siamo alle spese, aspettiamoci il peggio

Ne abbiamo già parlato, di una spesa prevista nel Bilancio 2018 per 1.080.000 (olte IVA), destinati all’accoglienza di… minori non accompagnati? (cioè quasi diciottenni perché lo hanno auto-dichiarato loro: tutti costoro arrivano privi di documenti e circolano con una dichirazione scritta dell’Ufficio che li ha accolti). Vedremo dei 74 cosa ci manderà il Prefetto.

Fatto sta che il nostro sindaco, l’amministrazione, la maggioranza, approvando il bilancio, hanno approvato questo stanziamento. Spesa già prevista, risorse già accantonate. La nostra maggioranza ha deciso, interpretando così la volontà dei Cittadini. Queste persone dove intende metterle? Nel bilancio c’è la risposta e lo spiega il sindaco in Consiglio (verbale trascritto):

….Quindi, quell’area che noi andiamo a vendere è quella di testa, quella ex Seme Fiorito. L’andremo a vendere, l’andremo a valorizzare come decideremo poi di farlo, nella misura in cui magari andremo anche lì a fare interventi SOCIALI “IN HOUSE” (?) o altro,….

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Ancora il bilancio: in Municipio non siamo su scherzi a parte

Un bilancio è fatto di tanti bilancini di reparto, di settore, per categoria. Nello Statuto di Buccinasco è perfino previsto il bilancio sociale, distinto in diversi reparti, con i numeri e le categorie socialmente supportate (in bilancio definite “portatori d’interessi”). Ecco cosa ci dice lo Statuto (art. 51 Bilancio sociale)

  1. Il bilancio sociale è lo strumento con il quale l’Amministrazione rendiconta la propria attività svolta a favore delle vrie categorie di portatori di interessi appartenenti alla Comunità locale di Buccinasco.
  2. In tale documento le attività sono rilevate non solo in termini eonomico-finanziari, ma anche dal punto di vista dei beneficiari degli interventi, misurando la reale efficacia delle azioni intraprese e i concreti risultati raggiunti.
  3. Il Consiglio Comunale può decidere annualmente che tra gli allegati al conto consuntivo del Comune venga inserito anche il bilancio sociale. In ogni caso tale documento dovrà essere allegato all’ultimo conto consuntivo deliberato dall’Amministrazione uscente.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Competenza: gestione tecnica (e politica): il bilancio fa acqua

La democrazia del diritto di voto universale, porta alle cariche elettive Cittadini che: scelti dagli elettori, non sono tenuti a possedere alcuna competenza di gestione. Se può andar bene nel paesino da un centinaio di residenti, la cosa diventa molto diversa in casi come Buccinasco, quando si deve amministrare una struttura complessa che cuba quasi 30 milioni di tasse da gestire.

In uno Stato degno di questa definizione, il compito delle competenze dovrebbe toccare alla struttura stabile: l’organico del Municipio a cominciare dai responsabili tecnici. Che per questo dovrebbero essere autorevoli e autonomi rispetto all’eletto pro tempore. Uno Stato che, nelle sue articolazioni,  questi incarichi  li forma, seleziona, promuove, tutela (ma anche declassa o estromette).

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Bilancio 2018: approvato ma di cui forse qualcosa è sfuggito

Cominciamo con il riportare un contenuto dal Documento Unico di Programmazione (DUP), lo scritto che è parte integrale del bilancio di previsione 2018, quello che è stato approvato nel Consiglio Comunale del 20 Dicembre. Non sappiamo quanto i Consiglieri che hanno votato, conoscano (fra le altre cose) questo scritto  del DUP.

  1. … non si procederà alla approvazione del Regolamento per le emergenze abitative del comune di Buccinasco poiché si sperimenterà un processo di housing sociale, in cui rientrerà anche la gestione degli alloggi di emergenza. (pag 9)
  2. Il comune di Buccinasco predisporrà un progetto per partecipare al bando del Sstema di Protezione Richedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR) per l’accogliena di secondo livello dei migranti al fine di assicurare una corretta gestione dei flussi migratori che investiranno il nostro comune. Sarà cura del gestore la ricerca di alloggi disponibili al libero mercato (pag 10).
  3. C) programma biennale degli acquisiti di beni e servizi … ANNO 2018 – Servizio SPRAR – Appalto 3 anni – Luglio 2018/Giugno 2021. Importo 1.080.000 (esclusa IVA) (pag 22)

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

1 Commento



SetPageWidth