Archivio per la categoria ‘Città Ideale’

Quando mai Pruiti potrà diventare un sindaco affidabile?

Il neo candidato del centrosinistra, quello che ha appena partecipato alle primarie del PD e che subito rifiuta la definizione. Rifiuta di definirsi di centrosinistra sostituendo il termine con uno più “innocente”: candidato “civico e democratico”. L’attuale, tuttora vicesindaco del mandato Maiorano, presa in mano la candidatura dal PD, il termine centrosinistra lo disdegna… spera cosi di convincere i Cittadini: che votino il Pruiti prendendolo per un “civico e democratico”.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

6 Commenti


Buccinasco: 2017 si programma il nostro futuro

La primavera prossima sono in programma le elezioni per il rinnovo del sindaco e del Consiglio Comunale. Finora nessuno ne parla, tranne Città Ideale e BucciRInasco. Quanto meno del progetto; una discussione sulle diverse visioni di Buccinasco: quali prospettive dare, quali le urgenze e le criticità da superare e come portarle avanti, ecc. Peccato: sarebbe cosa utile in ogni caso, individuare le tematiche che i Cittadini sentono come importanti e urgenti.

Un trascorrere del tempo che sembrerebbe una totale disattenzione da parte delle realtà locali di partiti nazionali e associazioni. Tutti tacciono e tengono le carte coperte, soprattutto nel PD, che oggi esprime i pro tempore in scadenza, che dovrebbe mettere in cantiere le primarie per scegliere il sindaco.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


BucciRInasco: punto di riferimento per i Cittadini e il Bene Comune

Ilgiorno ci ha cercato e siamo pubblicati. Semplice e diretta la descrizione, che del resto conferma quanto ormai è un anno, BucciRInasco su facebook pubblica e discute. Una posto serio ove si propone, ci si misura, confronta. Insomma si trasmettono idee per un domani di Buccinasco. Ciò che Buccinasco può e deve diventare, con i Cittadini prendono nelle loro mani il Bene Comune e costruiscono il futuro della Comunità (VEDI).

DALLA SICUREZZA AL SOCIALE: LA SOCIETÀ DEVE SVOLTARE

(20 Dicembre  2016 di FRANCESCA GRILLO. Ilgiorno Sud Milano) – Buccinasco –  Il nome, semplice e immediato, sintetizza il significato, il progetto. «BucciRinasco», una Buccinasco che ha voglia, e possibilità, per rinascere, cambiare, con spunti innovativi senza dimenticare il passato, quando «era davvero una bella città», dicono dalla lista civica.

«BucciRinasco» non è solo ideologia e voglia di cambiamento, ma seria volontà di scendere in campo, di fare qualcosa. Tra pochi mesi Buccinasco torna alle urne e chi vuole prendere il posto del sindaco Maiorano inizia a tirare fuori la testa e a presentarsi ai cittadini.

«BucciRinasco è un gruppo civico, fatto da persone comuni, ognuno con le proprie competenze e idee – spiega Simone Bicocchi, portavoce della lista –. Alla base, però, c’è un’idea collettiva: cambiare la città, renderla più vivibile, più a portata dei cittadini, progettando, insieme, un modo per uscire dalla crisi».

Un’opportunità, insomma, che «tutti possono sfruttare. BucciRinasco aggrega e non esclude. Le porte sono aperte per tutti quelli che hanno a cuore il futuro della città e la vogliono risvegliare dal lungo sonno di questi anni, partendo dai temi che più stanno a cuore: sicurezza, ambiente, scuole e sociale».  Porte aperte a tutti, nessuna bandiera politica: «La differenza la fanno le persone. Fondamentale la presenza anche di professionisti e tecnici che possono portare esperienza e soluzioni concrete alle criticità del territorio», raccontano. I

l futuro sindaco potrebbe essere uno dei protagonisti della lista? «Ci interessa una squadra coesa, competente; i nomi verranno, non mancano. Non sappiamo ancora come scenderemo in campo – precisa Bicocchi –. Se dovessimo trovarne uno in linea con le nostre idee, indipendentemente dal partito di appartenenza, allora daremo il nostro appoggio.

Per noi sono importanti i valori condivisi, i progetti, l’etica, l’unione. Senza condizionamenti, senza padrini». In due parole? «Ci piace definirci fabbrica di idee», conclude Bicocchi.

Tag: ,

4 Commenti


Elezioni che si avvicinano: vecchia politica e vecchi metodi

Già nel 2012, alle precedenti elezioni  si poteva vedere il cambiamento profondo della Comunità. Il peso maggiore, con oltre 25 anni di ritardo, veniva dalla fine della guerra fredda che rendeva obsoleto il partito come forma rappresentativa nelle Comunità locali. L’attuale sindaco aveva addirittura esposto come catenaccio sul suo blog elettorale: I PARTITI HANNO IL DOVERE DI CAMBIARE.

La questione che pone quella frase riuarda altro: la forma partito come struttura nazionale, mentre ciò che qui si tratta è l’inutilità logica del partito nazionale nel definire ed eleggere i concittadini cui affidare la responsabilità di gestire nell’interesse del Bene Comune i 135 milioni di nostre tasse, che loro versiamo per la Comunità.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Partecipazione dei Cittadini: una forza straordinaria (a Buccinasco)

La piccola ma esemplare vicenda accaduta a Buccinasco è da raccontare. Bene che se ne parli, che sia conosciuta, perché dimostra in modo plastico quanto è possibile realizzare in un contesto che nasce dal basso, promosso da Cittadini attivi. Processo che fa sbocciare volontà di esserci e partecipare, come se questa fosse compressa e trovasse così un modo per manifestarsi.

Recentemente è accaduto a Buccinasco con i Cittadini del quartiere musicisti che, non trovando una risposta pronta e disponibile entro il Municipio, si sono organizzati per mettere ordine in un’area a prato abbandonata. Senza chiedere nulla, mettendoci la propria volontà, ripulendo e realizzando un ambiente più confacente (e civile), con soddisfazione di tutti.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , , ,

4 Commenti


Dote contagiosa, rivoluzionaria, terapeutica: la GENTILEZZA

Argomento che può sorprendere, quello della cortesia, della gentilezza nei rapporti di ogni giorno con l’altro. A Città Ideale fa venire alla mente la definizione dell’Uomo più rivoluzionario di tutti i tempi, cui venne chiesto quale fosse il primo, il più importante dei comandamenti:

Amerai il prossimo tuo come te stesso. Non c’è altro comandamento più importante di questo

Sembrerà banale, chissà quante volte i nostri lettori l’avranno sentito e letto. Un Ebreo di duemila anni fa con questa affermazione vuol dimostrare il modo diverso, alternativo rispetto ai suoi tempi. Tanto alternativo e rivoluzionario che a tutti di noi capita di dimenticarcelo, di scordarsi del praticarlo. Il prossimo sono tutti, siamo ciascuno di noi per primi, ma anche il passante, il vicino di casa, la signora dal panettiere, il bambino esuberante al supermercato. Il claudicante che fatica a scendere dall’auto, oppure noi stessi che senza avvedercene ci poniamo davanti all’altro. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: , ,

Nessun Commento


Il Caimi pensiero su Coalizione Civica

Questo intervento esce come commento all’articolo di Città Ideale dedicato agli amministratori coniglieschi, cui fa paura l’uso del termine ndrangheta.    Con ciò,  poi motivandosi  facendo scrivere da altri, oppure nel più rigoroso silenzio.   Dando  così il significato, loro amministratori di Buccinasco, di un presunto timore dell’antistato, e per converso riconoscimento di potere all’antistato medesimo.

Paolo Caimi  sull’argomento non si pronuncia in questo suo commento. Secondo un suo modo di interpretare la discussione, come spesso gli capita parla d’altro, cercando di porre in evidenza i limiti di Coalizione Civica.     Riteniamo quindi opportuno dare a questo argomento, diverso e autonomo ma non per questo privo di interesse, lo spazio che riteniamo possa essere dai lettori riconosciuto.

Solo non riusciamo a cogliere il nesso della prima frase: “Ma no! Si tratta solo di interessi privati in atti d’ufficio”.   Forse qualcosa è sfuggito ma non vediamo il nesso con l‘articolo, titolato: Carbonera condizionato dall’ambiente”, si spende per  Maiorano”.      Neppure a nostro parere,per  le persone coinvolte o i commenti.        Se vorrà, Paolo Caimi ci farà sapere. (il titolo è della redazione, ndr).

Cortiana, Coalizione Civica e Città Ideale

(Paolo Caimi – 12 Settembre 2015)  Ma no! Si tratta solo di interessi privati in atti d’ufficio.

Mi ha colpito il fatto che Cortiana, che ho contribuito a far eleggere, non avesse preso in considerazione le mie segnalazioni sulla censura e poi  venisse fuori con questo intervento. Ma riprendiamo qualche punto.

“Non è nostro uso frequentare assiduamente i vari BLOG” è vero Cortiana me lo ha ripetuto più volte, quindi interviene su un argomento che conosce solo in parte, come da sua ammissione.

“ma essendo parte della  Coalizione costituita da 4 liste Civiche”, sarebbe più corretto dire che la sua elezione è stata sostenuta da 4 liste civiche.  Ora per le altre non so, ma per quanto riguarda SOSTENIAMO BUCCINASCO è da molto tempo che gli organi direttivi non si riuniscono e tanto meno vengono rinnovati a norma di statuto, sostenere quindi che ci sia una posizione attuale di SB è perlomeno opinabile e chiunque ne dichiari una si prende una grossa responsabilità, anche a livello formale.

“Singoli blog o singole pagine nei social network di liste che compongono la Coalizione Civica non rappresentano la Coalizione, che è rappresentata dal gruppo consiliare”, vero, io però che leggo i blog non posso non notare che, insieme a quello del PD (lavori in corso), il sito di COALIZIONE CIVICA brilla per totale mancanza di vita.

Si sono perfino dimenticati di dirci che Errante è andato a fare il sindaco a Corsico a capo di una coalizione di centro destra, di partiti. Quindi il rischio, su cui qualcuno gioca con comodo, è che CITTA’ IDEALE finisca per essere inteso come il megafono di CC.

Per quanto riguarda Carbonera, non ha bisogno di difensori, si sa far male da solo o con interessati consiglieri. Saluti. PC

PS A proposito delle elezioni, non so dove fossero i tanti, si fa per dire (la scrittura è spesso meglio di una firma autografa), che oggi scrivono con alias.  A proposito degli anonimi, diciamo che non mi fiderei a partire per cambiare il mondo avendo come compagni di viaggio dei pavidi, che non sanno spendere il proprio nome e mostrarsi.   Alla prima difficoltà si girano e via, chi li conosce.

Coalizione Civica ha partecipato alle elezioni; non è andata al ballottaggio (che avrebbe vinto) per circa 250 voti. Le liste che vi hanno partecipato questo hanno prodotto. le liste non sono un partito ma una aggregazione elettorale di cittadini  che condividono un programma. Le note di Paolo Caimi le riteniamo prive di sostanza; confondono la società civile con i partiti tradizionali di cui sono l’antitesi.

Siamo sempre sorpresi per i non pochi che privatamente ci interpellano per sapere se ci presentiamo come lista, dove andremo, se aderiamo a M5S, cosa intendiamo fare, dando per scontato che l’esistere di Città Ideale abbia questi scopi.  Ringraziamo Caimi per il consiglio del non fidarci degli alias, che con il loro contributo e senza timore di conseguenze esprimono i loro pareri, danno il loro contributo.

Qui ci interessa  far conoscere ciò che avviene  nella nostra Città Ideale – BUCCINASCO COMUNE VIETATO ALLA NDRANGHETA. Qui Maiorano non potrà proibirci di sostenerlo; qui i Cittadini  si informano e approfondiscono le loro conoscenze su ciò che avviene.     Confidiamo di aiutare a far crescere il livello di partecipazione.    Di ciò ringraziamo anche Paolo Caimi.

Tag: , ,

3 Commenti


Sindaco, Consiglio Comunale e Città Ideale.. qualcosa non torna

È palese e dichiarato che, ciò che riguardo a Buccinasco e alla sua gestione, descritto, esaminato, commentato o proposto da Città Ideale, per dichiarata affermazione degli amministratori, non trova alcuna accoglienza  dai medesimi. Non replicano in Città Ideale (salvo casi del tutto eccezionali), non scrivono su blog o social network pubblici o personali che siano. Dagli amministratori si intende dare il senso che Città Ideale non conta nulla, è ignorata.

Poco male: abbiamo i nostri lettori affezionati che ci seguono, noi ci rivolgiamo a loro, ai Cittadini. Se volessero entrare nel merito i nostri amministratori, criticando, spiegando, condannando, condividendo o che altro, sarebbe meglio per la Comunità. Più informazioni, punti di vista diversi che vengono affrontati e  chiariti. Insomma più informazioni diffuse, maggiore chiarimento reciproco. Rispetto per le posizioni diverse e per i Cittadini. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

9 Commenti


Controllo del Vicinato: ci muoviamo verso la nostra Città Ideale

Che soddisfazione leggere il realizzarsi della Comunità attiva, che cresce, partecipa, solidarizza e quindi risolve. Fin da quanto siamo partiti, dallo stesso nome che ci siamo proposti, può vedersi l’intento che arriva ad un primo, importante, essenziale strumento concreto (VEDI l’articolo de il giorno).

Vedere la partecipazione attiva, la presa di coscienza, la  rinascita del compiere direttamente la propria funzione di detentori del potere  è ciò che fin dal primo articolo di cinque anni fa (08 Agosto 2010), ci siamo posti. Non possiamo che congratularci con noi stessi, esprimere i ringraziamenti e i complimenti al M5S di Buccinasco e ai suoi rappresentanti locali per l’iniziativa.

Buccinasco cambia e questo è un primo concreto nascere di una Città Ideale,  come l’abbiamo pensata. Una Comunità partecipe, matura, cosciente e sana. Eticamente disponibile a darsi senza beneficio personale, solo nell’interesse comune: anche proprio ma in quanto di tutti. L’invito a partecipare ad allargare le adesioni al Controllo di Vicinato, ne è il simbolo: più siamo più siamo Comunità.

Bella come non mai la parola Comunità, quel senso di essere un insieme fra tutti nel quale tutti dobbiamo partecipare per dare e ricevere…. Nasce la Democrazia partecipata. Sta finendo la vecchia democrazia delegata, chiusa nella torre dei mestieranti. Che per coincidenza casuale stanno in silenzio vivendo uno degli ennesimi sconquassi interni (senza che neppure un flebile suono ne avverta i Cittadini: se non fosse per Città Ideale). Un grazie a tutti, ai Cittadini di Buccinasco: società civile, esempio per tutti, altro che Platì del Nord).

2 Commenti


Città Ideale: IDEALE sta trovando interesse

Ci aiuta a cogliere questa riflessione un post su social network dal sito PD Buccinasco che lo ha pubblicato (temerariamente?). Il termine IDEALE viene utilizzato dalla amministrazione di Legnano quale acronimo delle parole IDEA e LE (iniziali di Legnano). L’insieme genera un effetto mediatico positivo, su un progetto che si propone di avvicinare, di promuovere l’interesse dei Cittadini alla gestione della Comunità.

Legnano ha 60mila abitanti, il doppio di Buccinasco. Il progetto Legnano Ideale (VEDI), appare frutto di una riflessione non banale (insomma tutt’altra cosa rispetto al settore Marketing deciso il 30 Dicembre in mezz’ora,  impiegando 30mila euro). Si propone di raccogliere idee e proposte da Cittadini e associazioni, con un planning e scadenze precise, durata prima di partire che impiega un anno. La volontà di dare corpo e spessore al progetto. Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Sindaco: parole in libertà non corrispondenti al ruolo. Lui Conferma

Cominciamo a chiarire un aspetto sul quale il Sindaco, nel presentare il nuovo assessore (venuto da fuori) non ha voluto precisare. Ricordiamo quanto sul suo blog personale il Sindaco ha affermato e firmato, denunciando “a chi giova infangare il nuovo assessore…”   che cosi conclude nel giudizio: “voci messe in circolazione sembrano più il prodotto di una mentalità paranoica mescolata a malafede e a un innato talento da portinaia”

Ma quanto precede è poco perché si dice anche che l’architetto Solarna sia rea di avere addirittura interessi immobiliari in Buccinasco e, stando a quanto dicono questi sedicenti bene informati, è colpevole di anomale partecipazioni nei progetti su Buccinasco Più.

Leggi il resto di questo articolo »

3 Commenti


“Indottrinarci” –“blogger scalcinati”: sintomo di un male oscuro?

Franco Gatti è sempre degno di riflessione. In una seduta consiliare densa di avvenimenti, per certi aspetti chiarificatrice, coglie due termini espressi nel Consiglio ed invita a rifletterci su. Non è banale o minore l’argomento di Franco Gatti. Ha spessore e importanza perché attiene all’approccio mentale con cui si avvicina il vivere della Comunità. In due parole: aperti e attenti ai nostri interlocutori oppure preclusivi, da contrastare a priori, “abbattere”.

Non si tratta più di banalità, ma diventa qualcosa di intrinseco al vivere sociale e politico. Gatti vuol farci riflettere su un modo di discutere delle diverse posizioni: la modalità aperta, che si misura con l’opinione dell’altro, degli altri. Per questo percepisce stimolante un parere, una posizione diversa o distante dalla sua, e si confronta. Se questa disponibilità è tenue o viene a mancare, allora è il pericolo, la tragedia dell’Uomo: piccola e meno piccola.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

6 Commenti


Regolamento comunale degli Acquisti: tutto da rifare

Il nome esatto del Regolamento è burocratese puro: gli acquisti vengono chiamati “acquisizioni di beni e servizi e per l’esecuzione di lavori in economia”. Diciamola chiara allora: il regolamento riguarda gli acquisti e quindi come spendere, come rendere efficienti i costi della nostra Comunità. Che poi sono le nostre tasse. Se il Comune è bene organizzato, efficiente,  ne beneficiano i Cittadini. Se le regole sono lasche,  spese lassiste, maggiori costi,  sono inevitabili.

Ricordiamo un principio elementare al Sindaco, ai Consiglieri di maggioranza che il nuovo Regolamento degli Acquisti hanno voluto approvare, quasi di straforo, senza averne parlato, senza una discussione pubblica, senza convocare la commissione. Un ente pubblico qualsiasi ha una gestione della cassa che è indiretta e quindi ridotta responsabilità. Mentre l’imprenditore le spese è interessato a curarle direttamente perché rischia in proprio, ci rimette lui. Il gestore di un ente ne è coinvolto molto meno: non sono soldi suoi.

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento


Consiglio 29 Ottobre: da ricordare

Città Ideale è rappresentata in Consiglio dal gruppo Coalizione Civica. Ieri è stata una serata che definiamo bella, addirittura luminosa. Le analisi critiche, le proposte sostenute in questo sito hanno attraversato il Consiglio e  ne hanno condizionato le scelte. Noi riteniamo in positivo, naturalmente. I lettori potranno comprendere che le idee, quando sorrette da argomenti solidi e chiari, vincono e si affermano anche contro le più granitiche resistenze e opposizioni. La società civile con i suoi argomenti ci modifica tutti, anche i nostri consiglieri, anche la Giunta e il Sindaco.

Un Consiglio nel quale sono venute al pettine alcune questioni messe in campo non solo nel mese; costruite nel tempo. Ma anche altre che non erano presenti nell’ordine del giorno e pure sono state trattate. Il Sindaco, per dirne una, ha preso l’occasione della motivazione sull’avvicendamento degli assessori per descrivere una analisi della attività di metà mandato. Tutti sorpresi i presenti, che hanno richiesto copia della sua relazione.

Leggi il resto di questo articolo »

9 Commenti


Conflitto di interessi e gestione della cosa pubblica

Forse alcuni dei lettori saranno a conoscenza che sul tema del conflitto di interessi è in corso di discussione la presentazione delle legge di questo governo, che rinnova quella di Frattini che ha oltre dieci anni. Non gloriosa la legge attuale per i palesi buchi denunciati allora, resi evidenti in corso d’anni. Troppe le esclusioni e l’elencazione di fattispecie attenuanti, mentre sono ovunque le condizioni che generano una posizione conflittuale, con l’obbligo a dichiarare il conflitto e astenersi.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti



SetPageWidth