Archivio per la categoria ‘Amministrazione comune’

I sistemi informatici in municipio: ci costano un patrimonio e non servono allo scopo

In termini semplici spieghiamo cosa si intende per “sistema gestionale”: una serie di applicativi per aree aziendali fra loro interconnessi in modo da poter conoscere in tempo reale lo stato dell’azienda e tutti i suoi fenomeni: in numeri, soggetti, andamento costi/benefici di ciascuno, raffronto con dati precedenti, con il previsionale, col progressivo mensile.

In un’azienda privata queste aree di singoli software sono così identificabili: contabilità, magazzino, produzione, budget, analisi finanziaria (flussi di cassa e quant’altro), personale.  BucciRinasco ha provveduto a richiedere l’accesso ai dati di alcuni settori, ricevendo risposte in grande ritardo, mal congegnate.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Strade, carenze nel metodo di gestione, trasparenza e confronto coi Cittadini

Ne abbiamo parlato; BucciRinasco ha richiesto motivazioni (VEDI) con una risposta pervenuta (parziale e giustificatoria), che tende a giustificare il proprio operato (comprensibile, umano). Mentre non si hanno indicazioni, non si informa, sull’esito degli accertamenti relativi alle strade da sistemare. Il rapporto coi Cittadini sembra che venga visto come motivato da polemica, se non come fastidio.

L’impressione che se ne ricava, è di una gestione approssimativa, poco efficiente, non attenta. Oppure una volontà di non far conoscere i dati oggettivi di una amministrazione che a noi Cittadini invece dovrebbe render conto. Ne abbiamo già parlato riguardo ai dati che supportano il bilancio (VEDI): nessun supporto, nessuna spiegazione delle spese. Perfino le caselle nei moduli che dovrebbero contenere i dati, lasciate in bianco.

Leggi il resto di questo articolo »

3 Commenti


Spese per energia e illuminazione pubblica: una cosa è certa, noi paghiamo

Come si dice: “.. a piè di lista”. Il fornitore presenta il conto e il Municipio paga. Il costo energia del nostro comune compnde diverse componenti, che dovrebbero essere valutate in modo organico e unitariamente. L’illuminazione pubblica, il riscaldamento e condizionamento delle sedi comunali, di tutte le scuole (asili compresi). Energia che comprende elettricità e gas, fors’anche gasolio (se a Buccinasco si praticasse ancora il carburante pesante). Su questo insieme dovrebbe ragionare chi amministra.

Il costo di tutto questo sistema può misurarsi intorno a 1,5 milioni l’anno. Tema energia sul quale il Municipio, già da un decennio avrebbe dovuto riflettere, per darne una valutazione sistemica e approntare un “piano energia” di Buccinasco: ottimizzando i tre aspetti di fondo che lo riguardano: l’autoproduzione fotovoltaica e riscaldante; l’ottimizzazione dei contratti distinti per le singole materie; gli obiettivi sostenibili (il ritorno dagli investimenti).

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Sinti e costi di gestione: l’esempio di Vicenza costa meno e rende di più

Sul tema della Comunità sinti la nostra amministrazione ha messo a bilancio per quest’anno un progetto che dura nove anni. Che prevede l’utilizzo della ciclofficina (pagato con un finanziamento regionale) chiusa da cinque anni e inutilizzata (magari qui potrebbero essere trasferiti i minori accompagnati di via Nearco, in caso di necessità, non obbligata, però).

Un ente si propone di condividere un progetto con il nostro comune (o viceversa), perché in nove anni rimetta in ordine la cultura arcaica sinti, fatta di espedienti per vivere, rifiutando il lavoro da dipendenti. Sostanzialmente vivono di questi espedienti ed inoltre beneficiano di vari supporti e erogazioni dei comuni, compresi contributi economici, bollette (che tendono a non pagare), ecc.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Anti riciclaggio a Buccinasco: facciamolo sapere a tutti che non siamo in grado di farci nulla

È appena terminato il mese dell’antimafia con Sindaco e Assessore che all’antimafia è dedicato) sugli spalti delle barricate. Dichiarazioni in Consiglio da conducator col mento sollevato a 45 gradi rispetto alla posizione naturale, con un Consigliere pronto a proporre l’adesione di tutto il Consiglio. La convocazione della Giunta in casa d’altri pur di fare ammuina su una questione civile di diritto condominiale, ecc.

Nel frattempo la Giunta approva il Piano triennale di Prevenzione della Corruzione. I giornali locali mobilitati, con tanto di foto del boss, ecc. La descrizione di un agire indomito: con questi l’anti-stato non ha spazio. Tranne per il contrasto al riciclaggio. Non lo diciamo noi ma lo stesso Piano Anticorruzione appena approvato. Riportiamo ciò che descrive il documento (pag 5, punto primo: esame del contesto esterno). Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Il mestiere dell’antimafia politicizzato pensando al consenso: cattivo servizio allo stato di diritto

Pruiti, nostro sindaco grazie all’appoggio datogli da PD (se no, con la sua lista avrebbe avuto forse un Consigliere), pensa di irrobustire la sua immagine facendo ammuina con la provocazione sull’antimafia. Ne abbiamo già parlato (VEDI), continueremo a farlo perché sia chiara l’illogica sua posizione, costruita sulla sabbia, inventandosi eventi e trovando giornali che gli danno spazio (VEDI).

Replichiamo qui e, per quel che serve, invieremo queste considerazioni al giornale su cui le notizie sono apparse:

Rocco Papalia ….  vuole poter utilizzare il cortile della villa di via Nearco, dove vive con la moglie, ma che per metà gli è stata confiscata.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

3 Commenti


Strade, neve, danni, comunicazione: BucciRinasco chiede efficienza

Signori Consiglieri, invio in allegato una comunicazione urgente di Buccirinasco sulla condizione delle strade di Buccinasco.    Data l’urgenza e la mancata convocazione del Consiglio Comunale di Marzo,spero possa servire come esortazione ad agire con tempestività, al fine di provvedere alla risoluzione del problema.    Chiedo Quindi una condivisione da parte di tutti.     Grazie per l’attenzione. Cordialmente. Caterina Romanello

BucciRinasco

AL SINDACO Del Comune di Buccinasco Rino Carmelo Pruiti

All’assessore ai LP, David Arboit

Al Responsabile del Settore, Dott.ssa Rossana Gnasso

Buccinasco 20 Marzo 2018    COMUNICAZIONE URGENTE

Oggetto: stato pericoloso delle strade (anche a seguito dei due giorni di neve trascorsi)

PRESO ATTO CHE

Diverse strade di Buccinasco si trovano oggi in uno stato davvero precario, con numerose e spesso profonde buche lungo il percorso, senza interventi significativi nonostante la crescente condizione di degrado:

CONSIDERATO CHE

La situazione è seria, tale da poter essere causa di mancata tenuta di strada o di improvvise e imprevedibili spostamenti dei mezzi nel tentativo di evitare le buche, con conseguente pericolosità per la circolazione e per le persone;

RILEVATO CHE

Fino ad oggi nessun avviso risulta esposto (o comunque non è stato rilevato da nostre verifiche);

SI RICHIEDE

L’immediato urgente intervento in sequenza, che riguardi:

Ø l’immediata messa in sicurezza nei modi proprio che la Polizia Locale riterrà opportuni, anche escludendo dal transito le aree più pericolose ove necessario;

Ø la sistemazione provvisoria ad effetto immediato provvedendo alla copertura;

Ø la sistemazione definitiva nella modalità più efficace ed efficiente per il ritorno alla normalità:

INOLTRE E IN PARTICOLARE

Tra i percorsi stradali oggi così ammalorati vi sono anche tratti di recente totale o parziale rifacimento del manto stradale, diciamo negli ulti 36 mesi;

Il sindaco e l’amministrazione consideri inoltre doveroso provvedere a un esame sistematico, nello specifico di queste strade, rivolgendosi agli uffici tecnici esterni, mediante carotaggio, granulometria e ogni altra verifica volta ad appurare la perfetta esecuzione dei lavori, all’epoca eseguiti e regolarmente saldati dall’amministrazione pro tempore.

Operazione preliminare ma doverosa e opportuna al fine di richiedere, come senz’altro bandi e capitolati prevedono, il totale e perfetto rifacimento delle opere che l’indagine tecnica dovesse rilevare carenti o difformi da un lavoro eseguito a regola d’arte.

Distinti saluti

BucciRinasco Il Consigliere  Caterina Romanello

Nb Copia della presente interrogazione urgente è inviata a tutti i Gruppi perché possano condividere e comunicare l’adesione alla richiesta, nell’interesse della cittadinanza tutta

3 Commenti


Social Housing a Buccinasco: chi ci andrà ad abitare? Poco o nulla viene detto

Il termine social housing (all’inglese), o come si usa nelle decisioni dei nostri  amministratori. Housing Sociale (né italiano né inglese), sta assumendo un sapore non gradevole, quasi sinistro. Fa nascere preoccupazioni. Subito si pensa cosa mai stanno pensando e decidendo. Il nostro sindaco a cosa sta pensando adesso?

In un anno ha usato questo termine per un’opera residenziale sull’area di via Resistenza (ex seme fiorito), non sappiamo con quanti nuclei potenziali di residenti. Poi non più ripresa ma neppure smentita. Adesso nell’approvazione del bilancio 2018 in versione definitiva (P.E.G.: piano esecutivo di gestione) pubblica in Albo Pretorio altre operazioni che portano la denominazione: progetti di housing sociale. vediamoli:

immobile confiscato sito in via Odessa n. 3: ipotesi di utilizzo per servizi e progetti di housing sociale, in collaborazione con il Settore Servizi alla Persona. Estinto il mutuo, l’Ente dovrà intervenire sulla struttura mediante l’effettuazione dei lavori necessari per modificare le caratteristiche peculiari dell’immobile e adeguarlo alle nuove esigenze (bene utilizzato dal precedente concessionario quale asilo nido), al fine di avviare il procedimento per l’affidamento in concessione. Il servizio affari generali è chiamato a predisporre il nuovo avviso pubblico per la concessione del bene e a curare tutto l’iter successivo per l’aggiudicazione e la stipula del relativo contratto.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Cronaca di gestione fatta nella nebbia: anche pasticciata

Meno male che c’è una legge che regola la pubblicazione delle decisioni della Giunta comunale sull’Albo Pretorio. Sito on line per norma di legge, reso di accesso non proprio facile e semplice, rispetto al suo compito di rendere noto a tutti un fatto, una decisione dei nostri amministratori. Se potessero, i nostri attuali, di certo eviterebbero di render note le discussioni, le divisioni interne.

Veniamo al fatto che abbiamo rilevato. Il giorno 14 (Mercoledì, come d’uso) alle 14.30 si riunisce  la Giunta che approva otto delibere: dalla n.55 alla n.62 compresa. Fra queste anche di complesse e di peso, come il rendiconto di gestione 2017 e il P.E.G. (piano esecutivo di gestione 2018). Prima curiosità certificata negli atti è la verbalizzazione dell’ora: tutto, dalla prima all’ultima, è avvenuto, per tutti gli atti, alle ore 14.30 in punto.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


La sagra dell’antimafia o una politica seria di contrasto?

L’Ingegner Caterina Romanello, quale rappresentante in Consiglio del gruppo BucciRinasco ha ricevuto dall’Assessore Antimafia, l’invito a partecipare alle ormai abituali manifestazioni annuali, previste  per Marzo. BucciRinasco non si riconosce in questo modo di affrontare il tema, che ha molto di rituale, ben poco di propositivo. Si sarebbe potuto   Discutendone sulla proposta, il silenzio, lasciando fare, ci è sembrata una risposta insufficiente.

Ecco che abbiamo ritenuto di rende formale e ufficiale il nostro modo di vedere questo tema. Questione che riteniamo seria, tanto seria da dover prendere una posizione netta. Il silenzio rischia di venire indicato come indifferenza o spesso (come capita nella polemica spicciola) una sorta di vicinanza, di possibile connivenza, con ambienti che all’anti-stato di Buccinasco sono vicini. Meglio quindi mettere i puntini sulle “i” per obbligare chi oggi ha il compito di amministrare, a prendere posizioni serie, concrete. Ecco la posizione di BucciRinasco.

BUCCIRINASCO

Risposta ad Invito della Rassegna Culturale Buccinasco contro le mafie del 18 marzo 2018

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

2 Commenti


Cittaideale: alla comunicazione antimafia, al sindaco protagonista sul vuoto, non ci sta

Nella sostanza dell’agire in contrasto all’anti-stato, questa amministrazione non ha finora fatto alcunché di davvero concreto, in linea con la precedente di Maiorano. Proprio nulla no, certo. Anche Maiorano dopo cinque anni durante i quali ha fatto di tutto per ignorare, contrastare il Protocollo della Legalità, da noi proposto, illustrato, sostenuto, arricchito, in coda al suo mandato ha fatto in modo che passasse come roba della sua amministrazione.

Ne abbiamo parlato ieri e ce ne siamo compiaciuti per un’esposizione organica dei principi operativi, riconoscendo il ben fatto  nei contenuti. Di cui finora non parlano ufficialmente, di cui l’applicazione pratica, gli effetti per le aziende partecipanti ai bandi, per il personale, i professionisti e quant’altro di Cittadini, società, associazioni e che altro, possa avere a che fare con il municipio. Scrivere le regole è una cosa, illustrarle, informandone tutti, renderle operanti è altro aspetto (più importante). Attendiamo fiduciosi, ma attenti.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

3 Commenti


Anti-stato, manifestazioni e Protocollo della Legalità

Cominciamo con un complimento; non frequente da parte nostra,con questa amministrazione . Siamo andati a leggerci il Piano anticorruzione 2018-2020. Appare  ben strutturato: tratta in modo organico e separato le problematiche relative alla gestione degli appalti,  ai comportamenti e obbligazioni del personale, in particolare dei quadri (che nella P.A. vengono chiamati Posizioni Organizzative).

Questo piano è stato pubblicato il 13 Marzo;  casualmente dopo l’ennesima nostra denuncia di un’assenza del tema riciclaggio e corruzione entro le manifestazioni previste per questo mese “Buccinasco contro le mafie” (VEDI, il 3 Marzo). Mentre scriviamo del nuovo Protocollo non se ne parla, entro le quotidiane comunicazioni pompieristiche che appaiono sul sito istituzionale. Eppure meriterebbe, per l’importanza del tema e anche per  sforzo (che c’è)  di dare organicità  al documento.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Ancora sui 37 richiedenti asilo che si vogliono a Buccinasco

La questione crediamo sia importante  e meriti attenzione. Il Consigliere Caterina Romanello sul tema ha chiesto spiegazioni in Municipio e ciò che ci racconta lo mettiamo a disposizione dei lettori. Dunque, cominciamo con il procedere di questa amministrazione: perché su una questione del genere non parlarne approfonditamente, non coinvolgere i Cittadini?

La risposta data è di un burocratese vicino all’assurdo. Si sostiene in Municipio che questa decisione è già stata presa: la Giunta è autorizzata a procedere su tutto e come vuole, eseguendo quanto il Consiglio ha già approvato. Dove è stato approvato? Risposta: con l’approvazione del bilancio, ne tratta il DUP, e i Consiglieri hanno approvato.  Domanda da cittadino: Cosa impedisce di tornare sui propri passi?

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Elezioni politiche a Buccinasco: un raffronto con 9 mesi fa?

Mettere insieme voti che hanno scopi diversi non è proprio corretto, perché andando a votare lo scopo è un altro, molto diverso. Scegliere una lista che presenta un sindaco è una cosa: si vota la persona.  Scegliere un simbolo nazionale che ha scritto nomi obbligati è cosa diversa: qui si vota un’idea che il simbolo rappresenta, un’ideologia.

Nello schema pdf allegato (VEDI), abbiamo fatto un tentativo. Obbligati da una pubblicazione dei dati nel sito del comune che non permette di orientarsi. Speriamo di aver in questo modo fornito un  chiarimento, una riflessione. Qualche adattamento l’abbiamo ritenuto indispensabile per omogeneità; allora spieghiamo.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Buccinasco RIFIUTI: AMSA, A2A ambiente: affari in famiglia e i Cittadini pagano

Come i lettori abituali di Buccinasco Cittàideale  sanno, la gestione del settore rifiuti a Buccinasco è ancorato su una società che copre, con quasi 3 milioni ogni anno, la raccolta dei rifiuti: differenziata nelle sue diverse componenti e la frazione secca.  Oltre a questi costi vi è poi la piattaforma ecologica e altro di cui adesso parliamo.

Come venga gestito il trasporto della frazione differenziata (se sia o meno a carico del comune, al momento non sappiamo). Quanto a noi vi sia di ritorno dalla frazione differenziata, pure non conosciamo. Quel che è certo al riguardo, della fine economica della frazione differenziata il comune non fornisce frequenti dati pubblici.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento



SetPageWidth