Archivio per la categoria ‘Amministrazione comune’

Conflitto d’interessi in Italia (e Buccinasco). L’Europa ci tira le orecchie

Il tema del conflitto d’interessi a Buccinasco fa venire l’orticaria un po’ a tutti coloro che operano in Municipio. Argomento inserito nel Protocollo della Legalità, ne è stato bellamente espunto e non considerato (sostiene il segretario che non può essere introdotto quale normativa, che già la legge lo prevede.. ecc.) La legge certo prevede il conflitto d’interessi ma non le norme applicative all’interno di ciascuna organizzazione pubblica o privata.

Ogni organizzazione infatti ha proprie sensibilità e criticità potenziali ed in base a queste  deve prevedere un codice etico e di comportamento che faccia da sbarramento, che  le superi. In qualche modo, forse per attenuare il buco che sarebbe rimasto entro le normative rispetto al Protocollo della Legalità, è stato inventato un articolo da introdurre nello statuto:  una barzelletta di  lingua italiana e contenuti. Ne abbiamo già parlato in più di un’occasione qui in Città Ideale (VEDI). Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Municipio; gestione da ribaltare. Cose da non fare sul personale

Non parliamo della struttura disorganizzata, oltre misura, che quest’amministrazione Maiorano ci sta lasciando.   È lì da vedere e lo denunciano anche loro, in ogni occasione utile: in Consiglio, nei blog, su Buccinasco (dis)informazioni. Ultimo, ecco il neo candidato sindaco PD (dichiarato a ilgiorno 18 Gennaio) nel descrivere il suo programma

“dare spazio alle realtà associative sportive, penalizzate in questi anni da una troppo farraginosa macchina burocratica, come le manutenzioni”

Come è facile per i partitocrati attribuire colpe ai sottoposti!… Lo ripeteremo fino alla noia: la responsabilità delle eventuali inefficienze o organizzazioni pasticciate della struttura, è tutta integralmente del manager, soprattutto al termine di un quinquennio di gestione. Firmano le loro colpe, le loro responsabilità.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


SINTI E ENEL a Buccinasco:paghiamo tutto noi? vogliamo la verità

Per occasioni di lavoro ci è capitato di avere a che fare con un tecnico dell’ENEL che ci ha descritto ciò che è a sua conoscenza relativamente a Buccinasco nel rapporto e consumo di energia elettrica che riguarda il campo sinti posto nella rotonda di via Lavoratori. Riferiamo quanto abbiamo appreso, avvertendo che non siamo in grado di riscontrare le notizie.

Cominciamo con il rapporto economico di fatto (non sappiamo se supportato da un contratto): dell’energia prelevata ai contatori (si tratta di cifre non trascurabili: soprattutto d’inverno il riscaldamento è elettrico), il 50% viene supportato dal comune, l’altra metà dovrebbero pagarla gli utenti Sinti. In base a quale disposizione emanata dall’amministrazione? Non è dato sapere, ma ci viene descritto, e ribadito, che questa è la situazione.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


PD, un candidato minore per far vincere Pruiti o Carbonera? Anche no

David Arboit è persona conosciuta a Buccinasco; da Consigliere e Assessore, ma anche prima. Lasciamo stare le varie posizioni assunte nel tempo, visto che da oggi i gruppo locale del PD lo candida come sindaco entro la più ampia coalizione del Centrosinistra che procederà alla consultazione  con le primarie (VEDI il comunicato). Personaggio che quindi si può valutare per la attività politica condotta in questi due ultimi anni.

La vicenda che di gran lunga ha maggior spessore riguarda la lottizzazione Pasin poi dal nome mutato in Green Park, di cui Città Ideale in più occasioni ha dovuto occuparsi (VEDI in Città Ideale cercando Pasin, Arboit). Colpisce che un Assessore in Consiglio, nel motivare un suo comportamento in deliberazioni nelle quali si è trovato in conflitto di interesse, abbia descritto passaggi non corrispondenti al vero. Pubblicamente, in Consiglio, senza che nel luogo siano seguite precisazioni.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

4 Commenti


Buccinasco e la sua Comunità: prima di tutto viene l’unità

Veniamo da molte stagioni in cui le divisioni negli orientamenti personali sono state occupate dai partiti. Ognuno ha le proprie inclinazioni, i propri convincimenti: tutti legittimi sul presupposto del reciproco rispetto dell’altro. Questa è la democrazia, oggi malmessa se non compromessa, ma stiamo attenti che  non si rischi di gettarla nel cestino (nel cercare di migliorarla) senza avere chiara un’alternativa condivisa che rispetti la libertà di pensiero.

Le diverse sensibilità e orientamenti in una Comunità prima che una divisione sono una ricchezza che viene dal confronto: approfondire i pensieri altrui, misurarsi, cercare di cogliere la parte che può convincerci (ce n’è sempre; il male assoluto è utopico, come il bene assoluto).  Nella visione nazionale ha avuto una sua ragione la “battaglia delle idee”, base e supporto per il formarsi di partiti d’orientamento classista.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Buccinasco: 2017 si programma il nostro futuro

La primavera prossima sono in programma le elezioni per il rinnovo del sindaco e del Consiglio Comunale. Finora nessuno ne parla, tranne Città Ideale e BucciRInasco. Quanto meno del progetto; una discussione sulle diverse visioni di Buccinasco: quali prospettive dare, quali le urgenze e le criticità da superare e come portarle avanti, ecc. Peccato: sarebbe cosa utile in ogni caso, individuare le tematiche che i Cittadini sentono come importanti e urgenti.

Un trascorrere del tempo che sembrerebbe una totale disattenzione da parte delle realtà locali di partiti nazionali e associazioni. Tutti tacciono e tengono le carte coperte, soprattutto nel PD, che oggi esprime i pro tempore in scadenza, che dovrebbe mettere in cantiere le primarie per scegliere il sindaco.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Ristoro Spina Azzurra: Bando revocato; non è un caso

Nella seconda riflessione sul tema, il 10 Dicembre, ci domandavamo:”…è forse il caso che il bando venga annullato?” (VEDI). Siamo  a dieci giorni dalla chiusura della gara (9 gennaio), ed ecco che  arriva la revoca: tutto azzerato, si ricomincerà da capo. Forse. Infatti a fine anno ( 30 12 2016), l’Albo Pretorio ci fa sapere  la decisione di revoca del bando di gara. Se ne riparlerà nel 2017: ci sembra venir bene la battuta, “siamo al giro dell’oca”.

Prima si dovranno compiere lavori di “adeguamento locali per Igiene”, come illustra la determina del responsabile tecnico del settore edilizia privata e territorio, un architetto che da quattro anni ci viene prestato dal comune di San Giuliano e da noi profumatamente pagato. Il medesimo tecnico che ha posto in essere la gara (con i locali senza ordine igienico); prima non se ne sarebbe accorto.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

3 Commenti


Buccinasco può essere Città Ideale: bisogna cambiarne la testa d’oggi

Un Consiglio durato poco più di un’ora, quasi una passerella ad anticipare panettone e brindisi di Natale, delle feste di fine anno. Legittimo e condiviso l’augurio per tutti, paradigma dell’augurio a tutti i Cittadini. Di cui il Consiglio, bene ricordarlo, è la rappresentanza civile e politica. Prima però si è consumato il piccolo Consiglio in tono minore, entro il quale vi è stata la trattazione, ad esempio, di un argomento che dovrebbe essere banale: il collegamento fra via Meucci e la rotonda a fine via Lomellina.

Questo collegamento (circa 150 metri di strada) non si è riusciti a farlo da almeno 15 anni; sempre in ballo, sempre inserito nei PGT più volte decaduti. Ripreso e approvato dall’attuale mandato Maiorano, nel 2013. Il terreno interessato riguarda due proprietà, della quale una che non dubitiamo possa definirsi “per bene”. L’altra molto meno. La prima disponibile da sempre alla cessione, l’altra oggetto di una vicenda ingarbugliata.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


BucciRInasco: punto di riferimento per i Cittadini e il Bene Comune

Ilgiorno ci ha cercato e siamo pubblicati. Semplice e diretta la descrizione, che del resto conferma quanto ormai è un anno, BucciRInasco su facebook pubblica e discute. Una posto serio ove si propone, ci si misura, confronta. Insomma si trasmettono idee per un domani di Buccinasco. Ciò che Buccinasco può e deve diventare, con i Cittadini prendono nelle loro mani il Bene Comune e costruiscono il futuro della Comunità (VEDI).

DALLA SICUREZZA AL SOCIALE: LA SOCIETÀ DEVE SVOLTARE

(20 Dicembre  2016 di FRANCESCA GRILLO. Ilgiorno Sud Milano) – Buccinasco –  Il nome, semplice e immediato, sintetizza il significato, il progetto. «BucciRinasco», una Buccinasco che ha voglia, e possibilità, per rinascere, cambiare, con spunti innovativi senza dimenticare il passato, quando «era davvero una bella città», dicono dalla lista civica.

«BucciRinasco» non è solo ideologia e voglia di cambiamento, ma seria volontà di scendere in campo, di fare qualcosa. Tra pochi mesi Buccinasco torna alle urne e chi vuole prendere il posto del sindaco Maiorano inizia a tirare fuori la testa e a presentarsi ai cittadini.

«BucciRinasco è un gruppo civico, fatto da persone comuni, ognuno con le proprie competenze e idee – spiega Simone Bicocchi, portavoce della lista –. Alla base, però, c’è un’idea collettiva: cambiare la città, renderla più vivibile, più a portata dei cittadini, progettando, insieme, un modo per uscire dalla crisi».

Un’opportunità, insomma, che «tutti possono sfruttare. BucciRinasco aggrega e non esclude. Le porte sono aperte per tutti quelli che hanno a cuore il futuro della città e la vogliono risvegliare dal lungo sonno di questi anni, partendo dai temi che più stanno a cuore: sicurezza, ambiente, scuole e sociale».  Porte aperte a tutti, nessuna bandiera politica: «La differenza la fanno le persone. Fondamentale la presenza anche di professionisti e tecnici che possono portare esperienza e soluzioni concrete alle criticità del territorio», raccontano. I

l futuro sindaco potrebbe essere uno dei protagonisti della lista? «Ci interessa una squadra coesa, competente; i nomi verranno, non mancano. Non sappiamo ancora come scenderemo in campo – precisa Bicocchi –. Se dovessimo trovarne uno in linea con le nostre idee, indipendentemente dal partito di appartenenza, allora daremo il nostro appoggio.

Per noi sono importanti i valori condivisi, i progetti, l’etica, l’unione. Senza condizionamenti, senza padrini». In due parole? «Ci piace definirci fabbrica di idee», conclude Bicocchi.

Tag: ,

4 Commenti


La campagna elettorale è partita e Maiorano tira sassate contro il PD!

Un lettore ci sottopone un blog della zona che ci è sfuggito: VEDI. Riporta  un’intervista al sindaco condotta efficacemente da Cosimo De Leo, il 29 Novembre. Abbastanza lunga, che vale la pena di far conoscere a coloro che ancora non l’avranno letta. Il metodo del comunicare del sindaco non si differenzia: parte da racconti “aggiustati” a quanto gli fa comodo per darsi ragione e giustificare. Con una sorpresa davvero rilevante:

DomandaSpesso ha denunciato il clima ostile che sin dal primo giorno della sua elezione ha investito la sua giunta. Qualche esempio?

Maiorano: “La prima denuncia nei miei confronti è stata presentata appena quindici giorni dopo il mio insediamento avvenuto attorno al 29 maggio e anche se avessi voluto non avrei avuto il tempo di combinare guai. Il 23 luglio le denunce erano già sei di cui cinque anonime”,

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Protocollo della Legalità? Com’è finito e qualche domanda che resta

Per rispondere a questa domanda con compiuta conoscenza di causa si dovrebbe ascoltare lo streaming di un Consiglio Comunale, per così dire straordinario, tenutosi il 12 Dicembre (VEDI Consiglio Comunale sedute in streaming) e trascriverlo. Sul tema si tratta di ottanta minuti entro cui si sono discussi cinque punti (16 minuti cadauno) che riguardano il tema. Data la delicatezza del tema ci sembra prudente attendere il verbale trascritto ufficialmente.

Ciò che rileva nel merito è quanto segue: non ci sono pervenuti gli atti dal gruppo Coalizione Civica; non sono depositati entro la direttrice Consiglio Comunale le documentazioni degli atti in deliberazione; non sono pubblicate (ancora) in Albo Pretorio le deliberazioni approvate. Neppure è pubblicata la trascrizione del Consiglio.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

1 Commento


Elezioni che si avvicinano: vecchia politica e vecchi metodi

Già nel 2012, alle precedenti elezioni  si poteva vedere il cambiamento profondo della Comunità. Il peso maggiore, con oltre 25 anni di ritardo, veniva dalla fine della guerra fredda che rendeva obsoleto il partito come forma rappresentativa nelle Comunità locali. L’attuale sindaco aveva addirittura esposto come catenaccio sul suo blog elettorale: I PARTITI HANNO IL DOVERE DI CAMBIARE.

La questione che pone quella frase riuarda altro: la forma partito come struttura nazionale, mentre ciò che qui si tratta è l’inutilità logica del partito nazionale nel definire ed eleggere i concittadini cui affidare la responsabilità di gestire nell’interesse del Bene Comune i 135 milioni di nostre tasse, che loro versiamo per la Comunità.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Bando del ristoro di Parco Spina Azzurra: interessi espliciti dei pro tempore?

Fra le distribuzioni di danaro dalla Regione e dalla Città Metropolitana ve ne sono che, attraverso percorsi tortuosi, arrivano a possibili candidati a gestire il posto di ristoro. Soldi nostri (100mila o 180mila?)  che vanno a iniziative per giovani, questa denominata “il futuro ha posti liberi” (VEDI).

Ha avuto una prima presentazione in Cascina Fagnana chiamandosi con un’altra sigla LHUB (VEDI) nella cui foto si possono distinguere vicesindaco, Assessore al lavoro e giovani, presidente del consiglio comunale. Quest’associazione LHUB (o qualcosa del genere), poi genera una seconda (oppure cambia nome) in Associazione BuccinascoGiovane (VEDI) che diviene partecipante de “il futuro ha posti liberi”. Chi sono i rappresentanti di BuccinascoGiovane? Nulla risulta sui siti.  Il solito tam tam da familismo amorale fa girare il nome della figlia di un ex sindaco.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

4 Commenti


Bene Comune o attività sottomessa al Sindaco?

Saremo troppo pignoli? Può essere, la funzione è didattica: il tema è sempre l’impiego di beni comuni, della Comunità, impiegati in modo improprio, purtroppo sempre a danno dei Cittadini che le loro tasse mettono a disposizione della Comunità stessa. Che i pro tempore di turno impiegano, spendono.

Questa volta il tema è la costruzione presso il laghetto Spina Azzurra, che necessitava  di un’opera di risistemazione straordinaria. Questi pro tempore, giunti ormai all’ultimo giro, hanno speso 40mila euro dei nostri soldi per compiere la sistemazione. Adesso hano aperto una gara per assegnare la conduzione. Il bando è semplicemente bolscevico!

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

3 Commenti


Buccinasco e Segretario Generale: se ne vanno tutti. Cosa succede?

Il sindaco Maiorano sarà sfortunato, oppure non riesce a creare quel rapporto di fiducia professionale necessario e indispensabile fra chi ha la responsabilità dell’amministrazione è chi ha il compito di verificare e certificare le regolarità degli atti compiuti dall’amministrazione e la corrispondenza alla legge. Non abbiamo statistiche ma crediamo non siano molti i comuni in Italia che in cinque anni abbiano avuto un turn over di 4 (quattro segretari) e un quinto dovrà essere ora nominato, per concludere il mandato quinquennale.

Riepiloghiamo velocemente: subito dopo l’elezione, non è trascorso un mese (o poco più) e a Luglio 2012 il Segretario presente, nominato dal Commissario Iacontini. Alfredo Scrivano lascia l’incarico. Adesso si trova a Pioltello. Con Ottobre viene nominata una Segretaria (già conosciuta dalla gestione Carbonera) Patrizia Bellagamba. Che all’improvviso nel 2014 lascia per andare a Segrate.

Ci si mette qualche mese e arriva il terzo Segretario, Diego Carlino. resiste due anni ma adesso, la notizia non è ancora pubblica: anche questi  avrebbe  comunicato di lasciare, per prendere il medesimo posto a Pioltello (37 mila abitanti). Adesso il sindaco Maiorano dovrà trovare il sostituto.

Intendiamoci, avvicendamenti sono possibili, ma il Segretario lo sceglie il sindaco. In pratica è un suo uomo di fiducia. Selezionare una persona così di peso, richiederebbe anche un accordo sul contenuto e sulla durata, oltre che sulla affidabilità.

Resta una serie di fatti che, in chiave investigativa, potrebbe rientrare negli accadimenti che ingenerano spunti investigativi. Vista la funzione di controllo e di regolarità, tutte queste persone che se ne vanno (non mandate via dal sindaco) la domanda sarà: vuoi vedere che circa la regolarità delle procedure e degli atti vi siano aspetti possibili per cui si preferisce non far parte dei decisori?

Magari non è così grave, può essere solo insoddisfazione ambientale o perfino la ricerca di un posto di maggior prestigio, utile sul piano della carriera, ecc. Resta un turn over che non depone bene per l’amministrazione attuale (di questo peso, poi…). La gestione del Municipio non è delle migliori, nonostante le ripetute riorganizzazioni, per mettere al loro posto le persone giudicate a loro piu “affidabili”.

Tag:

Nessun Commento



SetPageWidth